Vai al contenuto

Messaggi Raccomandati

Inviato (modificato)
59 minuti fa, mmaaxx dice:

 

C'è già il 0.9 bicilindrico aspirato in sostituzione del 1.2 fire.
Panda in Germania lo monta da tempo.

In realtà, almeno fino ad un pò di tempo fà, il TA aspirato in alcuni paesi non sostituiva il 1.2 fire ma lo affiancava, minore CO2 dichiarata che fà comodo in quei paesi dove le tasse sono calcolate in base a questo parametro.

23 minuti fa, justjames dice:

I 2.0 della Giulia li produrranno a Pratola?

No a Termoli.

Modificato da RiRino

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Quali sarebbero gli eventuali vantaggi del tre cilindri rispetto al twinair? Mia cognata ha la Panda a metano e ne e' soddisfatta anche se passando dalla vecchia Panda a metano a 4 cilindri al TA ha lamentato un aumento della rumorosita'. Da questo punto di vista il tre cilindri potrebbe essere migliore? Quelli che vedo in giro pero' non mi paiono cosi' silenziosi.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

No a Termoli. Basamento diverso rispetto al GSE avra' pure il futuro 1.3 Alfa Romeo, e no i propulsori Alfa Romeo saranno esclusivi per il marchio, gli altri usano i basamenti open-deck die-cast  anche per le varianti più performanti 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
No a Termoli. Basamento diverso rispetto al GSE avra' pure il futuro 1.3 Alfa Romeo, e no i propulsori Alfa Romeo saranno esclusivi per il marchio, gli altri usano i basamenti open-deck die-cast  anche per le varianti più performanti 

Cosa sarebbe questo 1.3 Alfa? Non ne avevo ancora sentito parlare. Su che modelli dovrebbe essere installato, considerando che new Giulietta non pare sia stata confermata per ora e mito non dovrebbe avere eredi?

☏ SM-G925F ☏

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
1 ora fa, TurboGimmo dice:

Integrated water/air chargecooler.

 

Chi me lo spiega?

 

forse vuol dire che lo scambiatore è integrato nel blocco come succede col millecinque diesel Mazda

 

mazda3_technical_4_skyactiv-d-1-5l__jpg3

 

(Modalità mr. ovvio: l'intercooler è quell'aggeggino a strisce sotto la scritta Skyactiv ;-) )

 

in pratica l'aria turbocompressa esce dal compressore e fa un giro attorno al motore compiendo un percorso di molto inferiore all'andare e tornare dalla punta del paraurti

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Parentesi: ma il Twinair anticamente non era stato concepito così anche per consentire future applicazioni con l'ibrido? Non sarebbe un'idea malvagia svilupparlo in quell'ottica.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Inviato (modificato)
46 minuti fa, Sarrus dice:

 

forse vuol dire che lo scambiatore è integrato nel blocco come succede col millecinque diesel Mazda

 

mazda3_technical_4_skyactiv-d-1-5l__jpg3

 

(Modalità mr. ovvio: l'intercooler è quell'aggeggino a strisce sotto la scritta Skyactiv ;-) )

 

in pratica l'aria turbocompressa esce dal compressore e fa un giro attorno al motore compiendo un percorso di molto inferiore all'andare e tornare dalla punta del paraurti

Anche i nuovi 1.2 turbo Toyota e il 1.5 TSI VAG hanno l'intercooler aria/acqua mi pare, oltre al V6 2.9 della Giulia Q. E' sicuramente una soluzione più raffinata ed efficiente e data la minor lunghezza delle tubazioni, riduce il turbo-lag.

 

Forse ho capito male, ma non è integrato nel blocco motore ma sempre un accessorio esterno.

39 minuti fa, Yakamoz dice:

Parentesi: ma il Twinair anticamente non era stato concepito così anche per consentire future applicazioni con l'ibrido? Non sarebbe un'idea malvagia svilupparlo in quell'ottica.

 

Se non ricordo male in un vecchio PP si ipotizzava l'accoppiata Twinair con un doppia frizione e modulo elettrico, dovrei dare un' occhiata nel mio archivio se interessa.

28 minuti fa, Giacomo 96 dice:

Cosa cambia tra GME e TigerShark?

Il GME è un motore più moderno e all'avanguardia, iniezione diretta, turbo twin scroll, pompa olio e acqua a portata variabile, start e stop, ecc..

Modificato da RiRino
  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da Beckervdo
      ZF introduce una trasmissione manuale con attuatori elettronici per le vetture micro e mini-ibride.
      eAMT (electrified Automated Manual Trasmission) per l'impiego su vetture con propulsori trasversali. 
      Il sistema combina l'asse elettrico motorizzato (eVD) con la trasmissione manuale (AMT) in un unico sistema, questo gli consente di non avere interruzione di continuità nel passaggio dalla trazione elettrica a quella "convenzionale".
      In aggiunta a tutte le funzioni peculiari dell'ibrido, quali il recupero dell'energia in frenata e boost, è in grado di rendere le piccole vetture convertibili all'ibrido ad un costo ridotto. Resta solo da definire lo spazio all'interno dello chassis.
       
      —Norman Schmidt-Winkel, functional developer of electric drives at ZF   ZF afferma che la nuova eAMT è al pari di funzionamento di un moderno automatico a convertitore di coppia o di un doppia frizione.  Essendo un manuale automatizzato, ci sarà un minimo distacco di potenza nel passaggio da una marcia all'altra, ma questo è ampiamente superato dall'unità elettrica, che limita la mancanza di continuità.  La centralina di gestione dell'unità elettrica sull'asse posteriore, capisce quando è stato richiesto un cambio marcia, o quando è richiesto un plus di potenza - magari in fase di sorpasso - e la trazione viene aggiunta anche dall'asse posteriore.  Valido anche per quando si percorrono sterrati leggeri e fondi a bassa aderenza, sfruttando un integrale on-demand in piena regola.   ZF l'ha dimensionato sulla SUV Duster, proponendo anche un funzionamento - per brevi km - in modalità esclusivamente elettrica, rendendo di fatto la vettura una micro-hybrid.   Utilissimo per gli start/stop cittadini e per il traffic Jam, mentre nelle fasi di gas costante in autostrade è possibile disaccoppiare la trasmissione manuale e veleggiare (Coasting) riducendo i consumi.   


       
      Via Green Car Congress
    • Da Beckervdo
      Prendete quello che scrivo con le pinze, dato che l'ho trovato solo in un sito olandese.
       
      Audi avrebbe brevettato questa nuova architettura modulare che chiama DUOS.
      Praticamente - raffigurato - un quattro cilindri che presenta due coppie di cilindri dall'alesaggio differente. Presumibile per alti e bassi carichi. Per passare da un funzionamento all'altro si utilizza un secondo albero motore che tramite una camma attiva e disattiva il moto di metà motore.


       
      Via Autoblog.nl
×