Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

Elon Musk, il troll del capitalismo e della finanza


Recommended Posts

59 minuti fa, parish scrive:

Per noi appassionati di tecnica e tecnologia in generale credo che susciti comunque molta molta invidia, appunto perché con delle idee che di "disruptive" hanno ben poco è riuscito a diventare l'uomo più ricco del mondo e, soprattutto, ad essere idolatrato come un visionario.

 

Concordo su tutto, ma di "disruptive" in una macchina a batteria o in un razzo che atterra da solo c'e' poco.

15 anni fa il primo esercizio di Dinamica e Controllo al Politecnico era proprio modellare un razzo che atterrasse da solo.

Non li ha inventati lui e non li ha nemmeno pensati.

 

Ha trovato soldi. Che e' poi la parte piu' difficile, e avessi io un merdesimo della capacita' che ha lui.

  • I Like! 2
  • Thanks! 1

Di questi ne vendono a secchiate.

Vedrete.

[scritto in data 18 Luglio 2013 - Riferito a Jeep Cherokee]

Link to post
Share on other sites
  • Replies 174
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Questa mattina mi è capitato di leggere un articolo su Elon Musk che credo racchiuda alla perfezione il mio pensiero su di lui ed il motivo per cui non riesco a non provare un po’ di antipatia verso T

hai fatto i compiti a casa? letto come si fa a fare il vuoto? ti sei informato su quanto siano realmente a a punto i progetti per sta menata di hyperloop? hai fatto qualche considereazione

Ma infatti, pensa all'utente cumune. Già fargli sopportare 2 g in continuo è un "discomfort" a dir poco.     Ho parlato di fattibilità dell'hyperloop in sé? non mi pare. I prototipi,

Posted Images

tutta la produzione di BASE é stata appaltata alla cina, l'80 a volte il 90% degli oggetti che usiamo in casa e spesso in genere ha scritto sopra made in cina, persino sui jeans supercostosi vedo scritto made in turkey o messico

 

se la cina in un determinato momento dicesse "a causa della sempre crescente domanda di beni di consumo sul nostro mercato interno e asiatico saremo costretti a limitare le esportazioni in occidente"

 

semplicemente qui viene giú tutto, i bitcoin non si mangiano, non sotituiscono la lavatrice, il ferro da stiro, la televisione, l'establishment occidentale non é cosí solido, stanno cercando di agire per linee "motivazionali" ma non ė detto che neanche loro sappiano di preciso cosa stanno facendo

  • I Like! 4
Link to post
Share on other sites

Articolo interessante in quanto documentario sul percorso di Elon Musk.

Non concordo pienamente nell'etichettare come bolla finanziaria tutto ciò in cui Musk mette il naso, per due motivi:

  1. E' vero che la maggior parte delle aziende che gli fanno capo finora non hanno prodotto un dollaro di contribuzione, ma è anche vero che quelle che lo hanno fatto sono diventate leader nel vero senso della parola, ovvero nel senso di trascinatrici di trend tecnologici e business model. Quando Tesla ha eliminato il rosso dall'ultima riga del P&L, tutta l'industria automotive ha sciolto le riserve sull'elettrificazione della mobilità, concentrando investimenti su un mercato che Tesla ha creato.
     
  2. Nel suo ruolo di "troll" Musk riesce a fare qualcosa che diversamente sarebbe impensabile, ossia attrarre una montagna di capitali verso progetti con ROI a lungo termine. Tipicamente quasi nessun investitore privato ti dà soldi con promesse di rientro superiori ai 3 anni e questo è estremamente limitante per la crescita tecnologica. Tant'è che negli ultimi 20 anni, l'unica economia in grado di correre in maniera continuativa è stata quella cinese, annegata dai finanziamenti del regime con interessi ben diversi.
    Elon Musk sì, ha "crackato" il sistema finanziario occidentale portando quantomeno in fase di prototipazione tutta una serie di progetti che si sarebbero diversamente fermati al blocco appunti di un ingegnere incompreso.

E' il solo? No, fortunatamente: questo sta innescando una sorta di sfida a chi ce l'ha più lungo con i vari Bezos, Page, Brin, Branson e molto più timidamente Zuckerberg, che ovviamente si porta in cascata una buona fetta del mondo imprenditoriale non-star.

E' la svolta per un mondo migliore? Neanche, ma è un elettro-shock a cuore degli investimenti nell'innovazione tecnologica, rimasti troppo a lungo insicuri dai tempi della bolla di internet.

 

 

 

  • I Like! 2

Alfa Romeo MiTo 1.4 MultiAir TB 135 CV TCT Distinctive, 2012

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Motron scrive:

Il concetto è più simile a dire che se un domani arriva la Nestlé o un nuovo chicchessia con una ricetta di panettone sintetico fatto in Cina alla metà del costo della Maina.. e la Maina chiude.. ci abbiamo guadagnato?

Averci guadagnato nell'eventualità un magazzino pieno di interinali, sarebbe una ricompensa sufficiente? 

È chiaro che sono io il primo a dirlo che mi sembra la lotta degli operai contro le macchine dell 1800, però in tutta onestà non so cosa pensare.

 

L'equivoco di base è che in nome del profitto permettiamo di commerciare con paesi che non hanno leggi ambientali e sul rispetto della vita pari alle nostre... e in questa piega pochi ci guadagnano ma tanti si impoveriscono.

Il paradosso dei paradossi è il settore dell'acciaio per esempio.

Sei partito per la tangente.

Se non sbaglio Tesla sta aprendo o ha già aperto una fabbrica a Berlino.

E poi è vero, hai ragione: possiamo dire che l'avvento dell'automobile a suo tempo ha fatto sparire il settore dell'allevamento di cavalli e produttori di carrozze, e di tutto l'indotto - inclusi agricoltori che fornivano il fieno e gli spalatori di letame.

Possiamo dire che la rivoluzione industriale ha limitato molto l'artigianato.

Possiamo dire che l'industria della moda ha spazzato via la professione dei sarti e delle nonne che cucivano i vestiti a lume di candela... e a proposito: cosa pensare dell'elettricità, che ha impoverito il settore dei produttori di cera e di candele,  di lumi a gas... e in agricoltura? i trattori hanno soppiantato il sacro lavoro dei buoi... immaginatevi un presepe con un Lamborghini al posto del ruminante... 

 

Devo continuare???

 

:-D 

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, TurboGimmo scrive:

 

Concordo su tutto, ma di "disruptive" in una macchina a batteria o in un razzo che atterra da solo c'e' poco.

15 anni fa il primo esercizio di Dinamica e Controllo al Politecnico era proprio modellare un razzo che atterrasse da solo.

Non li ha inventati lui e non li ha nemmeno pensati.

 

Ha trovato soldi. Che e' poi la parte piu' difficile, e avessi io un merdesimo della capacita' che ha lui.

Infatti ho scritto che di disruptive hanno ben poco 😅

  • I Like! 1
Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, savio.79 scrive:

Sei partito per la tangente.

Se non sbaglio Tesla sta aprendo o ha già aperto una fabbrica a Berlino.

E poi è vero, hai ragione: possiamo dire che l'avvento dell'automobile a suo tempo ha fatto sparire il settore dell'allevamento di cavalli e produttori di carrozze, e di tutto l'indotto - inclusi agricoltori che fornivano il fieno e gli spalatori di letame.

Possiamo dire che la rivoluzione industriale ha limitato molto l'artigianato.

Possiamo dire che l'industria della moda ha spazzato via la professione dei sarti e delle nonne che cucivano i vestiti a lume di candela... e a proposito: cosa pensare dell'elettricità, che ha impoverito il settore dei produttori di cera e di candele,  di lumi a gas... e in agricoltura? i trattori hanno soppiantato il sacro lavoro dei buoi... immaginatevi un presepe con un Lamborghini al posto del ruminante... 

 

Devo continuare???

 

:-D 

Però il processo che descrivi ha sempre portato, nel suo evolversi, un arricchimento della società nel suo complesso.

Questo trend, diciamo positivo, è ancora in essere o si è fermato da almeno una ventina d'anni e ora ha imboccato la curva a scendere?

Ahimé, per me la fai troppo semplice..

Fiat Punto I 55 sx '97

Fiat Punto II restyling 1.2 60cv '04

Toyota Prius V2 '06

Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, shadow_line scrive:

il fatto di dire "pago, ricevo il prodotto, a me basta cosí" ok, ma é una visione troppo con i paraocchi, troppo egoistica di fronte a situazioni geopolitiche estremamente complesse su cui ognuno farebbe bene a informarsi meglio

 

secondo per ognuno di questi personaggi, e non mi riferisco solo a quello dell'articolo, non basta dire "lui l'ha fatto" non é cosí semplice, questa gente sono solo i "frontman" delle decisioni prese in realtà dai vertici di un intero sistema paese

 

noi vediamo il "frontman" ma attenzione, in america chi veramente decide per tutto il sistema  auto é storicamente la famiglia Ford, che peró guarda caso non si fa MAI vedere...

Io ho commentato l'articolo.

L'articolo parla di Musk.

Del troll Musk.

Ho commentato quello.

Non volevo andare OT.

Non volevo parlare di sociogeopoliticaeconomicasocialeecosostenibile.

Non volevo dire che quello che lui è riuscito a fare lo ha fatto grazie a regole di un sistema che altrove, essendo differenti, non lo avrebbero supportato.

 

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, savio.79 scrive:

L'articolo parla di Musk.

Del troll Musk.

Ho commentato quello.

Non volevo andare OT.

Infatti secondo me vi state "scannando" su un ben più ampio e antico tema di etica della globalizzazione. :)

Quella di sicuro non l'ha inventata Musk e nessuno glie ne attribuisce il merito o la colpa.

  • I Like! 1

Alfa Romeo MiTo 1.4 MultiAir TB 135 CV TCT Distinctive, 2012

Link to post
Share on other sites

prendiamo l'esempio Torino, grande immigrazione di massa ai tempi in cui senza nessuna preparazione specifica bastava presentarsi ed essere assunti in una delle tante catene di montaggio

 

poi le catene di montaggio sono state sorpassate dalle nuove tecnologie, allora si diceva :vabbé si ricicleranno tutti nel terziario, diventeranno tutti ingegneri nell'hi tech, la città diventerà capitale dell'arte e della ristorazione...."

 

risultato? sono ormai ANNI che la città si sta spopolando e non si vedono vere soluzioni alternative

 

i vari musk sono solo un sintomo di una situazione molto piú grande, io dico solo, fatevi un'idea complessiva prima che sia tardi

 

bye!

 

Edited by shadow_line
  • I Like! 1
Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Motron scrive:

Però il processo che descrivi ha sempre portato, nel suo evolversi, un arricchimento della società nel suo complesso.

Questo trend, diciamo positivo, è ancora in essere o si è fermato da almeno una ventina d'anni e ora ha imboccato la curva a scendere?

Ahimé, per me la fai troppo semplice..

Senti, non so cosa dirti.

Io lavoro da solo, nel mio studio, e ho un computer.

Il computer fa calcoli complicati, e li fa velocemente. E' così veloce che grazie al tempo risparmiato, posso passare un po' di tempo a chiacchierare con te e tutti voi su Autopareri.

Per il bene della società, avrei potuto eliminare il computer e pagare almeno un paio di stipendi a collaboratori/trici per fare il lavoro del computer.

Il computer l'ho pagato 1.000€ una tantum.

Due stipendi mi costerebbero - quanto? - 4.000€/mese diciamo.

 

Ora i miei clienti mi pagano tot., diciamo che una pratica mi frutta in media 450€ (lavoro intellettuale: "tutto frutto").

 

Quanto avrei dovuto far pagare allo stesso cliente per mantenere i due collaboratori?

 

Succo del discorso: non ha senso negare che il progresso porti svantaggi insieme ai vantaggi. Non per questo va arrestato il progresso.

 

Poi se Amazon tratta male i propri dipendenti (e questo lo so anch'io, e mi infastidisce) non c'entra nulla con Musk e col fatto di aver combinato qualcosa nella vita piuttosto che essere un fantoccio tutto fumo niente arrosto.

  • I Like! 2
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.