Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Quanto ti piace la Tesla Model 3 2016?  

192 members have voted

  1. 1. Quanto ti piace la Tesla Model 3 2016?

    • Molto
      65
    • Abbastanza
      46
    • Poco
      57
    • Per niente
      24


Recommended Posts

 
ne uno ne l'altro, conosco architetti del poli di milano.
dei ticinesi (altrove non so) conoscenze dirette mi dicono che le case sono tutte uguali dentro, ikea-style. Roba che non riesci a capire chi ci vive. Gusti


Basta ot sugli architetti..
Parlateci delle architette!

☏ Nexus 5 ☏

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

 

Cita

Tesla, accordo per produrre a Shanghai: la Cina spinge sulla rivoluzione elettrica

Vicina l'intesa tra la società di Elon Musk e la potenza asiatica: il primo vuole abbassare i prezzi di vendita, Pechino punta a confermare la leadership come mercato delle auto senza emissioni


MILANO - Tesla inizierà a produrre anche in Cina. Secondo quanto riporta Bloomberg che cita fonti vicine all'azienda, la società guidata da Elon Musk è vicina a chiudere un accordo con il governo della città di Shanghai, dove verrà costruito uno stabilimento per la produzione dei veicoli elettrici di lusso. Al momento, precisano le fonti, Tesla sta cercando partner locali per avere più facilmente accesso al mercato.

Si tratterebbe di un passo importante per l'azienda che ha superato molti colossi tradizionali - in quanto a valutazione del mercato - e che la porterebbe più vicina al principale mercato di auto, con le possibilità di sviluppo più accelerate. Secondo le fonti, ci sarebbe l'ok a costruire le linee produttive nella zona Lingang dedicata proprio allo sviluppo del manifatturiero e la firma potrebbe arrivare già questa settimana. Sta di fatto che, per le norme attuali, Tesla dovrebbe siglare una joint venture con qualche partner locale non ancora meglio identificato.

Proprio in Cina, l'anno scorso i ricavi della creatura di Musk sono triplicati a più di 1 miliardo di dollari. Avere una linea di assemblaggio locale permetterebbe a Tesla di risparmiare uuna tassa del 25% che rende i suoi modelli più cari di quanto non accada negli Stati Uniti.

Il colosso asiatico è intenzionato ad aprire le porte alle soluzioni di trasporto ibride ed elettriche: nel prossimo decennio infatti le vendite di veicoli simoli sono previste in crescita di dieci volte e non a caso il supporto governativo ha spinto la Cina ad essere già nel 2015 il primo mercato per la vendita di auto senza emissioni.

Abbassare i prezzi di listino è invece fondamentale per le ambizioni di Musk di diventare un produttore di massa.

 

non so se si era già letto 

 

mi pare che per poter vendere in cina si debba anche produrre li, ma non ne sono sicuro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per vendere senza dazi una parte della produzione deve essere autoctona.

Sennò puoi vendere, ma con dazio smodato.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Quando vedo la mensola dell'ikea sulla plancia di quest'auto mi viene voglia di abbellirla e metterci su della roba.

 

732256f4ae6a317ec24e1d099c1c2d94.jpg

 

Ci vedrei su bene dei mini cactus tipo questi sopra, una piccola sveglia digitale così vedo subito l'ora senza andare a cercarla sul tablet, la docking station per il cellulare e magari una foto di famiglia/compagna/beppe grillo.

 

Chissà che magari non diventi un trend quando la guida full autonoma sarà realtà.

 

Nel caso ricordatevi delle mie parole.
 

Edited by Guest

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Sadman dice:

Quando vedo la mensola dell'ikea sulla plancia di quest'auto mi viene voglia di abbellirla e metterci su della roba.

 

732256f4ae6a317ec24e1d099c1c2d94.jpg

 

Ci vedrei su bene dei mini cactus tipo questi sopra, una piccola sveglia digitale così vedo subito l'ora senza andare a cercarla sul tablet, la docking station per il cellulare e magari una foto di famiglia/compagna/beppe grillo.

 

Chissà che magari non diventi un trend quando la guida full autonoma sarà realtà.

 

Nel caso ricordatevi delle mie parole.
 

 

Io però il giardino roccioso lo voglio SOPRA il coperchio dell'airbag.

Così metto sul lato passeggero chi mi sta antipatico.

E al primo colpetto... :ammic: 

  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trovo che interni così puliti siano molto meglio, non sono molto distanti come concetto da quelli che Volvo sta promuovendo da XC90 in poi, da molti elogiati. Non a caso Tesla ha rubato il responsabile degli interni a Volvo un anno fa.

Non mettere nemmeno un tasto è probabilmente eccessivo, alcune funzioni devono essere accessibili velocemente, banalmente anche solo la funzione "mute" della radio.

Il volante comunque è orrendo, sarà la classica versione base che la maggior parte vorrà cambiare con un pacchetto da qualche migliaia di dollari...

 

Model 3 è stata progettata per essere semplice ed economica, nonostante sia ritenuta un'auto premium di fatto non lo è, anche Tesla sta facendo fatica a ribadire il concetto.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By superkappa125
      Luxury Line
       




       
       
      M-Sport
       













       


       
      M550i
       


       
      Interni
       









       
       
       
       
      PRESS RELEASE
       
       
       
       
      ---------------------------------------------------------
      Station: BMW Serie 5 Touring 2017
      Spy: BMW Serie 5 VII - Prj. G30 (Spy)
      ---------------------------------------------------------
    • By Pandino
      Autoevolution
       
      Presentata la nuova generazione della Serie 5 Touring. Molto bella, a mio avviso  
       
       
       
      ----------------------------------------------------------
      Spy: BMW Serie 5 VII Touring - Prj. G31 (Spy)
      Berlina: BMW Serie 5 2016
      ----------------------------------------------------------
    • By J-Gian
      Un tempo, il metodo di calcolo dei consumi nel ciclo NEDC per un auto ibrida plug-in, era frutto di una formula matematica che teneva conto del presunto utilizzo medio, quindi una buona parte in modalità elettrica ed una piccola parte in modo ibrido. 
       
      La formula era questa: C = (De·C1 + Dav·C2)/(De + Dav)
       
      Dove:
      C = consumo di carburante in l/100 km  
      De = autonomia rilevata in modalità elettrica
      C1 = consumo carburante rilevato con la batteria carica (perché in certe condizioni del ciclo prova potrebbe accendersi il termico)
      C2 = consumo carburante rilevato con la batteria scarica (modalità ibrida)
      Dav = 25 km, presunto utilizzo medio in modalità ibrida, su percorrenze di 100 km
       
       
      Ad esempio, una Prius ibrida plug-in del 2009, il calcolo era questo 2,1 = (25 x 0,5 + 25 x 3,7) / (25+25)
      2,1 l/100 km, corrispondono a 49 g/km di CO2: questo bastava per stare sotto i 50 g/km ed ottenere certe agevolazione in alcuni paesi. Ecco che a quel punto non aveva nemmeno senso eccedere nella taglia della batteria, sarebbero stati solamente costi e peso che poteva incidere su C2.
       
      La fonte di quanto sopra è questa: km77.com - Va de consumos, perdón, emisiones
       
       
       
       
      Con il ciclo WLTP le cose sono cambiate, non a caso alcuni costruttori hanno anche temporaneamente bloccato la produzione di alcune plug-in, perché ritenute non più convenienti, in quanto con il nuovo ciclo avrebbero sforato la soglia utile per godere di certi incentivi e benefici in termini di tassazione.
       
      Riguardo al nuovo metodo di calcolo, non ho ancora trovato informazioni dettagliate. 
      Il ciclo WLTP per una ibrida plug-in comunque prevede questo (fonte: How are plug-in hybrids and electric cars measured? )
       
      inizio ciclo di omologazione WLTP a batteria completamente carica; si tratta delle medesime prove sui rulli che fanno le auto a motore termico (anche le elettriche) con il nuovo iter;
        ripetere il ciclo fino alla scarica completa della batteria di trazione, misurando costantemente le emissioni di CO2 (quindi, complementarmente, i consumi di carburante); 
        notare che durante i test, il motore termico potrebbe accendersi autonomamente per svariate esigenze (es. velocità elevata); l'apporto del termico diverrà via via predominante man mano che ci si avvicinerà alla scarica totale; il tutto viene misurato e contribuisce al calcolo finale delle emissioni di CO2;
        a batteria di trazione totalmente scarica, si effettua un ulteriore ciclo WLTP in modalità totalmente ibrida (termico e frenate rigenerative);
        a questo punto il test si dichiara concluso; si calcolano matematicamente le emissioni di CO2 facendo una media sul rapporto tra autonomia elettrica e totale. 
        La difficoltà nel restituire un dato realistico con questa tipologia di auto, sta nel valutare quale sia poi l'effettivo uso medio dell'utente, ovvero quanto la utilizzerà effettivamente come elettrica, quanto come ibrida. 
       
       
       
      Sicuramente quindi, i nuovi cicli di omologazione hanno messo un po' a soqquadro i piani delle case che puntavano sulle ibride plug-in come artifizio per farla franca. Tuttavia, una volta trovati i nuovi parametri per far rientrare il conteggio entro la soglia desiderata, le case hanno rapidamente adeguato accumulatori e/o sono ricorse a termici più efficienti, per raggiungere nuovamente un risultato che potrebbe non essere lo specchio reale dei consumi ed emissioni.
       
       
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.