Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuti sul nuovo tema grafico! Scegli il tuo tema preferito in fondo alla pagina: chiaro (light) o scuro (dark).
Emerson

Incentivi 2019 e tasse sulle auto nuove - UP 13:00: smentita circa le tasse - UP 16:30: Castelli si all'ecotassa, è nel contratto! UP 17/12: Sì tassa sui veicoli di lusso e suv

Messaggi Raccomandati

Io penso che, senza implementare delle colonnine o stazioni di ricarica, l'elettrico farà molta fatica ad essere considerato l'alternativa alla mobilità, e, a mio parere, le risorse finanziarie andrebbero indirizzate alla costruzione di queste infrastrutture, se si vuole veramente incentivare la mobilità elettrica.

Incentivare l'acquisto delle auto senza potenziare la rete di ricarica mi sembra un modo molto "gattopardesco" di affrontare la cosa.

  • Mi Piace 1
  • Grazie! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
10 minuti fa, mariola scrive:

Che non a caso a Roma vendono tantissimo.

Resto della mia idea, il boom dell'elettrico arriverà quando sarà messa in vendita un'auto grande come la panda, anche con finiture (sicurezza esclusa) da panda 30 (o da 500 originale), 4 posti, 100 km di autonomia REALE (nelle peggiori condizioni) e prezzo da segmento b.

Perfetta seconda auto, perfetta per chi ha percorsi certi e non usa fare vacanze in auto.

Di fronte al prezzo da utilitaria e consumo (di carburante) zero il cliente medio se ne frega delle finiture

Scordatevi le cose iso Panda 30 in quanto prenderebbe -500 stelle EuroNCap. :lol: 

IMHO l'auto elettrica prenderà piede quando si inizierà a considerare seriamente l'idea di rinunciare all'auto privata.

 

 

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
13 minuti fa, Zampi scrive:

Assicurazione+bollo+tagliandi+acquisto di un'auto con relativi finanziamenti e o soldi messi da parte,+spese extra di eventuali problemi+ benzina/gasolio e (per chi vive in città) il pagamento delle strisce blu.

Arrivo a 350/400€ mensili. Sempre tanti soldi sono, ma se avere un‘auto costasse mediamente 1000€ mensili, non esisterebbe un mercato automobilistico in Italia.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
3 minuti fa, nonsochisono scrive:

Arrivo a 350/400€ mensili. Sempre tanti soldi sono, ma se avere un‘auto costasse mediamente 1000€ mensili, non esisterebbe un mercato automobilistico in Italia.

Scusami non mi sono espresso bene... loro intendevano all'anno :) quindi sono tra i 100/150€ mensili.. (maledetta testa bacata) che penso una cosa e ne scrivo un'altra.

Modificato da Zampi

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
19 minutes ago, nucarote said:

Scordatevi le cose iso Panda 30 in quanto prenderebbe -500 stelle EuroNCap. :lol: 

secondo me l'auto elettrica prenderà piede quando si inizierà a considerare seriamente l'idea di rinunciare all'auto privata.

 

 

 

39 minutes ago, bik said:

non solo:

 

images?q=tbn:ANd9GcSK8zQs8Xk-yULf4x3dpTu

 

34 minutes ago, mariola said:

 

Resto della mia idea, il boom dell'elettrico arriverà quando sarà messa in vendita un'auto grande come la panda, anche con finiture (sicurezza esclusa) da panda 30 (o da 500 originale), 4 posti, 100 km di autonomia REALE (nelle peggiori condizioni) e prezzo da segmento b.

 

 

momento futurologia: nelle città medie e grandi il futuro prossimo sarà un mix di queste tre cose con l'incognita guida autonoma. Rimane anche da capire il futuro del trasporto pubblico, se e come interagirà con questi fattori. secondo me, ovviamente, non sono un esperto di mobilità, ma certe dinamiche le osservo tutti i giorni

 

PS: vivo buona parte dell'anno in città da 1,5 milioni di abitanti. venduta la macchina l'anno scorso e vado solo di car sharing e noleggio se sono più giorni, attualmente spendo all'anno per noleggio e benza quello che prima spendevo solo di garage

Modificato da v13
  • Mi Piace 4

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
22 minuti fa, nucarote scrive:

Scordatevi le cose iso Panda 30 in quanto prenderebbe -500 stelle EuroNCap. :lol: 

secondo me l'auto elettrica prenderà piede quando si inizierà a considerare seriamente l'idea di rinunciare all'auto privata.

 

 

nelle grandi città credo che si possa anche rinunciare.

Ma nei paesi e nelle maggior parte delle cittadine ciò è impossibile

  • Mi Piace 2

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
16 minuti fa, nucarote scrive:

Scordatevi le cose iso Panda 30 in quanto prenderebbe -500 stelle EuroNCap. :lol: 

secondo me l'auto elettrica prenderà piede quando si inizierà a considerare seriamente l'idea di rinunciare all'auto privata.

 

 

Battuta a parte (:-D) intendo un'auto con sedili "tipo sdraio" della panda (a me piacevano tantissimo), finiture interne con metallo a vista, diciamo un livello di finitura da Twingo prima serie (l'ho avuta e adorata), pochi strumenti, pochi pulsanti, tutto spartano ed economico al massimo.

Secondo me l'italiano medio vuole l'elettrico per spendere meno (o almeno per illudersi di...), per sfondare ci vuole una macchina essenziale, che costi il meno possibile.

Quanto alla rinuncia all'auto privata per me è lontanissima, specie in un paese fatto di cittadine, frazioni in cui trovare l'auto non privata è inverosimile.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
31 minuti fa, mariola scrive:

Battuta a parte (:-D) intendo un'auto con sedili "tipo sdraio" della panda (a me piacevano tantissimo), finiture interne con metallo a vista, diciamo un livello di finitura da Twingo prima serie (l'ho avuta e adorata), pochi strumenti, pochi pulsanti, tutto spartano ed economico al massimo.

Secondo me l'italiano medio vuole l'elettrico per spendere meno (o almeno per illudersi di...), per sfondare ci vuole una macchina essenziale, che costi il meno possibile.

Quanto alla rinuncia all'auto privata per me è lontanissima, specie in un paese fatto di cittadine, frazioni in cui trovare l'auto non privata è inverosimile.

I sedili a sdraio non credo che oggi siano più proponibili in quanto devono contenere airbag e non andarsi a conficcare all'interno degli occupanti... 

 

La Twizy è interessante, ma alla fine non offre un maggior aumento di fruibilità rispetto ad uno scooter.

 

Io mi immagino più robe tipo un tot di Talento, Doblò e al massimo Panda EV che se vanno a zonzo città in perfetta autonomia a portare gente e cose su percorsi prestabiliti vietati al resto del traffico. L'auto privata la dovresti poter usare solo in autostrada e lasciarla all'ingresso della città di destinazione.

 

L'Italiano medio vuole solo risparmiare alla pompa. 

Modificato da nucarote

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ecotassa-auto-fca-nuove-norme-alterano-piano-italia-b0e53810-3e89-49b3-93e2-bbf170388793.html

 

In pratica FCA avvisa/minaccia che potrebbe saltare il piano di investimenti previsto in Italia. 

Modificato da MotorPassion
  • Wow! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
1 ora fa, v13 scrive:

...vivo buona parte dell'anno in città da 1,5 milioni di abitanti. venduta la macchina l'anno scorso e vado solo di car sharing e noleggio se sono più giorni, attualmente spendo all'anno per noleggio e benza quello che prima spendevo solo di garage

Il problema è fuori dai centri abitati più grandi.

A meno di volere considerare una società strutturata come un alveare, concentrata solo sulle grandi città e relegando le periferie a lavori agricoli, il problema della mobilità extraurbana non è facilmente risolvibile.

Nei comuni medio-piccoli il costo dei servizi di trasporto pubblico locale, che, per come è strutturato attualmente grava in maggior parte sui comuni, è alto in rapporto agli abitanti, quindi è impossibile (e anche illogico) che sia capillare.

E non ditemi "allora vai a vivere in città", perché la qualità della vita è decisamente diversa, inoltre, a meno di lavorare in un ufficio o per il terziario, le principali attività produttive sono fuori dall'area urbana, quindi per chi, come me, lavora per l'industria non è risolutivo.

  • Mi Piace 2

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.