Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Search the Community

Showing results for tags 'toyota'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Consigli e Pareri sul mondo dell'Auto
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
  • Il sito Autopareri
  • Mondo Auto
    • Scoop e News about cars
    • Prove Auto e Recensioni
    • Tecnica nell'Auto
    • Mercato, Finanza e Società nell'Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
  • Mobility
  • Off Topic on Autopareri
  • Venditori Convenzionati

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Interessi


Professione


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Found 189 results

  1. http://www.autoexpress.co.uk/news/autoexpressnews/204210/toyota_prius.html In sostanza, Motore 1.8 turbo a combustione magra e batterie al litio anziché al NiMh. La danno a 39 km/l con un 0-100 sotto i 10 secondi.
  2. questo è da magX ... piu che una Toyota sembra 1 mazda.. L'anno scorso sono uscite delle foto spy... ma alla fine non eran dell'Avensis ma della Lexus ES
  3. response.jp Beh dato che è imminente mi è sembrato giusto aprire un topic separato da quello della Concept.. e lo apro con quest'ultimo Photoshop..
  4. Messaggio Aggiornato al 18/11/2011 km77 Prezzi :
  5. Expected in 09. The Mark X plans on having the 2.5L 4GR, 3L 3GR, as well as the 3.5L 2GR engines in the line-up.
  6. da thehollywoodextra.blogspot.com
  7. Guest

    Toyota Prius (Topic Ufficiale)

    Ciao a tutti e a tutte! Su richiesta di qualcuno (ma era anche nell'agenda) vi scrivo due righe d'impressioni sulla mia nuova auto. Per chi mi ha letto sa che il cambio auto è stato traumatico da una parte ma fortuito dall'altra. Da una parte avevo il panico di esere a 1200 Km da casa mia senza, anzi con Yaris distrutta e dall'altra un simpaticissimo venditore che si è offerto a sistemare la burocrazia della defunta offrendomi una Prius rossa a Km 0, full-optional a 20000 € + IVA... Ritiro l'auto con targhe export (3241 WAL 44) e assicurazione provvisoria sette giorni dopo l'incidente e, con la fobia post-trauma la guido con estrema cautela, apprezzando l'estremo silenzio che regna nell'auto rispetto alla mia Yaris. Mi ci abituo subito alla mole più massiccia della Prius, e la forma del lunotto non mi da tanto fastidio, anzi, a volte la barra centrale è utile ad occultare i fari degli altri... Subito spicca la dote ibrida in città: motore spento all'arresto, si mette i moto a circa 25-40 km/h in base a quanto si preme, smette di girare appena raggiunti velocità codice e, se la batteria è sufficentemente carica, la mantiene elettricamente. Ho regitrato consumi dal display che cavo dai 3,5 a 5,0 l*100 km usandola normalmente in città. Ben lontano dai miei 10 se ero fortunata e docile che ottenevo dalla Yaris. Poi mi tocca fare il viaggio del rientro: decido, per natura della macchina e per rispetto al rodaggio, di programmare il viaggio sul navigatore scegliendo la strada più corta, tagliando la Francia in diagonale. Una nota sul navigatore, o navigatrice, dato che chi mi parla è senza dubbio una voce di donna (ma non possono darci una scelta?) che è molto facile ed intuitivo nell'uso (l'ho impostata in Inglese), veloce nel calcolare o ricalcolare la rotta, mi permette di scegliere tra tre alternative e le indicazioni sono precise che non è necessario tenere il display sulla mappa, basta ascoltarla. Nei tratti autostradali la vettura ha sempre il motore acceso ma sembra talmente basso di giri che si fa fatica a sentire la presenza del motore. Dal display vedo che lavorano entrambi i motori mentre il consumo istantaneo si attesta sui 5,5 l*100 km usando il cruise control impostato a 135 km/h. Basta una minima salita che sembra che l'auto cambia marcia, il consumo schizza a oltre gli 8 e anche i 12 l*100 Km. ma alla successiva discesa, si spegne tutto, a volta mantiene la velocità usando il solo elettrico e la media torna a livelli più piacevoli alla vista.... Sulle statali invece la vettura ha mostrato altri piacevoli sorprese. Tenendo i 90 km/h col cruise, l'istantaneo è sui 4,3 mentre il display mi fa notare che lavora solo il benzina e parte dell'energia va in batteria. Si avvicina un paesino, stacco il CC, il motore si spegne. Rallento ai 50 o 70 km/h in base ai cartelli e la macchina mi attraversa l'intero paesino usando solo l'elettrico! All'uscita del paese, accelerando, il motore si rimette in moto e tira l'auto ai 90 E ricarica le batterie, sempre al ritmo di 4,3... Un'altra piacevole sorpresa l'ho avuta sui colli! La vettura non ha nulla da invidiare alla Yaris TS che avevo, nonostante sia più pesante e col motore meno potente, l'elettrico da un effetto che oserei definire effetto turbo elettrico. Ma il grande vantaggio è: ho iniziato la salita con il consumo medio che indicava 4,8 e 6 tacche di batteria, in cima a 1000 metri mi indicava 5,1 e 4 tacche di batteria, la discesa l'ha fatta tutta a motore spento ma il freno motore ha caricato le batterie completamente (8 tacche); alla fine della discesa il consumo medio segnava di nuovo 4,8 ma, avendo le batterie cariche al massimo, la vettura si è fatta altri 15 km usando molto l'elettrico (se il motore partiva, girava al minimo, segnando un istantaneo che era la metà del solito) finché la batteria non è tornata al normale 6 tacche su 8. E il consumo è sceso a 4,5. Il lungo e noioso tunnel del Frejus, con i suoi limiti da 70 per 13 km, fatti col cruise inserito, la vettura faceva l'ibrido: un po a benzina, un po elettrico... Ormai mi ero abituata a quasti cambi di umore, che si percepisce leggermente come un leggerissimo sussulto nella trazione... Sono arrivata a casa che ero decisamente più riposata e rilassata del viaggio di andata in Yaris, col consumo medio complessivo assestata ad un incredibile 4,6 l*100 Km, meno della metà della yaris all'andata, anche, se, l'ho fatta tutta autostrada. Passando al baule, un po deludente perché manca in profondità, ma ha un doppio fondo dove posso mettere quelle cose obbligatorie ma non indispensabili, come lampadine di scorta, triangolo, catene, la mia mania di portare una tanica da 5 litri... Ma paragonando alla Yaris e alle mie esigenze, va più che bene. Lo spazio interno invece è da ammiraglia: Sarà una vettura grande come la Bora di mio papà, ma io ho 15 cm in più a disposizione per le gambe sui posti posteriori! Gli interni sono un bruttino grigio anonimo, che sembra alcantara alla vista ma al tatto si capisce che è microfibbra. Mi chiedo come resisterà col tempo. La plancia è futuristica: tutto digitale, peccato solo che mancano informazioni che io ritengo importanti: contagiri (ma sarà utile su questa auto?) e temperature, acqua e olio! Probabilmente ai geni han pensato che queste informazioni non sono affari nostri! Dal LCD centrale si comanda tutto: radio, CD, Cassette, clima, navigazione, monitor d'energia e statistiche consumo. Inoltre la mia versione ha anche una rubrica telefonica, una agenda e un reminder programmabile per una trentina di scadenze (cambio olio, pasticche, gomme, bollo, assicurazione, you name it, it's there) Molto utile, per una sbadata come me! Per finire l'interno, porta oggetti non mancano: ho la bellezza di 6 (!) portabottiglie, due cassetti sulla plancia, un pozzo centrale in mezzo e un cassetto segreto sotto il pozzo. Per terminare il racconto, al mio rientro ho pagato l'IVA italiana tramite modulo F24, ho mollato documenti francesi ad una agenzia e ho dimenticato la macchina in garage. tempo una settimana e 600€ di spesa complessiva mi consegnatole targhe italiane e ho potuto finalmente girare l'assicurazione della Yaris sulla prius. Avete domande?
  8. Guest

    Tassista fa 400.000 km in Prius.

    Tratto da DailyTech : 400,000km in a Toyota Prius (Source: Gerry Kahrmann, CanWest News Service) Prius travels 400,000km in 24 months When it comes to stop-and-go traffic, hybrid vehicles are at their best in fuel efficiency. Traditional internal combustion engines (ICE) run constantly in traffic and as a result consume fuel and emit pollutants into the atmosphere. Hybrids, on the other hand, operate on battery power when at a standstill. True hybrids like the Toyota Prius and Ford Escape Hybrid can travel at moderate speeds around town under full electric power -- as long as the battery is charged. The reduction in fuel consumption and greenhouse gas emissions were enough for New York City Mayor Michael Bloomberg to declare that all yellow cabs would be hybrids by 2012. "There's an awful lot of taxicabs on the streets of New York City obviously, so it makes a real big difference," said Bloomberg in late May. "These cars just sit there in traffic sometimes, belching fumes; this does a lot less. It's a lot better for all of us." When it comes to the Toyota Prius, a Vancouver cab driver has shown that the mid-sized hybrid is up to the task of taxi duty. Andrew Grant and his partner operate a 2004 Prius that roams the streets 22 to 24 hours a day. According to Grant, the Prius just surpassed the 400,000 kilometer (248,548 mile) mark. The Prius accomplished this feat by consuming just 10 to 15 liters of gasoline per 12-hour shift as opposed to 35 to 55 liters for traditional ICE taxis. Over a 24-month period, the Prius had one-third less maintenance costs and there were no failures of the hybrid powertrain during 400,000 kilometers of driving. The lower maintenance costs coupled with a fuel savings of roughly 1,500 liters per month means that the Prius paid for itself in less than 24 months. Grant's 2004 Prius is now the highest-mileage second generation Prius on the road. Not surprisingly, Toyota is interested in checking out the vehicle so it will soon be shipped to Toyota's Japanese headquarters for research.
  9. Posto questo piccolo trafiletto da motorbox......sottolineo solo il passaggio della coppia massima ottenuta per 600 giri (da 2000 a 2600) ...mi piacerebbe avere commenti da utenti di vetture diesel medie su questa caratteristica...e anche su alcune altre del d4d... da MOTORBOX: INIEZIONE DI POTENZA Il D-4D 2.2 non si limita a crescere di cilindrata ma segna un’evoluzione profonda del due litri, con un monoblocco in alluminio e un rapporto di compressione particolarmente basso. Ciò, abbinato a una miglior vaporizzazione del carburante e all’efficienza della turbina a geometria variabile, assicura prestazioni di tutto rispetto. Il picco di 136 cv viene raggiunto a soli 3.600 giri mentre la coppia massima di 310 Nm è disponibile stabilmente tra i 2.000 e i 2.800 giri. La Corolla Verso D-4D 2.2 può toccare i 100 km/h in 10 secondi netti e raggiungere i 195 km/h di punta, con un consumo medio di 6,3 litri ogni 100 km. FIORE ALL’OCCHIELLO Il fiore all’occhiello della Toyota è però il D-CAT, che segna il nuovo record di potenza della categoria con 177 cv, erogati tra l’altro ancora al tranquillissimo regime di 3.600 giri. In questo caso la coppia massima è di 400 Nm tondi tondi, costanti nell’intervallo tra i 2.000 e i 2.600 giri. La pratica 0-100 km/h viene liquidata in 9 secondi mentre insistendo con l’acceleratore la Corolla Verso D-CAT infrange la barriera dei 200 km/h, toccando quota 205. Prestazioni così brillanti non incidono più di tanto sui consumi, che si attestano mediamente attorno ai 6,6 litri ogni 100 km. FA PIAZZA PULITA Oltre che performante, questo turbodiesel si dimostra anche rispettoso dell’ambiente, come è lecito aspettarsi da un motore la cui sigla sta per Diesel-Clean Advanced Technology. Numerosi e raffinati i suoi "segreti". Iniettori piezoelettrici sparano ad altissima velocità il gasolio nella camera di scoppio, caratterizzata da un rapporto di compressione molto contenuto, pari a 15,8:1. Le iniezioni possono essere anche cinque per ciclo con un’attenta calibratura di quella pilota, fondamentale per l’abbattimento anche del rumore. Candelette ceramiche ottimizzano le partenze a freddo, mentre a far piazza pulita del particolato (PM) e degli ossidi d’azoto (NOx) provvede un esclusivo catalizzatore a quattro vie DPNR, impietoso anche con monossido di carbonio (CO) e idrocarburi incombusti (HC). ALLEGRO CON BRIO Su strada i due nuovi turbodiesel nipponici confermano che i toni trionfalistici usati dai vertici a tre ellissi sono giustificati. Il 2.2 D-4D è docile e trattabile sin dai regimi più bassi. Con una progressione da buon mezzofondista allunga il passo, cambiando ritmo attorno a quota 1.800 e distendendosi poi con autorevolezza. Anche se ci si dimentica inserita una marcia lunga, la notevole elasticità permette di riprendere con un certo brio. La silenziosità è buona; a voler essere pignoli si può avvertire ancora una leggera ruvidità ma per lamentarsi bisogna avere un bel coraggio. 10 E LODE Come accennato anche in occasione della recente prova dell’Hilux, il D-CAT rappresenta a oggi lo stato dell’arte tra i turbodiesel a quattro cilindri. Discreto sin dall’avviamento, guadagna giri con una rapidità sorprendente e con un rombo grintoso. Infischiandosene di quanto scritto nella scheda tecnica, allunga con veemenza ben oltre il regime di potenza massima. Anche a 4.500 giri dispone ancora di una certa spinta.
  10. http://www.autoweek.nl/newsdisp.php?cache=no&ID=2702 2,2 litri da 180cv e 400Nm rispetta le norme euro IV e verrà usato anche dalla Lexus
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.