Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

Recommended Posts

10 ore fa, leon82 dice:

.... e per CX che doveva avere motori Wankel (progettati in collaborazione con NSU) e poi ha avuto i Becchia ancor più evoluti e turbizzati ...

 

 

pero' hanno fatto la GS birotor, prodotta per giunta in 800 e passa esemplari.

 

Alla SM, esteticamente, ho sempre preferito la DS che secondo me ha una linea molto piu' pulita e ben raccordata

  • I Like! 1

Mazda MX-5 20th anniversary "barbone edition" - Tutto quello che scrivo è IMHO

k21x8z.png

Link to post
Share on other sites
  • Replies 35
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Nel 1968 Citroen acquista Maserati e finalmente ha il motore* per il progetto S, una coupè che sarebbe stata posizionata sopra DS.   A inizio anni 70 Citroen è in difficoltà economiche e Fia

Aggiungo qualche contributo della (mai vista dal vivo) Citroenona: Cabrio    berlinone (presidenziale?)   Supercabrio presidenziale:   Shooting brake,

Sono davvero poche auto del passato che mi fanno un certo effetto.., in poche parole ...chiamamole emozioni... Ultimamente la mia mente va spesso su questa auto , tuttora (oggi) è di una bellezza ra

Posted Images

46 minuti fa, jeby dice:

 

 

pero' hanno fatto la GS birotor, prodotta per giunta in 800 e passa esemplari.

 

Prima c'era stata M35, una specie di Ami8 coupè con sospensioni idro. Ma era stata una soltanto una sperimentazione, erano circa 300 esempleri dati da Citroen a clienti selezionati che si impegnavano a non rivendere l'auto e a restituirla a Citroen (che le ha distrutte quando sono rientrate).

 

citro_25C3_25ABn-m35-09.jpg

 

Anche le GS birotor furono una serie limitata caratterizzata da notevoli difetti (consumo alto, bassa affidabiltà), alla fine quasi tutte le GS birotor furono ritirate da Citroen (per essere poi distrutte) e ai clienti delusi vennero date delle CX.

 

Fu così che terminò l'avventura delle Citroen wankel.

1983 Citroen 2CV6 Charleston bordeaux/nera

2019 Citroen C3 1,2 110cv EAT6 Shine

Link to post
Share on other sites

La SM è stata un'auto veramente particolare, un poco come la Thema 8.32, anche se con solo 2 porte.

 

Un amico di famiglia ebbe questa macchina, e parimenti alla Thema Ferrari si lamentava degli alti costi di gestione, da affrontare rigorosamente ed esclusivamente  nelle officine Citroen....

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, alequattro75 dice:

Opron un grandissimo. Autore di un altro capolavoro francese, la Renault R25 (ma anche di R18 R9/11 e Fuego).

 

pure in questa c'è la mano di Opron

 

alfasz_02.jpg

  • I Like! 1

1983 Citroen 2CV6 Charleston bordeaux/nera

2019 Citroen C3 1,2 110cv EAT6 Shine

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Similar Content

    • By Utente01
      Buona sera amici, sono un nuovo iscritto,
      Posseggo una jaguar xj6 4.2 ed ho notato che nel libretto di circolazione c'è scritto "BL CARS LIMITED XJ6" 
      COSA VUOL DIRE? 
      CHE HO UNA VERSIONE A NUMERO LIMITATO ?
    • By Pawel72
      Una Peugeot L45 Grand Prix del 1914 è stata venduta per 7,26 milioni di dollari ad una recente asta di Bonhams a Los Angeles.
       
      Per gran parte del secolo scorso si è pensato che questa iconica Peugeot, venduta per l’equivalente di oltre 6,2 milioni di euro, avesse condotto Dario Resta alla vittoria nella 500 Miglia di Indianapolis del 1916. Invece recentemente è stato confermato che si tratta della vettura che, nella stessa competizione venne guidata da Ralph Mulford, che si classificò terzo.
      Nei primi anni del ‘900, le Case automobilistiche francesi dominavano la scena del motorsport e nel 1913 Jules Goux vinse la 500 Miglia di Indianapolis, che a quell’anno era alla sua terza edizione, con una Peugeot molto simile a questa.
      La Peugeot L45 Grand Prix in questione ha gareggiato nel 1916 con un motore 3.0 litri, ma più avanti venne  dotata di motore con doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilibndro da 4.5 litri che sviluppa 112 CV a 2.800 giri al minuto. La vettura monta anche i freni a tamburo meccanici ai quattro angoli, le sospensioni a balestra semiellittiche e gli assali anteriori e posteriori.
            The ex-Indianapolis, Ralph Mulford, Arthur H. Klein, Lindley Bothwell
      1914 PEUGEOT L45 GRAND PRIX TWO SEATER
      Chassis no. 1
      Engine no. 1
      4,491cc 112hp Inline 4-Cylinder engine with Gear-Driven Dual Overhead Camshafts and 4 Valves Per Cylinder
      Single Miller Barrel Throttle Updraft Carburetor (original Peugeot unit included) 112bhp at 2,800rpm
      4-Wheel mechanical drum brakes
      Semi-Elliptical Leaf Spring Suspension, Live Axles

      THE BOTHWELL PEUGEOT

      In a dual overhead camshaft engine, the cams operate on inclined valve stems directly or through interposed cam followers. The intake and exhaust valves are disposed through an intermediate angle that minimizes intake and exhaust flow restrictions. Combustion chamber shape can be tailored to fuel quality, spark plug position and combustion propagation. It is the accepted standard for extracting performance and economy in internal combustion engines. Today virtually every racing engine uses dual overhead camshafts. At the other end of the internal combustion engine spectrum, high efficiency road engines, even hybrids, use them to maximize recovery of the innate energy of hydrocarbon fuels.  
      RACING IN FRANCE

      The center of the automobile industry in the early 20th century was France. It had more serious automobile manufacturers than the rest of the world combined. Its technology was the most advanced, its engineers the most educated, its factories the best equipped, its road network the finest in the world, and the first automobile races, held on city-to-city routes over open roads, were held in France.
        https://www.bonhams.com/auctions/24733/lot/408/
    • By Caronte89
      Stavo cercando un'auto che mi permettesse una certa comodità e usabilità, anche se per un uso abbastanza saltuario essendo la quarta auto in casa.
      Ma soprattutto cercavo una macchina che mi appagasse.
      Dunque mi sono trovato a bordo di un mattone scandinavo verde bottiglia.
       
      Eccola, presa ad inizio Settembre con 216.000 km.
      940 Polar 06/94 motorizzata B200F
       






       
      Alla faccia di chi sostiene che con l'auto "d'epoca" si risparmi, per il momento il costo in pezzi per il ripristino in piena efficienza di un'auto che già di per sé male non stava ha superato il migliaio d'euro, con la manodopera non conteggiata perché quasi completamente personale.

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.