Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
AndreaB

Emergenza smog: dopo tre giorni consecutivi sopra i limiti, fermi i diesel euro 4

Recommended Posts

Posted (edited)
5 minuti fa, TonyH scrive:

Non diteglielo che sennò bloccano prima le euro6.

Dopo magari che te l’hanno fatta compare grazie all’ecotassa

 

Sarebbe più coerente, blocchi i diesel e fine delle chiacchere.

 

Però, così facendo, rischi che ti aspettano fuori dal comune con i badili ed i forconi.

 

EDIT: tra l'altro neanche tutti gli €5 sono uguali:

 

Cita

Ai divieti precedentemente in vigore da domani si aggiunge quindi lo stop a quasi 190.000 mezzi Euro 5 diesel è a circa 30.000 benzina Euro 1. I mezzi interessati dal provvedimento quelli immatricolati prima del 1° gennaio 2013, mentre quelli con meno di cinque anni possono circolare.

 

😁 Abbiamo inventato gli €5-b

Edited by bik

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
21 ore fa, bik scrive:

😁 Abbiamo inventato gli €5-b

 

non solo. abbiamo inventato pure la distinzione tra il particolato emesso dai diesel e quello emesso dai benzina.

è noto infatti che il particolato prodotto da motori a benzina ha effetti benefici.

Edited by slego
  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 7/1/2019 at 18:05, slego scrive:

 

e intanto si lasciano circolare i benzina euro2. viva le ordinanze ad cazzum.

 

i benzina euro2 non emettono polveri sottili...

 

ma nemmeno i diesel euro5 è tutta una presa in giro...

 

tra l'altro è un provvedimento tipicamente italiano, almeno a Torino: ordinanza senza una logica tecnica, nessuno la rispetta, non si fanno controlli specifici (detto dal capo dei vigili).

 

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, itr83 scrive:

 

i benzina euro2 non emettono polveri sottili...

 

 

Quelli delle auto probabilmente no, sempre che il motore sia in ordine, cosa non scontata.

 

Sui motori a 2 tempi degli scooter ho molti dubbi.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

Caldaie a gasolio e limiti in tangenziale, le svolte del piano antismog del governo

Oggi il progetto concordato con l’Europa: nei mesi invernali velocità ridotta in autostrada nei pressi delle città

 

Entro il 2024 a Torino e dintorni verranno bandite tutte le caldaie a gasolio. Dal prossimo inverno, invece, nei mesi in cui i livelli di smog sono più insidiosi, sulla tangenziale il limite di velocità potrebbe essere ridotto da 130 a 110 chilometri l’ora, forse addirittura 100. Nel pacchetto di misure per mettere fine all’emergenza ambientale, soprattutto al Nord Italia - che verrà firmato questa mattina a Torino dalla Commissione europea, dal governo italiano e dalle regioni - sono contenute soluzioni in alcuni casi drastiche. Per ora sono solo sulla carta ma l’impegno è trasformarle in leggi entro tre o sei mesi. Tra queste, la possibilità di abbassare il limite di velocità, «limitatamente ai tratti autostradali adiacenti ai centri urbani» (dunque le tangenziali), per ragioni ambientali. Una novità non da poco per decine di migliaia di automobilisti e autotrasportatori.

È una delle misure varate oggi durante il Clean Air Dialogue cui partecipano il Commissario europeo all’Ambiente, Karmenu Vella, e diversi esponenti del governo italiano, tutti rigorosamente espressione del Movimento 5 Stelle: il premier Giuseppe Conte, il ministro all’Ambiente Sergio Costa insieme con altri colleghi e ovviamente la sindaca Chiara Appendino.

«L’Unione europea ha creduto nell’impegno dell’Italia, per questo firmerà con noi il Piano d’azione per la qualità dell’aria», spiega Costa. Il piano, un documento di otto pagine, è il frutto di una lunga trattativa tra l’Italia e le istituzioni europee per far uscire il nostro Paese dalle due procedure di infrazione subite causa la pessima qualità dell’aria: una riguarda i livelli di polveri sottili (Pm10 e Pm2,5), l’altra il biossido di azoto. In questo, Torino è un simbolo: la metropoli più inquinata d’Italia, con Milano, con il record di superamenti dei limiti di Pm10, e quella in cui la procura indaga sull’eventuale inerzia degli enti locali. In più è governata dal Movimento 5 Stelle, che qui vuole mostrare il suo rinnovato impegno su un tema che dovrebbe essere cardinale.

Il piano prevede fondi per 400 milioni da investire su quattro ambiti specifici: agricoltura, mobilità, riscaldamento e uscita dal carbone. Entro tre o sei mesi il progetto - che verrà siglato anche dalle regioni e dalle province - prevede azioni concrete per raggiungere alcuni obiettivi: niente carbone per la produzione energetica entro il 2025, incentivi ai mezzi di trasporto a propulsione ibrida, omologazione nel Codice della strada per la micromobilità elettrica (segway, monopattini, hoverboard), incentivi per la sostituzione delle vecchie caldaie da riscaldamento e per la riduzione dell’ammoniaca emessa dagli allevamenti. Ad esempio si prevede di incentivare la sostituzione degli impianti di riscaldamento, di bandire quelli alimentati a gasolio entro il 2024 e di tassare i veicoli ad alte emissioni.

«Dobbiamo uscire dalle procedure di infrazione perché vogliono dire multe pesanti - spiega Costa -, ma anche perché, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità in Italia ci sono 80 mila decessi prematuri all’anno, 260 al giorno, a causa dell’inquinamento atmosferico».

 

https://www.lastampa.it/2019/06/04/cronaca/caldaie-a-gasolio-e-limiti-in-tangenziale-le-svolte-del-piano-antismog-del-governo-vN8ublDvjhP8CUiyKTQaWK/pagina.html

 

Non vedo che utilità possa avere, visto che già adesso, nelle ore di punta, non si superano i 50 Km/h.... forse dare qualche multa in più nelle ore in cui la tangenziale è vuota.................................

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che la tangenziale, si dovrebbero inculare quelli che parcheggiano in doppia fila (troppi) che quasi sempre creano strozzature....

  • I Like! 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il limite di velocità è teoricamente sensato, visto che i consumi variano più o meno a cubo della velocità.

 

La cosa più sensata però è il decreto caldaie. Sarebbe da far eliminare anche le stufe a legna/pellet.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, J-Gian scrive:

Il limite di velocità è teoricamente sensato, visto che i consumi variano più o meno a cubo della velocità.

Quando è costante, non a singhiozzo. La prima cosa da fare sarebbe rimuovere tutti gli ostacoli alla libera circolazione, tipo idioti che parcheggiano a cazzo di cane o idioti che si buttano sulle corsie di sorpasso a 40 all'ora appena entrati dagli svincoli.

Piuttosto, mi mette tristezza vedere ancora l'uso della parola "smog"... che indicava il misto di nebbia e polvere di carbone della Londra dell'800.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Olanda era stato fatto uno studio sulle emissioni in relazione all'aumento del limite a 130, e il risultato era che praticamente non cambiava niente per i rilievi nelle vicinanze. Discorso diverso per il rumore.

 

Chiaramente la situazione peggiore è nel traffico congestionato... ma lì a parte qualche soluzione puntuale il discorso è sempre di ridurre la quantità di traffico.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oh, se garantiscono che abbassando il limite, si riesce a raggiungerlo, anche la mattina/sera....firmo col sangue :lol: 

Negli orari di ingresso/uscita generali manco K.I.T.T. ce la fa

  • Haha! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.