Vai al contenuto
  • 0
danicube

Alfa 156: Frizione o Motore Intero?

Domanda

Ciao a tutti!

 

La mia gloriosa 156 jtd, alla ragguardevole cifra di 310 mila km percorsi, inizia a dare sintomi di cedimento del volano. Ora, i lavori all'alfona li ho sempre fatti tutti io (compresi ammortizzatori e distribuzione), ma fare una frizione mi spaventa un po', per via del fatto che tirare giù il cambio senza ponte risulta quantomeno difficoltoso.  Stando ai preventivi di un paio di meccanici si parla di circa 650/700€ fra frizione, volano e manodopera (la macchina ne varrà si e no 1200€).

 

Opzione B: ho un parente che mi regalerebbe un blocco gemello al mio, proveniente da una 147, con circa 80 mila km (purtroppo il cambio associato è guasto). Potrei intanto portarmelo a casa, cercarmi con calma il cambio  di una 147 Q2 ( quindi 6 marce + autobloccante 🤪) che ho visto si trova sui 250€. A quel punto col motore "a banco" la frizione posso anche fargliela io, insieme ovviamente a distribuzione e un checkup completo. Dopodichè lo incarto e lo metto via, e quando il volano mi abbandona definitivamente faccio lo swap. Costo totale sempre sui 600/700 € (fra cambio, pezzi e trasporto del motore), ma col vantaggio di avere un motore più fresco, un cambio migliore e la possibilità di rientrarci di qualcosa dando via il mio blocco ( e penso che tra turbina, motore e cambio almeno un 400€ ci escano). 

 

Consigli?

 

 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

26 risposte a questa domanda

Messaggi Raccomandati

  • 0

L' opzione B mi piace di più, il codice di omologazione tra i motori è lo stesso? Piuttosto motore di riserva me lo terrei comunque così da avere dei pezzi di ricambio nel caso ci fossero problemi su quello montato

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0
34 minuti fa, kukro scrive:

L' opzione B mi piace di più, il codice di omologazione tra i motori è lo stesso? Piuttosto motore di riserva me lo terrei comunque così da avere dei pezzi di ricambio nel caso ci fossero problemi su quello montato

Devo ancora verificare di persona, ma stando alle informazioni che mi ha dato il proprietario, è proprio lui. Anche quella potrebbe essere un'idea, magari potrei tenere la turbina e qualcos'altro di accessorio.. !

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0

io prenderei il blocco di riserva e nei ritagli di tempo che il volano non mi abbandona, mi sistemo con calma il motore al banco.

 

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0
10 ore fa, Beckervdo scrive:

io prenderei il blocco di riserva e nei ritagli di tempo che il volano non mi abbandona, mi sistemo con calma il motore al banco.

 

Anche io, se lo swap è tecnicamente fattibile. 😁

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0
12 minuti fa, Venatorem scrive:

Anche io, se lo swap è tecnicamente fattibile. 😁

Credo di sì. Ma qui ti può aiutare un appassionato del marchio o di Fiat, che ha l'EPER. Io fermo le mie conoscenze al mondo BMW purtroppo.

 

DIMENTICAVO

 

Importante è che tu non prenda solo il motore, ma TUTTE le centraline annesse.

Sopratutto quella dell'immobilizer, altrimenti il signore non parte.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0

Solo una domanda di carattere amministrativo: non possono sorgere problemi a sostituire tutto il motore? Se ben ricordo il numero del motore dovrebbe essere associato al numero di telaio da qualche parte... o son rimasto indietro io di qualche decade? :pen: 

Comunque sia, appoggio l'opzione 2: motore più fresco, cambio 6 marce, autobloccante 👌 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0
1 minuto fa, Sandro scrive:

Solo una domanda di carattere amministrativo: non possono sorgere problemi a sostituire tutto il motore? Se ben ricordo il numero del motore dovrebbe essere associato al numero di telaio da qualche parte... o son rimasto indietro io di qualche decade? :pen: 

Comunque sia, appoggio l'opzione 2: motore più fresco, cambio 6 marce, autobloccante 👌 

Aggiornamento libretto con nuova matricola del motore della vettura donante. Se il motore lo compra in uno sfascio dal quale deriva la vettura, basta la ricevuta di acquisto del motore da allegare al libretto.

 

Cita

 

MINISTERO DEI TRASPORTI

DIREZIONE GENERALE M.C.T.C.

IV Direzione Centrale - Div. 43

CIRCOLARE N. 74/81

Prot. n. 1018/4325 - A051

Roma, 2 giugno 1981

OGGETTO: Sostituzione del motore con altro di tipo diverso.

1 - DECISIONE DEL CONSIGLIO DI STATO

Con circolare n. 57/79 prot. n. 1169/4310/4325 - A048 del 20 luglio 1979, questa Amministrazione ha dato notizia della decisione n. 510/79 con la quale il Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) per il Lazio ha riconosciuto la legittimità delle disposizioni emanate da questo Ministero che escludono la possibilità di sostituire il motore con altro di tipo diverso su veicoli aventi anzianità superiore a sette anni.

Il Consiglio di Stato, cui era stato proposto appello per l'annullamento della sentenza del T.A.R., si è ora anch'esso pronunciato favorevolmente all'operato di questa Amministrazione respingendo - con decisione n. 148/81 della sua Sezione VI, qui notificata ufficialmente - l'appello, considerato che il Ministero dei trasporti, con le sue disposizioni, ha operato un apprezzamento tecnico non soggetto al sindacato giurisdizionale di legittimità.

Nel confermare, pertanto, la piena validità delle disposizioni emanate al riguardo ed in particolare delle circolari n. 68/77 (1) e n. 57/79, si forniscono delucidazioni di dettaglio in merito a circostanze specifiche manifestatesi successivamente all'emanazione delle circolari stesse.

2 - SOSTITUZIONE MOTORI SIMILARI

Si verifica con una certa frequenza - ed il fenomeno è stato particolarmente riscontrato in sede di revisione dei veicoli - che il motore, o quanto meno il suo monoblocco, venga sostituito con altro similare, per lo più di uguale cilindrata, prodotto dalla stessa fabbrica per un diverso modello del medesimo tipo di veicolo (ad esempio: per la Fiat 500 il motore 110 D 000 anziché 110 F 000 o viceversa, per l'Alfa Romeo Giulia 1300 il motore AR 00539 in luogo di quello AR 00530 o viceversa).

Nell'ipotesi di cui sopra, rilevato che, per i veicoli di anzianità superiore a sette anni, sussistono spesso obiettive difficoltà di reperimento di motori o monoblocchi di tipo identico a quello installato all'origine, si consente che in questi casi, in deroga a quanto prescritto al punto 9) della circolare n. 68/77 (1), possa essere ammessa la sostituzione ed aggiornata la carta di circolazione prescindendo dall'anzianità del veicolo, sempre che:

- rimanga invariato il tipo (scoppio o diesel) di alimentazione del motore,

- non si verifichi aumento di cilindrata e/o di potenza superiore al 10%,

- siano rispettate le prescrizioni della circolare n. 68/77 dell'8 novembre 1977 (1).

3 - AUTOVEICOLI DI PROVENIENZA MILITARE

Si è avuta occasione di riscontrare che talvolta autoveicoli ceduti dal Ministero della difesa (particolarmente del tipo Fiat Campagnola o Alfa Romeo Matta) o da altri Enti assimilabili vengono presentati per l'immatricolazione con targa civile dopo che su di essi è stato sostituito il motore originario a scoppio (di cui di norma sono dotati gli automezzi militari) con altro a ciclo diesel.

Il Ministero della difesa è pertanto invitato con lettera in pari data ad indicare, nei dispacci di cessione dei propri veicoli (come fanno i Comandi militari U.S.A. in Italia) la data di fabbricazione e le caratteristiche tecniche (o, quanto meno il tipo del motore) dei veicoli ceduti.

Qualora vengano ancora esibiti dispacci non contenenti i necessari elementi ed il modello di veicolo che è stato ceduto risulti prodotto sia nella versione con motore a scoppio che in quella con motore a ciclo diesel, l'ammissione a visita e prova del veicolo provvisto di motore diesel dovrà essere subordinata alla presentazione, a cura del richiedente, di una documentazione integrativa da cui risultino i necessari elementi per individuare il tipo del motore, rilasciata dall'Ente cedente od eventualmente dalla Fabbrica costruttrice.

In mancanza della documentazione relativa al tipo di motore ovvero laddove il motore risulti sostituito con altro di diverso tipo, la richiesta di ammissione a visita e prova con sostituzione del tipo di motore potrà essere vagliata, con le consuete modalità (ammissibilità tecnica, documentazione di provenienza del nuovo motore), soltanto qualora risulti inconfutabilmente che il veicolo non abbia comunque circolato da più di sette anni.

IL DIRETTORE GENERALE

dott. ing. Gaetano Danese

 

 

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0

Ho il sospetto che ci possa essere più di qualche problema a livello di omologazione.

 

Con ricadute a cascata in assicurazione e sicurezza stradale del mezzo.

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0

In caso di sostituzione del motore con uno identico invece ?

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
  • 0
22 minuti fa, Giacomino88 scrive:

In caso di sostituzione del motore con uno identico invece ?

Niente.

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×