Vai al contenuto
  • Contenuti simili

    • Da Beckervdo
      ZF introduce una trasmissione manuale con attuatori elettronici per le vetture micro e mini-ibride.
      eAMT (electrified Automated Manual Trasmission) per l'impiego su vetture con propulsori trasversali. 
      Il sistema combina l'asse elettrico motorizzato (eVD) con la trasmissione manuale (AMT) in un unico sistema, questo gli consente di non avere interruzione di continuità nel passaggio dalla trazione elettrica a quella "convenzionale".
      In aggiunta a tutte le funzioni peculiari dell'ibrido, quali il recupero dell'energia in frenata e boost, è in grado di rendere le piccole vetture convertibili all'ibrido ad un costo ridotto. Resta solo da definire lo spazio all'interno dello chassis.
       
      —Norman Schmidt-Winkel, functional developer of electric drives at ZF   ZF afferma che la nuova eAMT è al pari di funzionamento di un moderno automatico a convertitore di coppia o di un doppia frizione.  Essendo un manuale automatizzato, ci sarà un minimo distacco di potenza nel passaggio da una marcia all'altra, ma questo è ampiamente superato dall'unità elettrica, che limita la mancanza di continuità.  La centralina di gestione dell'unità elettrica sull'asse posteriore, capisce quando è stato richiesto un cambio marcia, o quando è richiesto un plus di potenza - magari in fase di sorpasso - e la trazione viene aggiunta anche dall'asse posteriore.  Valido anche per quando si percorrono sterrati leggeri e fondi a bassa aderenza, sfruttando un integrale on-demand in piena regola.   ZF l'ha dimensionato sulla SUV Duster, proponendo anche un funzionamento - per brevi km - in modalità esclusivamente elettrica, rendendo di fatto la vettura una micro-hybrid.   Utilissimo per gli start/stop cittadini e per il traffic Jam, mentre nelle fasi di gas costante in autostrade è possibile disaccoppiare la trasmissione manuale e veleggiare (Coasting) riducendo i consumi.   


       
      Via Green Car Congress
    • Da Beckervdo
      Arriva la versione full electric, presentata in Korea - Seul - che garantisce una autonomia di 450 km con la batteria da 64 kWh, che scendono a 300 con quella da 39.2 kWh.
      Dati molto importanti se confrontati con la e-Golf, che rispetto a quest'ultima ha una batteria di 3.4 kWh più grande ed una autonomia di 200 km.
      Kia dichiara che sia possibile ricaricare la batteria all'80% (senza specificare l'amperaggio) in appena 54 minuti.
      Rispetto alla Hyundai Kona Electric, è più potente ( 204 CV e 400 Nm di coppia) ma realizza uno 0-100 km/h in 2 decimi in più (7.8 s rispetto a 7.6s).
      Kia ha dichiarato di aver già ricevuto 5000 ordini per la Niro EV in Korea.

       
×