Vai al contenuto

Messaggi Raccomandati

Cita

 

It's a common engineering practice: find ways to improve performance without sacrificing efficiency. In the automotive world, it means more horsepower and better fuel economy. Fiat-Chrysler Automobiles has a solution in a new aluminum alloy that can better withstand heat as the boost is cranked up and compression ratio rises in turbocharged engines.

It's called ACMZ, and it uses copper as a strengthening component. Most aluminum alloy mixes feature silicon, which offers heat protection in cylinder heads up to 392 degrees Fahrenheit. With ACMZ, a cylinder head can withstand temperatures up to 572 degrees Fahrenheit. The new material comes from a  $3.5 million project the federal government sponsored. Other automakers also tackled the issue of aluminum alloy at high temperatures, but their solutions did not include copper. Thus, FCA and its partner, Oak Ridge National Laboratory, earned a competitive edge in the process.

ACMZ also lets engineers narrow the "bridge" area in the cylinder head (the area between valves, spark plug, and direct fuel injector). Thus, more space makes room for larger valves, a second spark plug, and more flexibility to find the balance of power and efficiency needed in the particular vehicle application.

Oak Ridge employed its Titan supercomputer to help create 50 proposed aluminum alloy-copper recipes and then simulate their cooling and performance abilities. The technology meant FCA never had to physically create the aluminum alloy to test it. Instead, the supercomputer eliminated trial and error while engineers better understood the recipes at an atomic level.

Although FCA and Oak Ridge created the new material, it will eventually be available for other companies to use via the government partnership. FCA said it will still be a few years before ACMZ enters production for cylinder heads, but it's already begun running production and testing the material in cylinder heads based on today's engines. Aside from the material's numerous other benefits, castings made with ACMZ do not require any special equipment and can be made with tools available today.

 

Via Motorauthority.com

  • Like! 13
  • Wow! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Perché non per i pistoni ?

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
3 minuti fa, Umbi scrive:

Perché non per i pistoni ?

Pistoni in alluminio?

Li vedo un po' critici per le temperatura in camera.

 

  • Perplesso... 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Bhè ... fino ad ora .... per i PIstoni l'alluminio ha imperato praticamente ovunque

  • Like! 2

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Ho confuso tra acciaio ed alluminio. Mio errore.

 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
3 ore fa, Umbi scrive:

Perché non per i pistoni ?

Per prendere i soldi per un altro progetto governativo :mrgreen:

  • Ahah! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
15 ore fa, Beckervdo scrive:

Pistoni in alluminio?

Li vedo un po' critici per le temperatura in camera.

 

nei motorini 2t mi pare si usassero :lol:

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da J-Gian
      Messaggio Aggiornato al 10/12/2018

       
      Consumi aggiornati real-time a partire dal 14/01/2013
      Foto Varie della mia Grande Punto
       
       
       
       
       
       
       
       
    • Da stev66
      OT: non ho ancora scritto una prova completa, se vuoi spendo due parole .
       
      L'auto è una Fiat Abarth 124 spider cerchi da 205/45 R17 , km 13.000
      io ho fatto un centinaio di km
       
       
       
      Esterno: La caratterizzazione Abarth è splendida, proterva ed ignorante al punto giusto . i 4 scarichi posteriori sono orgasmatici .  Splendido il lungo cofano con i rigonfiamenti da bialbero che fanno tanto anni '60.
       
      Interno: L'auto aveva sedili in pelle bicolori e rifiniture in alcantara ( optional entrambi ). Plastiche e cromature giapponesi, ma impreziosite dalle rifiniture italiche.
       
      Abitabilità: per due, accesso difficoltoso.
       
      Bagagliaio: rivestito ma in pratica inesistente.
       
      Posto guida: molto scomodo l'accesso , per ovvi motivi , una volta dentro comodissimo e con tutto perfettamente raggiungibile . Piedi verso l'alto come la pedaliera da combattimento di uno Spitifire.   :) Volante di dimensione e posizione perfetta. Strumentazione standard ( con contagiri al centro ), un paio di manometri in più, magari virtuali, non avrebbero guastato.
       
      Visibilità: discreta a capote chiusa , ma la telecamera posteriore dovrebbe essere di serie
       
      Comfort: rumore motore sempre presente ad ogni regime , tanto da renderla quasi invivibile sopra i 110 km/h, quando si aggiungono fruscii e rumori di rotolamento ( in modalità normale si addolcisce un pochino ). Sedili comodi, sospensioni rigide.  Non è quello che si cerca da quest'auto.
       
      Motore:  pieno e potente, ma pochissimo allungo . La modalità sport in pratica agisce solo sul rumore.
       
      Cambio : la mia aveva l'automatico epicicloidale Mazda con frizione multipla a fianco del classico convertitore di coppia  . in sport è esaltante ma troppo brusco in scalata, più morbido in normal. Visto l'auto meglio o manuale od automatico tradizionale. Alla fine questo compromesso scontenta tutti ( o per lo meno me )  :)
       
      Sterzo: precisissimo e pesante il giusto . all'altezza di quello perfetto di Giulia.
       
      Frenata: leggermente lunga.
       
      Accelerazione e ripresa: esaltanti in ogni modalità .
       
      Consumo :  sorprendentemente basso ( 17 km/litro ) ad andature allegre senza tirare il collo . in cittè e nel misto credo che le cose cambino pareccchio
       
      Su strada: una lama, i limiti dell'auto non sono raggiungibili in pratica.  Reagisce allo sterzo in un lampo, ed è manovrabile come un go kart.
      Difficile trovare di meglio, e per andar piano bisogna sforzarsi :)
       
      in conclusione: Se si cerca una seconda auto per divertirsi nei week-end e dimenticare l'xxEV che siamo costretti ad usare è la scelta definitiva, più delel meno caratterizzate ( e quindi più scialbe ) sorellastre .   Ma per un uso daily ci vuole molto molto amore  :)
       
       
       
       
       
       
       
    • Da Tony ramirez
      Un segmento sotto il Levante ho ipotizzato questo Suv (che credo abbia già il disco verde).
      realizzato su piattaforma Giorgio (base Stelvio).

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.