Jump to content

Auto elettrica = "Status Symbol", perchè?


Recommended Posts

Anche perché in realtà l'auto elettrica è la vera essenza del barbon, ma astutamente le case automobilistiche hanno ribaltato il concetto rendendole esclusive.

 

Tra qualche anno si dovranno inventare qualcos'altro, perché le vendite delle elettriche barbon supereranno quelle delle elettriche cool.

 

Credo che il prossimo status symbol sarà la guida autonoma di livello 3, 4, 5 ...

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)
50 minuti fa, TonyH scrive:

Spesso è più il prezzo che il valore

Prima che si arrabbi qualcuno che ha in casa un sistema Bose 😅, è vero che spesso è più il prezzo ma in questo caso per Bowers & Wilkins il prezzo è ben più alto. 

Uno status symbol in questo caso funzionava così:

Martello sul brand, allestisco un reparto dentro Comet Unieuro Mediaworld... in cui faccio sentire il mio specchietto per le allodole. In questo caso si viene attratti dalle frequenze alte e quelle basse e mancanza di "corpo" su quelle medie per via di ragioni fisiche (subwoofer e satelliti qui si fermano). Questo colpisce chi ascolta e non se ne intende, ma non capisce che l'audio in questo caso è scarso se pur ottimo in rapporto alle dimensioni dei diffusori. Oltre a questo ci si fossilizza sul Marchio che va di moda (martellare sul brand) e se viene spiegato che Cabasse offre  dei satelliti più gradevoli  e con una qualità d'ascolto maggiore, la risposta è "non conosco Cabasse, che roba è" (in tono perculatorio). Così finita l'epoca di questi piccoli 5.1, si può vendere una soundbar da 700 euro in plastica di qualità  inferiore rispetto ad un sistema 2.0 con Diffusori Attivi (spazio permettendo) tranquillamente. Idem per cuffie, "Sennheiser? Bah, ma che roba è!! "

Senza contare, ma qui entra la variabile WAF (Wife acceptance factor), con un 5.1 (ma pure 2.0) della Indiana Line / Polk Audio / Mission / Dali o quello che volete l'ascolto sarebbe ben superiore e più coinvolgente (diffusori classici più grandi, ma pur rimanendo alche da scaffale). E qui viene spazzata via la soggettività, è una questione di fisica. Ecco, questo è un perfetto status symbol. 

Poi è chiaro che dal momento che il sig Rossi se non gli importa ma acquista comunque un prodotto del genere, non lo si considera status symbol. Nel senso che in quel caso lo acquista solo perché lo vede a scaffale e gli piace esteticamente. 

 

Stesso discorso quindi vale per Tesla e tutti altri prodotti. Per essere considerato status symbol da chi l'acquista, lo si deve acquistare secondo motivazioni da status symbol. Specialmente se lo si fa con l'intento di far vedere ad altri il prodotto alla moda in possesso. 

 

Poi ci sarebbe da fare dei distinguo sulle correlazioni moda/status symbol ma diventa lunga. 

IMG_20220524_102506.jpg

 

-----------------------------

 

IMG_20220524_102656.jpg

 

Edited by mikisnow
  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)

Tenendo conto della tua correzione: status symbol solo per alto di gamma.

 

Non so cosa intendi per status symbol, perchè finora per le auto il concetto era legato esclusivamente al costo e al lusso ed ovviamente in rapporto all'ambiente sociale dell'individuo.

 

Ora, per le auto elettriche alto di gamma, vista la loro poca o nulla differenza di prezzo e di lussuosità rispetto alle versioni ICE (MB, BMW, Audi, Porsche, Jaguar...), vedo che è l'ovvio interesse per la nuova tecnologia che fa la differenza. Ovvero niente che riguardi il concetto classico di status symbol. 

 

Lo stesso identico interesse che vedo nelle masse che poco conoscono del mondo dell'auto e per prodotti decisamente più economici. E ovviamente per motivi pratici.

 

Esempio la mia nipotina che sta cercando una 500E a buon prezzo usato recente per sostituire la sua più trendy Mini Cooper costosissima da mantenere. L'ha provata, ha sentito quanto era figo guidarla, ha capito che non paga bollo, non ha tagliandi, poco di assicurazione (e a Napoli li ammazzano), parcheggi gratis, il box ce l'ha, e senza saperne troppo si è lanciata senza esitazioni. Il prezzo alto d'acquisto da compensare cercando una semestrale o km0 (e ce ne sono). 

 

Quando si va nell'interessante vasto pubblico noto chiaramente che non esistono i pregiudizi che sono più tipici degli appassionati di auto (quelli non particolarmente attratti dalla tecnologia), noto che l'interesse è vastissimo, così come anni fa lo notavo per le ibride (idem osteggiate dagli appassionati non tecnologici), e le vendite di BEV al 10% in EU e sempre in esponenziale salita (e non riguardano solo le alto gamma) per una tecnologia che cambia molte cose, testimoniano questo interesse.

 

Quindi la parola chiave che vedo è "interesse per un'innovazione" e non "status symbol". Per niente. 

 

Tesla è un discorso a parte. Un patron MEME, un marchio MEME, altissime prestazioni a prezzo contenuto, una storia di arricchimenti tramite le azioni che conosce anche la mia cameriera e di cui mi chiedono la metà dei miei amici, la parola giusta è "MEME" non "status symbol".

 

Così la vedo. 

 

Edited by Maxwell61
  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Il motivo è molto semplice: poiché la maggior parte della gente si lamenta dei limiti (presunti o reali) dei veicoli elettrici, chi li utilizza viene visto come "uno/a che osa", o più volgarmente, come qualcuno che "ha le palle".

 

Le palle di tentare qualcosa di nuovo senza farsi scoraggiare dai limiti del mezzo, presunti o reali che siano (non è questa la discussione adatta per scoprirlo).

 

Ora: ci sono veicoli elettrici anche per la raccolta dei rifiuti, grandi grossomodo come un'Ape Piaggio.

 

Ovviamente, analoghi veicoli elettrici assimilabili a quadricicli, o poco più, fanno più che altro "simpatia"; ma se si inizia a parlare di auto vere, scatta lo statu symbol: perché è risaputo che hanno prezzi più alti, perché sono percepiti come più futuristici, perché chi li utilizza - ripeto - se ne sbatte delle lamentele di quelli che piagnucolano sui limiti di autonomia e ricarica.

 

E se un'auto elettrica ti passa accanto mentre sei col passeggino, tuo figlio non tossisce (anziché fumi tossici, il nulla).

E se sta sonnecchiando, non si sveglia (un sibilo anziché un rombo, magari col silenziatore danneggiato)

  • I Like! 1

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Aymaro scrive:

Non so se è la sezione giusta, ma (anche per lavoro) sto cercando di capire perché l'auto elettrica (e la guida autonoma) sono diventate un nuovo status symbol. 

Al di la delle scelte politiche energetiche, perché l'auto elettrica da alcuni è considerata il nuovo "must have"?

 

Giuro che non è assolutamente un flame e non mi interessa sapere che preferite l'odore della benzina (anche io) però è oggettivo che il mercato è andato in quella direzione e mi piacerebbe avere la vostra opinione in merito, grazie :) 

Perchè qualche morto di fame (ora detti influencer) ne sfoggiano una...e la massa che ne comprerebbe anche le lacrime ovviamente si adegua...

Polemiche a parte succede ora quello che è accaduto a fine novanta con il lancio delle Golf TDI ad iniezione diretta che venivano acquistate in massa (per moda, basti ricordare che il TDI finì anche sulla GTI) solo perchè il marketing aveva lavorato bene...

  • I Like! 1
  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)

E' uno status symbol semplicemente perchè si distingue e offre prestazioni imparagonabili alle auto termiche.

 

Personalmente le apprezzo non per l'approccio ecologico (che difficilmente c'è) ma per una mia mentalità legata alla semplicità, al rendimento, alla tecnologia.

 

Per me per intenderci, il rumore è per il 90% un difetto e non un pregio.

 

E' come passare dal lettore CD con soluzioni assurde per garantire il suono con le vibrazioni, all'iPod.

Edited by A.Masera
  • I Like! 1
  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, A.Masera scrive:

E' uno status symbol semplicemente perchè si distingue e offre prestazioni imparagonabili alle auto termiche.

 

Personalmente le apprezzo non per l'approccio ecologico (che difficilmente c'è) ma per una mia mentalità legata alla semplicità, al rendimento, alla tecnologia.

 

Per me per intenderci, il rumore è per il 90% un difetto e non un pregio.

 

E' come passare dal lettore CD con soluzioni assurde per garantire il suono con le vibrazioni, all'iPod.

Hai una Tesla, e certamente condivido la tua scelta. È un'auto che merita perché, al di là di quel che si può dire dell'uomo Tesla, sono macchine che il loro compito lo fanno piuttosto bene. Non so se ci siano state migliorie negli assemblaggi e quant'altro, ma è una delle pochissime elettriche che valuterei anche perché molto belle (Model 3 ed S).

 

Quanto al rumore, dipende. Se si guida un vecchio diesel c'è a chi piace e a chi no, presumo la stragrande maggioranza degli attuali clienti. Se guidi un moderno diesel di un auto pari al segmento della Model 3 o in genere dal D in poi, devo obiettare. Una Serie 5, un'A6 e compagnia con un 6 cilindri diesel non hanno certamente un sound da far rientrare l'auto seduta stante.

 

Se si sceglie un'auto che non urla la sua sportività e a benzina, il discorso cambia davvero molto poco. 

 

Chi vuole una sportiva, spesso viene acquistata con il fake sound.

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, ItalianBrands scrive:

Hai una Tesla, e certamente condivido la tua scelta. È un'auto che merita perché, al di là di quel che si può dire dell'uomo Tesla, sono macchine che il loro compito lo fanno piuttosto bene. Non so se ci siano state migliorie negli assemblaggi e quant'altro, ma è una delle pochissime elettriche che valuterei anche perché molto belle (Model 3 ed S).

 

Quanto al rumore, dipende. Se si guida un vecchio diesel c'è a chi piace e a chi no, presumo la stragrande maggioranza degli attuali clienti. Se guidi un moderno diesel di un auto pari al segmento della Model 3 o in genere dal D in poi, devo obiettare. Una Serie 5, un'A6 e compagnia con un 6 cilindri diesel non hanno certamente un sound da far rientrare l'auto seduta stante.

 

Se si sceglie un'auto che non urla la sua sportività e a benzina, il discorso cambia davvero molto poco. 

 

Chi vuole una sportiva, spesso viene acquistata con il fake sound.

 

ma io aborro le termiche già da tempo.

 

Le vedo ormai da anni come arretrate, complesse, sporche e poco prestanti.

 

Rumori, vibrazioni.. sarebbero considerati difetti in qualsiasi settore nel 2022!

 

Chiaro che soluzioni tecniche al limite le apprezzo ancora.

image.png.d528e75d952d67002d4ad7f6169f39ba.png

 

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.