Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Fiat Cinquecento


Mat7502
 Share

Recommended Posts

Cinquecento aveva una “ispirazione” giapponese, e alle origini fu un progetto studiato tra la polacca FSM Polski e la Lada che poi presero vie separate. I polacchi, tra le varie scissioni videro una diventare sussidiaria di Fiat (126/Cinquecento), l’altra al fine anni 80 firmò un accordo con la GM-Daewoo per produrre la Suzuki Alto (Daewoo Tico), la Lada propose la Oka. 
 

Come ispirazione vi erano i modelli keicar giapponesi di fine anni 80 ovvero le Alto e Cuore (non la Maruti che era la versione indiana della Alto giapponese di fine anni 70)

65601612-29C7-46A8-87C9-39B2B5111C22.jpeg

47FF85FF-E668-4AC0-B5B5-32F94556959E.jpeg

D8E54313-6F40-447C-92B5-DB6C783D72D8.webp

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

è stata la mia prima auto da neopatentato:

avevo la versione 900cc con il solo optional dell'orologio digitale, come posto guida era un passo davanti alla Panda e consentiva nei limiti anche a chi era alto come me di stare abbastanza comodo, posso dire che ci si sentiva sicuri solo a fino 80/90km/h dopo tremava tutta!

i consumi per le prestazioni che c'erano, possiamo dire che erano quasi elevati, e il rollio era sempre presente, anche se meno della Panda.

i sedili dopo pochi anni, anche se presa nuova, erano già cedevoli; posso segnalare che la spia dell'iniezione a volte compariva ma senza dare problemi.

rimaneva un auto super economica da città senza la minima pretesa.

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Mazinga76 scrive:

La Seicento, invece, pur mantenendo l'impostazione stilistica di massima della Cinquecento, ne svecchiava notevolmente l'immagine

 

Cinquecento, nella sua semplicità, aveva un design bilanciato, pulito e funzionale. niente fronzoli ma tutto al suo posto. a me piaceva pure, nella sua poraccitudine.

non un capolavoro, ma una cosa disegnata bene.

Seicento invece era - per me - il classico "nozze coi fichi secchi": operazione dichiaratamente povera in cui si è cercato di dare una veste nuova a un progetto vecchio spendendoci giusto due soldi: linee curve e bombature laddove c'erano nativamente linee dritte e superfici piane, solo per dire "ve', guarda com'è moderna".

l'effetto era di una Cinquecento passata sotto le mani di un tuner (stesso effetto mi faceva la Fiesta III rispetto alla Festa II: una bella "gonfiata" ai lamierati ed ecco il modello nuovo. meh...)

 

  • I Like! 4
Link to comment
Share on other sites

Condivido pienamente tutto quello che dice Slego!

Come qualita, possedendole entrambe, noto invece che la 600 è proprio econmicissima, la 500 invece è fatta un pochino meglio, come la panda I serie come qualita.

 

Anche io sono d'accordo che sia la Fiesta III che la 600 sembrano i modelli precedenti snaturati e adattati alle tendenze.

Anche la Punto I serie, come la 600, ha linee molto bombate e gonfie, ma è molto bella, perche è un progetto ex novo.

Se avessero adattato la Uno tipino bombandola sarebbe venuto fuori uno sgorbio...

Link to comment
Share on other sites

Eheh! Attenzione quando si parla del design di Fiat Cinquecento! C’è la mano di colui che creò l’auto voluta da dio.

Ermanno Cressoni.

e poi a ben vedere il vero fake è la 500 dei nostri giorni, per quanto riuscita, nulla di più lontano dal capolavoro di Giacosa. La Cinquecento era l’evoluzione anni 90 del concetto di vettura utilitaria alla portata di una famiglia, non il piccolo giocattolo sexy dei giorni nostri.

DAC8EC03-690D-4001-AD1B-6CDB25F3B410.jpeg

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

On 26/9/2021 at 17:03, TonyH scrive:

Per lo stesso motivo per cui usiamo lo smartphone anzichè il Nokia 3210.

Perchè possiamo.

si ma il 3210 al epoca costava (sia considerando che non l'inflazione) uguale o anche di più di uno smartphone moderno entry level

cosa che ovviamente non si può dire delle automobili moderne, sempre più care di anno in anno, rincarate indubbiamente di più della (modesta) inflazione degli ultimi 20 anni.

 

qualcuno potrebbe dire che ora hanno molte più cose ed è vero, ma hanno anche più accessori di un auto di lusso degli anni 90 se per quello.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, PANDA scrive:

Eheh! Attenzione quando si parla del design di Fiat Cinquecento! C’è la mano di colui che creò l’auto voluta da dio.

Ermanno Cressoni.

e poi a ben vedere il vero fake è la 500 dei nostri giorni, per quanto riuscita, nulla di più lontano dal capolavoro di Giacosa. La Cinquecento era l’evoluzione anni 90 del concetto di vettura utilitaria alla portata di una famiglia, non il piccolo giocattolo sexy dei giorni nostri.

DAC8EC03-690D-4001-AD1B-6CDB25F3B410.jpeg

Ma infatti la linea della Cinquecento, per quanto semplice sia, la trovo gradevole.

 

La 500 attuale invece la ritengo SENZA SENSO, e purtroppo rispecchia il tipo di società attuale: la priorita è APPARIRE, non essere.

 

Infatti la 500 odierna è scomodissima, i posti posteriori sono peggiori di quelli della 600, il baule è inesistente, rispetto agli ingombri esterni lo spazio interno è sfruttato malissimo ma purtroppo piace come estetica...quindi vende.

A me esteticamemte fa schifo, mi ricorda un Buondì Motta...però a giudicare da quante ne circolano c'e n'è poca ormai di gente coi miei gusti. 😔

 

Pur non piacendomi per nulla le auto moderne, se per assurdo dovessi acquistarne una sceglierei la nuova Panda, la preferisco anche esteticamente.

Magari coi paraurti neri della Van.

  • Absurd! 1
  • Confused... 2
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.