Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Elon Musk, il troll del capitalismo e della finanza


Davialfa
 Share

Recommended Posts

40 minuti fa, Sandro scrive:

Eh, ma non è reale finché non arriva il vero ingegnere capo:

Risultato immagini per ingegnere cane

Più seriamente: hyperloop lo trovo più sensato per merci di valore (e dimensioni compatibili) piuttosto che per le persone.

Le merci non hanno certo bisogno di fare Milano - Roma in 30 minuti.... Tra l'altro già ora fanno fatica a viaggiare in treno, figurati su una roba costosissima come l'hyperloop

  • Haha! 1

Mazda MX-5 20th anniversary "barbone edition" - Tutto quello che scrivo è IMHO

k21x8z.png

Link to comment
Share on other sites

in merito a hyperloop secondo me c'è anche una nuova considerazione da fare.

al di là della fattibilità tecnica (esiste un prototipo funzionante, quindi si può fare), al di là della fattibilità nel mondo reale (orografia e urbanizzazione sono ostacoli non da poco) e al di là della sostenibilità economica (quanto costa? ne vale davvero al pena?).

al di là di questi punti già sollevati, dicevo, ci sta il grosso interrogativo di quel che sarà il mondo post-Covid.

e secondo me sarà un mondo dove la mobilità veloce sarà molto ridimensionata, come priorità.

parliamo di esigenze legate essenzialmente al mondo business (chi viaggia per diletto non ha interesse a spendere tanto per guadagnare qualche minuto/ora), esigenze che già oggi sono viste sotto una luce assai diversa. smart working e videoconferenze - che fino a ieri erano ancora cose "viste male" dai più - si stanno dimostrando invece metodi furbi per risparmiare tempo e denaro.

e il futuro secondo me va nella direzione dello spostarsi meno, spostarsi meglio. e soprattutto spostare idee e parole (ovvero dati) prima di spostare le persone.

in quest'ottica non so quanto terreno fertile possa trovare una tecnologia costosissima che rischia di non avere un bacino di utenza bastante a sostenerla.

 

Edited by slego
  • I Like! 2
  • Thanks! 3
Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, slego scrive:

in merito a hyperloop secondo me c'è anche una nuova considerazione da fare.

al di là della fattibilità tecnica (esiste un prototipo funzionante, quindi si può fare), al di là della fattibilità nel mondo reale (orografia e urbanizzazione sono ostacoli non da poco) e al di là della sostenibilità economica (quanto costa? ne vale davvero al pena?).

al di là di questi punti già sollevati, dicevo, ci sta il grosso interrogativo di quel che sarà il mondo post-Covid.

e secondo me sarà un mondo dove la mobilità veloce sarà molto ridimensionata, come priorità.

parliamo di esigenze legate essenzialmente al mondo business (chi viaggia per diletto non ha interesse a spendere tanto per guadagnare qualche minuto/ora), esigenze che già oggi sono viste sotto una luce assai diversa. smart working e videoconferenze - che fino a ieri erano ancora cose "viste male" dai più - si stanno dimostrando invece metodi furbi per risparmiare tempo e denaro.

e il futuro secondo me va nella direzione dello spostarsi meno, spostarsi meglio. e soprattutto spostare idee e parole (ovvero dati) prima di spostare le persone.

in quest'ottica non so quanto terreno fertile possa trovare una tecnologia costosissima che rischia di non avere un bacino di utenza bastante a sostenerla.

 

 

Da questo punto di vista, hyperloop può esser visto come l'Airbus A380: l'aereo giusto al momento sbagliato.

Statisticamente, il 98% dei ragazzi nel mondo ha provato a fumare qualsiasi cosa. Se sei fra il 2%, copia e incolla questa frase nella tua firma

Link to comment
Share on other sites

Ricordo che diversi anni fa c'erano articoli che dicevano che il primo Hyperloop sarebbe stato costruito in Italia con tratta se non sbaglio (ma vado completamente a memoria) Bologna Milano.

 

Ora devo dire che non abito piu in italia e con sta storia del covid non ci metto piede da quasi un anno, però ho l'impressione che quell'articolo era stato un po' ottimista.

 

Questo per dire che una cosa è far uscire articoli, dichiarazioni etc.. però è chiaramente una sorta di vetrina come ha detto qualcuno... nella realtà le applicazioni possono essere molto limitate, ripeto scordati di viaggiare da Bolzano ad Amsterdam.

 

Avrà senso nel deserto degli emirati, li possono costruire quel che cacchio gli pare e di per se le loro città simbolo sono state costruite come una verione in grande di un luna park..

Hanno costruito due quartieri sull'acqua a forma di Palma e di mondo.. E' una cosa sensata? Non so, E' una cosa eco? Non credo proprio. Fa vedere quanto lo hai lungo? Si, lo puoi fare e verrà fatto anche davanti a Milano marittima? Ho qualche dubbio

Link to comment
Share on other sites

53 minuti fa, Davialfa scrive:

Ricordo che diversi anni fa c'erano articoli che dicevano che il primo Hyperloop sarebbe stato costruito in Italia con tratta se non sbaglio (ma vado completamente a memoria) Bologna Milano.

 

BO-MI la fai con l'alta velocità in poco più di un'ora. fermate incluse.

non vedo che utilità potrebbe avere l'ipercoso su una tratta del genere.

Edited by slego
  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

sí infatti, come dice giustamente jeby si fanno e si sono sempre fatti ”progetti dimostrativi"

 

possibili dimostrativi di tante cose che anche jeby elenca, in questo senso il progetto delle città nel deserto arabo, da costruire da zero e unite da un hyperloop in linea rigorosamente retta rientra perfettamente in questo tipo di progetti dimostrativi, anche scenografici

 

e in quel particolare contesto, partendo da zero e avendo molti soldi e molto tempo progettuale da buttare, per me é del tutto fattibile

 

ma appunto, si tratta di tecnologie ad uso scenografico, es per attrarre turisti, non é roba che si puó proporre per  i pendolari novara-milano o anche un milano-roma 

 

anche a me piace moltissimo la tecnologia-spettacolo, ma va bene dove serve fare spettacolo, non nella banale attività di tutti i giorni...

Link to comment
Share on other sites

Tanto per dire, è stata recentemente abbandonata anche l'idea di aumentare la velocità della rete ferroviaria AV a 350 km/h poiché giudicata ininfluente ai fini di miglioramento del servizio.

E per quanto magari non fosse così semplice come sembra, la rete adatta e i treni adatti non solo esistono, ma sono già in servizio (a 300 km/h).

Ma non credete che sia poco... lo Shinkansen, al di là dell'aspetto da proiettile, si ferma a 320 km/h.

Fiat Punto I 55 sx '97

Fiat Punto II restyling 1.2 60cv '04

Toyota Prius V2 '06

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.