Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Recommended Posts

15 ore fa, indeciso88 scrive:

 

Quella me l'ero scordata, invece mi ricordo molto bene la Renault EZ-ultimo. Ripeto, sarà sicuramente come dite voi, ma tutto sto vantaggio ipotizzato dalla stampa è tenuto nascosto davvero molto bene 

 

Ci scordiamo sempre anche la partnership FCA-BMW-Mobileye (che è fra i principali produttori di sistemi ADAS) per lo sviluppo della guida autonoma. Secondo me è questo il progetto più importante nell'ottica della guida autonoma sui modelli del gruppozzo, penso che la partnership con Google sia stata fatta principalmente per avere accesso ad una grossa mole di dati da analizzare, e non è una cosa da poco, la flotta Waymo credo sia al momento la più grande al mondo.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se poi dovessero entrare anche Nissan-Mitsubishi la quota in mano al governo francese dovrebbe scendere attorno al 5% o meno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi comunque attenti a questii signori.

Al TG francese stasera hanno descritto FCA come ditta scadente(nonostante fatturi quasi il doppio) ma che dara l'accesso alla moderna e technologica Renault al mercato nordamericano. E poi alla fine dissero matrimonio alla pari non esiste...vedremo chi comandera davvero alla fine.

Spero che JE sia ben consigliato.

  • I Like! 5
  • Haha! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, gianni scrive:

Ragazzi comunque attenti a questii signori.

Al TG francese stasera hanno descritto FCA come ditta scadente(nonostante fatturi quasi il doppio) ma che dara l'accesso alla moderna e technologica Renault al mercato nordamericano. E poi alla fine dissero matrimonio alla pari non esiste...vedremo chi comandera davvero alla fine.

Spero che JE sia ben consigliato.

 

Concordo su tutta la linea. Mai fidarsi di questi simpaticoni, gli acquisti predatori nei nostri confronti e il trattamento ricevuto per STX gridano vendetta. A rafforzare l'idea lascio qui due articoli (uno è solo un pezzo ma già il titolo è indicativo)

https://www.lemonde.fr/economie/article/2019/06/02/renault-fca-l-etat-francais-ne-veut-pas-laisser-dicter-les-termes-de-la-fusion-par-les-agnelli_5470507_3234.html

 

https://www.lesechos.fr/industrie-services/automobile/fusion-avec-fiat-chrysler-lavenir-de-renault-se-joue-dans-les-tous-prochains-jours-1025808

 

Ho avuto modo di scambiare a volte delle battute con qualche mio professore e nessuno era riuscito a lavorare bene insieme ai francesi per i soliti motivi: arroganza, prepotenza, egocentrismo 

O si ottiene il comando de facto o è meglio fuggire subito.

Quanto vorrei che ci fosse ancora Sergio..

  • I Like! 6

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, gianni scrive:

 

Spero che JE sia ben consigliato.

Dal suo punto di vista non solo questa è la soluzione ideale, ma è coerente con quanto fatto negli ultimi dieci anni. Alla fine a me pare anche un'intuizione lungimirante e gli do atto di averla avuta prima di tutti gli altri.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Ross 9 said:

 

Concordo su tutta la linea. Mai fidarsi di questi simpaticoni, gli acquisti predatori nei nostri confronti e il trattamento ricevuto per STX gridano vendetta. A rafforzare l'idea lascio qui due articoli (uno è solo un pezzo ma già il titolo è indicativo)

https://www.lemonde.fr/economie/article/2019/06/02/renault-fca-l-etat-francais-ne-veut-pas-laisser-dicter-les-termes-de-la-fusion-par-les-agnelli_5470507_3234.html

 

https://www.lesechos.fr/industrie-services/automobile/fusion-avec-fiat-chrysler-lavenir-de-renault-se-joue-dans-les-tous-prochains-jours-1025808

 

Ho avuto modo di scambiare a volte delle battute con qualche mio professore e nessuno era riuscito a lavorare bene insieme ai francesi per i soliti motivi: arroganza, prepotenza, egocentrismo 

O si ottiene il comando de facto o è meglio fuggire subito.

Quanto vorrei che ci fosse ancora Sergio..

Dagli articoli sembra che abbiano seriamente paura che la fusione sia di fatto un acquisizione mascherata e che alla lunga gli agnelli vorranno tutto, quindi invocano lo stato a garanzia delle pretese di Elkan di accettare in tempi rapidi e senza modifiche l’accordo ... occhio ai francesi, sono dei gran.....

  • I Like! 4

Non ti curar di loro, ma sgomma e sorpassa....

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ross 9 scrive:

Ho avuto modo di scambiare a volte delle battute con qualche mio professore e nessuno era riuscito a lavorare bene insieme ai francesi per i soliti motivi: arroganza, prepotenza, egocentrismo 

O si ottiene il comando de facto o è meglio fuggire subito.

Quanto vorrei che ci fosse ancora Sergio..

Concordo su tutto

Ci vivo, ci ho studiato,  e menomale che non ci lavoro con loro :-) 

So di cosa parlo purtroppo

 

Per quel che riguarda Sergio ancora piu d'accordo con te

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

JE non è sicuramente Sergio ma se ha in mano l'impero Agnelli vorrà pur dire qualcosa. Ha vissuto insieme a lui per più di dieci anni e ritengo abbia imparato qualcosa, anche perchè affiancato da Gabetti e altre figure storiche del mondo Fiat

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, legacy92 scrive:

JE non è sicuramente Sergio ma se ha in mano l'impero Agnelli vorrà pur dire qualcosa. Ha vissuto insieme a lui per più di dieci anni e ritengo abbia imparato qualcosa, anche perchè affiancato da Gabetti e altre figure storiche del mondo Fiat

Speriamo bene...comunque sui due articoli riportati da Ross9 lo stato francese sembra abbastanza incavolato per l'ultimatum posto da JE ("offerta da prendere o lasciare")

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, gianni scrive:

Speriamo bene...comunque sui due articoli riportati da Ross9 lo stato francese sembra abbastanza incavolato per l'ultimatum posto da JE ("offerta da prendere o lasciare")

Bah in realtà Le Maire (che conosce bene la vicenda Ghosn e che invito a leggere qui: https://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2019-05-30/fca-renault-ecco-chi-decide-nissan--222833.shtml?uuid=ACp5wlK ) si è espresso completamente a favore di questa operazione. Ricordiamoci che lo stato è praticamente l'unico azionista di riferimento di Renault e sa bene che, senza FCA, Nissan potrebbe ribaltare i rapporti di forza nell'alleanza o addirittura mollarla del tutto e lasciare Renault completamente isolata, visto che anche Daimler pareva intenzionata a tagliare i rapporti. Resterebbe l'unico gruppo europeo isolato dal resto del mondo e con dimensioni microscopiche per le sfide future. Inoltre la sua tecnologia elettrica faticherebbe a spalmarla sui suoi marchi: Lada, Dacia e la parte di Renault fuori dall'europa sono marchi rivolti a mercati di paesi poveri che adotteranno le motorizzazioni elettriche per ultimi. A mio parere lo stato vuole solo sorvegliare maggiormente la situazione occupazionale in Francia, viste le ultime vicende di General Electric e Ford. Non credo voglia far saltare tutto.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Similar Content

    • By Pandino
      Press release:
       
       
      RENAULT 

       
       
      Ecco la rinnovata Clio, modificata nel frontale e nella fanaleria. Decisamente meglio, imho.
       
       
    • By v13
      500 1.0 microibrida, esemplare noleggio, 6000 km all'attivo
      versione: credo una Lounge o similare con clima auto, tetto panoramico, cruise, strumentazione analogica, cerchi lega 15 (quelli a raggi, bruttarelli).
      Per il resto la 500 la conoscete tutti, una buona segmento A, con qualità percepita alta e qualità reale più che discreta, anche se c'era un clamoroso errore di montaggio del sottoplancia a sinistra del volante. Quindi mi concentro solo sulla parte inedita, il gruppo motore-cambio.
       
      PRO
       
      - consumi
      su 200 e passa km (di cui poca città, un po' di autostrada a 110km/h e un po' di tangenziale, 70% statale a tratti scorrevole, a tratti lenta) il computer di bordo segnala 4,3 l/100km. Guida attenta, ma normale, con non infrequenti puntate oltre i 3000 giri. Fatto il pieno il cdb mi è sembrato piuttosto accurato, decimo più, decimo meno.
       
      - cambio
      eccezionale! Secco ma gradevole, con corsa ragionevolmente corta. davvero eccellente per una segmento A, ma anche per una B o C.
      E meno male che è gradevole da usare, perché, come vedremo, ce n'è davvero bisogno
      Rapporti corti: qui c'era stato qualche dubbio sulla rapportatura, ma confermo che i 3600 giri a 130 km/h. In prima e seconda anche con una guida dolce si finisce sempre per cambiare sui 3000 giri.
       
      Motore:
      in sé e per sé non sembra male. Non vibra assolutamente mai e, pur senza avere la verve nel prendere giri del 3L VW o del Ford, arriva in fretta ai 5000 giri, poi si siede un po'. Su questo fa un po' meglio degli ultimi 1.2 Fire.
      Il problema è che gli manca coppia e si sente. Sotto i 2000 giri fa fatica e in realtà per tenere il ritmo del traffico bisogna tenerlo sempre fra i 2500 e i 3500. Se poi si vuole un minimo di brillantezza si devono usare le marce basse e tirarle fino e oltre i 4500 giri. Come detto, sia il cambio, sia il motore assecondano senza problemi. A occhio, però, i consumi risentono abbastanza dello stile di guida.
       
      La 6ª marcia è utile e confortevole, ma va usata sempre oltre i 2000-2500 giri ed esclusivamente in pianura. Al minimo falsopiano o salita, di default bisogna scalare in 5ª per non perdere velocità. Per guadagnare velocità, invece, va scalato in 4ª. Sono frequenti i passaggi 4ª-6ª, e in uscita da caselli o rotonde su statale anche i passaggi da 3ª a 5000 giri a 6ª.
       
      Il motore è piuttosto silenzioso. Non fa rumore da tricilindrico da fermo, ma non ha neanche quel rumore quasi da 6 cilindri (si fa per dire ) ad alti regimi, come i concorrenti PSA, Ford o VW. Ho notato una rombosità cupa ai 2000 e soprattutto ai 2500 giri frutto di qualche risonanza.
      L'unico vero problema è che ho notato incertezze ai bassi regimi, sia a caldo che a freddo, e solo con poco carico di acceleratore. Schiacciando oltre la metà nessun problema.
       
      Il Ford 1.1 85CV guidato su Fiesta mi era sembrato più potente, rotondo e gradevole. Il 1.2 82CV su C3 molto più vibrante, ma con più coppia in basso (ma con un cambio da denuncia). Il VW 70CV guidato su Polo precedente mi sembrò molto simile in tutto.
       
      Comportamento del microibrido:
      Fondamentalmente non si nota nulla.
      Nella strumentazione analogica (molto carina, ma davvero poco leggibile) l'indicazione della temperatura del refrigerante è sostituita dall'indicazione di carica della batteria. E qui si vede che la batteria si scarica e ricarica continuamente, segno che viene usata a tutte le velocità. C'è una spia quando la batteria si sta caricando.
      Interessante la ricarica da freno motore, che è così intensa che permette di rallentare spesso senza toccare i freni. All'inizio del rilascio è quasi inavvertibile ma se il rilascio prosegue, allora si fa molto deciso il recupero. Sotto i 1500 giri il freno motore comincia a perdere intensità e il computer suggerisce di scalare.
      Il cosiddetto "veleggio" sotto i 30 km/h è in realtà una specie di start & stop evoluto e devo dire che funziona davvero molto bene. Appena ci si fa l'abitudine si usa sempre.
       
      In definitiva, il comportamento è quello di un 3 cilindri aspirato moderno. Moscio è moscio, al limite del sottomotorizzato, ma se vi ritrovate in uno di questi profili:
      1) vi piace guidare
      2) hai imparato con gli aspirati del secolo scorso
      3) hai imparato bestemmiando con una Panda 750 fire, con la sua miscela magra a freddo e il suo cambio scorbutico,
       
      ...beh, allora ci farete subito la mano.
      Chi invece venisse da un turbo o da un'elettrica o ibrida rimarrà probabilmente traumatizzato.
    • By Pandino
      FB
       
      Inizia a muovere i primi passi la quarta generazione del Ducato (e compagnia bella), attesa nel 2020.
       
      @Aymaro ne sai qualcosa?


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.