Jump to content

F1 2022-2025 - Spy, Notizie, Ecc.


Sarrus
 Share

Recommended Posts

30 minuti fa, gianmy86 scrive:

 

Già hanno iniziato a darsele di santa ragione. 

Le nocche screpolate, non in vista. 

 

Gli occhi neri, nascosti dagli occhiali. 

 

25 minuti fa, AleMcGir scrive:

 

 

Sainz può giusto fare il barrichello 2.0

PETIZIONE 125 in Superstrada e Autostrada

La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

Link to comment
Share on other sites

Albano esprime meglio di me il mio pensiero

Cita

Tutti grossi problemi, è chiaro, ma che per essere risolti hanno bisogno di una nuova personalità, altrettanto forte, capace, pronta e con un progetto chiaro e definito davanti, mentre l’impressione è che l’uscita di Binotto porti semplicemente a un salto nel buio e che questa personalità già pronta non ci sia. Le parole di Elkann, quando ha fatto riferimento al 2026 come l’anno entro cui la Ferrari vuole tornare al titolo, assumono oggi un significato più chiaro, con l’idea sottostante di un processo di riforma post-Binotto che, inevitabilmente richiederà tempo. Ma il tempo è proprio una delle cose che la Ferrari ha di meno, con una base di tifosi che attende il titolo da ormai 15 anni, e Leclerc che difficilmente sarà disposto a rinunciare a lottare per il Campionato ancora a lungo pur di rimanere con le vestigia di Maranello. Non solo, la base di lavoro per questo ciclo tecnico, fino al 2026, è stata ormai gettata, si riparte dal lavoro fatto che si evolverà nelle prossime 3 stagioni. E allora avrebbe avuto forse più logica attendere il 2023 per capire se davvero c’è speranza di portare il percorso a compimento, oppure se c’è da aspettare il prossimo ciclo tecnico, e a quel punto gettare le basi per costruire il nuovo team partendo da lì.

https://www.formulapassion.it/opinioni/federico-albano/f1-formula1-il-buio-oltre-la-siepe-binotto-ferrari-leclerc-vasseur-641961.html

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

In tutto questo, pare che Sainz stia già fiutando la mala parata e si stia guardando attorno per quando scadrà il suo contratto, se dovesse veramente vincere il partito-Leclerc (Vasseur-Todt jr-Leclerc stesso, con la benedizione di Elkann).

 

E, diciamolo, se in Ferrari vincesse un partito (chiunque ne sia il leader) sarebbe la rovina del team.

Si tornerebbe al 2014, con la squadra divisa tra pro e anti Alonso, con i risultati che già sappiamo.

Infatti Marchionne fece in Ferrari la stessa roba fatta precedentemente in Fiat, resettare la catena di comando  e tutti i vecchi referenti, in modo che ogni tassello dell’organigramma cominciasse a obbedire allo stesso principale.

 

In Mercedes c’è una leadership così rigida che lo stesso Hamilton, cui loro devono gloria eterna, non può decidere quasi nulla, e qualsiasi cosa lui voglia ottenere dal team la deve negoziare di persona.
Gli hanno dato giusto il contentino della macchina nera, salvo poi riportarla al colore originale.

Il team voleva Russell e lui si è dovuto beccare Russell.

 

In RB invece c’è un altro modello di potere: è l’azionista stesso che ha sposato in toto il partito-Verstappen facendo combaciare perfettamente i reciproci interessi ed eliminando ogni opposizione interna.

RB non ha adottato Verstappen, ma tutta la famiglia: babbo, figlio, figlia e fidanzata del figlio.


Gira tutto attorno a Max, e il suo carattere vincente ma arrogante è la sintesi di tutto questo: mi fa tenerezza Max.
È un bravo ragazzo, timidissimo, naturalmente dotato di talento, addestrato fin da piccolo a diventare un bastardo, comandato a bacchetta prima di tutto dall’energumeno del padre e poi dalla fidanzata Kelly Piquet, di dieci anni più vecchia e, se buon sangue non mente, fatta della stessa pasta del suo amabile babbo.

 

Quando ha vinto il primo mondiale si deve essere tolto dal groppone un macigno grande come l’Everest, e adesso può permettersi di vincerne altri dieci senza apprensione, ridendo come fece in Australia, dopo il secondo ritiro in tre gare, quando a domanda rispose: “il mondiale?! Mi servirebbero 45 gare per recuperare!”.

Francamente parlando, lui oggi è in mano a Cristo.

 

Leclerc come carattere è molto più solido di lui: si è fatto tutto da solo. Ma se vuole batterlo, deve invece giocare alle regole della Ferrari, molto più rigide. Comanda sempre il fondatore, anche dall’alto dei Cieli: vince sempre il team, mai il pilota.

Lo sa bene la dinastia Todt, che pur con tutto il potere che ha non è mai riuscita a completare la scalata al vertice.


Ciò detto, l’unico che in questo momento può saltare in groppa al team Ferrari rimettendolo immediatamente in competizione, si chiama ROSS BRAWN.

 

- “Eh, m’hai detto ‘na caccola!”, come si dice a Courmayeur.

 

Edited by Yakamoz
  • I Like! 4
  • Thanks! 1

Senza_titolo_3.jpg

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, stev66 scrive:

Non dico che si debba sposare il partito Leclerc, ma deve essere chiaro chi è la prima guida e chi è la seconda. 

Quello chr Binotto non ha voluto o saputo, fare

c'è anche da dire che magari Binotto non l'ha fatto perché sapendo che non si vinceva niente quest'anno, era inutile "inimicarsi" un pilota all'interno del team, ma i prossimo anno se le possibilità di vincere il mondiali diventavano concrete la situazione sarebbe stata diversa, ma sono supposizioni, non lo sapremo mai...

 

ps, se davvero arriva Vasseur, non vedo impossibile un Binotto-Sainz in Sauber a preparare il terreno ad Audi (chi si ricorda dove andò Domenicali dopo Ferrari?

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, stev66 scrive:

Non dico che si debba sposare il partito Leclerc, ma deve essere chiaro chi è la prima guida e chi è la seconda. 

Quello chr Binotto non ha voluto o saputo, fare


Fermo restando che tra Sainz e Leclerc c’è tutta la distanza che passa tra un buon pilota e un campione, non mi stupirei se il gioco di equilibri tra i due, voluto da Binotto (che in vero non ha mai dubitato su chi fosse il più forte) fosse voluto proprio per non far diventare la Ferrari troppo ostaggio dell’entourage di Leclerc: lo stesso entourage - è storia di questi giorni - che ha spifferato anzitempo del capolinea di Binotto, danneggiando sostanzialmente tutti, e che comunque puntava presto o tardi a fargli le scarpe.

 

Dai fatti resi noti negli ultimi tre giorni, è emerso anche che Binotto aveva contro tutta la fazione di Leclerc, e a suo favore i due Sainz SR. e JR.

Adesso appare più chiaro il perché di certe decisioni: non c’entravano ovviamente nulla Santander e i poteri forti, ma semplicemente Binotto doveva infondere fiducia alla parte di squadra che lo appoggiava.

 

Se Binotto avesse avuto l’appoggio chiaro di Elkann, tutto ciò non sarebbe servito.

Come hanno detto un po’ tutti, Leclerc si è aggiudicato il match, ma la sua posizione adesso si fa più complicata. Prima c’era Binotto che faceva da parafulmini, adesso di ogni passo falso dovrà rispondere direttamente.

  • I Like! 4

Senza_titolo_3.jpg

Link to comment
Share on other sites

22 ore fa, nicogiraldi scrive:

Sarebbe un suicidio d'immagine galattico, a questo punto più per Ferrari che per F1 che grazie ad AUdi, forse a Porsche e forse a Honda e Ford avrebbe già diverse case.......

 

Con tutto il rispetto per le case automobilistiche che si impegnano in F1..... ma potrebbero arrivare anche Lamborghini, Lotus, Bentley, Rolls Royce, Dacia, Lada e tutti i marchi cinesi messi insieme... ma una F1 senza Ferrari:

 

keep-calm-and-ma-chi-te-se-incula.png

 

Edited by AndreaB
  • I Like! 3

365_GT-4_BB.jpg.5147bbd9011ab4ba46e8bde79bc6bd3e.jpg "A Ferrari is a scaled down version of god while a Porsche is a Beetle with mustard up its bottom." J.Clarkson

Link to comment
Share on other sites

25 minuti fa, AndreaB scrive:

Con tutto il rispetto per le case automobilistiche che si impegnano in F1..... ma potrebbero arrivare anche Lamborghini, Lotus, Bentley, Rolls Royce, Dacia, Lada e tutti i marchi cinesi messi insieme... ma una F1 senza Ferrari:

Esatto, la fine che hanno fatto i rally senza Audi e Lancia e il DTM senza Alfa

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.

Or register (free) and login, to remove this warning.