Jump to content

mikisnow

Members
  • Posts

    10,532
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    19

Everything posted by mikisnow

  1. Ma come avevo già scritto, pure io non considero l'EV come Status symbol, almeno non come uguaglianza. Ma quello che intendeva @Wilhem275 (che poi lo confermerà o smentirà lui 😅), non era che "è roba da ricchi" ma che è percepita come roba da ricchi. Che è ben diverso. "l'interesse per le EV è esploso nel momento in cui sono state identificate dal pubblico come "roba da ricchi". È una delle componenti che può far nascere uno status symbol, la percezione del prodotto in cui ci si identifica nella società. (lavoro / amici). Assolutamente vero, infatti quando si parla di status symbol non si dovrebbe mai fare di tutta l'erba un fascio. Però lo si può citare per collocare in linea di massima un determinato "oggetto", e non necessariamente come suo lato negativo. L'autore del Topic secondo me nel titolo, si riferisce alle persone a cui piace farsi notare con qualcosa di innovativo e che gli fa sentire benestanti perché magari nel garage non basano soltanto quell'EV (se la possono permettere come giocattolo). Mi viene in mente quando diversi imprenditori hanno acquistato una BMW i8 con il nome della ditta, e qui c'è dentro un po' di tutto. Perché con una 911 Turbo sarebbe troppo "banale". Quindi, è qui concordo, non è una questione di "soldi".
  2. Beh lo si può fare col senno di poi. Altrimenti dovremmo considerare fuffa tutto ciò che riguarda la psicologia, soltanto perché non suffragata da grafici a torta in un dato momento 😉 (o l'analisi comportamentale). Oltretutto nei sondaggi mica si dice sempre la verità, come una mia amica che onestamente ha dichiarato di aver acquistato una 500 per moda, non tutte te lo "confessano" (e non la vedo come una cosa negativa). Poi conta sempre come ci si pone, perché se dicessi "ad occhiometro il pubblico femminile che vedo sulla 500 è per una gran parte fighetta", qualcuna si potrebbe offendere.
  3. ".... è per questo che Toyota ha incrementato potenza e coppia proprio per renderla droftante al 100%" Mah. 🤔
  4. Anche lui tutto sommato s'è accontentato 😅
  5. Concordo su tutto il discorso. Perciò in diversi hanno scritto "non è l'auto elettrica ad essere status symbol". Su quest pezzo quotato poi è lampante nei vari "Test" su Youtube, anche soffermandosi al solo titolo... HO GUIDATO IL FUTURO! Play da iPhone 13 Pro di VW ID.LIFE elettrica da 20000 euro. FERRARI F355 Spider: Pininfarina la matita degli Dei Va beh, lui meno famoso e s'è ritagliato uno spazio su questo genere, ma il concetto è quello. Automoto, Valerio Nebuloni: F812 GTS - Il ritorno della Spider dal maestoso V12 da 800cv!! Un'altra cosa interessante da analizzare, riguarda le Potenze in gioco dove 300cv in un'ICE vengono percepite come roba poderosa, mentre certe potenze sulle EV non lasciano di stucco tutti, c'è meno interesse. Quasi fosse una roba scontata. E questo vale anche per chi ha una Tesla ed in garage una poderosa ICE datata. Qui poi si entra in quel discorso che riguardava anche certi VS con le ICE. Il coinvolgimento, a prescindere dalla potenza e prestazioni delle auto X ed Y. Quello che non riesco a capire, lasciando perdere la guida autonoma ed il futuro, è perché ci debba essere una sorta di induzione al conformismo e non si accetta che ci sia ancora qualcuno a cui piaccia guidare o cose diverse e che non gli frega nulla della coppia istantanea, a prescindere che tecnicamente sia un aspetto migliore. Oppure pensare che la guida con EV debba fare a cazzotti col piacere di guida, pensando che non importa alla maggior parte e che debba quindi essere così per tutti gli altri. Se così mamma mia che futuro e vite tristi! E mica per colpa dell'EV! Magari contornato dal controllo dell'emozioni come in Equilibrium 😬 Almeno se consideriamo l'oggettistica X come status symbol non si cerca di ghettizzare chi ha Y, ma di questo passo sparirà lo stesso concetto di status symbol perché non ci sarà più terreno fertile! Cavolo per me il piacere di guida conta anche nei tragitti casa lavoro proprio perché li rende più piacevoli! Speriamo a questo punto che sia proprio l'EV a mettere tutti d'accordo! Così una ioniq5 la potrà acquistare sia il Nerd di turno che Rossi a cui interessa la versione 4x4 305cv, e non ci sarà più nessuno a rompere le scatole con le frasi del tipo "che te ne fai di una 4x4, non servono più" 😬. Dalla nostre parti si dice "fare gli scunzamnestra" (Colui che rovina la minestra).
  6. Riprese di un certo livello da prospettive in cui i tempo non era possibile su auto del passato, fa il suo bell'effetto!!
  7. (o cancellato la battuta che veniva spontanea 😬😅). Penso sia riferito al fatto che sia paragonabile alla mancanza del pedale della frizione sugli AT. Un componente in meno da utilizzare continuamente. Chiaro che il freno ogni lo si utilizza pure sulle EV a parte la frenata assistita, ma avendo più freno motore lo si utilizza meno.
  8. Diciamo che interessano entrambi ma per avere un metro di paragone o idea dell' auto che possa soddisfare, ed a parte tutti i distinguo del caso come Aspirato Vs Turbo e cambio MT6 e AT8 con rapporti più corti (per esempio), se si prende un dato come 10" sullo 0-100 anche la Ripresa non sarà un granché rispetto ad un 8" sullo 0-100, cioè lo 0-100 è un dato che può dire qualcosa a livello di massima ecco. Su auto ben più potenti si ha un'idea migliore con 0-200 e 100-200 per esempio. Perché che faccia 3" o 3.5" ci dice meno rispetto ad un 8" Vs 10" sullo 0-100. Ma appunto a me sta bene che ci sia una Mito a listino per neopatentati, fra l'altro era comunque più godibile da guidare rispetto alle altre. Però credo che la maggior parte desideri vedere degli step, in modo da poter essere accontentati in base al proprio potere di mantenimento. Per esempio Giulia ok, ma capisco chi vorrebbe una versione sui 350cv. (poi Personalmente non la prenderei mai, o calo ed amen o Giulia Q e fine.) Su cosa serve avere varie potenze o versioni pepate, è un discorso filosofico. L'auto la considero sia un bene con la sua utilità sia un bene emozionale. E certi modelli e versioni soddisfano entrambi in momenti diversi o addirittura nello stesso momento.
  9. Tralasciando il discorso Alfa di un tempo (presa una a caso, fonte Evo), e tralasciando il tema "modelli per tirar su soldi" .... ... secondo me Giulia ha messo tutti d'accordo. (Stelvio per i SUV). Va beh, tranne le diatribe sui Full LED ed altre cose simili. Ma comunque sia per quanto mi riguarda Alfa TP TA o TI che sia, dovrebbe avere una piacevolezza di guida al Top, o almeno sopra la media. Se per esempio faranno una C Hatch, dovrà essere paragonabile alla guida di una Focus e nelle versioni più spinte essere "curata" nelle doti come una i30n per esempio. Poi se questo non è fattibile per ovvi motivi di investimenti non fa testo, perché rimane un mio pensiero di come la vedrei bene. Fra l'altro non sarebbe nulla di trascendentale, tant'è che Giulia l'hanno fatta ed è ancora in vendita. Non è che non esiste. Se poi parliamo di EV e quindi che non conviene investire su certe ICE , il discorso non cambia perché quell'EV Alfa la vedrei sempre sopra la media riguardo al piacere di guida. Nessun problema invece sul discorso varianti poco potenti o modelli pulmini. L'importante è avere varianti o modelli degni di nota. Faccio l'esempio della 147. Per me non era un problema vedere a listino delle C 1600 aspirate poco performanti, l'importante era/è avere altre varianti più performanti. Poi ok, in quegli anni toccava passare sui 6 cilindri ed i Diesel 2.0 erano più godibili.
  10. Ah ma ne acquisto pure io eh 😅. https://www.dday.it/redazione/36872/amazon-music-passa-allhd-anche-in-italia-qualita-cd-con-un-sovrapprezzo-di-5-euro-al-mese Non lo metto in dubbio che nel tuo caso senti meglio con il CD, ma o hai un collo di bottiglia (Bluetooth smartphone / autoradio) o i File di Amazon Music hanno una qualità inferiore (compressa senza ulteriore abbonamento) o entrambe le cose. Per esempio se acquisti un Album da Amazon Music con qualità CD e lo riversi in una chiavetta USB da inserire nel l'autoradio , sentirai come se gli inserissi il CD. Idem se copi le tracce su memoria dello smartphone e lo colleghi all'autoradio tramite cavo. Questo perché che le tracce siano su CD o altro dispositivo, viene sempre utilizzato il Convertitore Digitale Analogico (DAC) dell'autoradio/Infotainment. Idem a casa, dove un lettore CD che ha le classiche uscite RCA al suo interno ha il suo DAC. Se ha anche le uscite digitali, se lo si collega ad un Amplificatori che ha gli ingressi digitali allora verrà utilizzato il DAC dell'amplificatore che trasformerà un segnale digitale in analogico da inviare ai diffusori. Che si tratti della TV che invia il segnale all'uscita Cuffie o lettore CD/DVD/Bluray con uscita analogica, un DAC c'è sempre. Da tempo per esempio le TV hanno solo le uscite Digitali (ottica o digitale coassiale). Se si vuole collegare il TV al l'amplificatore, se questo non ha le relative entrate occorre un DAC esterno che avrà le entrate Digitali e le Uscite RCA. Ce n'è uno per esempio molto valido come rapporto qualità prezzo (30 euro circa).... È facile quindi capire che se si possiede un lettore CD con un DAC interno migliore di quello appena postato, la qualità sarà migliore se si utilizza il CD rispetto ad usare una Chiavetta/HDD collegati al TV. Il fatto è che un lettore CD costerà sempre di più rispetto ad una solo DAC esterno, perché ha tutta la parte meccanica e telaio. Oltre al fatto che gli manca l'alta risoluzione. Inoltre esso verrà utilizzato solamente per il CD, mentre quello esterno se collegato al TV o PC per esempio, si avrà una qualità alta (in base al DAC acquistato e qualità sorgente ovvio) per tutto quello che gli arriverà: Digitale terrestre o satellitare, Chiavetta, HDD, Lettore Multimediale, Bluetooth, VOD (Video On Demand come Amazon Prime/Disney+/Netflix/Tim Vision e varie Console di gioco. Per esempio un Musical Fidelity V90 viene 250 euro. Con ingresso USB, Coassiale e 2 Ottiche. Sto su queste cifre perché se si vuole acquistare un lettore CD nuovo, quei 300 euro li si deve spendere. E sarebbe inutile spenderli se il resto dell'impianto non è adeguato, e sarebbero buttati via se il resto dell'impianto fosse notevolmente superiore. Ora, anche per il fatto che la sto facendo molto lunga, in casa in base anche ai gusti personali e dei conviventi per l'arredamento ci mancherebbe, esistono tutt'ora delle soluzioni che permettono un ascolto decisamente migliore. Per esempio questi Diffusori Attivi (con già l'amplificatore al suo interno) che supportano lo streaming Bluetooth di qualità, a 550 euro..... https://hifight.it/prodotto/tangent-spectrum-x5-bt-diffusori-attivi-wireless/ Oppure soluzioni come Amplificatori in classe D da 130 euro, una coppia di Diffusori Indiana Line o Polk Audio che sia da 150/200 euro ed un DAC fra i 30 ed i 100 euro se parliamo di componenti separati. Con dei cavi da 20 euro siamo ad una spesa minima di 230 euro e suono per musica e film decisamente superiore ad una soundbar di pari prezzo. Sulla soundbar altro discorso a parte, io ce l'ho incorporata della JBL nel TV e va bene per quello che deve fare, ma sconsiglio di spendere certe cifre a meno di non avere già un impianto dalla resa superiore. Cioè se ho un impianto da 3000 euro, prendersi una soundbar da 500/700 euro ci può stare. Altrimenti se non si hanno vincoli di estetica o spazio, si può avere molto di più con lo stesso prezzo 😉 Ah ecco, manco a farlo apposta 👍 Ero andato a sentire SVS ma alla fine ho deciso per XTZ a scatola chiusa. Ce l'ho abbinato ad un 2ch NAD C352 😉
  11. Fortuna che non faccio parte di nessuna categoria e guardo al nuovo semplicemente come lo vedo, con i suo lati negativi e lati positivi. Per tutti gli altri oggetti status symbol la cosa era più leggera. Insomma mica si cercava di obbligare la gente ad acquistare un Rolex o iPhone! 😬 Detto ciò, penso che se Tesla viene considerata come status symbol, non lo è diventata perché EV. Al massimo perché la prima EV di un certo spessore e parecchio fruibile per essere nata EV. Quindi personalmente non considero l'Auto Elettrica uno Status Symbol, tant'è che una Twizy non lo è. Sulle tecnologie occhio pensare all' EV come "il nuovo" soltanto perché EV, perché avendo un'obsolescenza più elevata rispetto alle ICE per ovvi motivi, il nuovo sarà rappresentato dall'ultima EV e quindi per logica auto EV non è di per sé uno status symbol, ma un modello/i in particolare di EV. E nemmeno perché nuovo, ma per quelli che li classifica come status symbol. P. S. Non ho contato quante volte ho scritto EV 😬. E spero che in futuro non diventi la sagra del Manicheismo 😅
  12. Comunque fra quelli papabili salendo un po' con il budget rispetto a quello che possiedo ora, mi piacerebbe un trio composto Naim Dynaudio XTZ. Ho già un XTZ 10.17 Edge e mi piace un sacco, anche se la stanza è di 35mq (H standard). Sarebbe meglio un 12.17 Edge. https://www.naimaudio.com/it/product/nait-5si https://hifight.it/prodotto/dynaudio-emit-30-diffusori-hifi-da-pavimento/ (o Emit 20 da scaffale) https://www.xtzsound.eu/sub1217edge?lng=en#!/SUB-12-17-EDGE-Matte-Black/p/384936080 Non voglio entrare nella diatriba Subwoofer si Subwoofer no nel 2ch ma c'è un dato inconfutabile: con un budget "limitato" per i Diffusori, essi hanno un limite fisico sotto il quale non garantiscono frequenze basse adeguate sotto una certa soglia. Per avere un +/- 3db a 20hz (quando si ascolta un Organo per esempio) ci vogliono dei signori diffusori. Ovvio che il Subwoofer costa parecchio in confronto agli altri componenti, e li si sceglie se destinare il budget del Sub ad Ampli e Diffusori oppure scendere al compromesso. Per inciso, un Subwoofer in un sistema 2.0 rimane 2.0, non diventa un 2.1 perché non è un canale dedicato ed a parte. Comunque già il 10.17 con Driver da 10".... 20 - 180 Hz (+/- 3dB). Ottima la possibilità di integrarlo abbastanza bene pur senza un DSP. Inoltre può suonare sia come un Cassa Chiusa che Reflex. C'è un po' da impazzire senza REW ovviamente, ma alla fine o si fa una cosa vaffa bene o si scende a compromessi ed amen. Noto spesso gente che usa la musica per sentire l'impianto anziché usare l'impianto per ascoltare la musica 😅......
  13. Si, infatti ogni stanza suona a modo suo. https://www.roomeqwizard.com/ + pannelli / tenda / tappeto volendo, e sempre considerando il fattore WAF 😅 Edit: si anche Dirac ok. Con REW serve comunque un microfono (100 euro circa) ed un DSP per gli impianti 2ch.
  14. Pensa che ho ancora queste degli anni 90, mi piaciono ancora come suonano 😅. Si trovano ancora le "spugne" di ricambio!
  15. Ma c'è bluetooth e bluetooth, e Cosimo fa bene secondo me ad usarne uno da battaglia per farci quello che ci deve fare 😉.. Questo è da battaglia (Logitech da 40 euro), e ci si collega all'Hi Fi di casa con Smartphone / Tablet / PC qualora non ne avesse uno integrato (di solito ce l'hanno gli Ampli a/v)... ---- Queste invece le uso di sera con i Film, per non disturbare.... Sempre BT ma con Codec: SBC, AAC, Qualcomm® aptX™, Qualcomm® aptX™ HD, LDAC https://www.technics.com/it/prodotti/cuffie/cuffie-a-padiglione/eah-f50b.html
  16. Lasciando un attimo stare il discorso Hi-Fi in auto, se hai copiato le tracce da CD senza comprimere e poi trasferite su HDD o USB collegati, la qualità sarà identica. Se poi il file è in alta risoluzione sarà superiore al CD ovviamente. Sullo streaming da Smartphone tramite BT, dipende se lo Smartphone e l'impianto dell'auto hanno il BT per l'alta definizione (Hi Res Audio Wireless, aptx). Nulla in contrario ad inserire ancora i CD in auto, ma se penso a quando vado al mare e l'auto lasciata al sole tutto il giorn!! . Preferisco usare l'app Poweramp (per esempio) con tutti i file su smarthphone. Per le auto più datate ma che hanno un'entrata Aux (tipo la mia del 2005), questo a 19 euro (preso uno a caso) risolve i problemi. Oltre a sentire Navigatore ed essere un Vivavoce.... (l'alimentazione viene presa da una presa USB)
  17. Diciamo che Hi-Fi abbraccia un'ampia fascia di prezzo (giusto o sbagliato), cioè pure in impianto da 2000 euro è da considerarsi Hi-Fi. Su certe cifre si usa infatti termini come "componenti esoterici" 😅. Che ha detto la prima volta che ti ha sentito?! 😅 Comunque capisco cosa intendi, anche se sono convinto che se te li avessero fatti ascoltare in serie nell'arco di pochi minuti te ne saresti accorto pure tu delle differenze. O meglio fra un impianto da 1000 ad uno da 10000 si, mentre potrebbe piacerti di più come suona un impianto da 50000 rispetto ad uno da 100000.
  18. Ah ok ok, pensavo ad un VS con il CD 😉. A dire il vero oggi si può avere entrambe le cose, a prescindere che la qualità sia passata in secondo piano per la maggior parte. Ma per dire, ascoltare musica Liquida che si tratti di MP3 128 o Hi-res la comodità è la stessa. Dipende dove la si ascolta e componenti a disposizione. Il SACD e poi Blu Ray Audio non hanno avuto molto successo per vari motivi, specialmente perché si è preferito passare direttamente alla musica Liquida. Ognuno poi si può scegliere il formato/qualità che vuole (se disponibili ovviamente, dall' MP3 320 kbps a file Hi-res passando per la qualità CD 16 bit 44.100 Hz. La qualità CD ha sempre avuto il suo limite, cosa che non sussiste con la Liquida proprio per il fatto che non ha i limiti di spazio di un CD. Comunque è sempre stata accettabile. Oggi per esempio nemmeno potendo prenderei un lettore CD McIntosh MCD 600 da 12000 euro. Parlando di budget ben più bassi ma che rientrano già nel mondo dell'Hi-Fi, oggi se parliamo di 2 canali conviene o Amplificatore + Diffusori o Diffusori Attivi. Nel primo caso con o senza DAC interno, nel secondo per forza con DAC. Quei 500 Euro per quel lettore per esempio, secondo me conviene investirli negli altri componenti o se già in possesso di Ampli + Diffusori, conviene investirli in un DAC. Per chi non lo sapesse, un lettore CD ha il suo DAC interno (convertitore digitale analogico) e lavora solo sulla sua sorgente. Mentre un DAC di un Amplificatore o DAC esterno lavora su tutto quello che gli si dà in pasto tramite entrata digitale. Che si tratti di Ottica da altro lettore CD, USB da PC o HDMI da TV, lettore Multimediale come Nvidia Shield o Blu Ray che sia). La qualità sarà data in questo caso dal DAC stesso perché bypassa a prescindere dalla Sorgente, ma in base al tipo di segnale ricevuto ovviamente. Quello che è importante sapere è che se la propria libreria è piena di CD non si è obbligati ad acquistare un Lettore CD o Multiformato. Basta copiarli su HDD (Esterno o su NAS che sia) e la qualità non viene persa. Tranne ovvimente se si usa il DAC della TV o se il DAC dell'Ampli A/V o 2 canali che sia è inferiore a quello del lettore CD (vedi sopra). (Il Vinile è un discorso a parte, ma può convivere benissimo con la propria libreria di musica in alta definizione. Diciamo che il suo bello esula dai fattori si comodità e qualità, e può essere considerato anche come arredo della casa. Far convivere il passato col moderno ha il suo fascino.) https://nadelectronics.com/it/nad-launches-new-c-399-hybriddigital-dac-amplifier/
  19. Ma certi Marchi hanno sempre sfornato nuovi lettori CD, così come i propri Amplificatori 2 canali. 500 per un lettore CD è tuttora considerato un prodotto di fascia media. Il mio NAD lo pagai 440 qualche anno fa, ed era fra gli entry level del Marchio. Diverso il discorso sul Vinile tornato alla ribalta qualche anno fa. Cioè non so sta spingendo sul CD ma si sta continuando a proporre prodotti per quella nicchia che li usa ancora avendone parecchi in casa. Che poi è comune copiarli tutti su HDD. In che senso? "sono stati venduti 1.842.000 dischi in vinile contro 1.671.000 compact disc" https://www.dday.it/redazione/38044/grazie-a-paul-mccartney-il-vinile-negli-usa-supera-il-cd-anche-nelle-vendite-fisiche Il problema del ritorno al Vinile, è di di stare attenti a certe incisioni pessime dove non si apprezza il classico sound da Disco, e tanto vale acquistare il CD.
  20. Prima che si arrabbi qualcuno che ha in casa un sistema Bose 😅, è vero che spesso è più il prezzo ma in questo caso per Bowers & Wilkins il prezzo è ben più alto. Uno status symbol in questo caso funzionava così: Martello sul brand, allestisco un reparto dentro Comet Unieuro Mediaworld... in cui faccio sentire il mio specchietto per le allodole. In questo caso si viene attratti dalle frequenze alte e quelle basse e mancanza di "corpo" su quelle medie per via di ragioni fisiche (subwoofer e satelliti qui si fermano). Questo colpisce chi ascolta e non se ne intende, ma non capisce che l'audio in questo caso è scarso se pur ottimo in rapporto alle dimensioni dei diffusori. Oltre a questo ci si fossilizza sul Marchio che va di moda (martellare sul brand) e se viene spiegato che Cabasse offre dei satelliti più gradevoli e con una qualità d'ascolto maggiore, la risposta è "non conosco Cabasse, che roba è" (in tono perculatorio). Così finita l'epoca di questi piccoli 5.1, si può vendere una soundbar da 700 euro in plastica di qualità inferiore rispetto ad un sistema 2.0 con Diffusori Attivi (spazio permettendo) tranquillamente. Idem per cuffie, "Sennheiser? Bah, ma che roba è!! " Senza contare, ma qui entra la variabile WAF (Wife acceptance factor), con un 5.1 (ma pure 2.0) della Indiana Line / Polk Audio / Mission / Dali o quello che volete l'ascolto sarebbe ben superiore e più coinvolgente (diffusori classici più grandi, ma pur rimanendo alche da scaffale). E qui viene spazzata via la soggettività, è una questione di fisica. Ecco, questo è un perfetto status symbol. Poi è chiaro che dal momento che il sig Rossi se non gli importa ma acquista comunque un prodotto del genere, non lo si considera status symbol. Nel senso che in quel caso lo acquista solo perché lo vede a scaffale e gli piace esteticamente. Stesso discorso quindi vale per Tesla e tutti altri prodotti. Per essere considerato status symbol da chi l'acquista, lo si deve acquistare secondo motivazioni da status symbol. Specialmente se lo si fa con l'intento di far vedere ad altri il prodotto alla moda in possesso. Poi ci sarebbe da fare dei distinguo sulle correlazioni moda/status symbol ma diventa lunga. -----------------------------
  21. C'è un errore di fondo, stavi confrontando questa CSL con una Kia Ev6 GT. Non c'è nessun problema confrontarle sulle prestazioni ed ho capito il senso del primo messaggio, ma se parliamo di "auto sportiva" c'erano dei Topic in cui si discuteva di questo concetto. E la Kia non la metterei fra le auto sportive, e non di certo perché EV.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.