Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'prova ford'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

    • Consigli per l'Acquisto dell'Auto
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Auto
    • Assicurazioni - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Scoops and Rumors
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Off Topic in Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Twitter


Facebook


Website URL


YouTube


Website URL


Website URL

Found 4 results

  1. Ciao a tutti, non so se a qualcuno possa interessare, però ho deciso di fare una breve recensione della mia Fiesta 125cv mild hybrid che possiedo ormai da quasi un anno. Prima di tutto si tratta di una Titanium, purtroppo avevo l'assoluta necessità di sostituire la mia precedente auto (Lancia Y) e quindi mi sono "accontentato" di una Fiesta in pronta consegna. Inoltre non è che avessi molte pretese, volevo qualcosa di più grande della Y e di più brillante (non che ci volesse molto). Quindi mi interessava più che altro prendere una segmento B a buon prezzo senza troppi fronzoli. Avevo valutato due alternative, la Hyundai I20 che però vista dal vivo non mi è piaciuta per niente e la Toyota Yaris. Ecco, quest'ultima era sicuramente la mia preferita per quanto riguarda l'estetica e le dotazioni tecnologiche. Poi ho visto il preventivo e sono tornato al volo sulla Fiesta Ora, va bene tutto, però qui con i prezzi mi pare che stiamo un pochino andando oltre.. ovviamente parlo in generale. Se penso che oggi la Fiesta 2022 a parità di allestimento costa 5000 euro in più rispetto a quanto ho pagato la mia..Comunque, iniziamo con la recensione. Andiamo con ordine: Estetica: 7 Qui ovviamente si tratta di gusti personali. A me onestamente la macchina piace, sicuramente non è appariscente però ha una linea piacevole. Interni: 7- Per quel che ci capisco io (poco) mi sembrano interni assolutamente in linea con il segmento e il prezzo pagato. I comandi sono tutti disposti bene, c'è qualche plastica dura però d'altronde a qualcosa bisogna pur rinunciare. Climatizzatore: 5,5 Ecco la prima nota dolente (in realtà non è un grosso difetto, la vera nota negativa arriva dopo e non riguarda il clima), in inverno nulla da dire funziona perfettamente. In estate invece un pò meno, nel senso che lasciandolo su automatico la ventola è sempre troppo bassa e quindi la devo regolare io manualmente altrimenti fa troppo caldo. Francamente ha un funzionamento che non capisco, però è un difetto abbastanza trascurabile. Infotainment: 4,5 Ecco la vera nota dolente, proprio uno schifo totale. L'infotainment di questa auto è veramente ridicolo. Ho avuto fin da subito un sacco di problemi e quello più brutto è relativo al telefono. In pratica lo smartphone è ovviamente sempre collegato in bluetooth ma quando ricevo le chiamate, 9 volte su 10, sento la voce dell'interlocutore totalmente camuffata. Avete presente quando in tv intervistano qualcuno che non vuole farsi riconoscere e quindi ha la voce modificata? Ecco qui è la stessa identica cosa. Ogni volta che ricevo una chiamata è sempre un terno al lotto, a volte funziona e a volte no e questo francamente è inaccettabile. Ero andato in officina e mi dissero che il telefono in auto funziona bene solo se le tacche della linea sono al massimo.. volevo ridergli in faccia! Con la Y non ho mai avuto alcun problema, mentre qui è un disastro. A settembre farò il tagliando e vedo di farmi sistemare una volta per tutte il problema (ovviamente l'auto è ancora in garanzia), non voglio pensare che sia proprio un sistema così scarso. Questo è ovviamente il problema peggiore, però di tanto in tanto ad esempio si blocca l'orologio sullo schermo, altre volte non si accende e così via. Insomma, un disastro totale. Nulla da segnalare invece per quanto riguarda Android auto che funziona perfettamente. Abitabilità: 7 Direi più che buona. Ho provato anche a stare dietro e lo spazio per gambe e testa non è male, considerando che sono alto 186cm. Davanti si sta molto bene anche se forse la seduta è un filo bassa. Buono anche il bagagliaio. Guida 7,5 Qui devo dire che sono rimasto piacevolmente stupito, è veramente bella da guidare e i 125cv si fanno sentire eccome. La modalità sport permette anche di divertirsi parecchio e in curva è davvero un piacere. Insomma, su questo aspetto è promossa a pieni voti. Ho provato anche a fare un viaggio di circa 800km tra andata e ritorno e si guida davvero bene. Consumi: 8 Guidandola in autostrada o su strade extraurbane non consuma davvero niente. L'altro giorno in autostrada ho controllato i consumi istantanei e, viaggiando a 130, siamo sui 22/23km con un litro. La utilizzo molto anche su strade urbane e la media generale è 16/16,5 km con un litro. Direi più che ottimo. Voto complessivo: 7 Non posso fare altro che promuoverla, credo di aver fatto la scelta giusta per quelle che sono le mie esigenze. È un'auto comoda, brillante e dai consumi contenuti. Come ho detto all'inizio cercavo una macchina non troppo costosa ma che fosse in grado di fare un pò tutto, quindi anche i viaggi. Naturalmente rispetto alla Y è un altro mondo, soprattutto per quanto riguarda la guida che è in assoluto il suo punto di forza. Rimane il grande rammarico per i tanti, troppi problemi dell'infotainment. Spero che quando farà il tagliando riescano a sistemarlo perchè così è davvero imbarazzante, soprattutto per quanto riguarda i problemi con le chiamate. Ad ogni modo la ricomprerei senza alcun dubbio, fermo restando che la mia preferita nel segmento è la Yaris che però costa veramente una fucilata (non ho mai avuto modo di provarla su strada, quindi non so se possa essere meglio della Fiesta). Sicuramente comunque la ricomprerei ma alla cifra che l'ho pagata, il modello attuale costa 23.000 di listino e francamente mi sembrano eccessivi. Ma qui entriamo in un discorso più ampio che riguarda i prezzi di tutte le auto che, secondo me, sono un tantino esagerati (mia cugina è innamorata della Aygo X, l'ha appena ordinata e l'ha pagata 20.000 euro! Auto carina eh, ci mancherebbe, però è un buco e io non riesco nemmeno a entrare nei posti dietro) Curiosità: ogni tanto mi arrivano messaggi sul display centrale. Per esempio se piove forte mi esce "stato di guida pericolosa, oppure quando c'è traffico mi esce "traffico più avanti", quando ci sono lavori in autostrada esce scritto "oggetti più avanti" con il simbolo dei lavori stradali. Francamente non ho capito di che pacchetto facciano parte, in quanto il modello che ho preso è sprovvisto di co pilot pack. Però devo dire che sono molto utili, anche perchè non pensavo fossero di serie e quindi le prime volte non capivo come mai comparissero
  2. Perchè l'ho comprata: Perchè da anni, come sapete avevo il desiderio di avere un'auto decapottabile, preferibilmente leggera e che fosse una seconda vettura (così da potermi permettere, mentalmente, di staccare tra lavoro e svago o, volendo, di usare saltuariamente l'auto da svago per andare a lavoro. La scelta proprio della StreetKa è maturata analizzando una serie di fattori: il primo di ordine economico, dati i rialzi dell'ultimo anno e mezzo di qualsiasi auto da svago, il secondo perchè volevo qualcosa di estremamente semplice dal punto di vista meccanico e di gestione. Non ultimo il fattore legato all'offerta; la maggior parte dei mezzi visti, da foto o dal vivo, erano spesso dei rottami neanche tanto imbellettati, proposti a cifre assurde. Quindi, cercando per mesi delle spider/cabrio a benzina, Euro3 o superiori, con un budget massimo di € 8000, ho finito per procedere per esclusione: via tutte quelle con tetto in lamiera, via quelle con cambio automatico, restava qualche E46 e/o A4 cabrio, scartate perchè tenute piuttosto male, un paio di Mazda MX-5 NB e le StreetKa. Vado a visionare una bella MX-5 edizione limitata Phoenix proposta a 7900 €, ma la sua storia era in pratica non ripercorribile, venendo dalla Germania ed essendo appena immatricolata, ma soprattutto mi veniva consegnata dopo due anni di fermo e con il consiglio forte di fare immediatamente la cinghia di distribuzione. Insomma, almeno altri 2000 € sarebbero partiti facili. Per cui restava visionare la StreetKa, auto che mi ha sempre incuriosito, mai vista davvero bene se non di sfuggita: individuo un esemplare che pare quello giusto, e quando mi ci siedo dentro è amore a prima vista. Premetto che, ritirata una settimana, fa, ci ho percorso solo i circa 300 km per portarla a casa e nelle condizioni peggiori (pioggia consistente), e un breve giro dell'isolato con capote aperta nonostante il freddo, giusto per mostrarla alla mia compagna. ESTERNI Di sicuro particolare. Difficile descriverla, hanno cercato di incattivire la linea simpatica della Ka riuscendoci in parte. Il risultato è quasi fumettistico, a me è sempre piaciuta. Inoltre aiuta non poco la combo cromatica verde inglese metallizzato con interni in pelle biscotto, un classico, tra i miei preferiti. INTERNI Per essere un giocattolo per adulti va più che bene. Lo spazio è poco ma sfruttabile, quello che salta all'occhio è la mancanza di un vero e proprio vano portaoggetti chiuso (quello davanti al passeggero ha le dimensioni di un fodero per gli occhiali), per cui, per dire, libretto d'uso e documenti meglio tenerli nel bagagliaio. Dietro, tra i due sedili, sotto ad una piccola luce di cortesia, c'è una piccola retina, dove ci si può mettere un block notes o poco più, dietro agli schienali si può infilare un raccoglitore per i cd. Ci sono infine due piccoli svuotatasche, non foderati nelle portiere e uno sul cruscotto a sinistra del posto guida, sufficiente giusto per il Telepass. Gradevoli gli interni in pelle, ripresi anche sul vano porta, che vanno ad impreziosire l'atmosfera anni '90 dell'auto. POSTO GUIDA Comodo per me, nei limiti del progetto. La mancanza maggiore è quella del bracciolo, per fortuna sono diversamente alto, 173 cm, quindi riesco a starci a mio agio. Con il sedile regolato tutto indietro riesco ad avere il volante, dalla corona gradevolmente ridotta come diametro, ovviamente non regolabile, alla giusta distanza dal busto. Sedile regolabile in altezza e piacevolmente ergonomico, la seduta ribassata ma non bassissima tradisce la derivazione utllitaria del progetto. Però non la trovo una pecca, anzi, lo trovo più comodo di quello della MX-5 NB, sul cui volante finivo per urtare le ginocchia. PLANCIA E COMANDI Se la valutassi come un'auto nuova o comunque moderna, il giudizio non potrebbe essere che poco lusinghiero. Tuttavia cercavo, in quest'acquisto, sensazioni assolutamente lontane dalla modernità, per cui, un'auto presentata nel 2003, ma con una plancia presa pari pari da un'utilitaria lanciata ben 7 anni prima, diventa paradossalmente un plus, più che un minus. La forma è quella particolare della prima Ka, con il piccolo tachigrafo retroilluminato di verde, pochi comandi e scarni, comando dei tergicristalli che sembra addirittura provenire dagli anni '80 (due regolazioni e tanto basta!) Totale assenza di computer di bordo, orologio analogico a centro plancia, sorprende già quasi che il contachilometri sia digitale. Di buono c'è che tutto è a portata di mano. La capote manuale è dimensionalmente piccola e facile da riporre/estrarre dall'apposito vano. ABITABILITA' Buona, a patto di non essere più alti di 175 cm. Anche salire/scendere dall'auto non richiede i sacrifici di auto ben più basse (penso a MX-5 o Z3) Con la capote chiusa non si ha assolutamente la sensazione di claustrofobia, sebbene anche una Punto di fianco sembri un SUV, e con la capote aperta si è sufficientemente "a giorno", come sulle auto anni '80, appunto, complici gli sportelli sottili e il montante del parabrezza abbastanza distante dalle teste di guidatore e passeggero. BAGAGLIAIO E' un pozzetto squadrato di 214 litri. Pertanto decisamente capiente e pratico in rapporto alle dimensioni esterne. Inoltre, la capienza non cambia in caso di apertura capote, che rientra in un vano a parte. Una pecca non da poco è che si può aprire solo dalla chiave telecomando, o da un'apertura d'emergenza tra i sedili, per la quale è comunque necessaria la chiave. Per cui, mai sia che posi il cappotto con le chiavi dentro e lo chiudi. Allucinante. ACCESSORI Difficile chiedere di più. Specchietti elettrici, radio CD (forse ha anche il caricatore, non so), fendinebbia, sensori di parcheggio posteriori, sedili riscaldati, climatizzatore manuale molto potente e ben regolabile. Mancano solo cruise control e bracciolo centrale, ma credo sia giusto così. COMFORT Rigida ma non troppo, rumorosa il giusto. Ad andature autostradali con capote chiusa l'ideale è tenere andature tra i 100 e i 120 km/h, oltre il rombo del motore diventa un po' troppo presente. Fruscii aerodinamici non pervenuti (magari perchè coperti, eh) Inevitabilmente, rispetto ad un'auto normale, richiede qualche compromesso, ma nulla di impossibile. Diciamo che il viaggetto estivo di 1000 km per portarla in terra natia (e nel suo habitat naturale) in estate sarà meglio dividerlo in due tappe con una sosta strategica in Umbria! MOTORE 1.6 95 cv, classico aspiratone molto elastico, favorito dal peso dell'auto inferiore ai 1000 kg. Risponde sempre molto bene al pedale, favorito dal cambio con rapporti corti. La Casa dichiara una velocità massima di 173 km/h, l'ho brevemente tirato fino ai 160 e, niente da dire, "sale come il mio" cit. Ovviamente dopo qualche minuto a quelle andature sarebbero consigliate cuffie da elicotterista. ACCELERAZIONE E RIPRESA I freddi numeri non sono stupefacenti, ma la leggerezza e il cambio corto fanno tanto, per cui in marcia è estremamente godibile e non ho avuto la sensazione di volere qualcosa in più. A 100 km/h, per dire, viaggia già a 3000 giri, quindi basta spingere e riprende benissimo. Dopo un bel giretto in statale collinare potrò avere un'idea più definita. CAMBIO Piacevolissimo, da vedere e manovrare. Corsa un po' lunga, pomello tondo in alluminio con asta a vista, innesti secchi e precisi, è assolutamente lontano dall'essere sportivo, ma è molto divertente e piacevole da usare. STERZO Molto preciso, dona un kart feeling non ai livelli di Mini, ma assolutamente piacevole. A dispetto delle dimensioni da 500, però l'angolo di sterzata pare essere quello del Titanic. Da farci l'abitudine, in garage o in parcheggio, le prime volte si rischiano figuracce (e l'abitudine a far manovra con i bus da 14 m non aiuta, anzi...) FRENI A disco anteriori, a tamburo dietro. Facili da modulare, spazi di frenata corretti. TENUTA DI STRADA/STABILITA' Molto buona in autostrada, complici le gomme 195/45/16, ai limiti dell'esagerato per il tipo di auto, e le ruote agli estremi della carrozzeria che la rendono piantata a terra. Anche a velocità sopra i limiti non si scompone, e neanche in frenata. Anche le rotatorie sono percorribili a velocità belle alte, in una di queste, esco in piena accelerazione, vado a mettere la quarta, e....mi sale su di giri. Convinto di esserci entrato in terza a 50 km/h, c'ero entrato in quinta!!! CONSUMO Da aggiornare in modalità pieno/pieno. Il serbatoio contiene 42 litri e dopo 300 km il galleggiante è poco sotto la metà. A occhio credo siamo intorno ai 13 km/l come consumo prettamente autostradale. Non male. IN CONCLUSIONE Automobilina simpatica e totalmente irrazionale, con delle caratteristiche che di fatto la rendono un po' un unicum nel panorama delle spider moderne. In fin dei conti sono soddisfatto dell'acquisto, in cui ho cercato di coniugare le sensazioni di una spider datata con l'affidabilità e l'economicità di un'auto comunque moderna. E a questo riguardo, la derivazione proletaria credo aiuti non poco.
  3. Dopo 5 anni ed 80000 km, come raccontato qui: la Peugeot 206 in mio possesso, presa usata di 10 anni con 120 mila km già percorsi iniziava definitivamente a cedere. Fumate bianche, temperatura alle stelle in salita, retrotreno, avantreno talmente rovinati da far sembrare una buca una bomba atomica, il tutto condito da una carrozzeria vissuta la rendevano una macchina si marciante, ma per nulla sicura, e con lo spettro dell’ennesimo guasto che si vedeva sempre più dietro l’angolo. Una ricerca, iniziata senza fretta particolare, poi accelerata lievemente dagli ultimi sintomi mi hanno portato a bologna, per vedere e poi acquistare una Ford Fiesta 1.0 100 cv ecoboost titanium individual 5 porte L’ automobile, usata di 7 anni (marzo 2013) e con 100000 km sopra mi è apparsa subito veramente ben tenuta, sempre tagliandata in Ford, l’ultimo a maggio 2020 è stata, a detta del precedente proprietario sempre tenuta in garage (e penso, vedendola sia la verità). ESTERNI: Esteticamente, essendo la versione restyling, presenta il tipico frontale con la "boccona" in stile Aston Martin delle ultime Ford. Il colore è copper pulse metallizzato, che varia dall’ arancione al bronzo in base alla luce, donando comunque una bella estetica. Numerose sono le cromature che impreziosiscono la linea Ho sempre apprezzato Fiesta come modello, e questa ha subito attirato la mia attenzione, complici anche i cerchi in lega da 16 montati di serie La versione Individial, basata su Fiesta Titanium la arricchisce nello stile che in questa versione, 5 porte più elegante che sportiva, con i cerchi in lega da 16 pollici multirazza. INTERNI: In questa versione gli interni sono un misto tra pelle e tessuto, che dà subito una impressione di qualità. La pelle è nera e non traspirante, un problema in queste giornate estive, ho già bruciato una gamba sedendomi l’altro giorno. I sedili sono poi ben profilati, e trattengono a dovere nelle curve, optional non comune montato sono i sedili riscaldati, che verranno testati in inverno, ma potrebbero tornare utili. è presente inoltre un bracciolo portaoggetti, per me troppo arretrato per appoggiarvi il braccio, ma comodo per riporre oggetti da nascondere all’ occhio. I sedili posteriori riprendono il rivestimento degli anteriori. Due persone, come sempre siedono comode, una terza potrebbe aggiungersi senza stare eccessivamente scomoda grazie al tunnel centrale non ingombrante. Comoda la presa 12v alla quale si può collegare un caricabatterie usb da auto. 4 sono i finestrini elettrici, che si possono abbassare e rialzare completamente ad auto spenta schiacciando sul telecomando, una comoda funzione nel caso in cui si voglia areare l’auto oppure ci si sia dimenticati un finestrino abbassato. Passando al cruscotto, sono presenti clima automatico, autoradio con lettore cd, presa usb ed aux e sync, con il quale è possibile telefonare, ascoltare musica anche da spotify (purtroppo senza possibilità di leggere i titoli delle canzoni) comandando tutto dai comandi al volante o comandi vocali (ancora non testati) Lo schermo si presenta monocromatico (color blu) e semplice. Fornisce comunque tutte le informazioni necessarie, su autoradio, climatizzatore ed altre funzioni, pur non essendo per me più di tanto necessario, preferendo l’utilizzo del mio smartphone su supporto apposito per visualizzare il navigatore, musica di spotify e rubrica telefonica. La potenza dell’impianto è comunque degna di nota, il suono è pulito ed i bassi ben riprodotti e non si perde di qualità quando si alza il volume. Il quadro strumenti è completo, sono presenti contagiri, indicatore carburante e contachilometri a lancetta, il piccolo schermo digitale riporta la temperatura dell' acqua ed il trip computer che mostra autonomia, velocità medio, consumo istantaneo e medio e contachilometri parziale. Poco sotto la radio sono presenti i pulsanti di blocco portiere e 4 frecce, piccoli e non sempre facili da notare, ma facili da raggiungere. Dietro la leva del cambio è presente una piccola tasca portaoggetti e due porta lattine, uno verrà impiegato da un cestino portarifiuti appena acquistato Il parabrezza presenta diverse chicche, una è lo sbrinamento rapido, assicurato da delle resistenze termiche poste su tutta la superficie, che in inverno mi sarà di grande aiuto, l’altra è l’active city brake, radar anticollisione da città, che si attiva sotto i 30km/h (urge quindi al prossimo rinnovo la polizza cristalli, che non era possibile aggiungere all' acquisto avendo trasferito la polizza della 206 (alla quale ho comunque aggiunto kasko collisione, infortuni conducente e furto/incendio) Il bagagliaio, con i suoi 295 litri permette un carico più che buono, per il mio utilizzo è pienamente sufficiente e molto spazio resta ancora utilizzabile, ma presenta una soglia di carico alta ed i sedili posteriori, quando ribaltati, non restano a filo, creando uno scalino fastidioso. SU STRADA: Veniamo al motore: al momento di questa prova sono stati percorsi pressoché tutti i percorsi possibili ed immaginabili: autostrada, superstrada, provinciali e città. Il motore è un tricilindrico mille benzina, e coglie l’occasione per ricordarmelo quando al minimo si avvertono vibrazioni, che però si attenuano appena si inizia a muovere l’auto. L’ ottimo lavoro di insonorizzazione, con doppie guarnizioni sulle portiere e pannelli fonoassorbenti lo rendono in movimento quasi muto, solo in accelerazione si inizia a sentirne la voce, ma comunque con un sound gradevole. Vivo tra due città, una in provincia, l’altro capoluogo di regione, che però condividono uno stato pietoso delle strade. L’ auto si è dimostrata, grazie alle sue sospensioni, in grado di assorbire le imperfezioni trasmettendo qualche minima vibrazione comunque nella norma. Anche su i sampietrini su muove agevolmente, mentre la cara vecchia Peugeot ormai stava diventando Beirut sotto bombardamento ad ogni buca che prendeva. Uno dei fattori che più apprezzo è lo sterzo, leggerissimo, che permette di fare manovre con facilità, specie nei parcheggi, dove i sensori dI parcheggio aiutano ulteriormente a non rovinare la fragile carrozzeria completamente verniciata, escludendo un fascione posteriore Per quanto riguarda le strade provinciali, è stata provata su un percorso di 50 km tra andata e ritorno, in una strada con diversi saliscendi. Date le curve strette e ripide ho dovuto più volte scalare di marcia, ma ogni volta la risposta del motore in accelerazione era pronta e scattante, permettendo anche dei rapidi sorpassi in sicurezza. Su superstrada ed autostrada si apprezza ancora di più il motore. A velocità stabile ed in quinta marcia il motore gira fluidamente e silenziosamente, e la velocità è facile da mantenere con un filo di gas. Qui però avrei apprezzato, al posto di optional come l’avviamento keyless, la presenza del cruise control (che però sembra essere montabile aftermarket, valuterò se installarlo. Buono l’impianto frenante e, come già detto apprezzabile la leggerezza e precisione dello sterzo, che permette una guida sicura anche con una guida più sportiva. Cosa mi piace dell’auto? Innanzitutto l’estetica: Essendo la mia vera prima auto, da me scelta e pagata e che verrà utilizzata esclusivamente da me doveva necessariamente essere una macchina che ogni volta che la si guardava e guidava mi rassicurasse di aver speso bene i miei soldi. Avrei potuto, con lo stesso budget, acquistare auto più funzionali ed economiche da gestire, ma le auto elettrodomestico sono una tipologia di automobile che al momento non voglio considerare, il fattore emotivo da giovane che sono ancora deve avere la meglio. Secondo: il motore: Ford da anni vince grazie all’ Ecoboost montato da questa Fiesta premi per il motore dell’anno, e a ragione. Il motore su fiesta è perfetto, permette una guida fluida dalla città all’autostrada, non ha rumorosità eccesiva (e questo, dopo 5 anni con un diesel di inizio anni 2000 è molto importante, i miei timpani stavano per cedere) e restituisce sempre una risposta decisa ad ogni colpo di acceleratore il consumo al momento (da trip computer è di 6.4l/100 km, ho ad oggi percorso 400 km, prevalentemente tra statali ed autostrada. L'uso standard prevederà principalmente strade statali ed è quindi destinato ad abbassarsi ulteriormente, ma sarà comunque distante dai 20km/ fissi della mia vecchia peugeot che faceva a prescindere da come la si usava. Terzo: tante piccole chicche, come l’aletta parasole che è veramente parasole, abbassata del tutto finisce per coprire anche la visuale sulla strada, basta quindi regolarla a dovere per guidare senza accecarsi, il poter comandare i 4 finestrini dalla chiave, l’avere un sistema multimediale che ha tutto quello che cerco io e di ottima qualità del suono Cpsa si potrebbe miigliorare, ma posso conviverci: Gli optional: La versione individual era ai tempi il top del top di gamma: e lo si vede dagli interni in materiale pregiato e dai numerosi altri accessori. Molti di questi mi sembrano però dare solo un effetto “wow” invece che una reale utilità. Avrei volentieri barattato l’accensione con pulsante (girare una chiave non ha mai ammazzato nessuno) e l’illuminazione soffusa con un Cruise control presente di serie. Per il resto la dotazione è invidiabile, molte sono difficilmente reperibili anche su segmenti superiori attuali e forniscono, come il parabrezza termico ed i sedili riscaldabili un aiuto concreto nella guida. Va però notato che molti di questi sono optional aggiunti a pagamento, su di una macchina che di listino sforava i 17000 euro era assente di serie il ruotino di scorta e questo non è normale a mio avviso. Cosa non mi è piaciuto: I pochi portaoggetti: Assenti nei sedili posteriori, dove sono presenti solo delle tasche del retro del sedile (poco male, raramente carico persone nei sedili posteriori) all’ anteriore si hanno due tasche abbastanza ampiE nelle portiere, che ho già riempito con accessori per l’auto, nella parte centrale sento però la mancanza di uno "svuotatasche", che avevo sulla Peugeot. Se riesco a riporre il telefono nella tasca della presa aux, per il portafogli invece mi ritrovo a doverlo mettere nella porta lattine, togliendo spazio alla sua funzione designata. Il piccolo vano sotto ai comandi del climatizzatore si riempie già con un cavo usb che uso per caricare il telefono ed ha una forma irregolare che non permette nemmeno L’ ingresso del telefono. il cassetto portaoggetti inoltre si riempe già con i soli manuali di uso e manutenzione e blocchetto dei documenti per la circolazione. Sono inoltre assenti le “maniglie della suocera” una cosa che sta sparendo dalle auto moderne, senza senso secondo me, dato il costo irrisorio lo avrei preferito su di una versione così accessoriata. Per il resto, ho già pronto il set di gomme invernali, grazie ad una combinazione di buoni affari ho preso a 120 euro 4 falken eurowinter hs01 prodotte nel 2019 e con 4000 km il chilometraggio è plausibile, essendo state montate ad ottobre 2019, che sono praticamente nuove, compresi i 20 euro di montaggio, ed i 40 euro pagati per un set di cerchi in acciaio da 15, completi di copricerchi pagherò 180 euro il set completo. Le gomme estive montate ora sono ancora in buone condizioni, e almeno per questa stagione reggeranno senza problemi. Ho poi acquistato e già montato un supporto per smartphone, per utilizzare il telefono come navigatore ed altre funzioni android auto, mentre devono ancora arrivare un cestino portarifiuti da mettere nel portalattine ed un caricabatterie da auto usb per ricaricare lo smartphone in maniera rapida. Tra i futuri acquisti ho in mente un kit di tappetini invernali, per non danneggiare i belli ma delicati tappetini in velluto, ma è un acquisto che può aspettare. In sintesi: cercavo una macchina sfiziosa, che mi facesse girare ogni volta che la parcheggiavo, ben accessoriata e tenuta da un precedente proprietario abbastanza scrupoloso da mantenerla in forma, e con un motore brioso. Con questa Ford sento di avere fatto bingo. L' aver scelto un turbobenzina anzichè un diesel, come avevo inizialmente considerato, si è dimostrata una valida scelta, che pagherò in maggiori consumi ma minori costi di gestione. Ed ora, una piccola galleria fotografica.
  4. A poco meno di un anno esatto dall'acquisto e con 22.000 km sulle spalle, mi appresto a fare la recensione di quest'auto. Ho acquistato la mia Ford Fiesta 2018, con motore 1.5 TDI 85cv in allestimento ST Line, usata circa un anno fa con 20.000 km. L'auto era ben tenuta e per il prezzo proposto mi è sembrata una buona offerta e ne sono rimasto colpito sia esteticamente che per la comodità degli interni; ad oggi con un totale di 42.000 km non posso che ritenermi soddisfatto. Esteticamente è un gran bel mezzo (quando riesco allegherò anche delle foto) dalla linea sportiva e accattivante, anche l'interno oltre ad essere bello è molto comodo e la seduta di guida è giusta come altezza e comodità. Trovo tuttavia molto scomodo lo schermo touch posizionato in modo così centrale e in alto rispetto alla concorrenza (lo avrei preferito o più arretrato sulla plancia sempre centrale, o più in basso), ormai ci ho fatto presto l'abitudine. Il navigatore di serie è molto buono, tuttavia non è aggiornato (ho fatto l'aggiornamento in Ford, tuttavia sono proprio le loro mappe sbagliate; la via dove lavoro ha cambiato nome almeno cinque anni fa), mentre trovo estremamente comoda la possibilità di utilizzare Android Auto utilizzando così il più preciso Google Maps. Cruise control e mantenimento di corsia sono molto utili e li utilizzo regolarmente per alcuni tratti del mio percorso casa lavoro (80% Extraurbano; 20% Urbano). Con il senno di poi se avessi potuto prendere una motorizzazione con qualche CV in più non sarebbe stato male, perché gli 85cv sono un po'pochini soprattutto quando si tratta di effettuare un sorpasso. Ci ho fatto l'abitudine e per quanto l'auto non sia proprio grintosa si guida molto piacevolmente e dato che devo passarci almeno 2 ore al giorno dentro non mi posso lamentare. Una grande critica che faccio a chi ha progettato il mezzo è la dimensione del montante sinistro del parabrezza che crea una fastidiosissima zona cieca, e la dimensione minuscola del lunotto posteriore che crea lo stesso effetto. Mi trovo infatti ancora adesso a cercare di capire come regolare lo specchietto sinistro per ovviare a questo problema. Nel complesso sono molto soddisfatto dell'auto ad un anno dall'acquisto. Non ho avuto grossi problemi e anche il tagliando è stato meno oneroso del previsto; il consumo medio rilevato è di 4.1l/100km che tutto sommato mi consente di fare circa 800 km con il pieno (ovvero una decina di giorni lavorativi).
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.