Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

Con questo regolamento continueranno a esistere i prototipi, ma ci sarà molta libertà aerodinamica, posto che rispetti i tetti massimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Beta Montecarlo scrive:

A questo punto uno può solo sperare che i costruttori si facciano avanti. Ma ci vuole anche una bella dose di privati per tenere in vita il giochino.

 

Se veramente sperano di attrarre Brabham, Koenigsegg (sicuro li ho scritti male entrambi), o altri "piccoli", è probabile che questi avranno bisogno del supporto di un team privato con un po' di esperienza di endurance alle spalle.

 

3 ore fa, Aymaro scrive:

modifiche al regolamento Hypercar

https://it.motorsport.com/wec/news/wec-cambia-il-regolamento-dal-2020-21-si-alle-hypercar-e-alle-derivate/4348923/

più vicine ala produzione ed ibrido non più sull'asse anteriore, come chiesto da Toyota, ma al posteriore, come fanno Ferrari e Mclaren ad esempio sulle stradali

 

Sai che ho qualche dubbio sul fatto che questo layout possa attrarre Ferrari e McLaren? Se non erro entrambi i costruttori per le stradali stanno studiando dei sistemi ibridi con motore elettrico davanti; se ho ragione, con queste modifiche rischiano piuttosto di allontanarli, e oltretutto sono andati contro le volontà dell'unico costruttore attualmente impegnato nel campionato. Magari sbaglio, ma su due piedi non mi pare una mossa geniale. Se volevano prendere capra e cavoli forse dovevano autorizzare entrambe le possibilità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, GL91 scrive:

 

Sai che ho qualche dubbio sul fatto che questo layout possa attrarre Ferrari e McLaren? Se non erro entrambi i costruttori per le stradali stanno studiando dei sistemi ibridi con motore elettrico davanti; se ho ragione, con queste modifiche rischiano piuttosto di allontanarli, e oltretutto sono andati contro le volontà dell'unico costruttore attualmente impegnato nel campionato. Magari sbaglio, ma su due piedi non mi pare una mossa geniale. Se volevano prendere capra e cavoli forse dovevano autorizzare entrambe le possibilità.

non so dove andranno in futuro le 2 case, io citavo quelle attuali (La Ferreri e P1), forse però il fatto di aprire anche a modelli non ibridi in serie, farebbe si che le 2 case citate possano partecipare comunque con delle derivate da F8 tributo e Senna o 720  "ibridizzate"

io comunque resto sempre dell'idea che la soluzione migliore fosse adottare delle DPi (o un regolamenti simile ma su telai LMP1 private) con Ibrido standard ed aerodinamica ed estetica rivista, cosi da attirare le case con costi davvero contenuti, qui si parla di 20mln a stagione, che poco non è....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
14 minuti fa, Aymaro scrive:

io comunque resto sempre dell'idea che la soluzione migliore fosse adottare delle DPi (o un regolamenti simile ma su telai LMP1 private) con Ibrido standard ed aerodinamica ed estetica rivista, cosi da attirare le case con costi davvero contenuti, qui si parla di 20mln a stagione, che poco non è....

 

Non so quanto un costruttore, che partecipa essenzialmente per pubblicità, per mostrare quanto la sua tecnologia sia migliore, sarebbe stato interessato a partecipare ad un campionato con telaio e sistema ibrido uguale per tutti. Ma magari mi sbaglio, chissà.

Edited by GL91

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, GL91 scrive:

 

Non so quanto un costruttore, che partecipa essenzialmente per pubblicità, per mostrare quanto la sua tecnologia sia migliore, sarebbe stato interessato a partecipare ad un campionato con telaio e sistema ibrido uguale per tutti. Ma magari mi sbaglio, chissà.

hai comunque il motore termico che il più delle volte è già pronto, specie se hai una GTE in casa, e l'estetica riconducibile, alle fine con "poco" ti puoi fregiare di aver vinto comunque la 24h di Le Mans che rimane la gara più prestigiosa al mondo... 

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi sto facendo confusione: l'apertura alle hypercar prevede una nuova classe a sé o un mischione in LMP1 con i prototipi veri e propri senza alcuna derivazione stradale? in tal caso, secondo me, sarebbe una bella confusione.....anche se, al momento attuale, di prototipi ce ne sono pochissimi e quindi serve un bel tonico per risvegliare il torpore della categoria ed attirare un pò di gente.
Nel caso di hypercar e prototipi insieme, servirà un coefficiente di livellamento prestazione fatto a regola d'arte...

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, GrigioIngrid scrive:

Che poi sto facendo confusione: l'apertura alle hypercar prevede una nuova classe a sé o un mischione in LMP1 con i prototipi veri e propri senza alcuna derivazione stradale? in tal caso, secondo me, sarebbe una bella confusione.....anche se, al momento attuale, di prototipi ce ne sono pochissimi e quindi serve un bel tonico per risvegliare il torpore della categoria ed attirare un pò di gente.
Nel caso di hypercar e prototipi insieme, servirà un coefficiente di livellamento prestazione fatto a regola d'arte...

Al momento c'è il regolamento di dicembre, e li si descirvevano prototipi con delle dimensioni del cockpit un po' meno minimali del solito, tetto massimo di deportanza, coefficiente minimo di resistenza e tetto alla potenza e efficienza dei motori. Quindi di fatto c'è già il meccanismo di livellamento, e inserire le derivate dalla serie non è durissima, credo che nel caso della Valkyrie occorrerà nerfare un po'. Non è neanche un vero Bop perché finché rispetta questi questi quattro parametri non ci sono correzioni, e il vantaggio è che le forme dell'auto sono molto libere. Ad esempio non viene descritta affatto l'ala posteriore o anteriore.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Beta Montecarlo scrive:

Al momento c'è il regolamento di dicembre, e li si descirvevano prototipi con delle dimensioni del cockpit un po' meno minimali del solito, tetto massimo di deportanza, coefficiente minimo di resistenza e tetto alla potenza e efficienza dei motori. Quindi di fatto c'è già il meccanismo di livellamento, e inserire le derivate dalla serie non è durissima, credo che nel caso della Valkyrie occorrerà nerfare un po'. Non è neanche un vero Bop perché finché rispetta questi questi quattro parametri non ci sono correzioni, e il vantaggio è che le forme dell'auto sono molto libere. Ad esempio non viene descritta affatto l'ala posteriore o anteriore.

 

Grazie per la delucidazione :) 

Praticamente si assisterebbe ad un mischione nella stessa classe, penso che col tempo tenderanno tutti alla stessa soluzione....se le derivate hypercar dovessero cominciare a vincere, per i prototipi attuali sarebbe finita, considerati i costi di sviluppo totalmente dedicati al racing, mentre le hyper hanno un minimo di fondamento stradale....sono molto curioso di come procederà, il fascino prototipo è enorme ma l’ingresso delle hyper sarebbe un ottimo modo per ravvivare il tutto con lotte tra marchi storici :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 ore fa, GL91 scrive:

 

Non so quanto un costruttore, che partecipa essenzialmente per pubblicità, per mostrare quanto la sua tecnologia sia migliore, sarebbe stato interessato a partecipare ad un campionato con telaio e sistema ibrido uguale per tutti. Ma magari mi sbaglio, chissà.

ti ricordo il successo di partecipanti di Formula E.

 

Comunque anche per me la via giusta erano le DPi ibridizzate

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, nicogiraldi scrive:

ti ricordo il successo di partecipanti di Formula E.

 

Lì secondo me è il format diverso ad attrarre, oltre ovviamente ai costi bassi, perché sono gare sprint, concentrate in 40 minuti, e per questo appetibili ad un pubblico molto ampio, anche di non appassionati; e inoltre anche lì da un paio d'anni hanno cominciato a differenziare i motori elettrici, che sono prodotti dai singoli costruttori.

L' Endurance secondo me è diverso, sono gare lunghe, in cui si gioca molto sulla strategia più che sulla battaglia in pista, giocoforza il pubblico è più ristretto e composto principalmente da appassionati, per questo credo che una casa che ci investe bei soldi lo faccia solo se può pubblicizzare la propria tecnologia.

Ma come al solito è solo la mia opinione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By lukka1982
      Per festeggiare il centenario della Zagato, ricorrenza che cade quest’anno, in casa Aston Martin propongono uno sfizioso pacchetto di due vetture, vendute in coppia a 8,5 milioni di €: la prima è la DB4 GT Zagato Continuation Series e la seconda è la DBS GT Zagato, interpretazione del designer della nuova DBS Superleggera. La prima verrà consegnata nel corso di quest’anno, mentre la DBS nel corso del 2020, entrambe in eventi dedicati. Ovviamente il tutto sarà disponibile per pochissimi clienti, in quanto saranno solo 19 le auto disponibili (DBS).
      Foto della nuova Zagato non ce ne sono, se non qualche teaser.
       
      DB4 GT ZAGATO Continuation Series
       

       
      DBS GT ZAGATO
       

    • By Beckervdo
      Ecco la nuova Porsche 911 RSR che parteciperà al campionato WEC 2020.
      Come la precedente RSR, il motore Boxer 6 cilindri  da 4.2 litri è posizionato centralmente, e non più a sbalzo sul posteriore. La potenza, ufficiosa, è di 384 kW / 522 CV e dipende dai restrittori che saranno utilizzati sui tromboncini di aspirazione. Ovviamente, trazione posteriore e cambio sequenziale a 6 rapporti. 

    • By 4200blu
      Audi presenta la nuova Audi S8, che è spinta dal V8 Biturbo 4.0 litri e modulo MHEV che le consente di erogare 571CV ed 800 Nm di coppia, scaricati al suolo tramite la trazione integrale Quattro. 
      Per fermare questo bestione, abbiamo un impianto frenante con dischi in carbo-ceramica (optional) con dischi anteriori da 420 millimetri e posteriore da 370, e pinze a ben 10 pompanti sull'anteriore, che abbassano le masse non sospese di ben 9.6 kg rispetto ai dischi in ghisa.
      Rispetto alle altre Audi A8, la S8 si distingue per alcuni particolari cromati (come le cover degli specchi e gli inserti sui paraurti) ed i cerchi in lega con finitura alluminio opaco da 21". 
      Primizia per la S8, l'utilizzo optional, di fari MATRIX LED con anabbagliante LASER all'anteriore e tecnologia OLED per i fari posteriori.
      Ma all'interno troviamo una modanatura decorativa che si estende attraverso il cruscotto, in carbonio e con un reticolo tridimensionale , il cruscotto digitale "Virtual Cockpit" presenta dettagli rossi ed un nuovo design del tachimetro, sotto forma di una tabella quadrata , che mostra la potenza e la coppia in uscita come percentuali, a seconda delle selezioni del sistema "MMI Navigation Plus" .
       
      I due schermi centrali sono tattili, anche se abbiamo in associazione il controllo vocale naturale, sull'assistente vocale Alexa o sui servizi "Audi connect" con WiFi, tra una raffica di sistemi di accesso alla guida, evidenziando l'assistente semaforo, che mostra il velocità ed il tempo rimanente fino alla successiva fase di verde dei semafori.
       
      Altra novità è l'abbinamento dell'allestimento S8 con il passo lungo - che sarà disponibile solo per USA, Cina, Canada e Corea del Sud.
       
       







       
      Topic Spy --> https://www.autopareri.com/forums/topic/65049-audi-s8-2018-spy
       
       
       
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.