Jump to content

L'odio per l'elettrico, mito, disinformazione o reale fondamento?


Recommended Posts

1 ora fa, libbio scrive:

 

Hai ragione! dai tubi di scappamento esce vapore acqueo visto che vanno tutte ad idrogeno verde e semi di fiori impollinatori per le api così le aiutiamo a sopravvivere. 

 

ripeto, studia

 

IEA-Transport-to-2070-800x505.png

1 ora fa, aboutdas scrive:

Facciamo così: evitiamo di mangiare carne e derivati animali diretti e teniamoci le auto a benzina. Contenti? 🤣

 

assolutamente corretto

 

figure6.png

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, aboutdas scrive:

Facciamo così: evitiamo di mangiare carne e derivati animali diretti e teniamoci le auto a benzina. Contenti? 🤣

Si può anche rinunciare ad entrambi volendo e vivere serenamente. Almeno per quel che mi riguarda vivo serenamente 

  • Haha! 2
  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

"Quelli che praticamente fanno una vita da malati per morire sani, oh yes!" 

 

image.png.cd76f817e72c19e285e9491d6099ea61.png

  • I Like! 2
  • TESLA Hug [Trolling Mode] 1
  • Alfa Romeo Hug [Trolling Mode] 1
  • Haha! 4
  • Thanks! 1

- '10 Alfa Romeo MiTo 1.4 TB MultiAir 135 cv Distinctive Premium Pack (dal 2017)

-'03 Ford StreetKa 1.6 Leather  (dal 2022)

 

Link to comment
Share on other sites

51 minuti fa, gianmy86 scrive:

"Quelli che praticamente fanno una vita da malati per morire sani, oh yes!" 

 

image.png.cd76f817e72c19e285e9491d6099ea61.png

Oppure trovare un modo per essere meno impattanti possibili, arrecare pochissima sofferenza agli animali e cercare di lasciare a chi ci sarà dopo di me un mondo un minimo vivibile. Ma mi rendo conto che mentre tante cose possono essere insegnate, alcune si possono capire solo se si ha una certa sensibilità. Buon divertimento. 

  • Confused... 1
  • Wow! 1
  • Haha! 2
  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

On 1/3/2023 at 00:09, aboutdas scrive:

Il 10% della popolazione italiana vive in Lombardia, in Molise solo 308.000 persone.

Ti chiedo dunque, visto che vuoi esemplificare, vuoi parlare di media in senso numerico o di media in senso di distribuzione geografica? Perché la cosa è ben diversa.

Continui con le supercazzole, il restante 90% va bene, che vivano a Brescia, Livorno o Canicattì non mi interessa.

Ripeto: come si muove la famiglia media di cui sopra nella tua visione del mondo?

  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

Ho avuto un dubbio di coscienza civica prima di postare questo messaggio. Se ne comprenderà il motivo più avanti 

 

Vi è una sottesa virtuosità etica e senso comunitari presente e futuro nel sostenere scelte che in fondo in fondo diminuiscono le emissioni di CO2, permettano un utilizzo più "sostenibile" e "responsabile" della energia elettrica (e dunque delle fonti che la producono). 

E' interessante notare in questo contesto, quanto vi sia un altro convitato di pietra proprio sotto i nostri occhi.

Quanta energia consumano Internet e i cloud (i data center)? Possiamo scomodare il termine "unità energivore".

Una semplice ricerca su internet, questo messaggio, lo streaming, producono in ultima istanza Co2, in quanto consumano watt. Giganti come Google, Facebook hanno impostato una policy di utilizzo totale di fonti rinnovabili per abbeverarsi, e hanno stipulato accordi con Finlandia, Danimarca e Svezia al riguardo (no, adesso non c'entra nulla il pensiero "concentrazione giganti IT e paesini nord europei"... ho vissuto 4 anni in Danimarca e dopo decenni che mi porto dietro un interrogativo che mi assillava fin dalle elementari, ho compreso perché i Romani nella loro massima espansione li hanno sempre "saltati").

Perché, se bisogna essere responsabili, usando meno l'auto, i condizionatori, facendo la pipi in concomitanza con la doccia come consigliava Licia Colò, lavando i denti con mezzo bicchiere d'acqua, mangiando più legumi e verdure e meno chianine o churrasco.., allora nel paradigma entrano anche i big data. I quali oggi non sono ancora tra i cuccioli che succhiano di più, ma sono destinati a una crescita non lineare. Almeno non lo erano qualche anno fa quando disponevo di dati () piuttosto attendibili per questioni di lavoro

E non inganni il fatto che alcuni giganti virtuosi facciano un gran ricorso alle rinnovabili, perché anche quelle tendono a una finitudine, perlomeno spaziale. Nel senso che ogni pannello solare copre uno spazio di un'area che in ultima istanza è finita. 

 

  • I Like! 4
  • Thanks! 3
Link to comment
Share on other sites

21 ore fa, libbio scrive:

Le auto elettriche potrebbero costare quanto quelle termiche,ma al momento non si risolverebbe comunque la loro "fruibilità" nel quotidiano dato che ci sono pochissimi punti di ricarica e i tempi stessi di ricarica sono ancora lunghi. Una tecnologia vincente deve renderti la vita piu facile nel presente,(non solo a pochi).

Se è un problema di inquinamento ,partiamo dal migliorare l'impronta del riscaldamento delle case,cosa che sarebbe più alla portata.

Edited by Vulcar
  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

  • stev66 changed the title to L'odio per l'elettrico, mito, disinformazione o reale fondamento?
  • __P locked this topic
  • __P unlocked this topic

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.

Or register (free) and login, to remove this warning.