Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19
  • Rimanete al sicuro! Rispettate le distanze e le misure igieniche
  • Autopareri è sempre attivo e vi è virtualmente vicino per tenervi compagnia durante la fase di lockdown!

Recommended Posts

Bé moltiplicare per 5 il volume mondiale di jeep in 4 anni non è proprio banale... con soli 3 lanci entro fine 2017 : cherokee renegade e compass 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Marco1975 scrive:

Bé moltiplicare per 5 il volume mondiale di jeep in 4 anni non è proprio banale... con soli 3 lanci entro fine 2017 : cherokee renegade e compass 

Jeep non è alfa o fiat che all estero sono sinonimi di scarsa qualità e affibilita anzi...

 

oltretutto in questo momento sfornano propio ciò che il mercato chiede SUV

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto su La Stampa, quotidiano vicino agli ambienti Fca, che il CV di Altavilla non è stato proprio preso in considerazione dal CDA perchè mancava di esperienza in USA.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Manley è inglese e gli inglesi dovrebbero sapere tutto quello che c'è da sapere sulle automobili, probabilmente inoltre condivideva l'idea di puntare di più sul premium mentre Altavilla cercava forse anche modelli più abbordabili adatti solo al mercato europeo/italiano

 

Camilleri sembra uno abbastanza bravo e furbo da arrivare al vertice di p. morris

 

Heywood un'altra inglese che sembra avere un curriculum interessante

 

considerato anche che dovrebbero muoversi in continuità con i progetti già deliberati da marchionne, per me al momento va bene

 

direi che manca soltanto un'italiano alla guida di emea ad esempio, comunque un italiano che ogni tanto si faccia sentire, forse uno come gianluca italia? non conosco bene le vicende del management ma comunque un italiano nella zona europea ci vorrebbe 

Edited by shadow_line

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, SoUlSnAkE scrive:

Jeep non è alfa o fiat che all estero sono sinonimi di scarsa qualità e affibilita anzi...

 

oltretutto in questo momento sfornano propio ciò che il mercato chiede SUV

..boh..la quota di Fiat e Alfa fuori Italia e molto molto piu alta come la quota Jeep fuori USA. Jeep e un prodotto venduto 77% del totale in USA/Canada, non si puo dire di un grande successo mondiale secondo me.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Phormula said:

In Italia i sostenitori del "tanto peggio, tanto meglio", non sono mai mancati.

Ovviamente, fin tanto che il "tanto peggio", non li tocca sul vivo.

Perchè se gli dovessi dire che a seguito della chiusura della Fiat (o di qualsiasi altra cosa a cui sono contro), devono pagare più tasse, prenderanno meno di pensione o perdono il lavoro, allora lo scenario cambia.

 

 Assolutamente, certo che i social hanno pro e contra, questo forum è un esempio positivo, ma i vari commenti che si vedono disseminati sulla rete sono da perizia clinica ed esclusione a vita dal dire qualsiasi cosa ... desolazione totale 

 

Nota personale sulla nuova dirigenza, fa paura adesso capire la differenza che potrebbe esserci in termini di capacità gestionale... spero che la situazione organizzativa sia così a fondo preparata da Marchionne da andare avanti di per sé.. 

  • I Like! 1

Non ti curar di loro, ma sgomma e sorpassa....

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, gpat scrive:

La Tipo sarebbe in perdita? Maddai.

Al massimo è in pareggio la 1.4 Fire base.

Se fosse stata in perdita non avremmo visto nemmeno l'ombra del copricerchio

Forse e in perdita adesso e era diverso al inizio quando hanno deciso il progetto?

Il cambio TRY/EUR ha cambiato drammatico i 3 anni scorsi:

image.thumb.png.ef238127ebc3c381b6bcf8baa32e5455.png

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, shadow_line scrive:

Manley è inglese e gli inglesi dovrebbero sapere tutto quello che c'è da sapere sulle automobili

Su come non farle ne hanno un bel catalogo di sicuro.

  • I Like! 1
  • Confused... 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

A mio parere, professionalità (valida) e storicità di Altavilla, dovevano rimanere nel gruppo, quindi, se per la posizione di CEO di FCA si è deciso di puntare su Manley, cosa anche condivisibile, avrebbero potuto nominarlo CEO in Ferrari oppure in CNHI.
In Ferrari avrebbe consolidato la presenza di "Italianità" in un Brand dove il "made in italy" è fondamentale, e dove di tabaccai ne abbiamo già uno ( = Arrivabene) e di certo non ne serviva un secondo che tra l'altro di automotive non ha pedegree
In alternativa in CNHI, come CEO, al posto di quello ad interim presente ora da 4 mesi, avrebbe potuto portare il suo ottimo contributo per una svolta, visto il suo pregresso in IVECO ed altre aziende della divisione.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, jameson scrive:

Su come non farle ne hanno un bel catalogo di sicuro.

Eh si, riescono bene solo dove ci mettono passione come in F1, se è solo tanto per lavorare, vedi British Leyland..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.