Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

Recommended Posts

Cita

Meno Binotto più Mekies

Tra quattro giorni la scuderia di Maranello rivelerà i propri quadri tecnici: nessuna sorpresa all'orizzonte

Ritocchi e non rivoluzioni alla base dell’organigramma Ferrari 2021, stando alle ultime indiscrezioni provenienti da Maranello. Gli uomini dovrebbero restare gli stessi della passata stagione, con una distribuzione delle responsabilità leggermente differente rispetto al recente passato. Una settimana fa Alberto Antonini, dalle colonne di FormulaPassion.it, aveva riportato che “il nuovo organigramma potrebbe – e sottolineo potrebbe – riqualificare figure professionali già note al muretto, come Laurent Mekies e Iñaki Rueda, magari promuovendo il primo a un ruolo che affranchi Mattia Binotto da alcune mansioni e affidando al finora stratega altri compiti di carattere sportivo. Se così fosse, si tratterebbe comunque di un rimpasto, del genere a cui ci ha abituato in questi giorni (anzi, in questi anni) la politica“.

Tesi che trova riscontro anche nelle parole di Leo Turrini, su quotidiano.net: “Mattia Binotto ha già fatto sapere che sarà meno presente in pista. La cosa viene motivata con la necessità di seguire “in casa” lo sviluppo tecnico, con proiezione sul mitico progetto del 2022. Boh. Ciò significa che, nel paddock, a governare le cose Rosse sarà, non di rado, il francese Laurent Mekies. Che non a caso ha già dirottato sullo spagnolo Rueda le mansioni di direttore sportivo, insomma l’attenzione ai regolamenti sportivi”.

Già nel 2020 Mattia Binotto aveva lasciato la plancia di comando a Laurent Mekies nelle gare della Turchia, Abu Dhabi e Bahrain. Verranno confermati come responsabile degli ingegneri Matteo Togninalli, al telaio Enrico Cardile, all’aerodinamica David Sanchez, con Fabio Montecchi chief project engineer ed Enrico Gualtieri ancora a guidare lo sviluppo della power unit del Cavallino Rampante. Riccardo Adami (a lungo con Sebastian Vettel) diventerà l’ingegnere di macchina di Carlos Sainz. A seguire Charles Leclerc sarà lo spagnolo Xavier Marcos Padros.

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/ferrari-2021-organigramma-meno-binotto-piu-mekies-leclerc-sainz-ingegneri-550788.html

 

30 minuti fa, kire_06 scrive:

Arabia Saudita? Mi son perso qualcosa? Dove vogliono correre? Spero non un cittadino...

 

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 2.1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ma scusate, avevate dubbi su chi comanda?   MB può fare quel cavolo che vuole, può modificare lo sterzo (contor il regolamento) e comunque dimostra che può farlo poiché il suo sistema è lega

Hanno barato? ufficialmente no, sono stati bravi a scovare zone grigie ma più di tutto sono stati molto bravi a giustificarle, ma, che ci sia una diversità di trattamenti, è anche abbastanza palese, e

Chissà, fra processi, appelli e patti non firmati, forse è la volta buona che dopo il 2021 la Mercedes si leva dalle palle. Fino a non molto tempo fa pensavo "speriamo che non si ritirino, voglio

Posted Images

Polmone, cuore e fegato

 

Riporto un articolo di Antonini che mette un definitivo semaforo verde a tutte le indiscrezioni circolate sul nuovo motore Ferrari.

 

Cita

"Ferrari aveva lavorato molto su certi aspetti specifici della parte ibrida e dell’alimentazione. La stretta interpretativa ha tolto la possibilità di ulteriori sviluppi e, probabilmente, i motoristi di Maranello si sono resi conto che sugli altri aspetti, quelli sfruttati dagli avversari, c’era una cultura da ricostruire."

[...]

"... in Ferrari, e presso i fornitori Ferrari, si lavora già da un po’ a una nuova Power Unit da usare l’anno prossimo per arrivare al Grande Freddo, ovvero al congelamento, con un motore dignitoso. Questo motore, a quanto pare, riprende alcuni concetti tipici della Mercedes: non tanto nel cuore, ma nei polmoni. Si chiamano proprio così, polmoni, i vari cassoncini di aspirazione attraverso i quali il V6, appunto, respira. Un sistema molto complesso che deve tener conto delle dinamiche del turbo (il quale potrebbe restare in blocco con il compressore) e della funzionalità a ogni regime"

 

La parte che più mi ha abbattuto non è tanto la conferma di non aspettarsi miracoli a livello di PU per quest'anno, quanto il ripiegamento definitivo della Ferrari sui concetti Mercedes, come unica strada lecita e percorribile per risalire la china.

A questo punto mi chiedo cosa possa invogliare un motorista a buttare milioni e milioni in una competizione tecnologica, senza nemmeno poterci mettere la firma, né poter sperimentare le proprie idee, né tantomeno poterne avere un ritorno, ma soltanto con la speranza che la copia venga meglio dell'originale.

Difatti se lo sono chiesto anche alla Honda...

 

Io quando nel 2015, dopo un anno da incubo, ho visto la nuova monoposto lasciarsi dietro le Red Bull, le Renault, e mettere nel mirino le Mercedes, vincendo addirittura la seconda gara, mi sono esaltato, ho nutrito la speranza che la tecnologia Mercedes potesse essere battuta grazie all'ingegno, al genio, e anche alle famose zone grigie che sono la terra promessa di tutti gli sport motoristici, quel luogo incantato in cui si possono ribaltare anche le situazioni più disperate. Così come stava effettivamente accadendo, con Hamilton a Monza 2019 che sentenziava "I need more power".

E' stato bello anche solo averci provato...

Edited by Yakamoz
  • I Like! 5

Senza_titolo_3.jpg

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Yakamoz scrive:

La parte che più mi ha abbattuto non è tanto la conferma di non aspettarsi miracoli a livello di PU per quest'anno, quanto il ripiegamento definitivo della Ferrari sui concetti Mercedes, come unica strada lecita e percorribile per risalire la china.

 

Quando è il regolamento che viene "disegnato" su un concorrente e non viceversa non vedo alternative.......

  • I Like! 2

Ferrari312PB_1971.jpg.1cf71fc6f3663f43347213b447c4cc6c.jpg "A Ferrari is a scaled down version of god while a Porsche is a Beetle with mustard up its bottom." J.Clarkson

Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Yakamoz scrive:

Polmone, cuore e fegato

 

Riporto un articolo di Antonini che mette un definitivo semaforo verde a tutte le indiscrezioni circolate sul nuovo motore Ferrari.

 

 

La parte che più mi ha abbattuto non è tanto la conferma di non aspettarsi miracoli a livello di PU per quest'anno, quanto il ripiegamento definitivo della Ferrari sui concetti Mercedes, come unica strada lecita e percorribile per risalire la china.

A questo punto mi chiedo cosa possa invogliare un motorista a buttare milioni e milioni in una competizione tecnologica, senza nemmeno poterci mettere la firma, né poter sperimentare le proprie idee, né tantomeno poterne avere un ritorno, ma soltanto con la speranza che la copia venga meglio dell'originale.

Difatti se lo sono chiesto anche alla Honda...

 

Io quando nel 2015, dopo un anno da incubo, ho visto la nuova monoposto lasciarsi dietro le Red Bull, le Renault, e mettere nel mirino le Mercedes, vincendo addirittura la seconda gara, mi sono esaltato, ho nutrito la speranza che la tecnologia Mercedes potesse essere battuta grazie all'ingegno, al genio, e anche alle famose zone grigie che sono la terra promessa di tutti gli sport motoristici, quel luogo incantato in cui si possono ribaltare anche le situazioni più disperate. Così come stava effettivamente accadendo, con Hamilton a Monza 2019 che sentenziava "I need more power".

E' stato bello anche solo averci provato...

 

Hai fotografato perfettamente la situazione, nonché la mia depressione. La mia passione per la F1 mi sembra un ricordo lontanissimo, quasi un sogno. Sinceramente se non fosse per Leclerc, avrei già smesso di guardare i GP.

  • I Like! 2

Schermata 2021-05-22 alle 10.10.43.png

Link to post
Share on other sites

Quello che non capisco è perché la F1 debba essere schiava del sistema Inglese e di queste inutili PU.
Son dei barconi, non esaltano nessuno, fanno un rumore da schifo.
La cosa buffa è che sul canale ufficiale della F1 postano video d'annata e i commenti son tutti all'unanimità su quanto erano fighe le vecchie F1 e i loro sound.
Pure io nel mio piccolo mi godo di più sulla PS4 quando ho gli eventi con le F1 aspirate rispetto al resto della carriera.
Possibile che non esista una via di mezzo tra queste PU e i vecchi aspirati?

  • I Like! 1
Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Gabri Magnussen scrive:

Quello che non capisco è perché la F1 debba essere schiava del sistema Inglese e di queste inutili PU.
Son dei barconi, non esaltano nessuno, fanno un rumore da schifo.
La cosa buffa è che sul canale ufficiale della F1 postano video d'annata e i commenti son tutti all'unanimità su quanto erano fighe le vecchie F1 e i loro sound.
Pure io nel mio piccolo mi godo di più sulla PS4 quando ho gli eventi con le F1 aspirate rispetto al resto della carriera.
Possibile che non esista una via di mezzo tra queste PU e i vecchi aspirati?

 

Tengano anche questi motori, con tutto quello che li hanno pagati. Ma allora, se ci credono, li facciano andare liberi, via i flussometri, via i colli di bottiglia, via tutto quello che impedisce una qualche diversificazione.

È davvero un grave problema di costi se invece di durare 8 gare li fanno che ne durano 6?

Dei motori come questi potrebbero sprigionare potenze mostruose, decidano una volta per tutte se il loro obiettivo principale è il risparmio dei costi (e allora optino per motori più semplici) oppure l’ambiente (quindi sarebbe un controsenso congelare lo sviluppo)...

  • I Like! 7

Senza_titolo_3.jpg

Link to post
Share on other sites
Cita

Elkann incontra la squadra: “Dobbiamo dimostrare di voler vincere”

Maranello 25 febbraio 2021

Alla vigilia della presentazione virtuale della squadra, prevista per domani alle ore 14 CET, il Presidente John Elkann ha voluto incontrare il team che sarà impegnato in pista fra due settimane nei tre giorni di test precampionato. Insieme a lui c’erano naturalmente il Team Principal Mattia Binotto, i piloti Charles Leclerc, Carlos Sainz e Antonio Giovinazzi ma anche gli ingegneri e i meccanici appena rientrati da Jerez de la Frontera, dove la Scuderia ha testato per la prima volta gli pneumatici Pirelli da 18 pollici.

Se da una parte Mattia ha sottolineato come questa sia l’occasione per ritrovarsi e trovare la concentrazione indispensabile per affrontare un’annata lunga e piena di sfide, il Presidente Elkann ha ricordato come “la cosa più importante di questa stagione sarà dimostrare la nostra voglia di vincere, servono responsabilità e umiltà. Bisognerà prestare attenzione ad ogni minimo dettaglio: conta tutto.”

 

Cita

Continua l’evoluzione della struttura di Scuderia Ferrari Mission Winnow

Maranello 25 febbraio 2021

Le numerose sfide che Scuderia Ferrari Mission Winnow affronterà in questa e nelle prossime stagioni richiedono sempre più un’assoluta focalizzazione di tutte le energie sulle priorità tecniche e sportive, con la definizione di ruoli e responsabilità chiare.

A Mattia Binotto, Team Principal e Managing Director della Scuderia Ferrari riportano, per l’area tecnica: Enrico Cardile (Chassis), Enrico Gualtieri (Power Unit), Laurent Mekies (Racing) e Gianmaria Fulgenzi (Supply Chain).

Con l’obiettivo di essere più efficaci ed efficienti nella ricerca della prestazione la Direzione Chassis sarà  organizzata in quattro aree:

  • Vehicle Concept (David Sanchez);
  • Chassis Performance Engineering (Enrico Cardile);
  • Chassis Project Engineering (Fabio Montecchi);
  • Vehicle Operations (Diego Ioverno).

A questo scopo l’attività di ingegneria di pista verrà integrata all’interno dell’area Chassis Performance Engineering.

Inoltre, nell’ottica di massimizzare le opportunità di business, l’ente Scuderia Ferrari Commercial, Marketing and Events passa all’interno del Department Brand Diversification, diretto da Nicola Boari.

 

https://www.ferrari.com/it-IT/formula1/news

  • I Like! 1
Link to post
Share on other sites
6 ore fa, j scrive:

 

 

Che video stucchevole e banale, ci proietta già nel prossimo mediocre campionato della rossa...

"In questo marchio non c'era da cambiare nulla, dovevamo cambiare noi." Harald Wester, 24 Giugno 2015.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Similar Content

    • By Beckervdo
      V8 4.0 litri TwinTurbo con booster elettrico e tecnologia Mercedes-Benz EQ. 
      640 dal motore termico ed altri 120 dall'elettrico posizionato sull'asse posteriore: Totale 760 CV di picco.
      L'unica incognita è il peso complessivo.

       
       
    • By Cole_90
      La AMG GT Coupé4 (nome preso dal sito media italiano) si aggiorna con un paraurti anteriore leggermente rivisitato, nuovi cerchioni da 21’’, nuovi colori esterni, sospensioni ricalibrate ed un nuovo volante.
      La variante plug-in debutterà più in là.
       




























       
      Press Release:
       
      Mercedes-Benz
       
      Topic Spy: ➡️ Mercedes-AMG Coupé4 M.Y. 2022 (Spy)
       
       
      Per me è un morto che cammina 🤷🏽‍♂️
       
    • By AleMcGir
      Press Release
       
      Hyundai
       
      Clicca Qui ➡️ Topic Spy
       

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.