Jump to content

infallibile_GF

Members
  • Posts

    1,859
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by infallibile_GF

  1. La case automobilistiche non dormo affatto: in questi decenni ti hanno dato motori che una EURO 6 inquina 100 volte di meno di una auto non catalizzata e il catalizzatore è costosissimo. Ti hanno dato auto in grado di resistere ad urti violentissimi e salvaguardare vite umane. Ti hanno dato mille accessori di serie. E' chiaro che dovendo investire in questi aspetti di riduziuone emissioni, miglioramenti della sicurezza e comfort, non sono rimasti abbastanza soldi da investire in altri ambiti. Sarebbe impossibile per le case portare avanti investimenti nell'elettrificazione e contemporaneamente investire anche sui motori a combustione, non basterebbero i soldi. Sono sempre aziende che puntano al profitto, non sono istituti di ricerca pubblici no-ptofit.
  2. non credo sia colpa delle case, ma della politica che vuole imporre a tutti i costi l'elettrificazione forzata.
  3. Sui diesel di certi camion, per esempio Scania, esiste un sistema chiamato turbo-compoound, che recupera l'energia cinetica residua dei gas di scarico e tramite degli ingranaggi la trasmettono direttamente al cambio LA smania di elettrificare a spazzato via molti filoni di ricerca, che avrebbero potuto incrementare notevolmente i rendimenti dei motori a combustione, ma che purtroppo non vedremo mai applicati. Basti pensare ai motori a combustione diesel-ciclo otto, che solo Mazda è riuscita a produrre in serie. Oppure penso ai motori a rapporto di compressione variabile (Nissan), o all'ulitilizzo di carburanti sintetici, o semi sintetici. Ai motori camless (koenisseg), ad innovativi sistemi di cmbustione a precamera (Maserati nettuno) e a chissà quanti altri progetti che rimarrano nel cassetto e non vedremi mai.
  4. eh a malincuore devo ammettere che anche io, abbanato a Quattrospine dal 94, con uno solo anno in cui non feci l'abbonamento, quando arriva il nuovo numero di Quattrokilowattora spesso lo sfoglio velocemente solo una volta, poi finisce sul comò e rimane lì a prendere polvere. Ormai su quel comò ci stanno talmente tanti numeri di Quattrovolt che si sta sfondando e i cassetti non si aprono più dal peso. Mi prometto sempre di fare piazza pulita dei numeri di questi ultimi anni, salvandone pochissimi, giusto quelli in cui ancora provano qualche supercar, o qualche rarissisma novità dell'industria automobilistica italica, però mi manca smepr eil tempo per fare questa cernita. Mi sa che salverò bhen poco, la maggior parte dei numeri intonsi di Quattroricariche finirà nel cestone della carta.
  5. roba vecchia. Già moltissimi anni fa ci stavano prototipi di questo tipo. Ora non ricordo i nomi, ma ne erano uscita parecchi nei primi anni 2000. Per auto che ruota su se stessa il non pus ultra era questa qui:
  6. In realtà quella presentata a Ginevra era veramente la versione definitiva e queste dei camuffi sono le varie concept, che girano per strada
  7. ci stanno molte variabili in gioco: la strada è in salita, discesa, o pianura. Che tipo di auto è, che motore ha? La macchina è carica, o ci sta solo il conducente? Qunte marce ha il cambio?
  8. vai tranquillo, che per come guidi te l'Esp non ti serve.
  9. non so dove hai preso questi dati. su questo sito i dati sono ben diversi https://www.indexmundi.com/g/g.aspx?c=no&v=81&l=it Poi i costi che citi sono al netto delle tasse, oppure sono i costi alla produzione? Ah ma quello è il consumo pro-capite, ma quello non c'entra nulla. Sta di fatto che come nazione la Norvegia consuma un terzo dell'Italia
  10. si però ho visto che su un altro sito in norvegia si consumano in totale circa 120 miliardi di kwh di elettricità all'anno, contro i 300 dell'italia. In pratica in norvegia è facile coprire il fabbisogno di elettricità che è quasi un terzo di quello italiano, con fonti rinnovabili. Quindi vediamo: questo mi fa supporre che il paese con il redditto pro-capite in europa più alto, consuma poca elettricità, quindi in sostanza non ci sono fabbriche in Norvegia. Di che campano i norvegesi allora? Del petrolio che esportano ai paesi cattivi ed inquinatori come l'Italia, che appestano l'aria con le loro auto a combustione. Senza petrolio la norvegia non avrebbe tutta quell'energia pulita. E' un paradosso, ma di fatto è così. Senza la ricchezza generata dal petrolio i norvegesi non si potrebbero mai permettere tutte quelle auto elettriche e no nsi potrebbero permettere tutta quell'elettricità prodotta da fonti rinnovabili, perchè è costosissima. Quindi direi che sarebbe anche ora di finirla di prendere come esmpio di paese virtuoso, greenne, ecc...ecc la Norvegia. Sarebbe come a dire: sono un paese pacifista, ma sono maggior produttore di armi e le vendo a quelli che fanno la guerra. Troppo comodo così. Se la norvegias fosse veramente Green, allora dovrebbe chiudere tutti i pozzi e le piattaforme petrolifere di estrazione nel mare del nord. allroa sì che sarebbe un paese virtuoso.
  11. sono daccordo. Chissà che sorpresona quando toglieranno i camuffi alla presentazione ufficiale!
  12. mi dispiace dover riportare questa triste notizia https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/21_dicembre_10/morto-emanuele-sabatino-meccanico-star-web-emamotorsport-un-uomo-cuore-grande-e402509c-59da-11ec-a7f8-dae72bf3ca0c.shtml
  13. mha..continuate a gridare al miracolo, al capolavoro, ecc..ecc lodi speritcate e le foto ufficiali ancora non si son viste. A me pare un normalissimo coupè sportivo con motore anteriore. La linea appare molto, forse troppo, classicheggiante. si belle proporzioni, ma a sta Granturismo gli piace vincere facile. Vedremo se i dettagli saranno un po' più moderni della linea. Sta macchina è come la pizza: pochi semplici ingrediente ed è sempre buona, facile da fare e vai sul sicuro che piacerà sempre, ma forse preferirei un linea un po' più gourmet.
  14. Strana coincidenza, il nome Purosangue contiene al proprio interno il nome della sua principale rivale, tranne che per una vocale: pUROSangue.
  15. Per me la trazione sulle ruote anteriori sarà solo elettrica. Questo permetterebbe di fare una macchina ibrida 4x4, però risparmiando almeno il peso aggiuntivo degli organi meccanici della trazione integrale. Poi penso che le ultime v12 Ferrari a motore anteriorie abbiano un propulsore talmente arretrato dietro l'asse delel ruote anteriori, che ci starebbe benissimo uno, o due piccoli motori elettrici.
  16. Vedere questa BMW, mi fa rivalutare il design della Tesla Cybertruck.
  17. Noto che la SP3 cambia moltissimo a seconda dall'angolazione con cui la si guarda. Nella vista dall'alto, che poi essendo bassissima immagino che sia la visuale che una persona in piedi la vedrebbe dal vivo, si nota una grande sinuosità e pulizia delle linee. Infatti le "esagerazioni" fatte di lamelle, bocche, carbonio, ecc... si trovano tutte nella parte bassa dell'auto, che avendo un design in cui i muscoli superiori sono più larghi della parte inferiore, vengono nascoste in un certo senso. E quindi la macchina assume una certa pulizia. In queste foto che vediamo, credo che l'auto sia stata ripresa parecchio dal basso, quasi che il fotografo si sia inginocchiato. E' chiaro che da questa prospettiva dal basso, la macchina appare piuttosto tormentata, priva di quella pulizia ed unità stilistica, che invece rivela guardandola più dall'alto. Credo che rimanga una macchian da vedere dal vivo, più di qualsiasi altra supercar pre rendersi conto dell'effetto che fa. Su 4ruote dell'epoca scrissero che Stephenson fu mandato in Alfa quando la Mito era già pronta, ma non convincevano i fanali anteriori troppo aggressivi e così Stephenson ci mise gli occhi da cerbiatto cerchiati di cromature, come sulla Mini, che avrebbero dovuto farla paicere ad un pubblico femminile.
  18. Bellissima auto, ma ho sempre il rimpianto che la 4C le era superiore col telaio in carbonio e non le hanno mai dato il restyling che meritava.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.