Vai al contenuto

Classifica Utenti


Contenuti più Popolari

Mostra il contenuto con il più alto punteggio dal 23/01/2016 globalmente

  1. 54 punti
    La mía Turbo Benzina é arrivato!
  2. 54 punti
    Ecco la mia Giulia ritirata ieri
  3. 52 punti
    me lo concedete 1 sedcondo autocelebrativo? render di qualche mese fa: ieri:
  4. 51 punti
    Lunedì sera ho un Garage tutto a trazione posteriore ...
  5. 45 punti
  6. 45 punti
    Per chi non ha seguito il topic, un riassunto delle ultime 30 pagine : -nella foto del primo esemplare di serie, gli operai non stavano festeggiando a tarallucci e vino, ergo l'auto è nammerrda -sbagliano ad offrire sia il manuale che l'automatico : il primo è da dinosauri, il secondo è da vecchi bavosi -i motori base sono troppo barbon (anche quando la concorrenza offre modelli meno performanti), quelli cavallati non hanno senso visto che il futuro è l'ibrido autonomo salcazzo -i copricerchi in plastica per le versioni dedicate alle flotte (che magari non saranno nemmeno disponibili per i clienti normali) fanno ribrezzo, quindi la Giulia è destinata a fallire -gli interni delle tasche portaoggetti, da sempre il non-plus-ultra della premiumness sportiva proterva, non sono rivestiti in pelle umana -le guide dei sedili sono a vista. in altri paesi hanno rovesciato governi per molto meno, ma noi italiani come al solito lasciamo correre -per la 159 sta iniziando il percorso di santificazione che la porterà un giorno a diventare Una Vera Alfa® in conclusione, tenetevi strette le vostre Trabant e Moskvitch, moriremo tutti, Marchionne dimettiti
  7. 42 punti
  8. 41 punti
    Allora chiudiamo l'Alfa Romeo e morta lì. Davvero, dopo tre lustri di frequentazione forumistica dove si inneggiava a "auto per il piacere di guida", si elogiava BMW "che non pensa ai soldi ma fa auto pensate solo per guidatore" (e adesso fa soldi con pulmini 3 cilindri ma passiamo oltre). Dove ogni cambiamento rispetto al passato era lesa maestà. Dove "ma la 75" Dove "all'estero ci sono alfisti nelle trincee, veri, sangiugni" Dove sono tutti fini conoscitori della meccanica e frequentatori di piste. Adesso che in FCA si sono svenati per fare una macchina con l'obiettivo primario della bella meccanica e del piacere di guida...... Contano le plastiche morbide, il touch, e che costi il meno possibile. Sul serio, ma mi state pigliando per il culo? Spero di si, che se si è davvero convinti...torniamo alla prima frase di questo post.
  9. 39 punti
  10. 38 punti
    Come vi avevo annunciato ho ritirato la mia Giulia. E' una Super 2.2 180cv At8. Eccola qui. Scusate se è tutta sporca ma purtroppo dalle mie parti non smette di piovere, per cui lavarla è praticamente impossibile.
  11. 38 punti
  12. 38 punti
    Hall, io non me la prendo ma non capisco questo essere così bellici. Il mio messaggio era esternato con toni pacati e perlopiù ironici ma capisco che ognuno può interpretarlo a proprio modo, detto ciò facciamo un patto, io non me la prendo per i toni, tu non te la prendi per ciò che scriverò in seguito. - "Mica potevano mettere i fari della Giulia mamma" era ironico ed ovviamente non lo hai detto tu e comunque intendevo questa sotto.. giacchè parliamo di berline sedan: E volevo intendere in maniera estrema che, anche se Alfa ha una tradizione sui gruppi ottici, non si può continuare ad attingere la tradizione o saremmo ancora fermi appunto alla Giulia mamma oppure alla proposta da te postata sopra dove praticamente hai inserito i gruppi ottici 156 su Giulia. Non mi riferivo minimamente al discorso feritoie che non ho nemmeno preso in considerazione, i tempi cambiano e gli stilemi pure (grazie al cielo). Secondo punto: "La fanaleria della Giulia FCA contiene ben poco dei tratti caratteristici che identificano un'Alfa." .. Scusa e chi lo dice? tu? Perché ti garantisco che la tua è un opinione personale (anche se mi dimostrassi credenziali e referenze accreditate sul tuo conto) e tale rimane, esattamente come la mia. Però per rendere più alla portata di tutti il mio pensiero (che è solo nella mia mente) agevolerò il tutto con delle immagini. I tratti caratteristici (Dna Alfa) di cui tu parli, sono piuttosto una tradizione e sono stati applicati a partir dalla metà degli anni 80 e prevalentemente sul seg. D. perché prima la situazione era questa: credo le foto parlino da sole (persino gli indicatori di direzione sono nelle stesse posizioni)...e ho voluto solo prendere Fiat come comparazione altrimenti la lista sarebbe ben più lunga, questo perché il DNA stilistico di un auto non si evince solo dai gruppi ottici. Alfa Romeo a metà anni 80 fece debuttare la 75 su cui inaugurò una "tradizione" sulle seg. D (che è ben diverso dal DNA) per i gruppi ottici che si è mantenuta fino alla Giulia odierna modificandosi nel tempo. Questa tradizione consiste (e quando uscì la 75 fu davvero innovativa) nell'avere la parte interna del gruppo ottico convergente verso il trilobo. Lo stesso accadeva al posteriore: Tradizione che si è interrotta con il restyling 156 giugiaro, con 159 e che invece riprende con Giulia. E parlo di tradizione e non di Dna perché nel resto della gamma questa cosa non accadeva, anzi avveniva esattamente l'opposto: Nonostante ciò credo che 164 ed 33 debbano entrare di diritto nella gamma Alfa Romeo. Come puoi dunque giustificarmi la tua affermazione "La fanaleria della Giulia FCA contiene ben poco dei tratti caratteristici che identificano un'Alfa."? Ma veniamo ad analizzare il gruppo ottico anteriore di Giulia confrontandolo con la tanto amata 156: Io ci trovo diversi tratti in comune, certo non potevano farlo identico (grazie al cielo visto che son passati quasi 20 anni). Se casualmente (non lo hai affermato tu) possiamo scorgere alcune similitudini tra Giulia ed Audi: Allora è bene ricordare che le teutoniche hanno subito l'influenza di questo signore qui: ...che è stato a capo del design Audi subito dopo aver fatto questa: C'è più DNA Alfa nelle ultime Audi che nelle Alfa dell'ultimo decennio. Ma torniamo a bomba su Giulia FCA che prosegue a testa alta la tradizione seg. D Alfa Romeo: Finita la genesi Giulia devo farti una domanda riferita al post subito successivo: Come puoi fare due affermazioni simili: "La fanaleria della Giulia FCA contiene ben poco dei tratti caratteristici che identificano un'Alfa." "Ma perché continuate a perpetuare, solo per vostra comodità pregiudizievole, che il design deve essere scopiazzato dal passato?" In un post affermi che Giulia è poco Alfa perché non contiene i tratti caratteristici e nell'altro accusi gli altri che guardano al passato, in un altro rimpiangi il trilobo della 33 stradale (e quindi il passato).... io non c'ho capito molto alla fine... E per ultimo, ma non meno importante, molti continuano a denigrare il padellone. in realtà questo è ciò che è successo negli ultimi anni ai loghi delle auto: ... si sono ingranditi, ingrassati, sono diventati elemento predominante del muso, una forma di caratterizzazione imprescindibile da marca a marca. Non te la prendere per la puntigliosità, ma ci tengo ad illustrare per benino quello che penso!
  13. 37 punti
    Sabato il tempo ha dato una tregua, le strade si sono asciugate ed allora ho dedicato il pomeriggio alla Giulia. Ecco qui il Grigio Silverstone in tutto il suo splendore, finalmente pulito.
  14. 37 punti
  15. 37 punti
  16. 36 punti
    Ordinata martedi sera ... 2200 super 180 automatica ...nero vulcano ... interni tabacco e pinze gialle Adesso vedremo quando arrivera?
  17. 35 punti
    Senza targa anche... devo aspettare fino a Miercoledí
  18. 35 punti
    Provata ieri tutta la giornata nella pista i Arese/Lainate e nelle strade attorno. Iniziamo dai commenti a "caldo" delle motorizzazioni Diesel, erano vetture pre-serie; il 2.2 da 150cv è un bel motore pieno, frizione leggera e ben modulabile soprattutto nell'uso extraurbano e cittadino, il cambio getrag a 6 marce risulta un po' gommoso negli innesti e ruvido, mi sarei aspettato un cambio più secco, mentre la corsa era giusta per la tipologia di vettura; la versione da 180cv spinge e tanto su tutto l'arco dei giri del motore, con una bella "schiena" di coppia ti permette di affrontare rotonde in terza o di "veleggare" in statale con il pedale del gas leggermente pelato; come sulla 150cv il cambio non mi ha convinto tanto. Parlando di seduta ed egonomia del posto guida hai tutto a portata di mano senza neanche diventare troppo "scemo" nel cercarlo attorno a te; il rotore sul tunnel è molto comodo e soprattutto pulisce stilisticamente tunnel e plancia. Il sedile è giusto, ne troppo sagomanto e permette un buon appoggio, con mille regolazioni si trova subito la posizione di guida. Il volante è peretto, sia come posizione quasi verticale, come impugnatura e come diametro, risulta molto leggero nella modalità "natural/Normal" e questo un po' lo fa sembrare "virtuale", mentre in Dynamic si ha un carico volante che fa sentire la vettura piantata e con una direzionalità mostruosa, provate a fare svole o rotonde. Il navi da 5,5 pollici è perfetto, non riempie tutta la plancia ma ha quasi tutte le stesse funzioni del 8,8 escludendo qualche "gadget", cosa necessaria il cruscotto TFT a differenza del classico motiorino a colori che lo fa sembrare Cheap (ma questo è gusto personale), altra cosa fondamentale se si tiene il navi piccolo si devono prendere le porte USB che non sono previste. I posti dietro, per altre due persone sono comodi e larghi, anche con una persona alta alla guida (1.85/1.90). In conclusione comprerei questa macchina, ma penso, solo con lo ZF8 marce in modo di sfruttare tutta la coppia e la fluidità dei nuovi motori. Il problema che ieri non erano disponibili. Durante la giornata abbiamo seguito un WorkShop sulla Giulia e sulle innovazioni tecniche che contiene dal : - Quadrilatero Alto Alfa Link all'anteriore con angolo di sterzo vitruale dovuto ai doppi bracci del triangolo inferiore, tutta in alluminio. - multilink posteriore a 4 bracci e mezzo in alluinio. - al radar anti collisione e anti investimento del pedone - all'impianto frenante elettronico con doppio circuito, ragazzi questa cosa è una "chicca" o meglio figata mostruosa - albero di trasmissione in carbonio (7kg) - etc. Ora parliamo della Quadrifoglio: Provarla in una pista di 1, 5 km è come portare un cavallo purosangue a correre nel giardino di casa, alla fine si è capito poco niente se non che frena tanto e ha una voce molto presente. Abbiamo fatto due giri e in quel momento ho capito che i sedili sono comodi e molto contenitivi, il cambio, come per la versione diesel rimane gommoso e con una corsa leggermente lunga per la tipologia di macchina (quello della mia BRZ risulta più corto e non innesti più precisi). La frizione era strana, lunga, stacca in alto e poco modulabile. Mi sono trovato a bordo si una vettura "educata", io mi aspettavo una vecchia GTA, quindi incazzata che spingesse, sbuffasse e si facesse sentire come un Dio in terra o quasi un'auto posseduta da uno spirito onnipotente, sarà satato per il manettino in N o altro, non mi ha fatto questa impressione. Ora sarei veramente curioso di provarla su un tracciato più "veloce" magari il misto Alfa o sul Langhe. Per il resto, lo sterzo è precisissimo, ma risulta sempre troppo leggero; mi aspettavo come detto sopra una macchina da "fatica" soprattutto in uso pista ma con un "volante" sempre così preciso, ma più pesante per trasmettere la tenuta che veramente questa macchina ha. Anche qui durante la giornata abbiamo seguito un Workshop come per la versione 2.2 e sono emersi i seguenti punti: - la berlina più veloce della sua categoria - il record al ring certificato è di 7.39, ma è vero che ha fatto 7.36 e si aspettano un risultato migliore con lo ZF8 - l'aerodinamica della vettura è sia sopra che sotto con un fondo carenato e con l'aero splitter che permette un effetto suolo soprattutto alle alte velocità - il motore può dare molto ancora, considerandolo una versione evoluta dell'ultimo V8 ferrari, anche se con 2 cilindri in meno - etc. La conclusione a cui sono giunto è: "nel 2016 dobbiamo arrenderci all'idea che i cambi automatici saranno il futuro sulle berline e sulle auto di tutti i giorni, il cambio manuale rimane un piccolo "lumicino" nel mondo delle super sportive e per gli appassionati, sperando che proseguano nello sviluppo di questi aggeggi con tre pedali.". Ma la vera conclusione è: "se quella che vi aspettavate era una vera Alfa Romeo a trazione posteriore, bhè questa volta lo è e quindi, aspettando il 2.0 GME da 200 e più cavalli, mettete da parte i soldini, perchè questo aggeggio va forte, si guida bene e soprattutto può essere divertente in tutte le sue declinazioni". P.s. parlando dello ZF8 automatico mi è stato detto che è un cambio a doppia frizione con un convertitore attaccato in cima al tutto per l'uso "econ", ora vorrei approfondire l'argomento, se qualcuno ne sa di più: alzi la mano e spieghi un po'.
  19. 34 punti
    E'assai che, pur sempre frequente avventore del forum, m'è difficile proferir favella per queste bande. Ma dopo Bianchina Panoramica, tenevo a presentare a voi Autopareristi il nuovo arrivo nella rimessa del pollaio, ecco Bianchina Aerodinamica:
  20. 34 punti
    Aggiungo una finezza, sulle versioni AT8 sono state adottate alcune logiche di controllo mutuate da Ferrari: si può mettere la macchina in D (da P, R o N) senza usare la leva del cambio, ma semplicemente tirando la paletta di destra. Si può inoltre mettere in N, anche in movimento, tirando entrambe le palette insieme (tirando poi quella di destra viene automaticamente inserito un rapporto adeguato alla velocità della vettura). Infine, è stata implementata la scalata automatica in sequenza: tenendo tirata la paletta di sinistra, ad esempio durante una staccata, l'auto continuerà automaticamente a scalare tutte le marce in sequenza, facendo ogni scalata non appena diventa possibile.
  21. 32 punti
    Auto ritirata direi bellissima da guidare ottimo motore sempre pronto è in coppia .. cambio al top rumore direi quasi assente ( eh eh sono abituato con la 4c) pero direi perfetto su un'auto di questa fascia e livello ... finalmente siamo nella categoria premium elettronica a non finire devo mettermi a studiare le varie configurazioni anche per le sospensioni attive... sterzo perfetto come tutti dicono Vi allego qualche foto appena ho altre informazioni dopo qualche km vi aggiorno ...
  22. 31 punti
    A mio giudizio non c'è ne più bello ne più brutto, c'è finalmente una sana concorrenza. Finalmente il cliente finale ha un ampio ventaglio di scelta, ognuna delle concorrenti si distingue per qualcosa ed è proprio quel qualcosa che farà propendere per la decisione il cliente finale. Finalmente Alfa Romeo può dire la sua in un campo in cui potevamo solo sognare ci fosse. F-Pace ha un design tutto suo ed è bello per quello, nella sua particolarità, non è ne più bello ne più brutto di Stelvio, idem per Macan (fermo restando che non mi piace), in BMW si sono smarriti, ma questo lo dico da un pezzo. Audi, non ho ancora capito con quale parametro si possa scegliere...ah già i Led. Ad ogni modo nel traffico realmente Giulia la distingui e ti salta in faccia, sono decisamente più belle le foto fatte da appassionati nei concessionari che le ufficiali. Se tanto mi darà tanto questa Stelvio nel traffico quotidiano primeggerà sulla concorrenza.
  23. 31 punti
    Ciao a tutti ordinata 15 giorni fa benzina ...
  24. 31 punti
    Il piú delle volte sono semplici test di colore, di dispersione, di verniciatura in generale. Ci sono certi colori "estremi", che si usano per questi obiettivi. I colori "estremi" sono sempre diversi a seconda: - del impianto, che usano - di quello che vogliono controllare - del fornitore di vernicciatura - del personale, che fa Assessment dell' impianto. Colori chiari indicano tante volte, che si sta guardando per bene il trattamento della vernicciatura, Neon fanno verdere molto bene le piccole pecche del processo stampa lamierati e colori opachi fanno vedere la dispersione. Altri colori (p.e. il Pink) si usa per tarare l' impianto (siccome il pink per un certo produttore di vernicce é un colore chiave). In genere per la taratura dei impianti si usano 4 colori speciali e due normali. Dipende da come viene trattata la macchina (corpo vettura vernicciato a vista) subito dopo la vernicciatura. Un esempio di differenza puo essere la circostanza se il processo di vernicciatura viene eseguito a con o senza UV. Magari qualcuno di voi si riccorda come il colore rosso diventava rosa sulle macchine VAG degli anni 90 - inizio duemila. Effetto mancato trattamento UV e combinazione con il trattamento superfice anti ruggine andato male... Per qui si usano certi colori "Test". Spero di aver reso l'idea. T!
  25. 30 punti
La Leaderboard è riferita all'orario Roma/GMT+02:00
  • Newsletter

    Want to keep up to date with all our latest news and information?

    Sign Up
×