Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
ISO-8707

Brevetto Ferrari: “Metodo di controllo di un turbocompressore provvisto di attuazione elettrica in un motore a combustione interna sovralimentato"

Recommended Posts

4 ore fa, J-Gian scrive:

Se è vero che da un lato qui ci sono più trasformazioni energetiche, quindi più perdite per conversione, dall'altro hai la flessibilità di utilizzo: se necessario, puoi ad esempio recuperare energia elettrica anche in quelle fasi in cui il compressore non risulterebbe efficiente per la compressione.

 

Lui intanto fa immagazzinare energia, il modo ed i tempi in cui la si utilizzerà poi, saranno più liberi e svincolati.

No mi dispiace ma non capisco : L'elettrificazione del turbo (Quello diciamo tradizionale) è nata per eliminare il turbolag ... il compressore generalmente ... tranne che in rilascio acceleratore (Ma in questo caso gas di scarico in pressione nisba ... o poco più) deve pompare aria .... ed essere "efficiente" diciamo .... altrimenti l'elettrificazione a che serve ? .....

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Umbi scrive:

No mi dispiace ma non capisco : L'elettrificazione del turbo (Quello diciamo tradizionale) è nata per eliminare il turbolag ... il compressore generalmente ... tranne che in rilascio acceleratore (Ma in questo caso gas di scarico in pressione nisba ... o poco più) deve pompare aria .... ed essere "efficiente" diciamo .... altrimenti l'elettrificazione a che serve ? .....

Prova a pensare a quelle fasi in cui ad esempio il turbo non viene utilizzato appieno (apri wastgate), pena sovrappressione dal lato compressore.

 

Ecco, grazie a questo sistema tu puoi eventualmente aumentare il carico lato turbina, per avere generazione elettrica, senza per questo dover continuare a comprimere oltre il dovuto dal lato aspirazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peraltro così si possono dimensionare e disegnare le due giranti in maniera del tutto svincolata, seguendo per ciascuna la caratteristica ottimale per il rispettivo compito. Nel turbo tradizionale bisogna sempre cercare un compromesso tra le due parti e immagino sia una questione per nulla semplice.

 

Questo sistemino secondo me è una variante molto furba rispetto ad una trazione ibrida "classica". Lì il generatore sottrae potenza alla trazione, qui va a pescarla altrove con un recupero di efficienza.

Di fatto la flessibilità diventa totale, e lavorando sui tempi delle valvole di scarico puoi ottenere comunque l'effetto di ricarica in rilascio tipico di una ibrida. Non sarà prestante quanto avere il generatore trascinato meccanicamente dal motore, ma sono comunque kWh recuperati.

 

Potrebbe essere finalmente la soluzione che mette pace tra il compressore volumetrico ed il turbo classico: ottieni insieme l'immediatezza del primo e l'efficienza del secondo, e la parte elettrica fa da tampone per compensare i tempi diversi dei due sistemi.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra la versione del 21o secolo del sistema Compressore + Turbo usato su Delta S4.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una cosa che mi viene in mente (e che non emerge dal disegno a pag. 1) è che puoi avere la turbina da un lato del motore e lo scarico dall'altro, mantenendo i collettori più lineari.

  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
On ‎23‎/‎07‎/‎2018 at 23:21, J-Gian scrive:

Prova a pensare a quelle fasi in cui ad esempio il turbo non viene utilizzato appieno (apri wastgate), pena sovrappressione dal lato compressore.

 

Ecco, grazie a questo sistema tu puoi eventualmente aumentare il carico lato turbina, per avere generazione elettrica, senza per questo dover continuare a comprimere oltre il dovuto dal lato aspirazione.

Puoi farlo lo stesso anche col motogeneratore solidale a turbina e compressore .... sarà il motogeneratore stesso a frenare il regime di rotazione facendogli generare più potenza elettrica ....  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il vantaggio di aggiungere un generatore a turbina è nell'utilizzare l'energia, altrimenti dispersa, dei gas di scarico.

La cosa che mi chiedo è se non sarebbe più proficuo utilizzare l'energia così prodotta trasformandola direttamente in meccanica da trasferire al motore piuttosto che farla passare attraverso un compressore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 26/7/2018 at 21:01, Umbi scrive:

Puoi farlo lo stesso anche col motogeneratore solidale a turbina e compressore .... sarà il motogeneratore stesso a frenare il regime di rotazione facendogli generare più potenza elettrica ....  

Resti comunque vincolato dal dover far girare Turbina e compressore alle stesse velocità. Disaccoppiandoli è possibile ottimizzare l'uso di ciascun componente

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Pandino
      Autoevolution
       
      Prima immagine della 812 Aperta (nome non definitivo) che dovrebbe essere presentata a breve.
    • By Aymaro
      formulapassion
       e dopo che molti hanno invocato in nome dello spettacolo (non certo dello sport) l'intervento della federazione per limitare lo  strapotere Mercedes, la Fia cosa fa?
      impone a Ferrari e Red bull di modificare gli scarichi
      https://it.motorsport.com/f1/news/direttiva-tecnica-fia-quando-il-motore-e-in-rilascio-non-puo-soffiare-aria-dai-mini-scarichi/4482468/
       
      ps, sarò "gomblottista" io, ma avere come delegato che occupa del regolamento in federazione, un ex dipendente licenziato malamente dalla Ferrari... beh, non aiuta...

    • By lukka1982
      La SF90 Stradale è la Ferrari "di serie" più potente mai realizzata. Il suo posizionamento è sopra la 812 Superfast. Prende l'eredità de "LaFerrari", ma è prodotta in serie. SF90 è l'acronimo per Scuderia Ferrari e 90 per gli anni dalla sua fondazione. 
      I numeri sono assolutamente impressionanti: abbiamo un motore termico V8 da 3.9 litri TwinTurbo che nulla ha a che vedere con quelli realizzati fino ad ora per 488GTB ed F8 Tributo. 
      Abbiamo una nuova termodinamica sviluppata ex-novo, pistoni ed albero a gomiti differenti, più un diverso sistema di sovralimentazione.
      A questo si aggiunge un motore elettrico associato all'albero motore che fa da ISG e da booster, oltre che a compensatore per ridurre il turbolag.
      Sull'asse anteriore troviamo due motori elettrici che rendono, a tutti gli effetti, la vettura a trazione integrale quando occorre.
      La potenza combinata è di 735 kW / 1000 CV che sono divisi tra i 573 kW / 780 CV  ed 800 Nm di coppia del V8 TwinTurbo e gli altri 162 kW / 220 CV dai motori elettrici che erogano altri 800 Nm.
      La trasmissione è affidata ad un doppia frizione ad 8 rapporti che mediante la presa sulle 4 ruote, garantisce uno 0-100 km/h in 2.5 secondi ed uno 0-200 km/h in 6.7 secondi.  La velocità massima ? 340 km/h. 
      Sul circuito di Fiorano la SF90 ha girato in 79 secondi...(1:19) mentre LaFerrari completava il tempo in 1:19,70. 
      Ma la cosa stupefacente è l'adozione della modalità solo elettrica: questo bestione da 1000 CV si muove anche in perfetto silenzio per 25 km e con una velocità massima di 135 km/h. 
       
      Esteticamente la forma segue la funzione, ecco perché abbiamo molte aperture "strategiche" create ad hoc per massimizzare il carico aerodinamico. Il punto centrale del muso si trova 15 mm più in alto delle zone laterali, così da indirizzare al meglio i flussi d'aria: in questo modo si possono generare ben 390 kg di carico aerodinamico a 250 km/h. 
       
      All'interno è tutto costruito attorno al pilota, con un cruscotto digitale curvo da 16" che racchiude le maggior informazioni tra cui la modalità di guida scelta dal selettore sul volante: eDrive, Hybrid, Power e Qualifiy.
      Nella modalità eDrive la SF90 si muove in religioso silenzio. Nella modalità Hybrid si utilizza la potenza combinata di comparto elettrico e termico  secondo logica elettronica In modalità Power si utilizza il V8 TwinTurbo anche per ricaricare le batterie In modalità Qualify si scatenano tutti i 1000 CV.  
      Quanto pesa?
      1570 kg (secondo Ferrari) il che la rende circa 13 kg più leggera de LaFerrari, ma è il 20% più rigida di quest'ultima ed il 40% più rigida dei modelli che utilizzano la medesima piattaforma: il tutto senza aggiungere ulteriori masse.
       







       
      VIDEO
       
       
      Modalità di guida
      E-DRIVE
       



       
       
      HYBRID 
       




       
       
      PERFORMANCE
       


       
       
      QUALIFY
       
       


       
       
      Cartella stampa Ferrari
      ———————————————————————————————
      SPY TOPIC ⤵️
       
      https://www.autopareri.com/forums/topic/66064-ferrari-sf90-stradale-prj-f173-spy
       
      ————————————————————————————————
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.