Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

allego un link a un articolo pubblicato su Science riguardante la decisione che Trump dovrebbe prendere oggi sull'ammordbidimento delle regole sulle emissioni dei veicoli. Penso che avra' un affetto positivo significativo sui diesel mentre potrebbe affossare per un po' i veicoli elettrici

http://www.sciencemag.org/news/2018/08/trump-s-effort-roll-back-auto-efficiency-rules-could-hinge-debate-over-safety?utm_campaign=news_daily_2018-08-01&et_rid=377420315&et_cid=2227867

"The Trump administration is expected to announce its weakened car rules tomorrow (...oggi), according to a source who's knowledgeable about the timing. The Obama administration set a goal of 54.5 mpg in passenger vehicles by model year 2025. Trump's plan would freeze the standard at 2020 levels, or 43.7 mpg, according to a leaked draft obtained by The New York Times. In practical terms, the change would reduce real-world fuel economy from about 36 mpg to 30 mpg."

P.S. Hanno quasi dell'incredibile le ragioni addotte a sostenere questa scelta

Share this post


Link to post
Share on other sites

E intanto la vita continua ...

I Diesel Euro 3/4 continuano a rimuovere lo EGR e, visto che ci sono, a dare una rimappatina ...

https://www.autopareri.com/index.php?/topic/60248-perdita-potenza-fiat-grande-punto-1.9-130-cv-2006&do=findComment&comment=2126470 (rimosso).

I Diesel Euro 5/6, oltre all'EGR, continuano a togliere il DPF.

I Diesel Euro 6d toglieranno anche lo SCR?

 

Ma la vita continua ...

E quegli automobilisti continuano a recitare il ruolo di vittima e di carnefice.

Vittime di auto che diventano inusabili e fonti di problemi e costi continui. Nonché di un sistema criminale di installatori e produttori di componenti illegali.

Carnefici degli automobilisti che li seguono e delle città che attraversano.

 

Ma la vita continua ...

E i diesel Euro6 sono più puliti dei benzina (GDI) senza GPF.

Adriana coi tacchi è più alta di Giovanna senza. Ma Adriana senza i tacchi?

 

  • I Like! 1
  • Sad! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

14 minuti fa, Laevus scrive:

E intanto la vita continua ...

I Diesel Euro 3/4 continuano a rimuovere lo EGR e, visto che ci sono, a dare una rimappatina ...

https://www.autopareri.com/index.php?/topic/60248-perdita-potenza-fiat-grande-punto-1.9-130-cv-2006&do=findComment&comment=2126470 (rimosso).

I Diesel Euro 5/6, oltre all'EGR, continuano a togliere il DPF.

I Diesel Euro 6d toglieranno anche lo SCR?

 

Ma la vita continua ...

E quegli automobilisti continuano a recitare il ruolo di vittima e di carnefice.

Vittime di auto che diventano inusabili e fonti di problemi e costi continui. Nonché di un sistema criminale di installatori e produttori di componenti illegali.

Carnefici degli automobilisti che li seguono e delle città che attraversano.

 

Ma la vita continua ...

E i diesel Euro6 sono più puliti dei benzina (GDI) senza GPF.

Adriana coi tacchi è più alta di Giovanna senza. Ma Adriana senza i tacchi?

 


Io in officina ci ho lavorato, e credetemi, le diesel €4 soprattutto con DPF che hanno girato per una vita in città con un utilizzo non consono, sono tutte andate in officina prima per problemi di DPF una due tre volte a fare la rigenerazione forzata, poi quando non ne poteva piu degli abusi, trattati con prodotti specifici che in buona parte dei casi ridanno un po di vita al filtro, ma poi se non si inizia a usarli da diesel, inesorabilmente da forfait e va sostituito. Spesso ben prima dei 100.000km. E li si aprono due strade: circa 700€ si sostituisce il dpf con uno rigenerato/non originale, per 300 si mette il tubo dritto e si rimappa. L'originale costa uno sproposito, tipo 2/3000€.
La scelta sta al cliente. Io personalmente non ne ho mai visto sostituire uno. Sempre e solo tubi dritti. Che nel caso della fiat, per il multijet €4 lo forniscono direttamente loro come ricambio originale.

Una volta sistemato il DPF inizia a dare noie l'EGR. Di solito funziona cosi: la prima volta si pulisce e lubrifica, la seconda si sostituisce, la terza si tappa. Spesso si fa insieme al defap per non spendere due volte a rimappare.
Nel mentre ovviamente al meccanico gli vengono girati tutti gli improperi che sarebbero destinati alle case madri e a volte si perde pure il cliente perchè tra pulizie intasi dpf la gente da la colpa al meccanico che non è capace.

Da una parte sono comportamenti deprecabili ed illegali, dall'altra c'è che l'utente sta semplicemente cercando di mettere una toppa a dei sistemi che sono usciti acerbi e in cui nei primi anni non è stata fatta nessun tipo di informazione da parte delle case sul fatto che fosse fondamentale utilizzare queste auto in un certo modo, che erano dispositivi delicati, ma anzi continuavano a spacciarli "for life" senza specificare in quali condizioni di utilizzo.
Anche le varie reti assistenza ufficiali di fronte alle numerose problematiche non sapevano che pesci pigliare. Come ad esempio le prime mazda 6 in cui la soluzione era sostituire l'astina dell'olio con una con il massimo posto piu in alto per non fare allertare il cliente con gli aumenti di olio per le enormi diluizioni, oppure le flange forate sull'egr dei multijet per evitare che in alcuni casi andassero male già da nuove.

Se i clienti non sono santi in questa storia, la case automobilistiche vendendo questi accrocchi (e senza informare dei rischi in merito) non sono certo da meno.

Per i deSCR per ora esistono dei kit approntati nei paesi dell'est per il trasporto pesante in cui si fa credere alla centralina di iniettare adblue, invece il segnale viene intercettato e manomesso.
Non mi risultano manomissioni per le auto, e non è detto neanche che usciranno. Ad oggi le manomissioni dei mezzi pesanti sono al fine di evitare di spendere per adblue, ma per le auto, se i sistemi si dimostreranno affidabili nel tempo, verrà meno l'esigenza di deSCRare, visto che per le auto il costo dell'adblue non è impegnativo.

 




 

  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi è capitato di leggere un articolo sui filtri antiparticolato.

Il succo era questo: i filtri sono inutili (o dannosi) perchè producono particelle più piccole, potenzialmente ancora più pericolose di quelle di partenza.

C'è del vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dietrofront di Trump sui limiti per le auto inquinanti decisi da Obama

L’amministrazione Usa ha annunciato un allentamento delle regolamentazioni e di voler strappare alla California l’autorità a determinare autonomamente i suoi standard
http://www.lastampa.it/2018/08/02/esteri/dietrofront-di-trump-sui-limiti-per-le-auto-inquinanti-decisi-da-obama-TnSUlJ4flFKRmrjyT1ezJO/pagina.html

Share this post


Link to post
Share on other sites
44 minuti fa, Roberto74 scrive:

Mi è capitato di leggere un articolo sui filtri antiparticolato.

Il succo era questo: i filtri sono inutili (o dannosi) perchè producono particelle più piccole, potenzialmente ancora più pericolose di quelle di partenza.

C'è del vero?

Le particelle più piccole le fa solo in fase di rigenerazione.

 

Visto che l'auto non rigenera continuamente, mi viene da pensare che l'articolo che hai letto sia molto superficiale, se non peggio.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto, notizia di ieri, il comune di Milano ha ufficializzato l'"area B", 75% dell'area del comune con ingresso vietato ai diesel fino ad euro 3 (euro 4 da ottobre 2019)

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, recuvision scrive:

Intanto, notizia di ieri, il comune di Milano ha ufficializzato l'"area B", 75% dell'area del comune con ingresso vietato ai diesel fino ad euro 3 (euro 4 da ottobre 2019) 

 

E chiaramente non si fa nessuna distinzione tra €4 DPF e non. Cosi chi all'epoca acquisto una DPF sobbarcandosi sovrapprezzo e una miriade di problemi sperando che servisse a qualcosa lo prende nel deretano.

99% sarà quindi cosi anche per le 6b-c-d.

  • I Like! 2
  • Sad! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Nico87 scrive:

 

E chiaramente non si fa nessuna distinzione tra €4 DPF e non. Cosi chi all'epoca acquisto una DPF sobbarcandosi sovrapprezzo e una miriade di problemi sperando che servisse a qualcosa lo prende nel deretano.

99% sarà quindi cosi anche per le 6b-c-d.

no no, le Euro4 con FAP-DPF sono salve, fino a una certa data; in ogni caso, l'obiettivo è eliminare tutte le auto diesel entro il 2030

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By J-Gian
      Raccolgo sempre più spesso lamentele di clienti scontenti delle prestazioni dei diesel aggiornati in conseguenza al caso "dieselgate". 
       
      Il caso più evidente riguarda alcuni dei 1.6 TDI, dove in molti lamentano un sensibile calo della reattività ai bassi giri (vuoto in basso) e talvolta problemi al gruppo EGR, che VAG fornisce assieme allo scambiatore di calore della stessa. 
       
      Quasi nessuna lamentela, almeno per ora, riguardo le prestazioni dei 2.0 TDI. 
       
       
      Mi rivolgo quindi ai proprietari delle auto coinvolte e che hanno eseguito l'aggiornamento: avete notato differenze rispetto a prima?
       
      V'invito a rispondere al sondaggio e ad integrare il tutto con un messaggio, indicando:
      - quale motore avete;
      - anno immatricolazione;
      - potenza in kW;
      - se possibile anche il codice motore (es. del 1.6 TDI esistono: CAY, CAYB, CAYC; CLH, CLHA, CLHB; CRK, CRKA, CRKB; CXX, CXXA, CXXB; CWVA; DBK, DBKA... Giusto per rendere l'idea del casino  )
       
       
      Attendo partecipazione, voti pubblici e possibilità di risposta multipla (per ovvie ragioni)  
       
       


       
    • By sicurauto
      L’aggiornamento dei motori Volkswagen non convince tutti, così SicurAUTO.it  ha chiesto al Ministero cosa succede in caso di controlli a chi ignora il richiamo.
       

       
      Il richiamo Volkswagen per l'aggiornamento dei motori EA189 coinvolti nel dieselgate ha scatenato il panico tra gli automobilisti che vorrebbero tenere l'auto così come l'hanno acquistata temendo un decadimento delle prestazioni o un aumento dei consumi. E quando SicurAUTO.it ha saputo da una sua lettrice che alcune concessionarie Volkswagen hanno fatto pressioni sui clienti, costringendoli a firmare documenti in cui si assumono tutte le responsabilità del mancato aggiornamento, ha voluto approfondire la questione con il Ministero e la Polizia Stradale e fare chiarezza su cosa rischia davvero chi rifiuta l'aggiornamento Volkswagen dei motori 1.2, 1.6 e 2.0 a gasolio durante un controllo su strada o in sede di revisione auto.
       
      Leggi tutto l'articolo -> Richiamo Volkswagen: cosa rischia davvero chi rifiuta l’aggiornamento?
      -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    • By Webmasto
      Ciao a tutti,
      essendo alla ricerca del primo usato (e prima auto tout court) di conseguenza mi sono dovuto documentare sulla questione delle classi di emissione e ragionare sulla relazione tra queste e i blocchi del traffico, in una prospettiva da qui a dieci anni, quanto è ragionevole tenere un auto (la moto invece è per sempre ).
      Al di là dei diversi budget personali e gusti in fatto di produttori e di modelli, voi vi ponete il problema della classe di emissioni su un veicolo usato? E se sì, a partire da quale direttiva Euro prendereste in considerazione un veicolo?
      E con il dieselgate alle spalle, un diesel lo prendereste, oggi?
       
      Grazie a tutti
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.