Jump to content

F1 2022 - GP GP d'Ungheria - Hungaroring - 29-31/07/2022


 Share

F1 2022 - GP GP d'Ungheria - Hungaroring - 29-31/07/2022  

26 members have voted

  1. 1. Arriva "UNO"... Qualifying 16:00 30/07/2022

    • Qualifying - Max Verstappen
    • Qualifying - Charles Leclerc
    • Qualifying - Sergio Perez
      0
    • Qualifying - Carlos Sainz
      0
    • Qualifying - George Russell
      0
    • Qualifying - Lewis Hamilton
      0
  2. 2. Arriva "UNO"... Race 15:00 31/07/2022

    • Race - Max Verstappen
    • Race - Charles Leclerc
    • Race - Sergio Perez
      0
    • Race - Carlos Sainz
    • Race - George Russell
      0
    • Race - Lewis Hamilton
      0
  3. 3. Arriva "DUE"... Race 15:00 31/07/2022

    • Race - Max Verstappen
    • Race - Charles Leclerc
    • Race - Sergio Perez
    • Race - Carlos Sainz
    • Race - George Russell
      0
    • Race - Lewis Hamilton
      0

This poll is closed to new votes

  • Please sign in or register to vote in this poll.
  • Poll closed on 07/30/2022 at 02:00 PM

Recommended Posts

Binotto: “Strategia sbagliata, ma la macchina oggi non andava”

Il team principal della Scuderia di Maranello non ha motivato con la tattica errata un Gran Premio d'Ungheria altamente deludente rispetto alle aspettative della vigilia

“Voltiamo pagina e andiamo in Ungheria per centrare una doppietta”. Mattia Binotto non aveva nascosto le sue ambizioni sette giorni fa al termine del Gran Premio di Francia segnato dall’errore di Charles Leclerc e dalla rimonta a metà di Carlos Sainz dal fondo della griglia di partenza fino alla quinta posizione finale. Nel venerdì di prove libere le Ferrari F1-75 erano in totale controllo della situazione, ma l’abbassamento delle temperature ha portato ad un calo del margine che le Rosse avevano sulla concorrenza.

Oggi in gara Charles Leclerc pazientemente con un ottimo primo stint ha superato il compagno di box Carlos Sainz effettuando un overcut fermandosi dopo e poi con gomma fresca è andato all’attacco del leader George Russell passandolo in pista con un capolavoro in Curva-1. Poi, l’azzardo della Red Bull e l’errore del muretto Ferrari. Quando la Red Bull, incurante della pioggia che sembrava incombente, ha fermato Max Verstappen per la seconda volta per montare la gomma media (soft, media e media la strategia dell’olandese), la Ferrari ha deciso non di rispondere con Sainz il quale sarebbe stato senza dubbio superato con l’undercut, ma di fermare Leclerc per proteggere la testa della corsa.

Con 30 giri ancora da percorrere e l’obbligo di montare o la gomma soft o la gomma dura la scelta è ricaduta sulla seconda mescola, perché 30 giri con le morbide erano troppi. Leclerc, però, si è trovato inerme e passato due volte da Verstappen, che dopo il primo sorpasso era pure finito in testacoda. La speranza della Ferrari era che dopo dieci giri le gomme dure funzionassero meglio di quelle medie, una speranza che non si è avverata.

Lo ha spiegato Mattia Binotto ai microfoni di Sky Sport F1 sottolineando che più che criticare la strategia – comunque errata – il problema per gli uomini in rosso oggi è stata una F1-75 che non ha avuto la brillantezza che ci aspettava alla vigilia della gara: “Credo tutti ci aspettassimo un risultato diverso. Noi per primi. Di base oggi la vettura non ha funzionato. Non ha funzionato come noi speravamo. Sento parlare di strategie, della gomma dura, ma il problema di base secondo me era una macchina che oggi non andava per quel che doveva andare. Carlos ha fatto la stessa strategia di Hamilton, ma Lewis ha finito secondo con Sainz quarto che gli partiva davanti. Oggi la macchina con queste condizioni non ha girato. Puoi mettere le gomme che vuoi, se la macchina non funziona, non funziona. Se oggi la macchina ci fosse stata non saremmo qui a parlare di gomme. A 30 giri dalla fine uno cerca di tenere la posizione e andare al termine con lo stint lungo e non ha funzionato oggi. Ma di base non ha funzionato la macchina. Non ci ha dato il respiro di fare quello che volevamo. Carlos è l’esempio. Prima ancora di analizzare la strategia analizzeremo perché macchina non aveva il passo giusto. Macchina non ha funzionato come l’abbiamo vista in avvio di stagione. È la prima volta che non è sufficientemente veloce sul passo gara. Di base c’è questo. Questo dobbiamo analizzare. Qualcosa non ha funzionato correttamente. Non sto dicendo che la scelta delle gomme bianche oggi sia stata giusta. È stata quella sbagliata. Sto dicendo, però, che innanzitutto è da ricercare il perché della prestazione della vettura al di sotto delle aspettative. Analizzeremo tutto, anche le strategie e perché non abbiamo deciso di prolungare e stare fuori con Leclerc. Comunque, poi alla fine con le gomme soft non abbiamo nemmeno rimontato su Perez. Di base c’è un problema di prestazione. Lì io metto l’accento per la priorità delle nostre analisi”.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-team/binotto-strategia-sbagliata-ma-la-macchina-oggi-non-andava-ferrari-ungheria-leclerc-f1-75-628214.html

 

---

 

Leclerc: “Sentivo bene la macchina con la media, poi siamo passati alla Hard”

L'amarezza del monegasco è tanta dopo aver chiuso sesto pur essendo riuscito a passare in testa meritatamente

Il Gran Premio d’Ungheria è stata un’ulteriore mazzata alle ambizioni iridate di Charles Leclerc. Dopo l’errore in Francia, il monegasco della Ferrari puntava senza mezzi termini alla vittoria per accorciare il gap da Verstappen in classifica e arrivare alla pausa estiva con un bottino di punti meno denso da recuperare; alla fine, però, l’olandese è riuscito ancora una volta a vincere pur partendo decimo, mentre Charles ha chiuso solo sesto recriminando soprattutto per una scelta strategica sbagliata che ha puntato su una gomma (la Hard) per nulla efficiente sulla pista magiara.

“Ovviamente non sono contento. Il primo stint è andato tutto bene, la macchina aveva il passo ed era buona su queste medie. Anche il secondo stint è stato molto buono ed ero fiducioso alla guida, chiedendo di andare più lungo possibile. Alla fine, però, abbiamo preso una decisione diversa, ovvero andare sulle Hard, e lì abbiamo perso tantissimo tempo – ha dichiarato Leclerc – Parleremo con la squadra per migliorare”.

Non era impossibile evitare la gomma dura, ma non voglio entrare nel dettaglio in questa sede – ha aggiunto il ferrarista – Sicuramente ci saranno delle discussioni per migliorare, perché dobbiamo farlo. Io sono in forma e sono carichissimo comunque, anche senza la pausa estiva. In questo inizio di stagione le emozioni sono andate su e giù. Non c’è mai stata una gara costante, succede sempre qualcosa. È parecchio stancante, ma io quest’anno mi sento in forma e non vedo l’ora di andare al prossimo Gran Premio. C’è rammarico, non sono per niente contento. Ancora una volta però, ne parleremo con il team”.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/f1-piloti/leclerc-sentivo-bene-macchina-con-la-media-poi-passati-alla-hard-ferrari-ungheria-628216.html

 

 

Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, GL91 scrive:

Guarda Sainz, con la rossa è stato quello che è andato peggio, non solo non è riuscito ad attaccare Russell ma è stato pure passato da Hamilton. Non è detto che Leclerc avrebbe avuto gli stessi problemi, tenendo conto del fatto che era più veloce del compagno e che avrebbe potuto allungare ulteriormente il secondo stint con le gomme medie, dato che è stato l'ultimo a montarle, però il dubbio rimane.


magari mi sbaglio, ma il primo ha le rosse, quello contro cui fai la gara ha le rosse, te sei 7 posizioni avanti a lui di sicuro non azzardi e parti anche te con le rosse ( se vuoi provare due strategie lasci sainz partire con le gialle).

 

Partendo con le rosse niente possibilità di undercut per verstappen, ok vuoi che le ferrari con le soft non performano come mercedes e red bull, ci sta ma non credo il distacco sia elevato e assolutamente gestibile considerato i minor giri che devi fare

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, GL91 scrive:

E questo per me già è inaccettabile, per la storia di Ferrari, e soprattutto perché sono anni che non si prova neppure ad applicare qualche correttivo.

 

Credo anche che Leclerc si possa rompere il ca**o prima o poi (se non se l'è già rotto) di aspettare che la luce discenda su Maranello ed illumini il cammino della dirigenza, facendogli prendere coscienza del fatto che c'è un problema e va risolto.

È difficile ritornare alla vittoria.

Capisco la frustrazione, ma che RedBull sia più vincente di Ferrari nell'ultimo ventennio è sotto gli occhi di tutti.

Perfino con Schumacher, Todt e Montezemolo si dovette aspettare qualche anno prima di tornare in vetta.

Nessun vento è favo​revole per il marinaio che non sa a quale porto vuol approdare


Alfa Romeo 147 JtdM 120CV Distinctive (2008)

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, Mansell82 scrive:

È difficile ritornare alla vittoria.

Capisco la frustrazione, ma che RedBull sia più vincente di Ferrari nell'ultimo ventennio è sotto gli occhi di tutti.

Perfino con Schumacher, Todt e Montezemolo si dovette aspettare qualche anno prima di tornare in vetta.

5 anni, ma un paio d'anni prima se la sono giocata.

 Qui siamo al 4 anno di Binotto e Charles, e di giocarsela non se ne parla, anzi...

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

53 minuti fa, Davialfa scrive:


magari mi sbaglio, ma il primo ha le rosse, quello contro cui fai la gara ha le rosse, te sei 7 posizioni avanti a lui di sicuro non azzardi e parti anche te con le rosse ( se vuoi provare due strategie lasci sainz partire con le gialle).

 

Vabbè le gomme in griglia le scopri all'ultimo, non so quanto sia possibile copiare gli altri 

 

52 minuti fa, Mansell82 scrive:

È difficile ritornare alla vittoria.

Capisco la frustrazione, ma che RedBull sia più vincente di Ferrari nell'ultimo ventennio è sotto gli occhi di tutti.

Perfino con Schumacher, Todt e Montezemolo si dovette aspettare qualche anno prima di tornare in vetta.

 

Sono stato il primo a sostenere che per tornare in vetta ci volessero tempo e continuità, anche lo scorso anno, quando tutti volevano mandare a casa Binotto per gli scarsi risultati.

Il problema è che qui ci sono aree in cui siamo carenti da anni, e non si è mai cercata una soluzione per risolvere il problema. Ci siamo dimenticati Vettel, che gli ultimi anni indirizzava lui le scelte su quando fermarsi e che gomme mettere?

 

41 minuti fa, Aymaro scrive:

5 anni, ma un paio d'anni prima se la sono giocata.

 Qui siamo al 4 anno di Binotto e Charles, e di giocarsela non se ne parla, anzi...

 

Oltretutto lì ce la giocavamo pur con macchine a volte inferiori ai rivali, qui la cosa grave è che abbiamo la macchina forte e non riusciamo a lottare per vincere.

Edited by GL91
  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

Credo che allungando il secondo stint con le gialle e finendo con le rosse alla peggio si finiva secondi.

O meglio... 

 

A Sainz hanno fatto due pit inguardabili che gli hanno fatto perdere tempo, posizioni e battistrada nel dover recuperare: sicuramente non è da prendere troppo a paragone... 

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, AleMcGir scrive:

Leclerc: “Sentivo bene la macchina con la media, poi siamo passati alla Hard”

...ma perche un Leclerc accetta una decisione del team cosi quando sa, che e un errore. Un Lauda, un Prost o anche un Hamilton non avrebbe mai accettato una decisione del team incontro della opinione stessa. Anche questo, dirigere / gestire un team verso il volonta sua e parte di un pilota di livello altissimo, non solo guidare veloce.

 

 

 

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.