Vai al contenuto

Messaggi Raccomandati

intanto Porsche sospenda la produzione.

 

Peugeot idem con 308gti

Bmw ha cambiato gamma per quest wltp

 

ne vedremo di belle sino al definitivo passaggio tra nedc e wltp.

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Aggiornate la lista: Alfa Romeo Giulia e Stelvio tutte Euro 6D Temp, Maserati 3.0 diesel, Fiat Tipo tutte, Panda e 500 tutte (le diesel non le fanno piu) 

1038BB9B-EAE1-49A8-A317-ABA059B2D4AD.jpeg

7A1F3D16-8C36-40F9-AAD7-1582D76C8D5F.jpeg

  • Grazie! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
On 4/2/2018 at 17:41, Cosimo scrive:

il problema di come viene prodotta l’energia elettrica pare non sia argomento di dibattito avvincente 

 

On 5/2/2018 at 22:09, J-Gian scrive:

Nemmeno quello del come e dove vengano ricavati i materiali per la produzione di accumulatori, non si parla tanto nemmeno dei costi e delle procedure per lo smaltimento.

Tra l'altro la macchina plug-in da caricare durante la notte è quanto di più irrazionale possibile, capirei ancora di collegarla ad una colonnina dotata di impianto FV in pieno giorno (ma solo nei giorni di sole, altrimenti l'energia elettrica verrebbe presa dalla rete e chissà se quello che prendo è frutto di rinnovabile o meno...) ma di notte proprio...vabbè...come qualche anno fa il diesel era diventato la panacea di tutti i mali, faceva moda e tendenza, oggi è il turno dell'auto elettrica, fonte di ogni bene ed eliminatrice di ogni problema esistente connesso alla mobilità!!! Passerà anche questa...

  • Like! 3

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

dove posso trovare qualche dato in più su €6d temp e €6 full?

 

inoltre sono usciti i dati aggiornati di Giulia/Stelvio al nuovo ciclo?

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
1 ora fa, Alce_NeroWRC scrive:

 

Tra l'altro la macchina plug-in da caricare durante la notte è quanto di più irrazionale possibile, capirei ancora di collegarla ad una colonnina dotata di impianto FV in pieno giorno (ma solo nei giorni di sole, altrimenti l'energia elettrica verrebbe presa dalla rete e chissà se quello che prendo è frutto di rinnovabile o meno...) ma di notte proprio...vabbè...come qualche anno fa il diesel era diventato la panacea di tutti i mali, faceva moda e tendenza, oggi è il turno dell'auto elettrica, fonte di ogni bene ed eliminatrice di ogni problema esistente connesso alla mobilità!!! Passerà anche questa...

1) Il fatto è che di notte, con le fabbriche spesso ferme, si produce più energia di quanta se ne consumi: le centrali non si possono spegnere ed accendere sera e mattina, e il vento soffia (o può soffiare) a qualunque ora, l'unica fonte che viene a mancare è il solare (e l'idroelettrico, al punto che di notte si riempiono i bacini consumando una parte dell'energia in eccesso per poi produrre più energia di giorno). L'energia che non si usa va dispersa; è la stessa ratio che sta alla base della tariffa bioraria.

 

2) all'italiano medio interessa disinquinare l'aria delle città (che poi è il problema maggiore, perchè molta gente respira le sostanze tossiche), degli inquinamenti locali in zone poco o per nulla abitate, magari neppure italiane od europee, dovuti a produzione e smaltimento di batterie o a produzione di energia elettrica se ne cura ben poco.

  • Like! 3

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
23 minuti fa, mariola scrive:

1) Il fatto è che di notte, con le fabbriche spesso ferme, si produce più energia di quanta se ne consumi: le centrali non si possono spegnere ed accendere sera e mattina, e il vento soffia (o può soffiare) a qualunque ora, l'unica fonte che viene a mancare è il solare (e l'idroelettrico, al punto che di notte si riempiono i bacini consumando una parte dell'energia in eccesso per poi produrre più energia di giorno). L'energia che non si usa va dispersa; è la stessa ratio che sta alla base della tariffa bioraria.

 

2) all'italiano medio interessa disinquinare l'aria delle città (che poi è il problema maggiore, perchè molta gente respira le sostanze tossiche), degli inquinamenti locali in zone poco o per nulla abitate, magari neppure italiane od europee, dovuti a produzione e smaltimento di batterie o a produzione di energia elettrica se ne cura ben poco.

1) finchè l'elevato fabbisogno di energia elettrica odierno non si moltiplica a dismisura dovendo alimentare anche tutto il parco veicoli circolante

 

2) ragionamento completamente fuori da ogni grazia di dio, dato che pensare solo al proprio orto senza curarsi dell'orto del vicino non può che far danni al pianeta che, dovremmo ben averlo imparato ormai, è troppo piccolo per pensare di "spostare" il problema da un punto di questo all'altro...ogni cosa ha le sue conseguenze in ogni punto del mondo, sebbene magari laddove "interessa" non avere conseguenze questo qualcosa arriva in ritardo e un pò mitigato!

 

La diversificazione delle fonti energetiche è l'unica soluzione di buon senso, stop! Le crociate contro o pro determinate tecnologie, se non affrontate in maniera corretta da persone adeguatamente formate sull'argomento sono solamente portatrici di gravi danni (anche irreversibili)...che poi siano solo decisioni politiche comandate dai soldi, per cui il mio discorso è catalogabile come retorica, sono d'accordo, ma leggere opinioni di persone "a caso" (e non mi riferisco certo a te in particolare, per cui non prenderlo come un attacco personale) che difendono a spada tratta l'elettrico e spalano letame a non finire sui motori termici quando non sanno manco cosa sia uno e cosa sia l'altro mi fa imbestialire!!! L'opinione pubblica è la chiave per i successi economici ma non sempre le due cose vanno verso il bene comune...anzi, spesso ci vanno a sbattere frontalmente contro! :(

 

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
3 ore fa, Alce_NeroWRC scrive:

Tra l'altro la macchina plug-in da caricare durante la notte è quanto di più irrazionale possibile, capirei ancora di collegarla ad una colonnina dotata di impianto FV in pieno giorno (ma solo nei giorni di sole, altrimenti l'energia elettrica verrebbe presa dalla rete e chissà se quello che prendo è frutto di rinnovabile o meno...) ma di notte proprio...vabbè...

Questo in realtà è sensato alla luce di come viene prodotta l'energia attualmente, vista la poca modulabilità nel breve termine della generazione dell'energia elettrica ;)

 

Non sono rari i casi in cui, per assorbire la produzione di energia in eccesso, venga utilizzata per pompare nuovamente a monte l'acqua dei bacini idroelettrici, per aver energia a sufficienza per la giornata lavorativa.

 

 

 

1 ora fa, Alce_NeroWRC scrive:

1) finchè l'elevato fabbisogno di energia elettrica odierno non si moltiplica a dismisura dovendo alimentare anche tutto il parco veicoli circolante

Penso che per i prossimi 20 anni non avremo questo problema, dato che l'auto elettrica non può coprire le esigenze di tutti ;-)

 

O comunque non sarà per tutti, per svariate ragioni pratico/economiche (si pensi a quanti possano aver a disposizione un box, ad esempio.)

 

 

  • Like! 3

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Grand Cherokee diesel, tra pochi giorni usciranno i dati di Compass, 500L e delle Maserati

2F0E080F-C1B9-4F69-8B56-631BF137F335.jpeg

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Al via anche Qubo, 500L e Compass 1.4 T Multiair con la nuova omologazione

71A86C4F-0C5D-4F7F-9EC5-01760B561FFA.jpeg

C75A61B9-AEF5-4BAC-BE1D-724A51EECF64.jpeg

5D8D9D14-31F8-4A46-8EBF-5FCB0CADF45B.jpeg

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da Beckervdo
      Finalmente Renault manda a ramengo il downsizing, capendo che il 1.6 TwinTurbo è un discreto flop, e crea due nuovi motori per sostituirlo, anche in virtù dei nuovi cicli di omologazione.
      Si tratta del nuovo 1.7 dCi R9N e del 2.0 dCi M9R.
       
      http://rnews.cz/nove-motory-1-7dci-2-0dci-nove-kombinace-motoru-a-prevodovek/
       
      Espace V
      - Nuovo motore M9R 2.0dCi (M9R650) RNews.cz rivela per la prima volta nel mondo che verrà associato esclusivamente con la trasmissione Renault DW6 (Getrag 6DCT450), il cambio EDC sei marce, mutuato dal dCi 160 e che debutterà sulla nuova Megane IV RS. Sarà provvisto di sistema AdBlue. CVT non sarà disponibile per questo modello a 2.0dCi (come nel caso di Koleos). 
      - 2.0dCi arriva in due versioni da 160 CV e 200 CV.
       
      Talisman
      - lifting prossimo anno (2019)
      - un nuovo motore 1.7dCi 9 N (R9N401), è una diretta evoluzione dell'R9M con sistema di trattamento AdBlue. Accoppiato al PLC Renault DW6 (EDC6) ed al cambio manuale sei marce PK4 .La qualità del cambio manuale migliorerà significativamente rispetto all'attuale 1.6dCi con il manuale ND4. Sarà declinato con potenza 120 CV, 150 CV. 
      - il nuovo 1.8TCe (M5P), abbinato esclusivamente al cambio doppia frizione a sette velocità EDC7 (Renault DW5). Arriverà dopo il lifting. Prestazioni 225 CV, ovvero, come in Espace.
      - 2.0dCi (M9R), accoppiato esclusivamente al doppia frizione DW6 a sei velocità (EDC6). Arriverà dopo il lifting. 
      - 2.0 dCi arriva in due versioni da 160 CV e 200 CV. 
      - 1.3TCe 160k con EDC7 Renault DW5 (Getrag 7DCT300).
       
      Megane 
      Il nuovo motore 1.3TCe H5H, già noto da Scenic, guadagna il manuale a sei rapporti TL4, il sette rapporti doppia frizione Renault DW5 EDC7 (Getrag 7DCT300). Questo motore sarà anche equipaggiato con tecnologia ibrida per la Megane. Potenza 115 CV, 140 CV e 160 CV. 
      - 1.5 dCi K9K sarà accoppiato al doppia frizione 7 marce EDC7 (come Scenic). Il motore K9K mantiene una doppia frizione a sei rapporti con frizione a secco, l'EDC7 ha sempre frizioni a bagno d'olio. 
      - nuovo motore 1.7dCi R9N 150 CV accoppiato con l'automatico Renault doppia frizione a 6 rapporti DW6 (Getrag 6DCT450) 
      - Megane RS Trophy 1.8TCe M5P con 300 CV sarà proposta anche con cambio manuale.
       
      Kadjar
      - 1.3TCe H5H nuovo motore, disponibili solo con una doppia frizione EDC7 automatico a sette marce. Potenza 140 CV e 160 CV. 
      - 1.5dCi accoppiato al doppia frizione 7 marce EDC7 (come Scenic) 
      - il nuovo motore 1.7dCi R9N 150 CV, in combinazione con cambio manuale o EDC (1.6dCi corrente solo CVT - X-Tronic). Sarà offerto con trazione anteriore o integrale
       
      Scenic
      Il nuovo motore 1.7dCi R9N (R9N401) sarà accoppiato al doppi frizione 6 rapporti PLC Renault DW6 (EDC6) ed al cambio manuale a 6 PK4, già utilizzato su Laguna con il 2.0 dCi. Potenza 120 CV e 150 CV. Il 1.7dCi sostituirà non solo 1.6dCi ma anche 1.5dCi. 
      - Il 1.3TCe H5H, è già stato presentato.
       
      Capture
      Anche qui nuovo motore 1.3TCe H5H, disponibile con cambio manuale a 6 rapporti TL4 e doppia frizione EDC6 con frizioni a secco.
       
      Trafic
      Il nuovo 2.0dCi M9R (M9R710), obbligatorio con Adblue, non sarà accoppiato con il cambio automatico, ma con solo il manuale a 6 velocità. 
       
      Diesel
      - Euro6 diesel WLTP nell'ambito del ciclo di misura non può più fare a meno di un catalizzatore SCR (Selective Catalytic Reduction), e quindi l'iniezione di urea (AdBlue)
      - Secondo le informazioni disponibili, oltre all'iniezione AdBlue, il filtro LNT esistente viene lasciato indietro. Il sistema di riduzione catalitica selettiva non è efficace su un motore freddo. 
      - 1.5dCi rimane il diesel di base, il Clio V
      - l'efficienza del 1,5dCi sarà migliorata nella maggior parte dei modelli sostituendo l'EDC con il relativo 7 marce doppia frizione che già equipaggia Scenic. 
       
      Altre informazioni
      Tutte le unità a benzina ad iniezione diretta eviteranno comunque l'uso di un filtro antiparticolato (GPF) nel 2018 
      Il 1.6 aspirato benzina H4M non sarà più installati sulle Renault, ma resteranno sulla gamma Duster.
×