Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
J-Gian

Message added by J-Gian

Recommended Posts

Stesso discorso dell'etanolo vale per il metano sintetico che Audi produce in Germania recuperando la CO2 emessa da produzioni industriali, mescolandola con l'idrogeno prodototto per elettrolisi dell'acqua con energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili.

 

Anche il biometano prodotto in vari posti in Italia dalle deiezioni animali o dalle acque reflue è un modo per ridurre le emissioni, considerando poi che i NOX  emessi dal metano sono molto bassi e non viene emesso particolato.

 

Però etanolo e metano fanno troppo barbon, su auto di un certo tipo non bisogna citarli neanche per scherzo, l'unica strada è l'elettrificazione.

  • I Like! 4
  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
12 ore fa, Dallebu scrive:

10 filtri, veri e propri laboratori chimici dentro al cofano e poi in Brasile grazie all'Etanolo un "vecchio" 1.8 16V aspirato emette 107 g/km mentre va a benzina e 0 g/km mentre va a Etanolo.

Questo perché le piante di canna da zucchero utilizzate per produrre l'Etanolo prendono la Co2 dall'atmosfera e producono ossigeno (come ogni pianta) durante la loro "vita utile", e secondo i calcoli il risultato è zero emissioni di Co2. Lo svantaggio è un rendimento termico inferiore del 30% rispetto alla benzina, ma in parte compensato da una maggiore potenza e coppia grazie ad un elevato potere antidetonante. Un'altro svantaggio era la difficoltà di avviamento del motore a freddo. Si utilizzava un piccolo serbatorio di benzina ausiliario e un iniettore dedicato, che sotto una certa temperatura spruzzava benzina dopo la valvola a farfalla. Ora i motori più recenti hanno un sistema di preriscaldamento del carburante attraverso delle resistenze poste prima degli iniettori, risolvendo il problema.

Premesso che i filtri non c'entrano niente con la CO2 ma servono a ridurre gli inquinanti, il vero futuro a zero CO2 può essere solo quello dei biocarburanti che hanno veramente impatto zero, non le prese per il culo elettriche dove si evita di calcolare la CO2 emessa dalle centrali, CO2 che viene invece presa in considerazione quando si parla di impianti di riscaldamento per abitazioni. Considerando poi che le fonti rinnovabili sono sature, tutta l'energia addizionale viene prodotta da fonti fossili, e ha quindi un impatto ancora maggiore di quello che viene fuori calcolando semplicemente il contributo attuale dell'energia elettrica alla CO2.

Aggiungo che c'è anche l'alternativa per il diesel (biodiesel) e che il rendimento inferiore non è quello termico ma quello in volume, perché l'etanolo contiene meno energia per unità di volume, ma il rendimento termico è perfettamente paragonabile tra i due carburanti, anzi visto che i motori hanno prestazioni maggiori ad etanolo mi sa che è anche un po' migliore.

Edited by jameson
  • I Like! 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, jameson scrive:

Premesso che i filtri non c'entrano niente con la CO2 ma servono a ridurre gli inquinanti, il vero futuro a zero CO2 può essere solo quello dei biocarburanti che hanno veramente impatto zero, non le prese per il culo elettriche dove si evita di calcolare la CO2 emessa dalle centrali, CO2 che viene invece presa in considerazione quando si parla di impianti di riscaldamento per abitazioni. Considerando poi che le fonti rinnovabili sono sature, tutta l'energia addizionale viene prodotta da fonti fossili, e ha quindi un impatto ancora maggiore di quello che viene fuori calcolando semplicemente il contributo attuale dell'energia elettrica alla CO2.

Aggiungo che c'è anche l'alternativa per il diesel (biodiesel) e che il rendimento inferiore non è quello termico ma quello in volume, perché l'etanolo contiene meno energia per unità di volume, ma il rendimento termico è perfettamente paragonabile tra i due carburanti, anzi visto che i motori hanno prestazioni maggiori ad etanolo mi sa che è anche un po' migliore.

Esatto. Per fare un'esempio in Brasile il motore 1.0 TSI ha una potenza di 116 cv a benzina e 128 cv a etanolo.

I motori Turbo sono quelli che più traggono beneficio dall'etanolo per quanto riguarda potenza e coppia, tenendo presente che in Brasile per legge la benzina deve contenere il 27% di Etanolo.

La Golf 1.4 TSI importata dalla Germania e omologata con 140 cv e 250 nm di coppia, sui rulli ne dava 177 di cv e quasi 320 nm di coppia, 100% originale.

Il motore 1.4 T-Jet importato dall'Italia dichiarava 155 cv e 210 nm, ma grazie alla presenza di etanolo la potenza e coppia reale erano 167 cv e quasi 260 nm.

Quindi se anche consuma un pò di più, in realtà la macchina va anche di più...

Fine OT

 

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche il metano ha un potere antidetonante superiore intorno ai 120 - 130 ottani, con il turbo si può ottenere una coppia più alta per spingere rapporti più lunghi e risparmiare ulteriormente. Ma che speranza c'è di vedere il metano di serie su un'Alfa?

 

E allora tornando IT l'unica alternativa è l'ibrido plug-in, meglio se di tipo E-AWD, dove il motore elettrico posteriore, può contribuire all'accelerazione in partenza e alle base andature, dando magari un comportamento leggermente sovrasterzante, per aumentare il piacere di guida.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

On 10/3/2019 at 10:35, jameson scrive:

Premesso che i filtri non c'entrano niente con la CO2 ma servono a ridurre gli inquinanti, il vero futuro a zero CO2 può essere solo quello dei biocarburanti che hanno veramente impatto zero, non le prese per il culo elettriche dove si evita di calcolare la CO2 emessa dalle centrali, CO2 che viene invece presa in considerazione quando si parla di impianti di riscaldamento per abitazioni. Considerando poi che le fonti rinnovabili sono sature, tutta l'energia addizionale viene prodotta da fonti fossili, e ha quindi un impatto ancora maggiore di quello che viene fuori calcolando semplicemente il contributo attuale dell'energia elettrica alla CO2.

Aggiungo che c'è anche l'alternativa per il diesel (biodiesel) e che il rendimento inferiore non è quello termico ma quello in volume, perché l'etanolo contiene meno energia per unità di volume, ma il rendimento termico è perfettamente paragonabile tra i due carburanti, anzi visto che i motori hanno prestazioni maggiori ad etanolo mi sa che è anche un po' migliore.

 

 

I biocarburanti non hanno impatto zero. Hanno impatto di CO2 sia per la fase di coltivazione, sia per l'estrazione e raffinazione, sia per l'effetto di deforestazione spesso accompagnati a questo tipo di colture.

 

Senza contare che spesso sono colture che tolgono spazio e piante all'alimentazione umana.

  • I Like! 5

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, jeby scrive:

 

 

 

I biocarburanti non hanno impatto zero. Hanno impatto di CO2 sia per la fase di coltivazione, sia per l'estrazione e raffinazione, sia per l'effetto di deforestazione spesso accompagnati a questo tipo di colture.

 

Senza contare che spesso sono colture che tolgono spazio e piante all'alimentazione umana.

Le raffinerie di biocarburanti vanno già a biocarburanti quindi hanno impatto zero. Anche la coltivazione può andare a biocarburanti quindi idem. L'effetto di deforestazione si ha solo se deforesti. La coltivazione di alghe oleose da biodiesel in mare non toglie spazio all'alimentazione umana.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

L'effetto wow della Tonale è già svanito, la discussione si è arenata e siamo finiti a parlare di auto green e biocarburanti 

 

latest?cb=20140312143612

 

 

Meglio tornare a parlare di auto rosse 

224-193-rayo-mcqueen-01.png

La saetta sarà l'elettricità dell'ibrido plug-in?

  • I Like! 5
  • Wow! 1
  • Haha! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@xtom

Ma nessuno è riuscito a catturare il biscione elettrico? Si vede bene solo in qualche video intervista a Maccolini...

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, pixhell scrive:

@xtom

Ma nessuno è riuscito a catturare il biscione elettrico? Si vede bene solo in qualche video intervista a Maccolini...

 

382399B3-B8EB-4891-9506-D90D2839C0EB.jpeg

  • I Like! 2
  • Absurd! 1
  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By nunoHGT
      La ALfa aveva fatto versioni quadrifoglio verde, quadrifoglio oro e come sembra aveva fatto anche per la Ingleterra versioni quadrifoglio blu per comemorare qualcosa... è vero questo? e piú importante avete qualche foto???
    • By Aymaro
      trasmesso in diretta su TV8
    • By Aymaro
      formulapassion
       
      Ferrari porta un grosso upgrade, nuova PU, nuovo olio della shell ed evoluzioni aerodinamiche
       
      anche Haas, che sembra avere la stessa malattia della Ferrari, porterà un grosso pacchetto evolutivo, come Racing Point, affinamenti per Red Bull
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.