Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19 - E' un momento particolarmente difficile
  • ma grazie alla collaborazione di tutti
  • ne usciremo sicuramente vincitori! Nel quotidiano occorre rispettare alcune regole ed accortezze
  • ma nel mondo virtuale non c'è pericolo
  • ed Autopareri vi è virtualmente vicino ed attivo
  • per tenervi compagnia!

Recommended Posts

10 ore fa, Lagarith dice:

Con ma la tipa a Fiumicino si è comportata bene, anche io ero in versione "barbon"

Invece, per quanto mi riguarda, inqualificabile è stato il comportamento del mio concessionario, che non mi ha fatto fare il test drive con la scusa "lo facciamo fare ai clienti che hanno intenzione di firmare subito il contratto".

È vero che non avevo mica intenzione di acquistare la macchina, ma sono pur sempre un potenziale cliente nel tempo. Ho la sensazione che la rete/venditori non siano all'altezza del prodotro, e stiano avendo qualche smania improvvisa da " new premiumness". Speriamo che non facciano danno a livello di vendite

Il problema è che i venditori guadagnano sulle vendite, non sulle consulenze gratuite o per aver soddisfatto delle curiosità.

Una provocazione: come la prendereste se come per ogni altra categoria si facesse pagare la consulenza, anche simbolicamente, al potenziale cliente? Secondo me tutto il problema dello scazzo dei venditori non si porrebbe. Vuoi il preventivo? Test drive? 20/30 euro con ricevuta. Farebbe bene a tutti quanti. Al venditore sicuro di non perdere mai del tempo, e al cliente, che prenderebbe più seriamente il lavoro altrui e molto probabilmente sarebbe scoraggiato se non realmente interessato all'acquisto.

Sarebbe un buon compromesso?

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, V-rus dice:

Il problema è che i venditori guadagnano sulle vendite, non sulle consulenze gratuite o per aver soddisfatto delle curiosità.

Una provocazione: come la prendereste se come per ogni altra categoria si facesse pagare la consulenza, anche simbolicamente, al potenziale cliente? Secondo me tutto il problema dello scazzo dei venditori non si porrebbe. Vuoi il preventivo? Test drive? 20/30 euro con ricevuta. Farebbe bene a tutti quanti. Al venditore sicuro di non perdere mai del tempo, e al cliente, che prenderebbe più seriamente il lavoro altrui e molto probabilmente sarebbe scoraggiato se non realmente interessato all'acquisto.

Sarebbe un buon compromesso?

 

se fai il professionista/venditore di oggetti/servizi di un costo importante, devi mettere in preventivo queste rotture di coglioni perchè fanno parte del tuo mestiere, spesso senza avere un minimo garantito come capita a molti venditori stessi. 

 

Capita a tutti coloro che lavorano in campi del genere. Certi atteggiamenti da diva, peraltro spesso fastidiosi, non sono giustificati in nessuna occasione.

 

Con me si son comportati in questo modo in almeno due situazioni diverse, nonostante fossi realmente interessato all'acquisto. 

  • I Like! 9

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, Cosimo dice:

 

se fai il professionista/venditore di oggetti/servizi di un costo importante, devi mettere in preventivo queste rotture di coglioni perchè fanno parte del tuo mestiere, spesso senza avere un minimo garantito come capita a molti venditori stessi. 

 

Capita a tutti coloro che lavorano in campi del genere. Certi atteggiamenti da diva, peraltro spesso fastidiosi, non sono giustificati in nessuna occasione.

 

Con me si son comportati in questo modo in almeno due situazioni diverse, nonostante fossi realmente interessato all'acquisto. 

Dal punto di vista prettamente imprenditoriale un venditore è libero anche di "scegliere" i propri clienti. Può capitare che sbagli, ritenendo un perditempo chi in realtà non lo è, o viceversa. Nel tuo caso di fatto non hai acquistato da loro e hanno perso una vendita, giustamente, perché non hanno saputo cogliere il tuo interesse... può capitare. 

Quanto ho scritto prima è semplicemente perché c'è un cortocircuito mentale per cui va di moda andare a farsi fare preventivi per curiosità, così..., pensando che i venditori siano delle marionette pagate a tempo come tutti dipendenti, quando questo non avviene. 

 

 

Edited by V-rus
  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, V-rus dice:

Dal punto di vista prettamente imprenditoriale un venditore è libero anche di "scegliere" i propri clienti. Può capitare che sbagli, ritenendo un perditempo chi in realtà non lo è, o viceversa. Nel tuo caso di fatto non hai acquistato da loro e hanno perso una vendita, giustamente, perché non hanno saputo cogliere il tuo interesse... può capitare. 

Quanto ho scritto prima è semplicemente perché c'è un cortocircuito mentale per cui va di moda andare a farsi fare preventivi per curiosità, così..., pensando che i venditori siano delle marionette pagate a tempo come tutti dipendenti, quando questo non avviene. 

 

 

 

c'è una grossa differenza tra lo scegliere e l'essere educati

 

Posto che non mi pare che i conce vivano un momento di grandissimo spolvero, non sono nemmeno convinto che fuori ci sia la fila di persone che vanno a farsi un preventivo solo per passare una giornata.

A me sinceramente non è mai nemmeno passato per l'anticamera de cervello ad esempio.  

Qualche perdigiorno ci sarà, ma credo siano quota residuale. 

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

a cercare di individuare il cliente convinto da certe caratteristiche esterne (età, vestito)...auguri. Si fa prima a mandare il CV a Ikea o BK.

Bisogna entrare nella mentalità  che chiunque varca le porte del concessionario è un potenziale cliente, e che sta nella bravura del venditore a togliere il "potenziale"

  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, V-rus dice:

Il problema è che i venditori guadagnano sulle vendite, non sulle consulenze gratuite o per aver soddisfatto delle curiosità.

Una provocazione: come la prendereste se come per ogni altra categoria si facesse pagare la consulenza, anche simbolicamente, al potenziale cliente? Secondo me tutto il problema dello scazzo dei venditori non si porrebbe. Vuoi il preventivo? Test drive? 20/30 euro con ricevuta. Farebbe bene a tutti quanti. Al venditore sicuro di non perdere mai del tempo, e al cliente, che prenderebbe più seriamente il lavoro altrui e molto probabilmente sarebbe scoraggiato se non realmente interessato all'acquisto.

Sarebbe un buon compromesso?

Piano ....scegliersi i clienti!!!

Se c'è l'auto per fare un test drive non mi può rispondere così un venditore! Per il momento e' gratuito, ed e' normale fare un test drive anche se non l'acquisto! Se poi decideranno di metterlo a pagamento, invece di fare un giro dell'isolato pagherò volentieri carburante ed assicurazione per farmi una trentina di km! Come in tutto, dipende dalla persona che hai di fronte. Abbiamo fatto due test drive con Giulietta, e sono stati gentilissimi.

 

Al primo tagliando in BMW mi hanno chiesto se avevo una Mini, forse per com'ero vestito o perché avevo 26 anni. Normalmente, non porto giacca e cravatta! Però i test drive prima di acquistare l'auto ne ho fatti due, in due diverse concessionarie. Mai nessuno ha storto il naso per un paio di pantaloncini e polo della lotto da 7 euro!

Aggiungo che e' relativo la perdita di tempo in concessionaria. Non e' la coda al supermercato.

Edited by mikisnow
  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, TonyH dice:

a cercare di individuare il cliente convinto da certe caratteristiche esterne (età, vestito)...auguri. Si fa prima a mandare il CV a Ikea o BK.

Bisogna entrare nella mentalità  che chiunque varca le porte del concessionario è un potenziale cliente, e che sta nella bravura del venditore a togliere il "potenziale"

Infatti non si parla di individuare il cliente buono dai vestiti, questo è errato. Lo si fa tramite una buona intervista, e la bravura esce in quel momento. Il venditore che sa fare il suo mestiere prima accoglie il cliente, gli presenta la vettura, chiede qual è l'usato da restituire, se ha fatto altri preventivi o interessano altre vetture,  ma soprattutto si accerta dei termini temporali dell'acquisto, ossia entro quando vuole acquistare la vettura e se è disposto ad attendere per un ordine o se vuole una pronta consegna. Se il cliente è ricettivo e riferisce di voler acquistare a breve, benissimo. Se il cliente ha solo una vaga idea, e acquisterà forse, chissà quando, il prossimo anno o il prossimo secolo, il venditore ha tutti i diritti di mandarlo a stendere, se ha la possibilità di avere un altro cliente buono subito dopo, o magari (come spesso accade) un appuntamento. Se non ha nulla da fare, è sacrosanto lavorare sul lungo termine, ed è sacrosanto essere gentili con tutti, perché alla fine ripaga.

Assecondare i vizi del cliente, perché è stato abituato a sentirsi sempre dalla parte della ragione, a trovare sempre aperto, sabati, domeniche, festivi, stendere tappeti rossi a tutti perché il mercato è basso, non è affatto automatico e dovuto.

 

 

Edited by V-rus
  • I Like! 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma se entro in Ford e mi chiedono se sono stato da altri, ammesso che lo facciano, non lo possono sapere cosa sceglierò fra Astra ed Opel. Potrei anche raccontare una frottola "penso che acquisterò". I test drive non servono solo per convincere il cliente "del momento", ma e' un investimento oltreché una pubblicità molto efficace perché tocca fisicamente il potenziale cliente.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io se non avessi fatto il test drive non avrei mai e ripeto mai preso in considerazione Giulia, poi provandola mi sono convinto della differenza.

E anche qui differenza tra concessionarie, su una mi hanno fatto provare personalmente sia manuale che automatica, nell'altra solo nel posto passeggero.

 

Altra nota curiosa, il venditore mi diceva che su Giulia si può scegliere se la targa davanti metterla a sinistra o destra :gratta: pensavo fosse obbligo verso sinistra non avendo posto al centro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, alfa75qv dice:

Io se non avessi fatto il test drive non avrei mai e ripeto mai preso in considerazione Giulia, poi provandola mi sono convinto della differenza.

E anche qui differenza tra concessionarie, su una mi hanno fatto provare personalmente sia manuale che automatica, nell'altra solo nel posto passeggero.

 

Altra nota curiosa, il venditore mi diceva che su Giulia si può scegliere se la targa davanti metterla a sinistra o destra :gratta: pensavo fosse obbligo verso sinistra non avendo posto al centro.

 

E se mi porto il dubbio fino a casa?

A sto punto non mettiamola!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.