Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19
  • Rimanete al sicuro! Rispettate le distanze e le misure igieniche
  • Autopareri è sempre attivo e vi è virtualmente vicino per tenervi compagnia durante la fase di lockdown!

Recommended Posts

2 minuti fa, LucioFire scrive:

comunque ora i conti sono risanati. è ora di aggredire pur ei mercati che sono stati "snobbati" sempre,vedi quello cuinese. ma farlo con convinzione

azz se la tipo è in perdita non oso immaginare altre vetture.

che poi non avevano avuto gli aiuti statali turchi come successo per 500L?

il mercato cuneese?😀🍷

  • I Like! 2
  • Haha! 2

l'ultimo balabù

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Tipo sarebbe in perdita? Maddai.

Al massimo è in pareggio la 1.4 Fire base.

Se fosse stata in perdita non avremmo visto nemmeno l'ombra del copricerchio

  • I Like! 7

'17 Alfa Giulietta 1.6 120cv JTDm Super

'17 Alfa Giulia 2.2 150cv JTDm AT8

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Tipo in perdita mi lascia perplesso, a quanto mi risulta lo stabilimento turco viaggia al massimo della capacità.

Se nonostante gli impianti siano saturi, il prodotto è ancora in perdita, non oso pensare altri... e a quel punto urge riflessione sul fatto che l'azienda abbia senso di esistere.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perdita non credo, ma sicuramente ha margini inferiori a quelli delle 500. Inoltre la Tipo abbassa la percezione del marchio Fiat che nella visione di Marchionne doveva corrispondere con la 500 e farne quindi una sorta di Mini di FCA. 

Comunque questo non è il topic adatto per parlare dei margini della Tipo. ;-)

Edited by nucarote
  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, stev66 scrive:

Il fatto quotidiano è di Torino. Dove odiano marchionne come la peste, perché ha rotto la cupola mafiosa della dirigenza  fiat ( basti pensare agli intrecci coi fornitori) . Oltre ad aver tagliato per sempre i legami , anch'essi pseudo mafiosi, con la pseudo finanzia italiana. Ed a mio parere, questo è il suo più  grande merito.

e con la politica a Roma, terzo grande merito

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, Phormula scrive:

La Tipo in perdita mi lascia perplesso, a quanto mi risulta lo stabilimento turco viaggia al massimo della capacità.

Se nonostante gli impianti siano saturi, il prodotto è ancora in perdita, non oso pensare altri... e a quel punto urge riflessione sul fatto che l'azienda abbia senso di esistere.

 

 

in perdita non credo, 155 mila prodotte nel 2016, 180 mila nel 2017, quest’anno dovrebbe calare a 155-160 mila! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 hours ago, elias said:

Ma Altavilla è stato quello che ha avuto l'intuizione di rilanciare il settore Rational con l'operazione Tipo, convincendo Marchionne a fare l'investimento dimostrando che aveva capacità di analisi e una certa autorità. Il suo sostituto ci dirà  qualcosa in più su quello che si voglia fare in Italia ed Europa.

mi sembra di aver letto (purtroppo non ricordo dove) che il progetto Tipo non sarebbe stato proseguito ma sarebbe stato chiuso alla fine naturale del suo ciclo di vita. In ogni caso ormai, vista l'uscita di Marchionne, si tratterebbe di valutazioni vecchie. Bisogna vedere cosa ne pensa il nuovo management

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, Alain said:

Che schifo 

B56A1199-05B6-468E-9420-519A5C27BD7B.jpeg

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/07/23/sergio-marchionne-i-buchi-miliardari-di-fca-italy-il-grande-neo-della-sua-gestione/4510139/

 

Bello questo invece... I buchi miliardari... salvo poi contraddirsi lungo l'articolo, ma tanto vale un bel titolo stile cronaca vera... per poi leggere anche commenti di gente che sarebbe felice se finalmente fiat chiudesse baracca. 

Io non so, sgomento e schifato dai tafazzi della decrescita felice... 

  • I Like! 4
  • Thanks! 1

Non ti curar di loro, ma sgomma e sorpassa....

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Italia i sostenitori del "tanto peggio, tanto meglio", non sono mai mancati.

Ovviamente, fin tanto che il "tanto peggio", non li tocca sul vivo.

Perchè se gli dovessi dire che a seguito della chiusura della Fiat (o di qualsiasi altra cosa a cui sono contro), devono pagare più tasse, prenderanno meno di pensione o perdono il lavoro, allora lo scenario cambia.

 

  • I Like! 7
  • Sad! 1
  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, feydrautha scrive:

Certamente UN italiano é un problema, penso molto pochi abbiano capacità per gestire con successo un'azienda così complessa. Io ho fatto nomi e cognomi, non ho usato articoli indeterminativi. Prima dell'italianità per me viene il merito, e per fortuna o bravura Manley ha numeri migliori e quindi merita. Guardatevi i numeri di jeep.

 

Vedremo in futuro, anche se per me Marchionne era di un altro pianeta. E italiano.

 

Ciao

Ben figurare facendo ai giorni di oggi il capo di Jeep è più facile che farlo guidando Alfa o Fiat

  • I Like! 1

Fiat Punto I 55 sx '97

Fiat Punto II restyling 1.2 60cv '04

Toyota Prius V2 '06

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.