Vai al contenuto
ISO-8707

Brevetto Ferrari: “Metodo di controllo di un turbocompressore provvisto di attuazione elettrica in un motore a combustione interna sovralimentato"

Messaggi Raccomandati

4 ore fa, J-Gian scrive:

Se è vero che da un lato qui ci sono più trasformazioni energetiche, quindi più perdite per conversione, dall'altro hai la flessibilità di utilizzo: se necessario, puoi ad esempio recuperare energia elettrica anche in quelle fasi in cui il compressore non risulterebbe efficiente per la compressione.

 

Lui intanto fa immagazzinare energia, il modo ed i tempi in cui la si utilizzerà poi, saranno più liberi e svincolati.

No mi dispiace ma non capisco : L'elettrificazione del turbo (Quello diciamo tradizionale) è nata per eliminare il turbolag ... il compressore generalmente ... tranne che in rilascio acceleratore (Ma in questo caso gas di scarico in pressione nisba ... o poco più) deve pompare aria .... ed essere "efficiente" diciamo .... altrimenti l'elettrificazione a che serve ? .....

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
2 ore fa, Umbi scrive:

No mi dispiace ma non capisco : L'elettrificazione del turbo (Quello diciamo tradizionale) è nata per eliminare il turbolag ... il compressore generalmente ... tranne che in rilascio acceleratore (Ma in questo caso gas di scarico in pressione nisba ... o poco più) deve pompare aria .... ed essere "efficiente" diciamo .... altrimenti l'elettrificazione a che serve ? .....

Prova a pensare a quelle fasi in cui ad esempio il turbo non viene utilizzato appieno (apri wastgate), pena sovrappressione dal lato compressore.

 

Ecco, grazie a questo sistema tu puoi eventualmente aumentare il carico lato turbina, per avere generazione elettrica, senza per questo dover continuare a comprimere oltre il dovuto dal lato aspirazione.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Peraltro così si possono dimensionare e disegnare le due giranti in maniera del tutto svincolata, seguendo per ciascuna la caratteristica ottimale per il rispettivo compito. Nel turbo tradizionale bisogna sempre cercare un compromesso tra le due parti e immagino sia una questione per nulla semplice.

 

Questo sistemino secondo me è una variante molto furba rispetto ad una trazione ibrida "classica". Lì il generatore sottrae potenza alla trazione, qui va a pescarla altrove con un recupero di efficienza.

Di fatto la flessibilità diventa totale, e lavorando sui tempi delle valvole di scarico puoi ottenere comunque l'effetto di ricarica in rilascio tipico di una ibrida. Non sarà prestante quanto avere il generatore trascinato meccanicamente dal motore, ma sono comunque kWh recuperati.

 

Potrebbe essere finalmente la soluzione che mette pace tra il compressore volumetrico ed il turbo classico: ottieni insieme l'immediatezza del primo e l'efficienza del secondo, e la parte elettrica fa da tampone per compensare i tempi diversi dei due sistemi.

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Sembra la versione del 21o secolo del sistema Compressore + Turbo usato su Delta S4.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Una cosa che mi viene in mente (e che non emerge dal disegno a pag. 1) è che puoi avere la turbina da un lato del motore e lo scarico dall'altro, mantenendo i collettori più lineari.

  • Like! 3

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
On ‎23‎/‎07‎/‎2018 at 23:21, J-Gian scrive:

Prova a pensare a quelle fasi in cui ad esempio il turbo non viene utilizzato appieno (apri wastgate), pena sovrappressione dal lato compressore.

 

Ecco, grazie a questo sistema tu puoi eventualmente aumentare il carico lato turbina, per avere generazione elettrica, senza per questo dover continuare a comprimere oltre il dovuto dal lato aspirazione.

Puoi farlo lo stesso anche col motogeneratore solidale a turbina e compressore .... sarà il motogeneratore stesso a frenare il regime di rotazione facendogli generare più potenza elettrica ....  

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Il vantaggio di aggiungere un generatore a turbina è nell'utilizzare l'energia, altrimenti dispersa, dei gas di scarico.

La cosa che mi chiedo è se non sarebbe più proficuo utilizzare l'energia così prodotta trasformandola direttamente in meccanica da trasferire al motore piuttosto che farla passare attraverso un compressore.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
On 26/7/2018 at 21:01, Umbi scrive:

Puoi farlo lo stesso anche col motogeneratore solidale a turbina e compressore .... sarà il motogeneratore stesso a frenare il regime di rotazione facendogli generare più potenza elettrica ....  

Resti comunque vincolato dal dover far girare Turbina e compressore alle stesse velocità. Disaccoppiandoli è possibile ottimizzare l'uso di ciascun componente

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×