Vai al contenuto

iw4blg

Utente Registrato
  • Numero contenuti pubblicati

    2
  • Iscritto il

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su iw4blg

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Troyota Auris HSD 2013
    Lada Niva 2005
  • Città
    Boretto
  • Interessi
    Auto, fotografia, elettronica, radiotecnica
  • Professione
    impiegato
  • Genere
    Maschio

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Buonasera, mi permetto di condividere un questito un po' curioso forse, ma al quale non trovo risposta anche dopo rilettura del CDS e varie ricerche in rete. Esiste qualche articolo del CDS o altra disposizione di legge che limiti la modifica alla finitura puramente estetica esterna dell'auto? In esempio, è possibile mutarne non tanto il mero colore in sè, ma l'aspetto in generale ad esempio farla a striscie colorate? E' possibile ricoprirla con pellicola riflettente "a specchio" come caso particolare di "colore"? Ovvio, sempre salvaguardando le parti regolamentate quali fari, dispositive luminosi, vetri, etc. Non mi pare che l'aspetto esterno delle parti plastiche/metalliche (colore, riflettenza, etc.) sia in alcun modo normato o riportato in documento di omologazione, ma vorrei esserne sicuro di non cadere in infrazioni di norme. Grazie dei pareri e buona serata. Pierluigi
  2. Buonasera, chiedo lumi per interesse professionale, su come vada interpretato l'articolo 173 del CdS, noto per il divieto di utilizzo di telefoni cellulari alla guida. Il testo indica infatti: "è vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero.. omissis... (che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani)." Ora ai sensi della normativa vigente e quindi interpretazione sia dell'articolo citato sia di altri eventuali: - comandare in marcia, da parte del guidatore una normale autoradio (cambiare stazione, abbassare volume, etc.) costituisce violazione? - l'utilizzo da parte del conducente durante la marcia di dispositivi diagnostici per l'elettronica vettura (che non vedo come assimilare agli apparecchi radiotelefonici) costituisce violazione? - nel caso particolare il dispositivo di diagnosi dell'elettronica di vettura sia basato su un apparecchio radiotelefonico (ad esempio uno smartphone con opportune software di intefaccia vettura) è violazione? Grazie dei preziosi consigli. Pierluigi
×