Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Search the Community

Showing results for tags 'bmw i vision circular concept'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Off Topic on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Found 1 result

  1. Concept in arrivo prefigurante l'idea di nuova mobilità di BMW. Press Release: BMW L'approccio al Circular Design secondo il BMW Group Abbiamo considerato attentamente il concetto di circolarità fin dall'inizio durante il processo di progettazione della BMW i Vision Circular. Di conseguenza, questo Vision Vehicle è ricco di idee innovative per combinare la sostenibilità con una nuova estetica ispiratrice - questo approccio lo chiamiamo design circolare. Il design circolare abbraccia i quattro principi di RE:THINK, RE:DUCE, RE:USE e RE:CYCLE Adrian van Hooydonk, Head of BMW Group Design Ad esempio, il "classico" doppio rene BMW qui è stato RE:THINK e RE:USE. Invece di avere un rivestimento cromato con barre, il doppio rene è stato recentemente interpretato come una superficie digitale. Le superfici della griglia, si estendono su tutta la larghezza del frontale, fondendo i fari e la griglia in un'inconfondibile "doppia icona" che continuerà ad essere un chiaro identificatore BMW. Allo stesso tempo, le superfici renali vengono trasformate in un'interfaccia grafica. Inoltre, è stata creata una nervatura digitale, che dona profondità al frontale, che è stata già utilizzata in passato sul doppio rene "fisico". Questa linea grafica forma un tema ricorrente che si ritrova anche nelle finestre, nella parte posteriore, nel tetto, nelle ruote e nei rivestimenti per pavimenti. La BMW i Vision Circular non ha altri elementi aggiuntivi o distintivi del tipo attualmente utilizzato per indicare la qualità. Il logo del marchio sulla parte anteriore è inciso e il distintivo del veicolo è inciso a laser per evitare di utilizzare ulteriori componenti aggiuntivi. Le superfici sotto il parabrezza sono realizzate in alluminio secondario. Un ulteriore cluster di sensori tra i due elementi del rene, raggruppa caratteristiche tecnologiche, consentendo un semplice smontaggio all'interno di un singolo elemento rimovibile. L'area del paraurti più in basso è realizzata in plastica riciclata con una sofisticata superficie marmorizzata. La superficie laterale...un nuova fiancata per BMW La BMW i Vision Circular ha un chiaro design mono-volume composto da un piccolo numero di parti, con la gamma di diversi materiali utilizzati ridotti al minimo. Il veicolo si estende in un volume ininterrotto dall'assale anteriore a quello posteriore, offrendo una generosa vivibilità interna in un piccolo ingombro. Anche in posizione di arresto, il tetto rialzato ed il design "cab-forward", conferiscono alla silhouette compatta l'aspetto di un'impennata dinamica. Le ruote sono posizionate quasi ai limiti esterni del veicolo, combinandosi con i passaruota sporgenti per produrre un hunkered-down, tipicamente sportivo. Insieme alla sua architettura elettrificata, il Vision Vehicle offre un interno di lusso su una piccola impronta di auto. L'ampio vano passeggeri vetrato a filo conferisce ai fianchi un senso di modernità e leggerezza. Invece di utilizzare una striscia di finitura cromata come contorno per la grafica dei finestrini, c'è una superficie digitale sottile che si estende come un nastro intorno al gomito di Hofmeister. Questo non è solo un elemento stilistico, ma anche una superficie utilizzata per mostrare informazioni sullo stato del veicolo e guidare gli utenti verso l'apriporta utilizzando la luce mentre si avvicinano all'auto. Quando l'apriporta viene toccato, le due porte del veicolo si aprono in direzioni opposte, rendendo facile per il conducente e i passeggeri salire a bordo. Un posteriore "granitico" Il posteriore è compatto e muscolare e tutte le superfici dei display e le funzioni di illuminazione sono integrate in modo invisibile nel portellone di vetro scuro, replicando l'approccio adottato all'estremità anteriore. Quando l'auto è spenta, solo il logo BMW bidimensionale nella superficie di vetro scuro è visibile. L'accensione dell'auto attiva sia gli elementi di luce funzionali che la grafica della linea all'estremità anteriore. Sotto il portellone, una superficie chiaramente scolpita in acciaio secondario crea un movimento orizzontale sorprendente. Spostandosi più in basso, il paraurti nero perfettamente ottimizzato aerodinamicamente - anch'esso realizzato in plastica riciclata - completa il design della parte posteriore nel punto più basso rispetto alla strada. Pneumatici sostenibili Gli pneumatici in "Vivid Blue Rubber" sono realizzati in gomma naturale certificata, coltivata in modo sostenibile e hanno un aspetto leggermente trasparente. I cerchi sono progettati e realizzati con materiali minimi. I centri del cerchio con la massima permeabilità garantiscono il raffreddamento dei freni, mentre le superfici più chiuse al raggio esterno delle ruote garantiscono la massima efficienza aerodinamica possibile. Visibile solo guardando dall'alto, una pinna stretta è integrata centralmente nella sezione posteriore del tetto in vetro. Contiene la tecnologia di comunicazione e antenna e fornisce informazioni sullo stato del veicolo (aperto/chiuso, livello di carica della batteria, ecc.). Integra anche la luce del freno centrale alta montata. Gli interni "circolari" All'interno, la BMW i Vision Circular cerca di creare un ambiente lussuoso, utilizzando materiali e processi di produzione che sono indicativi di un approccio responsabile all'ambiente e alle sue risorse. Al fine di ridurre al minimo la quantità di rifiuti e scarti, tutti i componenti e i materiali saranno fabbricati esattamente utilizzando processi come la stampa 3D. Qualsiasi materiale eccedente sarà sistematicamente reinviato nel ciclo dei materiali. Lo schema cromatico di base per la cabina è composto da elementi in grigio tortora e la tonalità verde menta chiaro ("Monochrome Mint") utilizzato per il pavimento e pannelli di assetto laterali. Questo si coordina perfettamente con la finitura taupe/viola "Monochrome Taupe" per i sedili anteriori e posteriori per creare un'atmosfera moderna e familiare. Accenti in metallo oro-bronzo nello stesso paralume Anodized Mystic Bronze utilizzato per gli esterni aggiungono un contrasto caldo e sofisticato. Il tetto in vetro con una pronunciata collocazione all'indietro della testata del parabrezza dà a coloro che si trovano nella parte anteriore l'impressione di essere seduti all'aperto e massimizzare la sensazione di spaziosità sperimentato all'interno di un piccolo ingombro. I quattro sedili sono stati appositamente progettati per assomigliare più a mobili. I sedili poggiano su una sottile base mono-palo con regolazione anteriore/posteriore. Insieme all'omissione di una console centrale, questo design ha l'effetto di creare grandi quantità di spazio per le gambe per i passeggeri nella seconda fila. Riducendo il numero di componenti e raggruppando insieme le funzioni si crea un'esperienza "phygital", crasi di Fisica e Digitale. Il pannello strumenti classico viene trasformato in un'interfaccia utente phygital di nuova generazione. Qui, assume la forma di una scultura sospesa a forma di V che si proietta nella cabina. Al suo centro c'è un corpo in cristallo stampato in 3D con strutture nervose che lo attraversano, grande profondità visiva e un effetto di luce coinvolgente. Inoltre, l'HUD è l'intero parabrezza: tutte le informazioni pertinenti sono proiettate sulla superficie inferiore del parabrezza per tutta la sua larghezza. Le informazioni possono essere spostate direttamente nel campo visivo dell'utente o nascoste, come desiderato. L'uso intelligente delle tecnologie trasforma quindi il parabrezza esistente in una fonte di informazione, eliminando la necessità di qualsiasi altro display all'interno allo stesso tempo, ed è un altro esempio di applicazione della tecnologia timida al lavoro. V2G - Vehicle to Grid e mobilità urbana Oltre a tutte le innovazioni di materiali e design, la BMW i Vision Circular offre anche la possibilità di utilizzo in uno scenario di ricarica bidirezionale. In questo caso, il veicolo fungerebbe da dispositivo mobile di accumulo di energia e alimenterebbe l'energia verso l'ambiente circostante, ad es. edifici e infrastrutture. Può anche essere immesso nella rete elettrica per aiutare ad assorbire i picchi della domanda. Mobilità intelligente basata sui dati per la massima efficienza nel traffico urbano Un'altra misura chiave nella spinta verso una mobilità urbana sostenibile si estende oltre il veicolo reale: utilizzare in modo intelligente i dati sul traffico disponibili in tempo reale e a lungo termine per ottenere la massima efficienza nella mobilità. Ad oggi, il BMW Group ha prodotto ben oltre 14 milioni di veicoli connessi che sono ora sulle strade del mondo. Inoltre, il grado di connettività e la precisione della tecnologia dei sensori utilizzati sono in costante miglioramento. Le informazioni raccolte da ogni veicolo non è solo utilizzato per sostenere le proprie funzioni però. Con il consenso dell'utente, è condiviso con l'intera flotta collegata, consentendo a tutti i veicoli di beneficiare di questa intelligenza diffusa. Le raccomandazioni in materia di velocità potrebbero essere ottimizzate per utilizzare meglio la viabilità semaforica ("onda verde"), i flussi di traffico previsti con maggiore precisione e i periodi di congestione ridotti al minimo grazie alla comunicazione tra veicoli e ambiente. Le emissioni di CO2 causate dal traffico di stop-start o addirittura la ricerca di un parcheggio potrebbero essere ridotte in modo significativo in un gran numero di utenti. Cartella stampa completa Lo vedremo a Monaco
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.