Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

Recommended Posts

Assieme alla nuova Clio, Renault ha presentato anche il sistema ibrido che equipaggerà alcuni dei futuri modelli, tra cui la Clio stessa, per l'appunto.

 

Le informazioni non sono ancora chiarissime, sappiamo che si tratta di un powertrain nuovo in cui trovano applicazione 150 brevetti. 

 

Come unità termica, abbiamo un 1.6 aspirato dalla potenza per ora ignota, abbinato ad una trasmissione automatica a 4 rapporti. Non è specificata la tipologia di cambio, ma da ciò che si è visto nei video, la configurazione sembra essere quella tipica di un robotizzato, ma privo di frizioni: le cambiate avverranno previo un meticoloso gioco di sincronismi e riduzione di coppia dei motori.

 

Perché solo 4 marce? Probabilmente perché verranno utilizzate principalmente in crociera, quindi rapporti equivalenti ad una 3a-4a-5a e 6a marcia. A bassa velocità, il movimento dovrebbe essere garantito da motore elettrico ad inserimento meccanico e 2 rapporti (frizione a denti dritti) che, qualora venga chiamato all'opera in movimento, subentra dopo una sincronizzazione con il resto della trasmissione.

 

Presente, sempre all'interno della trasmissione (quello più piccolo, in alto a sinistra), anche un generatore elettrico per caricare la batteria, fornire corrente al motore elettrico in alcune fasi, avviare il termico.

 

Secondo quanto asserito da Renault, il sistema  E-TECH Hybrid sarebbe in grado di garantire un funzionamento in modalità elettrica per l'80% delle percorrenze urbane, grazie anche ad una batteria HV da 1,2 kWh.

 

A proposito di batteria, su alcuni modelli arriveranno anche delle versioni Plug-in Hybrid, quindi con sistema di ricarica da presa elettrica, abbinate ad una batteria HV di capacità tale da permettere percorrenze dell'ordine di qualche decina di km in modalità puramente elettrica.

 

Aggiorneremo il messaggio quando arriveranno ulteriori informazioni.

 

renault e-tech hybrid 4 rapporti.png

 

renault e-tech hybrid 4 rapporti (1).PNG

 

 

 

 

  • I Like! 3
  • Thanks! 4
Link to post
Share on other sites
  • Replies 63
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Mi sono divertito a spulciare il brevetto, in francese Trascurando il motorino d'avviamento, ci sono quattro alberi: Albero secondario collegato in permanenza al differenziale

Assieme alla nuova Clio, Renault ha presentato anche il sistema ibrido che equipaggerà alcuni dei futuri modelli, tra cui la Clio stessa, per l'appunto.   Le informazioni non sono ancora chi

Posted Images

Sembra un sistema intelligente, economico e soprattutto leggero, anche se i dettagli sono troppo vaghi per dare un giudizio definitivo. Sono curioso di vederlo in azione.

L'unico parallelo che mi viene in mente sarebbe la Regera, dove perö il concetto é portato all'estremo ed il cambio é assente.

La teoria è quando si conosce il funzionamento di qualcosa ma quel qualcosa non funziona.

La pratica è quando tutto funziona ma non si sa come.

Spesso si finisce con il coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perché.

Link to post
Share on other sites
  • J-Gian changed the title to Renault E-TECH Hybrid: ibrido a 4 marce e senza frizioni
2 ore fa, superkappa125 scrive:

 L'unico parallelo che mi viene in mente sarebbe la Regera, dove perö il concetto é portato all'estremo ed il cambio é assente.

 

A me viene in mente questo, fino a bassa velocità: 

 

Sul Renault però, il termico collabora attivamente con la trazione già a velocità basse. I 4 rapporti dovrebbero poi evitare in tutto l'effetto scooter, almeno a velocità medie. Ipotizzo cambi marcia lenti (manca la frizione).

  • I Like! 4
Link to post
Share on other sites

Da quello che si è capito, rispetto ad una soluzione parallela "vecchio stile" come quella Hyundai Ioniq il motore elettrico di trazione non è più posto prima del cambio ma si sposta verso le ruote. Il generatore starter poi acquista maggiore dignità (e credo potenza), non più collegato con una cinghia ma azionato con un ingranaggio connesso all'albero.

Così il cambio (o almeno una parte di esso) si trova compreso all'interno di due motori elettrici che possono pilotare e sincronizzare gli innesti delle marce senza bisogno di frizioni.

 

 

  • I Like! 1
  • Thanks! 2
Link to post
Share on other sites
  A me viene in mente questo, fino a bassa velocità ...

Si legge di tutto e il contrario di tutto.

Cambio 4 marce, ma anche cambio DCT (doppia frizione senza frizioni a 4 marce?).

Funzionamento seriale e parallelo (mai visto un ibrido seriale, in tutto o in parte, con cambio a marce).

 

A me sembra un'architettura parallela evoluta. Con, come detto, lo spostamento del motore EV verso le ruote e un "consolidamento" dello starter/generatore. 

 

Di sicuro non è un CVT, quindi l'indipendenza tra il regime di rotazione del motore e quella delle ruote quando il termico trasmette meccanicamente potenza ad esse non è nei suoi obiettivi.

 

Se mai potesse funzionare anche in modo seriale, lo potrebbe solo in crawling o poco più, data l'esilità, che permane, dello starter/generatore.

 

In ogni caso è sbagliato confondere la risposta dei sistemi seriali con quella dei CVT. Il motore di trazione dei seriali è elettrico, con tutte le conseguenze del caso. E non è il rumore, contrariamente alle credenze di molti, a far girare le ruote.

 

  • Thanks! 1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Similar Content

    • By ercima
      Ciao a tutti, sto cercando da qualche tempo degli studi "seri" sull'impatto delle auto ibride, considerate per un uso extra-urbano.
       
      Il mio ragionamento è il seguente: molte presone (ad esempio me stesso) usano l'auto quasi esclusivamente su percorsi extra-urbani e autostradali, su cui il motore elettrico darà un contributo piccolo se non risibile. Il motore termico dovrà in questi casi portarsi dietro l'extra bagaglio del motore elettrico + annessi, aumentando i consumi rispetto ad un'auto equivalente non-ibrida. Anche ignorando questioni non prettamente legate ai consumi (ad esempio, inquinamento dovuto alla produzione delle batterie, ecc.) ci dev'essere un punto di equlibrio, un numero minimo di km con una certa combinazione urbano/extraurbano oltre a cui l'ibrida conviene (non mi riferisco ovviamente all'ammortamento del costo, restiamo sui consumi). Qualcuno conosce degli studi a riguardo? Mi sembra impossibile che si spinga tanto sulle ibride senza che vi siano vantaggi evidenti in loro favore, e vorrei capire meglio la questione.
       
      Per quanto riguarda i centri urbani, credo la questione sia molto diversa, con tutta una serie di altre problematiche (inquinamento/rumore/congestione/...) e credo non abbia nemmeno senso considerare troppo l'aspetto "consumi".
      Grazie!
    • By Cole_90
      Lexus ES si rinnova presentando un nuovo design dei fari anteriori e della Spindle Grille.
      Altre modifiche sono limitate ad un aggiornamento delle sospensioni posteriori, con nuovi bracci, e dell'impianto frenante adesso più performante.
      Debuttano le sospensioni adattive variabili sull'allestimento F-Sport.
      Dentro nuovi abbinamenti di materiali ed un nuovo schermo touch!
       
























       
      Press Release:
       
      Lexus Italia
       
       

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.