Vai al contenuto
Emerson

Incentivi 2019 e tasse sulle auto nuove - UP 13:00: smentita circa le tasse - UP 16:30: Castelli si all'ecotassa, è nel contratto!

Messaggi Raccomandati

beh.. se prima avevamo uno dei parchi auto più vecchi d'italia, nei prossimi anni lo diventerà ancora di più. Dei geni

certo che l'incentivo su Cayenne e Tesla non si può vedere

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
30 minuti fa, ILM4rcio scrive:

Questa cosa è improponibile, qui si rischia di tornare ai primi del '900, con pochi ricchi che potevano permettersi le prime automobili e tutto il resto del popolo che andava a piedi o usando un carretto col mulo.

ma scusa una cosa...

se la percorrenza media in italia è 12 mila km al anno, diviso 365 giorni fa 32 km al giorno e stai certo che 2/3 degli automobilisti a 32 km al giorno non ci arrivano neanche

e tu vorresti dirmi che è improponibile non aspettare la notte per ricaricare la batteria di un auto che dura MINIMO 200km ma sempre più spesso 300-400 nei modelli futuri di fascia media?

se avessi un auto elettrica da 250km, non la ricarico ogni 4 giorni aspettando di arrivare al 20% ma la ricarico con una notte di anticipo così da avere quei 100km sempre pronti

 

 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
1 ora fa, slego scrive:

comunque mancano ancora gli incentivi per le auto fatte con la stampante 3D.

erano nel contratto, credo.

Questo lo dice lei (cit.)

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
6 ore fa, slego scrive:

 

  Cita

.Castelli ha poi aggiunto che "le persone meno abbienti non sono colpite" e che "la norma non è stata letta in maniera approfondita" visto che "non colpisce né chi ha ha un'auto vecchia né chi acquista un'utilitaria sotto una certa cilindrata".

 

al solito. non è una roba scritta con i piedi. no. siamo noi che non l'abbiamo capita. eh.

 

Mi sa che è lei a non averla letta o a non averla capita, visto che parla di cilindrata, ovvero di un parametro che nella norma non è citato nemmeno per sbaglio :disp2:

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Visto il livello di competenza in materia dimostrata finora (e soprattutto il non averne parlato prima con dei tecnici addetti ai lavori), non mi stupisco che l'europa ci stia bacchettando in tutti i modi.

Manco aprire quattroruote e farsi due conti di cosa succederebbe applicando quello che stanno scrivendo. Siamo in mano a pazzi dilettanti.

Detto questo oggettivamente un eventuale malus andrebbe applicato diciamo da 170/180 gr/km in poi. Sotto si finisce per punire tutte le auto normali diciamo <30.000€ con effetti sicuramente recessivi.

Peraltro l'unico parametro oggettivo che va dichiarato sulle emissioni è la CO2, quindi è l'unico parametro utilizzabile per un eventuale tassazione.

Ma la CO2 non è di per se un inquinante, e non rispecchia il reale bilancio globale delle emissioni della vettura ne del suo impatto sull'ambiente, quindi è pure inutile pensare misure di questo tipo.
Se vogliono una misura equa che possa favorire vetture ecologiche e migliorare il nostro ambiente, occorre che convincano l'europa a far mettere in scheda tecnica l'emissione di particolato, e di li poi normare in materia.

Comunque nel contratto di governo c'è scritto "paga chi inquina", quindi per quelle teste vuote, il ragionamento è corretto.

 

Modificato da Nico87
  • Like! 5

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social





Comunque nel contratto di governo c'è scritto "paga chi inquina", quindi per quelle teste vuote, il ragionamento è corretto.

 


Secondo questo principio, con tutte le stronzate con le quali stanno inquinando l'aria, questi politicanti cialtroni dovrebbero pagare anziché prendere lo stipendio.

☏ Redmi Note 3 ☏

  • Like! 6
  • Ahah! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Comunque, credo che dobbiamo iniziare ad abituarci al fatto che se non è quest'anno, sarà quello dopo o quello dopo ancora.

 

Magari alzeranno la soglia di "tassazione" ai 120 g invece che i 110.

 

Ma prima o poi si inizia. L'auto come l'abbiamo conosciuta nel Novecento, oggi è un lusso che ambientalmente non è più sostenibile alla stessa maniera.

 

 

  • Like! 1
  • Tristezza! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
3 minuti fa, led zeppelin scrive:

Comunque, credo che dobbiamo iniziare ad abituarci al fatto che se non è quest'anno, sarà quello dopo o quello dopo ancora.

 

Magari alzeranno la soglia di "tassazione" ai 120 g invece che i 110.

 

Ma prima o poi si inizia. L'auto come l'abbiamo conosciuta nel Novecento, oggi è un lusso che ambientalmente non è più sostenibile alla stessa maniera.

Posso anche essere d'accordo, il problema è che questo schema di tassazione non colpisce le auto inquinanti, perchè penalizza il metano e favorisce il diesel, inoltre diverse ibride testate col WLTP superano i 90 g di CO2 e quindi non percepiscono incentivi; insomma l'impatto sull'ambiente sarà praticamente nullo. Anche perchè, mettiamo il caso che io usufruisca dell'incentivo e mi compri una elettrica, ma non ho un box, ho solo un posto auto nel cortile del palazzo: dove la ricarico, visto che non posso mettere la colonnina di proprietà, non ci sono quelle pubbliche, e non sono previsti fondi per installarne di nuove?

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
1 minuto fa, led zeppelin scrive:

 

Ma prima o poi si inizia. L'auto come l'abbiamo conosciuta nel Novecento, oggi è un lusso che ambientalmente non è più sostenibile alla stessa maniera.

 

Purtroppo le competizioni su 4 ruote cambiano e se cambiano quelle, che sono il traino delle tecnologie sulle auto di serie, la vedo brutta.

Sopratutto con quelle "auto" elettriche, che come  avete già detto sposteranno il baricentro sulla produzione di energia elettrica sotto forma nucleare e sul rinnovabile,  e sposteranno cosi anche il baricentro politico, su chi fornirà più energia elettrica. 

Beh io spero che accada il più tardi possibile, e comunque la elettrificazione completa avverà tra 50 anni minimo, a meno che non scoprano come fabbricare batterie più efficienti con minor costo di produzione a breve.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.