Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

6 ore fa, Nico87 scrive:

adotta moltissime soluzioni pregiate (e costose) come multiair (olio 0w30...), turbo, intercooler, volano bimassa... Caratteristiche che impongono un uso e manutenzione rigorosa, pena rotture (soprattutto del modulo multiair). Usi che poco si addicono all'utenza media di queste auto.

 

Aggiungo che purtroppo le rotture sono piuttosto frequenti e costose.

 

Oltre al modulo M-air, capita spesso venga letteralmente tornito il manicotto di scorrimento cuscinetto sulla campana del cambio.

Ciò comporta sostituzione di: campana cambio; kit frizione; leva frizione; ultimo ma non meno costoso (anzi..) il sig. volano bimassa, che poi è l'origine del problema.

 

Ecco il guaio:

manicotto cambio twinair (1).jpg

 

Ecco il post riparazione:

manicotto cambio twinair (2).jpg

 

 

  • I Like! 2
  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
25 minuti fa, J-Gian scrive:

 

Aggiungo che purtroppo le rotture sono piuttosto frequenti e costose.

  

Oltre al modulo M-air, capita spesso venga letteralmente tornito il manicotto di scorrimento cuscinetto sulla campana del cambio. 

Ciò comporta sostituzione di: campana cambio; kit frizione; leva frizione; ultimo ma non meno costoso (anzi..) il sig. volano bimassa, che poi è l'origine del problema.

 

Ecco il guaio: 

manicotto cambio twinair (1).jpg

 

Ecco il post riparazione:

manicotto cambio twinair (2).jpg

 

 


Non sapevo di questo tipo di guasto, che ti porta via 1000/1500€ come ridere. Francamente come detto prima, è una tipologia di motore troppo delicato da dare non solo alle massaie, ma per la tipologia e costo dell'auto in generale. E vale anche per altre auto della concorrenza che adottino soluzioni spinte simili.

Se necessiti di una utilitaria cittadina, questa deve robusta ed economica. E il fire su questo è imbattibile.

Se poi non scatta, pazienza. Non è la tipologia di auto che deve scattare, anche perchè tutto il resto dell'auto non è fatto per quel lavoro. Dai dischi non ventilati (pezzenteria solo di fiat) alle gomme 175.

 

Se si necessita di un utlilizzo piu a lungo raggio, allora c'è (c'era) il multijet, o direttamente una segmento B.

Anche perchè con rotture un minimo serie dopo 6/7 anni, si rischia di superare il valore dell'auto...

Edited by Nico87
  • I Like! 2
  • Confused... 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quello che ho provato il TWIN-AiR lo prenderei senz'altro ....

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 5/4/2019 at 13:43, TonyH scrive:

Che poi, numeri alla mano (le prove) i 3 cilindri usciti assieme a parità di potenze non è che facessero meglio.

 

ma basti vedere il divario notevole di consumi che c' è tra golf 1.0 tsi 116cv e focus 1.0 ecoboost 125cv

la prima ha prestazioni migliori nonostante il consumo medio registrato sia sensibilmente inferiore con 17 vs 14.3 km/l

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, J-Gian scrive:

 

Aggiungo che purtroppo le rotture sono piuttosto frequenti e costose.

 

Oltre al modulo M-air, capita spesso venga letteralmente tornito il manicotto di scorrimento cuscinetto sulla campana del cambio.

Ciò comporta sostituzione di: campana cambio; kit frizione; leva frizione; ultimo ma non meno costoso 

 

Ma quelle con cambio a 6 marce sono esenti da questo problema?

Share this post


Link to post
Share on other sites




...... Dai dischi non ventilati (pezzenteria solo di fiat)......


Piccolo ot: se non son necessari a che pro metterli? Comunque mercedes classe a w169 1,5 benzina automatica NON ha i dischi ventilati.

☏ SM-A530F ☏

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, milalor scrive:


 

 


Piccolo ot: se non son necessari a che pro metterli? Comunque mercedes classe a w169 1,5 benzina automatica NON ha i dischi ventilati.

☏ SM-A530F ☏
 

 

 

Questa mi mancava. Se non altro, nella mercedes li hanno messi di buon diametro e anche dietro. Ciò non toglie sia comunque una pezzentata, anche perchè la differenza di costo è risibile.

Servono o no è molto relativo, nel senso che la macchina frena comunque. Però se inizi a fare strade di mantagna e relative discese non è difficile mandare in crisi i non ventilati, e li dice poco il motore montato. Vuoi per l'intercapedine che ventila, vuoi per la maggior massa da scaldare, coi ventilati, hai molta piu autonomia prima di vederli fumare.

Quando avevo la brava (non ventilati da 257mm/tamburi, soliti sottodimensionamenti della fiat che fu), piu di una volta sono arrivato in fondo col pedale spugnoso e una puzza di freni terribile, specie se stai dietro a quelli che vanno giu a lumaca e frenano ogni 10 secondi.

Su una macchina moderna (e neanche in motorizzazione base) me li aspetterei.



 

Share this post


Link to post
Share on other sites
 
No, nel senso che non entra a casa mia il segmento. Le auto per me o miei familiari partono dal segmento C, 4 dischi e 4 ruote indipendenti.

Dovessi proprio, una pandina twinair a metano non la disprezzerei.
Hai poco da stare allegro allora fra un po' dovrete partire dal D.

☏ LG-H870 ☏

  • Haha! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, milalor scrive:

Comunque mercedes classe a w169 1,5 benzina automatica NON ha i dischi ventilati.

una volta avevamo in casa proprio quel auto (solo con cambio manuale)

 

motore aspirato che raggiunge la potenza massima a 5200 giri potrebbe sembrare una buona cosa, così teoricamente spinge bene senza tirare i giri?

e invece no... l' auto aveva un peso assurdo per le dimensioni, il che causava consumi esagerati inoltre appena il motore era messo sotto carico al minimo tipo in partenza senza toccare l' acceleratore ecco che si spegneva di botto (letteralmente) appena scendeva di 50 giri sotto il minimo

però almeno di dischi ne aveva 4 anche se il freno a mano era osceno, nel senso che parcheggiando su una salita ripida era a malapena in grado di tenere ferma l' auto nonostante la leva tirata al massimo

 

8 ore fa, Nico87 scrive:

specie se stai dietro a quelli che vanno giu a lumaca e frenano ogni 10 secondi.

fai come faccio io, stai molto lontano da chi ti precede e sfrutti il freno motore

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, alfagtv scrive:

Ma quelle con cambio a 6 marce sono esenti da questo problema?

 

Su quelle a 6 marce non ho mai visti il problema 😉

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Beckervdo
      Nella primavera del 2018, Volvo Cars ha avviato un progetto pilota insieme a Taxi Gothenburg, che doveva gestire un centinaio di automobili, in primis la V90 con motori D3 e D4, alimentati con HVO100. Il tutto è andato così bene che Volvo ha annunciato in autunno che tutte le compagnie di taxi in Svezia potranno utilizzare il biodiesel rinnovabile nelle versioni D3, D4 e D5 del modello S90 e V90 dal 2018 in poi, così come il modello V60 dal 2019 in poi.
       
      Ora, sei mesi dopo, Volvo ha ricevuto un forte riconoscimento del fatto che l'HVO100 viene ben digerito dai suoi diesel. Pertanto, oggi annunciano che sarà disponibile anche per i conducenti di auto private la possibilità di rifornirsi con il Biodiesel rinnovabile l'HVO100.
       
      - Siamo soddisfatti dei buoni risultati del test con le flotte di taxi in Svezia. Pertanto, possiamo rilasciare liberamente il carburante HVO100 per i clienti privati e aziendali ", afferma Mats Andersson, Vicepresidente di Propulsion Power Systems di Volvo Cars.
       
      I modelli approvati per HVO100
      L'alimentazione con HVO100, tuttavia, non sono disponibili per tutti i modelli Volvo con motore diesel, ma solo per i modelli di auto su piattaforma SPA e CMA attualmente in produzione, ovvero XC90 dal 2015, S90, V90, V90 Cross Country dal 2016 in poi, XC60 dal 2017, V60, V60 Cross Country dal 2018 in poi e XC40 dal 2018 in poi. Le auto più vecchie con la stessa designazione del modello non devono essere riempite con HVO100.
       
      - Riteniamo molto positivo che ora possiamo offrire ai clienti che hanno un'auto Volvo con motore diesel tra i modelli attuali di poter rifornire di carburante un'alternativa senza fossili. Queste macchine hanno un sistema di alimentazione adattato alle caratteristiche leggermente diverse del carburante HVO100, afferma Mats Andersson.
       
      Emissioni più basse
      L'HVO100 omologato per il rifornimento di carburante deve essere classificato secondo lo standard europeo di carburante per il diesel paraffinico EN15940. 
      L'HVO100 riduce le emissioni di anidride carbonica dell'85-90 %. HVO, che sta per Hydatic Vegetable Oil, è anche incluso nel normale diesel ma in quantità notevolmente inferiore rispetto a HVO100 dove 100 rappresenta una quota del 100% di HVO.
       
      Via Teknikensvarld.se
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.