Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
  • 0
gabbiano64

Bolle l'acqua del radiatore solo dopo molto tempo (circa 100 km di percorrenza)

Question

Buongiorno a tutti, sono nuovo in questo forum. Vi chiedo aiuto per capire la migliore azione da intraprendere per risolvere un problema urgente e controverso. Dopo aver bruciato la testata, ho sostituito il motore della mia fiat palio 1.6 16 v , con uno stesso modello, ( 178B3000 ) riciclato ma garantito preso presso un autodemolitore specializzato in motri ricondizionati (GARAGE 1 in via metauro35 a Fermignano (PU)) . lo ho pagato 600 euro e mi è stato garantito che era un motore particolarmente buono che per strani motivi aveva fatto solo 86000 km da nuovo.  Mi viene dato da questo fornitore, con la garanzia di un anno.  Dopo che un altro meccanico me lo ha istallato (ho fatto mettere nuovi tutti i paraoli e le cinghie servizi e distribuzione) ho notato subito che il refrigerante (liquido  rosso) cresceva da solo nella vascetta di espansione dopo pochi km, mettendo quindi la vaschetta in pressione, ma fatto subito notare, mi è stato detto che è normale. Notavo anche che a macchina fredda il livello tornava a diminuire fino al livello ottimale indicato in vaschetta. Finche ho fatto i primi 200 km per brevi tratte tutto bene,  poi dopo un viaggio di oltre 800 km ho trovato una grossa perdita di liquido refrigerante colare dal tappo della vaschetta che pure era serrato ed in pressione. Stappato ho notato che a cicli,  buttava fuori liquido , come se salisero dal basso bolle di aria (o vapor acqueo). Di fronte ai miei occhi ho visto buttar fuori oltre un litro di liquido, per poi appena freddo, ritirare tutto il liquido della vaschetta. Ho verificato che  altre parti del circuito non perdessero (niente perdite) e ho rabboccato con normale acqua. Ripartito , ho controllato dopo 5 km tutto bene, dopo 10 km  di nuovo è salito il livello in vaschetta ma nessuna perdita. dopo 15 km  ho stappato la vaschetta e di nuovo ha buttato fuori molta acqua per poi ritirare tutto e altro mezzo litro aggiunto da me appena freddo. Durante tutto questo la lancetta della temperatura sul cruscotto è rimasta nella norma oscillando tra 1/2 teperatura e 4/5 della scala, sempre comunque molto sotto la soglia critica. Tuttavia questa lancetta, prende la temperatura dal bulbo radiatore (credo) che sta ad 1/3 dell'altezza del radiatore. Arrivato a casa con continue soste e rabbocchi, essendo sabato e avendo chiusi i meccanici, ho fatto un lavaggio completo del circuito refrigerante , mettendo la canna dell'acqua nella vaschetta di espansione aperta e deviando il tubo del riciclo che arriva dal termostato sul motore in un secchio. Ho notato la presenza di turafalle nel liquido iniziale, ma ho insistito con il motore al minimo fino a che l'acqua è divenuta totalmente limpida. Io sospetto che sia un problema alla valvola termostatica ma prima di altri smontaggi vorrei sentire il parere di altri più esperti di me. Mi rivolgo a voi Perche ho motivo di dubitare del parere del meccanico che ha installato il motore (perche tutto quel turafalle? e perche non mi ha detto nulla, visto che gli avevo fornito perfino un rafiatore nuovo da installare per prudenza?).

Confrontarmi per me è molto importante e vi ringrazio tutti in anticipo di darmene modo.

in allegato un immagine del circuito di raffreddamento della mia auto.

Ermanno Cavallini

circuito di raffreddamento.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Recommended Posts

  • 0
Posted (edited)

Ipotizzo:

gas di scarico provenienti dalla camera di combustione.

 

Spero di no, ma molto probabilmente, è un "problema" alla guarnizione della testata.

Edited by Damynavy
  • I Like! 1
  • Wow! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
Posted (edited)

Non credo che questo sia il problema ma per il circuito di refrigerazione non va mai messa l'acqua di rubinetto/bottiglia : )

Edited by gate
  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
Posted (edited)

Sembra un problema di aria nell'impianto. Poi bisogna vedere se aria residua di spurgo o gas di scarico. Ma visto che ora hai svuotato e ririempito e spero spurgato correttamente, si può valutare se ci siano problemi.

Ventola funziona correttamente? Già il fatto che la temperatura salga oltre la metà, è indice di guasto.

Inizierei dal termostato, che costa poco ed è un probabile indiziato, specie se hai tenuto il vecchio o quello già sul motore.

Poi la attaccherei in diagnosi, controllando che temperatura legge la centralina motore (potrebbero essere due bulbi separati, o con contatti separati come ad esempio nella brava) per verificare se viene rilevata correttamente e di conseguenza ne pilota correttamente la ventola. Mi pare che la sensoristica dipenda dal fatto che sia climatizzata o meno.
Controlla anche il resistore che fa la prima velocità sulla ventola. A volte si brucia e non fa partire la ventola alla 1 velocità ma salta alla seconda con un certo ritardo che può far salire la temperatura.

Edited by Nico87
  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
2 ore fa, gate scrive:

Non credo che questo sia il problema ma per il circuito di refrigerazione non va mai messa l'acqua di rubinetto/bottiglia : )

Questo è vero per marciarci, ma non per fare un lavaggio del circuito, a cui anzi è bene aggiungere un terzo di  comune aceto di vino bianco (meglio se industriale) in funzione togli calcare. L'importante è dopo il lavaggio , scaricare tutto, lavare di nuovo e poi ricaricare con liquido per radiatori (nel mio caso rosso vista la prevalenza di parti in alluminio.

lavaggio circuito refrigerante_ridotto.jpg

1 ora fa, Nico87 scrive:

Sembra un problema di aria nell'impianto. Poi bisogna vedere se aria residua di spurgo o gas di scarico. Ma visto che ora hai svuotato e ririempito e spero spurgato correttamente, si può valutare se ci siano problemi.

Ventola funziona correttamente? Già il fatto che la temperatura salga oltre la metà, è indice di guasto.

Inizierei dal termostato, che costa poco ed è un probabile indiziato, specie se hai tenuto il vecchio o quello già sul motore.

Poi la attaccherei in diagnosi, controllando che temperatura legge la centralina motore (potrebbero essere due bulbi separati, o con contatti separati come ad esempio nella brava) per verificare se viene rilevata correttamente e di conseguenza ne pilota correttamente la ventola. Mi pare che la sensoristica dipenda dal fatto che sia climatizzata o meno.
Controlla anche il resistore che fa la prima velocità sulla ventola. A volte si brucia e non fa partire la ventola alla 1 velocità ma salta alla seconda con un certo ritardo che può far salire la temperatura.

certo ho o fatto lo spurgo dell'aria. per la temperatura quanto salga dipende dal tipo di motore e di strumento che hai nell'auto, metto in allegato la foto dellle temperature caratteristiche indicato dal manuale di offina che ho reperito (purtroppo solo in spagnolo) .

temperature di esercizio.jpg

AGGIORNAMENTO : Oggi ho comperato ad una parafarmacia una bustina da 20 prove per il HP (costo 2,5 euro) , le ho utilizzate per provare se ci sono gas incombusti  dentro il circuito di raffreddamento.

Come prima prova ho testato la norma le acqua del rubinetto prima di inserirla nel circuito refrigerante, risultato cartina verde (PH 7).

Come secona operazione ho messo la stessa acua nel circuito di raffreddamento precedentemente svuotato e ho fatto girare il motore al minimo per circa 5 minuti a tappo vaschetta aperto, spurgando anche il circuito. Ho provato di nuovo il ph che è risultato sostanzialmente invariato (ancora ph 7)

Come terza fase ho chiuso il tappo della vascetta del refrigerante rispettando il livello consigliato e facendo girare il motore per circa 25 minuti con diversi cambi di regime motore (con puntate fino a  4500 giri). Poi ho fermato il motore stappato e misurato di nuovo il ph che è risultato di un vede appena appena piu chiaro, sempre comunque lontano dal giallo (ph 5-6) caratteristico della presenza di anidride carbonica.

Attendo comunque l'apposito test professionale per auto che mi arrivera solo dopo il 4 agosto, ma posso gia dire con buona approssimazione che la guarnizione di testa non perde.  Posso passare a intervenire sulla valvola termostatica.

Vi terrò informati circa l'evolversi dell'analisi e della soluzione del problema.

sotto a questo post in foto il ph dell'acqua prima di inserirla nel circuito.

misurazione ph acqua rubinetto.jpg

qui in foto la misurazione del ph dopo 4 minuti di funzionamento al minimo e con tappo aperto  (non in pressione)

ph dopo 5 miunti motore acceso al minimo_ridotto.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

qui in foto la prova del ph dopo  25 minuti di funzionamento a vari regimi motore e con tappo chiuso (circuito in pressione)

ph popo 20 minuti di funzionamento_ridotta.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
Posted (edited)

i test che ho fatto hanno solo valore preliminare, poi ripeterò il test appena mi arriva il kit apposito che ho ordinato che tiene conto anche della pressione. Pressione che raggiunge un punto di equilibrio , che varia leggermente a secondo anche del regime di funzionamento del motore ( piu giri piu calore, piu espansione del liquido) e anche del vento relativo che attaversa il radiatore asportando calore.

Da un punto di vista piu pratico e immediato però, ho raggiunto il mio obbiettivo immediato, e cioè decidere se passare o meno a concentrarmi sulla valvola termostatica.

Il mio intento è di risolvere col miglior rapporto soldi spesi/risultati ottenuti, ragionando e imparando, ovviamente dedicando tempo . condizione ormai comune per una classe media che aimè, si sta sempre più impoverendo, ed è costretta come me a utilizzare ancora vecchie auto esposte a un continuo numero di inconvenienti, appunto perche datate. in foto le tre prove del ph da  sinistra a destra prima, durante  e dopo il testt di 25 minuti di funzionamento a vari regimi simulante circa una percorrena mista di 25 km (aggravata dalla mancanza di vento sul radiatore). Spero cher la mia esperienza possa essere utile anche ad altri nella mia stessa condizione.

3 orove phh prima durante e dopo_ridotto.jpg

Edited by gabbiano64

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Vedo che è come la Brava e le altre vetture fiat dell'epoca.

Vettura Climatizzata, accensione ventola a 2 velocità programmata da centralina motore; versione senza climatizzatore ventola monovelocità comandata da bulbo.

La tua è una versione climatizzata o no?

La ventola parte correttamente alla prima e seconda velocità con motore al minimo prima che la temperatura salga oltre la metà scala, o ci sono problemi?

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Dopo la verifica della mancanza di CO2 nel refrigerante sono passato a smontare la valvola termostatica, che vi allego in foto . Ho cercato presso un ricambista ufficiale Fiat il pezzo di ricambio , ma perfino sul sistema ufficiale fiat risultava una diversa termostatica con uno ivece che due alloggi per termocoppie. il ricambista costernato mi ha proposto di forare io e filettare il secondo alloggiamento, ma io ho rifiutato.

Mi sono rivolto online dove ho trovato una grande varietà tutte indicate teoricamente per la mia auto  ma in realtà diverse, allora ho cercato sul pezzo orifinale marca e modello e ho trovato BEHR 48523733 , da questo ho capito che si trattava di un codice OEM  e con questo ho ordinato la parte che nella mia percezione aveva il miglio rapporto qualità/prezzo  che è il seguente :  https://www.auto-doc.it/magneti-marelli/7485555 .

Rimane il mistero di come mai sulla documentazione ufficiale fiat odierna non risulti , mentre invece risulta in un manuale di officina Fiat in spagnolo del 1997 che ho reperito on line.

Qualcuno sa darmi maggiori chiarimenti?

A proposito allego la foto della parte appena smontata. considerando che avevo appena fatto un lavaggio interno non mi sembra in buone condizioni e in effetti la ho trovata in posizione chiusa , anche se in effetti questo a freddo è normale.

valvola termostatica appena smontata.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
5 ore fa, Nico87 scrive:

Vedo che è come la Brava e le altre vetture fiat dell'epoca.

Vettura Climatizzata, accensione ventola a 2 velocità programmata da centralina motore; versione senza climatizzatore ventola monovelocità comandata da bulbo.

La tua è una versione climatizzata o no?

La ventola parte correttamente alla prima e seconda velocità con motore al minimo prima che la temperatura salga oltre la metà scala, o ci sono problemi?

Si in effetti Nico87 è climatizzata, anche se comincio a sospettare che la valvola termostatica non fosse quella originale, infatti nello smontaggio  ho trovato distanziali e rondelle in quantità. sembra che i prigionieri nel motore fossero molto lunghi.

termostatica con termocoppie.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
2 ore fa, gabbiano64 scrive:

Dopo la verifica della mancanza di CO2 nel refrigerante sono passato a smontare la valvola termostatica, che vi allego in foto . Ho cercato presso un ricambista ufficiale Fiat il pezzo di ricambio , ma perfino sul sistema ufficiale fiat risultava una diversa termostatica con uno ivece che due alloggi per termocoppie. il ricambista costernato mi ha proposto di forare io e filettare il secondo alloggiamento, ma io ho rifiutato.

Mi sono rivolto online dove ho trovato una grande varietà tutte indicate teoricamente per la mia auto  ma in realtà diverse, allora ho cercato sul pezzo orifinale marca e modello e ho trovato BEHR 48523733 , da questo ho capito che si trattava di un codice OEM  e con questo ho ordinato la parte che nella mia percezione aveva il miglio rapporto qualità/prezzo  che è il seguente :  https://www.auto-doc.it/magneti-marelli/7485555 .

Rimane il mistero di come mai sulla documentazione ufficiale fiat odierna non risulti , mentre invece risulta in un manuale di officina Fiat in spagnolo del 1997 che ho reperito on line.

Qualcuno sa darmi maggiori chiarimenti?

A proposito allego la foto della parte appena smontata. considerando che avevo appena fatto un lavaggio interno non mi sembra in buone condizioni e in effetti la ho trovata in posizione chiusa , anche se in effetti questo a freddo è normale.

valvola termostatica appena smontata.jpg


Cambia ricambista, nell'EPER è chiaramente riportato correttamente quello che ti occorre:

palio.thumb.png.836660797cb96164e3ea7b3948eeee80.png

Nello specifico si vede come il pezzo con codice evidenziato e antemodifica 3343 porti con se poco piu in basso due trasmettitori, il rosso e il giallo che tu hai.
Nella modifica D3343 è stato modificato il pezzo necessitando di un solo trasmettitore grigio e di conseguenza il pezzo non ha due fori.

Se il motore che monti ha un numero precedente lo 0060933 allora necessiti di ricambio 46523733 con due fori. Altrimenti il 46522664.
Il fatto che l'esploso sia unico e non molto chiaro, non significa che i due termostati siano identici.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.