Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

46 minuti fa, Yakamoz scrive:

 

Sicuramente questo cambiamento a Raikkonen farà benissimo: sfida nuova, molta meno pressione addosso, e finalmente i galloni di primo pilota. Aspettiamoci delle buone cose da lui, ma la macchina è comunque quello che è. Gli investimenti sono quelli di un team da metà classifica, e lo stesso Simone Resta è arrivato a progetto già impostato.

Ma al di là delle vittorie e dei podi, c'è lo spazio per fare lo stesso delle gran belle gare.

 

 

Se non ricordo male, ci furono contatti piuttosto stretti con la Sauber nel 2005, per cercare di risolvere i grossi problemi della F2005 e delle gomme Bridgestone, rispetto alla Sauber con coperture Michelin.

Ricordo che Massa (che era alla Sauber) provò la Ferrari, mi pare ai test di Monza, e diplomaticamente elogiò le caratteristiche della Ferrari, che in realtà non andava tanto più veloce della Sauber.

Ma che Schumi avesse provato la Sauber, almeno ufficialmente... mi è nuova ;)

veramente pure anni prima

 

f1-mugello-september-testing-1997-michae

SCHUMI - SAUBER, SUBITO AMORE

FIORANO Michael Schumacher è sceso dalla Sauber ieri sera alle 8 dopo un' intensa giornata di prove a Fiorano con la vettura svizzera dotata del 10 cilindri Ferrari dello scorso anno. Quando è sceso, era talmente raggiante e soddisfatto da pronunciare subito una battuta a prima vista pesante: "Noi diamo il motore alla Sauber - ha detto Michael - e la Sauber darà a noi il telaio". Era una battuta scherzosa e appena si è accorto che il suo addetto stampa Heiner Buchinger stava già parlando al telefono con i giornalisti si è affrettato a dire: "Guarda che dicevo così, tanto per ridere".
Evidentemente, però, la giornata molto calda, deve aver fornito indicazioni positive e utili. Non solo per Schumacher che ha avuto occasione di provare una vettura diversa, ma anche per la Sauber che avendo un contratto con la Ferrari desiderava poter fare dei confronti sulla pista dove le rosse vengono abitualmente collaudate.
Insomma, Schumacher ha provato una Sauber ma la Sauber ha provato Schumacher. Il miglior tempo ufficiale al termine di 84 giri è stato di 1.00.100 di poco superiore al record della pista che è di 59 secondi netti. "E' stata - ha detto Schumacher - un' esperienza forse più unica che rara visto che non capita mai ad un pilota di poter provare durante il campionato una vettura diversa da quella con cui corre. Ma è stata anche una giornata buona sia per noi che per loro con un reciporoco scambio di esperienze e conoscenze". Ai box di Fiorano oltre all' ingegner Lunetta che è il responsabile della Ferrari di Schumacher in pista c' erano anche gli ingegneri della Sauber che per tutta la giornata hanno parlato a lungo con i loro colleghi di Maranello. Fin qui le cose ufficiali della giornata.
Schumacher probabilmente non ha voluto forzare nel tentativo di ottenere un nuovo record della pista per non creare imbarazzi a nessuno e si è accontentato di andare un po' più piano di Johnny Herbert, il pilota ufficiale della Sauber, che il giorno prima a Fiorano aveva fermato il cronometro su 1.00.090. Ma è chiaro che girare per tanti chilometri con la vettura svizzera ha permesso a Schumacher di fermare nella propria mente impressioni ben precise sul comportamento di questa vettura e l' esperienza, finora unica nella F.1, permetterà di ricavare indicazioni utili sugli assetti e gli equilibri di quella vettura. Un' esperienza in altre parole che non servirà a copiare ma ad aprire la mente verso soluzioni che la F 310 B non ha mai avuto fin da prima che nascesse.

13 settembre 1997 sez.
  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Yakamoz scrive:

 

Sicuramente questo cambiamento a Raikkonen farà benissimo: sfida nuova, molta meno pressione addosso, e finalmente i galloni di primo pilota. Aspettiamoci delle buone cose da lui, ma la macchina è comunque quello che è. Gli investimenti sono quelli di un team da metà classifica, e lo stesso Simone Resta è arrivato a progetto già impostato.

Ma al di là delle vittorie e dei podi, c'è lo spazio per fare lo stesso delle gran belle gare.

 

 

Se non ricordo male, ci furono contatti piuttosto stretti con la Sauber nel 2005, per cercare di risolvere i grossi problemi della F2005 e delle gomme Bridgestone, rispetto alla Sauber con coperture Michelin.

Ricordo che Massa (che era alla Sauber) provò la Ferrari, mi pare ai test di Monza, e diplomaticamente elogiò le caratteristiche della Ferrari, che in realtà non andava tanto più veloce della Sauber.

Ma che Schumi avesse provato la Sauber, almeno ufficialmente... mi è nuova ;)

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1997/09/13/schumi-sauber-subito-amore.html

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 4/2/2019 at 11:03, Aymaro scrive:

 non credo sia così facile, oltre che un discorso tecnico, subentrerebbe anche un discorso di soldi, lo scorso anno Racing Point ha dovuto mantenere la denominazione Force India per non perdere i premi delle tv, oltre al fatto che serve l'acordo di tutte le squadre, se hai una licenza nuova i team potrebbero appellarsi e chiedere che per i primi 2 anni tu non prenda i premi derivanti dalla tv come è stato per Haas ad esempio

Penso che Racing Point sia stato un caso un po' particolare, essendo accaduto a stagione in corso, e venendo di fatto iscritta come un nuovo team perchè, se ricordo bene, non riuscì a rilevare la licenza Force India ma dovette farne una ex-novo.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 4/2/2019 at 11:00, Scott scrive:

Potrebbero cambiare per questioni di marketing/immagine, nel caso FCA volesse far risultare formalmente italiana la squadra. Non credo che all'attuale proprietà Sauber interessi molto la nazionalità della licenza (così come non interessava mantenere il nome).

Ma è solo un discorso teorico, non sto dicendo che debbano farlo o che abbiano sbagliato a non farlo.

 

 

La situazione sembra essere la seguente: " Pochi giorni fa è stato annunciato che, dopo oltre un quarto di secolo di presenza sulla griglia di partenza, il nome Sauber sarebbe definitivamente scomparso dalla massima formula. Ciò è successo in seguito alla conferma che la compagine con sede a Hinwil assumerà dal 2019 la denominazione di Alfa Romeo Racing "

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/fca-prepara-lacquisto-della-sauber-419300.html

 

ergo piaccia o meno se vincesse suonerebbe l'inno italiano...

Edited by nubironaSW

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, nubironaSW scrive:

 

ergo piaccia o meno se vincesse suonerebbe l'inno italiano...

 no, suoneranno l'inno italiano nel 2020 se FCA finalizzerà l'acqiusto, se succede quest'anno suoanno quello svizzero

  • I Like! 2
  • Confused... 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Aymaro scrive:

 no, suoneranno l'inno italiano nel 2020 se FCA finalizzerà l'acqiusto, se succede quest'anno suoanno quello svizzero

 

Alfa Romeo Racing - Svizzera non suona molto bene... :-D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque la squadra si chiama ancora SAUBER MOTORSPORT AG. Solo team e telaio sono ALFA ROMEO RACING.

 

Entry-list-F1-2019.jpg

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, falconero79 scrive:

mi chiedo a che cavolo serve questa operazione.

 

pubblicità per il marchio, in attesa dell'acquisto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Beckervdo
      Dopo il Concept, ecco apparire ufficialmente la versione elettrica del Mercedes-Benz Classe V: la Mercedes-Benz EQV.
      In effetti la differenza tra Concept e modello di produzione non è molto apprezzabile, se non per il diverso design del paraurti anteriore ed una "stramberia": Mercedes ha deciso di non utilizzare un sistema Keyless, ma una normale "chiave" ad inserimento in plancia.
      Posti disponibili 7/8 a seconda della configurazione scelta. 
      Il motore elettrico è posizionato sull'asse anteriore che eroga 150 kW / 204 CV e 362 Nm  associato ad una batteria agli ioni di litio da 90 kWh, posizionata sotto al pianale del van. L'autonomia dichiarata è di 400 km. Massa massima a pieno carico 3.5 tonnellate

       
       
       
      Via Mercedes-Benz
       
       
    • By Beckervdo
      Versione evoluta della McLaren 720S, che prenderà non solo la coda lunga (Long Tail), ma anche una nuova aerodinamica.
      Sarà il quarto modello a coda lunga della casa di Woking.
      Nuovo l'anteriore, con diversi splitter aerodinamici, mentre al posteriore ci si aspetta un'ala atta a mitigare l'esuberanza del V8 4000 TwinTurbo che dovrebbe erogare 750 CV.

       
    • By lukka1982
      Alla Monterey Car Week, durante un evento privato, il management del brand britannico ha dichiarato che nel corso del prossimo anno arriverà il quarto modello della gamma Ultimate Series, una speedster strettamente derivata dalla Senna per powertrain e ciclistica. Dalle dichiarazioni non avrà il lunotto anteriore, e questo unito alla carrozzeria in composito, dovrebbe renderla la McLaren stradale più leggera di sempre.
       

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.