Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 08/24/2022 in all areas

  1. Mi autocito per comunicarvi che la mia Tonale è arrivata. Ora non tocca che aspettare l’immatricolazione. Lo so, la foto fa pena, ma il concessionario non è molto pratico.
    31 points
  2. Per onorare le tradizioni del Forum
    28 points
  3. Alleggerisco un po' l'ambiente con la classica carrellata di colorazioni (da palette Renegade), sperando di fare cosa gradita:
    26 points
  4. Barchetta Legal La Fiat barchetta è una delle ultime spider disegnata, progettata e costruita in Italia. Il suo design firmato Andreas Zapatinas, risalente agli anni ’90 risulta ancora oggi piacevole ed attuale. La piccola roadster soffriva però della mancanza della trazione posteriore nonostante una motorizzazione di 1,8 litri benzina che si dimostrava brillante e scattante. Delle 56.000 unità prodotte sono ancora molti gli esemplari circolanti, segno che la vettura è entrata nel cuore dei loro proprietari, purtroppo però le limitazioni antinquinamento limitano di molto la sua circolazione. Da qui nasce l’idea del restomod. Un’aggiornamento che non ha voluto stravolgere il riuscito design esterno, se non in alcuni particolari, mentre si è concentrato in maniera importante sulla meccanica. All’esterno spiccano i nuovi scudi paraurti integrati da nuovi elementi aerodinamici, nuovi proiettori anteriori a Led e nuovi anche i gruppi ottici posteriori. L’elemento che ha subito più modifiche è il baule posteriore ora dotato di due gobbe che richiama lo spirito delle roadster anni ’60. Altre modifiche si concentrano all’interno, oltre ai nuovi sedili e pellami utilizzati per rivestire i pannelli porta, viene integrato un moderno sistema audio, di navigazione ed integrazione con smartphone, per questo motivo è stato ridisegnato il tunnel e la consolle centrale. Gli strumenti davanti al guidatore diventano ora digitali come anche i comandi del clima. Al posto del brillante 1.8 litri a benzina montato trasversalmente sull’anteriore, nel restomod della barchetta trova posto un motore elettrico da 177 Kw con cambio automatico montato al posteriore rendendola di fatto una spider a trazione posteriore. Le batterie sono alloggiate in parte nel vano anteriore ed in parte dietro l’abitacolo distribuendo in maniera equa i pesi sull’asse anteriore e posteriore. La barchetta Legal (legale perché grazie al motore elettrico può circolare legalmente senza infrangere le norme antinquinamento) non è dotata di soft top, è pensata per circolare sempre in configurazione aperta.
    25 points
  5. Questa estate ho avuto una nuova commessa su cui lavorare, mio nipote di 8 anni è venuto da me con carta e matita e mi ha detto che dovevamo fare un progetto di una 500 modificata. Mi ha chiesto esplicitamene di avere cerchi più grandi ma vecchi, prese d'aria sul cofano e per il motore, marmitte più grandi (che non si vedono), alettone, rigorosamente "bianco sporco" con la striscia rossa! Come fai a non accontentare un nipote così? 😍 ecco il risultato il 48 è un tributo alla sua grande passione, l'Iveco Turbostar 190-48, che ho messo sullo sfondo come camion della scuderia https://www.behance.net/gallery/151020291/Fiat-500-Modificata
    25 points
  6. Ciao Amici, è tanto che non pubblico qualcosa. Ho deciso di cimentarmi in questi tanto di moda "restomod". Come soggetto ho scelto uno dei veicoli a me più cari, la barchetta. Inutile sottolineare cosa sia la barchetta, per molti una delle occasioni mancate a causa della trazione anteriore. A livello di design resta però forse una delle ultime creazioni apprezzabili (insieme al Coupé di Bangle) della Fiat prima che diventasse 500dipendente. Uno dei grossi problemi attuali della barchetta è che non può circolare in alcuni luoghi (Torino per esempio) perché è Euro 2. Ma io l'ho resa elettrica e quindi "LEGALE" da qui il suo nome "barchetta Legal". In più ho sfruttato la compattezza dei motori elettrici montandoli al posteriore e rendendola di fatto una trazione posteriore. ecco una piccola anticipazione, nei prossimi giorni la galleria completa.
    23 points
  7. via Jeep SPY TOPIC ➡️CLICCA QUI!
    20 points
  8. Ciao a tutti, a distanza di più di due anni dall'ultimo aggiornamento, scrivo per un saluto, sperando di poter presto poster qualcosa di nuovo. Putroppo a Novembre 2020 il covid 19 mi ha colpito molto forte, portandosi via 9 mesi della mia vita lontano da famiglia e lavoro, e lasciandomi delle complicazioni fisiche e neurologiche che solo il tempo potrà dire se e quanto potranno essere recuperate. Vi ho letto sempre con interesse, appena ho recuperato l'uso delle mani 😁 A presto. Ivan
    17 points
  9. dimmi che sei ironico, ti prego può piacere o no, su questo sono assolutamente d'accordo, ma gli esempi che porti sono abbastanza inquietanti dai
    16 points
  10. 15 points
  11. C e' anche la versione base!
    15 points
  12. in realtà l'ha fotografata così a metà perché l'altro lato l'hanno grattato contro un muro mentre la tiravano giù dalla bisarca... ma tranquillo, una passata dal carrozziere e tutto torna a posto!
    14 points
  13. Mi è stata descritta così: “è una Ferrari al 100%, va come una Ferrari al 100% e costa due Urus. … e sono tutte vendute”
    14 points
  14. anche Pio e Amedeo piacciono a molti, ma non li metterei tra i capisaldi della comicità
    14 points
  15. Una C3 che ce l'ha fatta
    14 points
  16. Fichissima. Dietro stupenda essendo il dettaglio che mi mancava secondo una prospettiva "cristiana"
    14 points
  17. https://www.maserati.com/global/en/brand/gt
    14 points
  18. per carità averne di auto così: corpo classico, scolpito, possente, ecc… …ma quel frontale…. In confronto a LEI è la fiera della banalità….
    14 points
  19. Sono pulsanti di configurazione. Cito dal manuale: Pulsante 1: "Trasforma in Alfa Romeo Tonale" Pulsante 2: "Trasforma in Fiat Palio"
    13 points
  20. Quando iniziano a battezzarla, sai che e tanta roba.
    13 points
  21. Ah sì tipo Tonale che puoi personalizzarla con... In realtà sono molto d'accordo con te, è che mi sembra un po' assurdo e quasi ridicolo voler spacciare Alfa come premium brand e poi fare praticamente configurazioni chiuse con quattro colori e tre variabili o peggio ancora solo rimarchiare roba di rango molto inferiore...
    13 points
  22. Mi sa che in questa discussione l’ironia è incompresa… Ieri qualcuno si è persino sentito in obbligo di spiegarmi che la vecchia Juke NON è stata presa come riferimento prestazionale (benchmark per chi ama l’itanglese) da Maserati, e che quella era la macchina della guardia in foto… Ragazzi, so che il rientro dalle ferie è duro, ma… un po’ d’allegria!
    13 points
  23. Primo passo di Tavares per far diventare Chrysler unica alternativa credibile nell'elettrificazione a Tesla sarà di rinominare Christina Feuell in Christina e-feuell impiantandole un sistema p2 tra stomaco ed intestino
    12 points
  24. Lui è proprio l'ultimo che dovrebbe criticare il nome dopo Ferrari LaFerrari...
    12 points
  25. Assomiglia alla Puma è già stato scritto?
    12 points
  26. ehm... https://www.behance.net/gallery/152820839/Haflinger-X-treme-Veichle
    11 points
  27. 😲 Ma come bruttine? Il mio sogno erotico come auto di tutti giorni da 0.1 percenter arrivato. 😍
    11 points
  28. Vedo tante, troppe, affermazioni da genitori ''pancini'' (pensavo fosse una roba solo femminile, ma ergo mi sbagliavo). Io ho lavorato a contatto con il pubblico, negli alberghi (e non solo), e vi posso assicurare che la percentuale di bambini maleducati è estremamente alta, nettamente più alta di quella di bambini educati. In un hotel un bambino sferrò un calcio ad un vaso rompendolo e facendosi male col vetro (aveva circa 8 anni), i genitori non solo si rifiutarono di pagare il vaso (comunque di poco valore, lasciammo perdere) ma addirittura volevano fare causa all'albergo PERCHE' I VASI NON POSSONO STARE PER TERRA. Questo esempio lo faccio anche per descrivere come sono i genitori medi della percentuale di bambini maleducati. Purtroppo la gente quando è in luoghi pubblici dove ha pagato per entrare, soggiornarne, mangiare e cose simili, pensa di poter fare quello che vuole perché ''ho pagato, ti do da mangiare, tu non mi puoi dire nulla''; Prevenire gli atti vandalici che possono fare i bambini di sei anni e meno (ma ripeto andrebbe vietato a tutti quelli sotto gli 11) e le uscite dei loro genitori COGLIONI è un dovere morale per qualsiasi proprietario di aziende/musei/luoghi con accesso a pagamento. Mettiamo che un bambino di 5 anni all'Heritage Hub si avvicina ad una maquette in gesso, sferra un calcio e la sfascia creando un buco dentro (è gesso, è possibilissimo), magari il genitore paga il danno, ma la perdita storica dove la mettiamo? Anche un restauro della maquette (se non si rompe in tantissimi pezzi) sarebbe costoso e comunque farebbe perdere il fascino dell'epoca...come le opere d'arte distrutte e poi ricostruite, mi viene ad esempio in mente quel turista che staccò il piede alla statua di Canova. Concludo dicendo che anche io sono appassionato da sempre di automobili, da quando ero neonato in pratica...ma da piccolo non mi sarebbe mai passato per la mente di fare storie perché ''non posso entrare in un museo delle auto'', semplicemente ci andrò quando sarò abbastanza grande. E oggi da ragazzo adulto direi che sarebbe meglio così, a 6-7-8 anni non puoi apprezzare appieno la bellezza di un museo del genere, non riuscirai mai a ricordarti tutto ciò che hai visto, non porterai ricordi fotografici (ok oggi avendo tutti lo smartphone forse si, ma non a livello di fotografie serie). Decisamente meglio avvicinarsi a tali luoghi attorno ai 13-14 anni, quando sei già nella fascia adulta e hai la capacità di comprendere, ricordare, fotografare tutto ciò che vedi, in età minori ci si accontenta (come facevo io e ancora oggi faccio in realtà) di raduni all'aperto e degli avvistamenti su strada, nonché dei modellini, delle riviste...esistono tanti modi di vivere la nostra passione, non è obbligatorio portarsi i pargoli in un luogo dove darebbero fastidio ad altri e non potrebbero goderselo nemmeno appieno loro stessi. Passo e chiudo.
    11 points
  29. sembra più vecchia della precedente, pessimo lavoro
    11 points
  30. Guarda apro e chiudo l'ot Sicuramente non sarà il tuo caso ma avendo un ristorante conosco bene l'atteggiamento di figli e genitori. Completamente fuori controllo prendono cose, strappano fiori ecc. Ecc. E dopo tutto ciò il genitore medio oltre a non fare niente ti dice "sa, sono bambini". Chiaro che la colpa non è del bimbo in sé ma dei genitori che non gli hanno fornito un'educazione sufficiente e non sanno controllarlo e solo Dio sa cosa potrebbe capitare in un luogo con auto one off e che possono valere anche milioni di euro.
    11 points
  31. Guarda anche io sono iscritto alla newletter Ferrari ma non mi e' arrivato nulla. Devono aver saputo che guido una Fiat Bravo diesel del 2008...
    11 points
  32. Ciao, non scrivo da un po' sul forum perché non avevo granché di interessante da dire. Torno con questa descrizione del mio giro appena finito tra i parchi USA, da San Francisco alla Monument Valley, passando per quasi tutto quelllo che c'è in mezzo (parchi, deserti, canyon e foreste di ogni tipo) Dai 2000m di altezza ai -85 della Death Valley, dalle infinite Highway a 115km/h al casino di Las Vegas. Tutto con una media di 450km/giorno, di cui 2/3 io e il resto la mia intrepida compagna. Premetto. A parte una Y da 70cv che mi sembrava più una truffa che altro, non avevo MAI guidato una ibrida "vera", nè mi ero mai sparato 5000km in 10 giorni (l'ultimo gg è rimasta tranquilla al parcheggio), né ho mai preso una berlina 3V così lunga, e ovviamente prima volta in America con un'auto affittata. Dunque, la macchina una Ford Fusion (Mondeo per noi) grigia 3V 2019 con un 2.0 Benzina, 40cv di motore elettrico, cambio CVT, 81.000 miglia sulla groppa, cerchi da 17, allestimento SE (l'intermedio), una - per loro - "midsize" sedan. Per noi, una bistecca da 487cm, che a Milano si potrebbe parcheggiare solo col muletto. Abbiamo sentito che per lunghi viaggi conviene dare un nome alla macchina, quindi l'abbiamo chiamata Stacy, versione femminile di Chad, visto che ci è sembrata una macchina bella tosta. L'alternativa era, pagando poco di più, uno Hyundai Santa Fe o un Toyota Highlander, suv fullsize da 60k€, ma complice una amica che mi aveva detto che l'auto alta non serve + il mantra mio e del forum che "basso è bello", ha vinto lei. Scelta vincente? Per il portafogli, di brutto. Ho mantenuto circa i 43mpg (18km/l), in linea con il dichiarato. Su 3000 miglia, circa 1000 sono stati fatti in modalità EV, per via delle molte montagne e delle pazze strade americane ad onde che seguono il terreno invece di fare scavi e terrapieni o curve. Per altre cose... eh, in certi momenti me la sono vista bruttina, tipo quando ho beccati l'alluvione sui passi dello Zion, dove letteralmente dei torrenti di acqua hanno attraversato la strada e ho sentito anche l'auto alzarsi e slittare Iniziamo con i PRO -è comoda. molto comoda, non ho sofferto alla schiena o al collo praticamente mai. Sedili promossi, come anche la posizione di guida, la pedaliera, il volante, i mille tastini ford sulla plancia. -Come ho già detto, consumi. Metà del viaggio è stato fatto in salita e discesa, sempre a pieno carico. A 110km/h (circa 65 miglia) siamo quasi sui 19km/l, con A/C sempre accesa. Su 3000 miglia, 1000 in elettrico. -Gestione e switch tra motore termico ed elettrico: davvero liscio e senza tentannamenti. Questo ovviamente parlando di una guida tranquilla e non aggressiva (come dovrebbe essere il 99% del tempo, quindi bene) -Il cruise adattivo con funzione Stop & Go mi ha fatto risparmiare tante di quelle forze che spero diventi uno standard anche per le Panda. -Si è trovata a suo agio anche sul -ahimé- troppo sterrato che ci siamo trovati a fare. Poche storie, il motorino elettrico è ottimo in molte situazioni Ora i CONTRO -Il bagagliaio. Ragazzi, 1/3 del bagagliaio è mangiato dalle batterie. Per pura fortuna le due valigie si incastravano alla perfezione, ma abbiamo rischiato parecchio. -Prontezza di risposta del motore. Temo sia intrinseco del CVT avere questo ritardo di risposta. Se si affonda il pedale, la spinta arriva parecchio in ritardo. Non è certo un'auto adatta a fare le corse -Poco altro, direi forse il colore che mal si sposava con tutta la sabbia rossa che abbiamo imbarcato 😁 In conclusione, per me che sono sempre stato un fautore del mantra "auto piccola bassa leggera aspirata manuale" è stata una bella esperienza, anche se -per alcune cose- me l'aspettavo. Il motore elettrico ha degli indubbi vantaggi in certe situazioni, così come il recupero dell'energia in frenata. Sui lunghi tratti si va ovviamente a benzina, che assicura un rendimento e una autonomia ottima (almeno 7-800km). Il cambio CVT ha un modo di guidare che non mi piace per niente, ma anche qui, se uno pensa a quante volte usa l'auto "di famiglia" per staccare ai punti di corda e quanto per ammazzarsi di noia in coda e in autostrada, beh tanto vale quella volta affittarsi il macchinino e via, ormai ho questa idea. E pensare che nel 2020 stavo per comprarla, versione Vignale Ibrida di un anno e 20000km, a 18000€... adesso per la versione titatnium, vecchia di 3 anni, ne chiedono 25k. Mi mangio le mani a pensarci ancora. Ecco qui la foto del cruscotto a (quasi) fine viaggio. I Km in EV in verià sono più di 1000, ma dopo i 999 ho scoperto che si azzera😅 Son contento comunque, è stata una bella compagna di viaggio Alla prossima!
    11 points
  33. il fornitore di bulloni per esempio .... una perdita secca del 20 % che poi se fosse tutta di derivazione francese non mi stupirei di vedere mozzi a 3 dadi ..... 😜
    11 points
  34. "E ricordate sempre che Il ciclismo è uno sport sano e alla portata di tutti, che conferisce grande lucidità ed efficienza sul lavoro." Visconte Cobram
    11 points
  35. Ho provato la macchina stamattina, per circa 15/20 minuti in strade cittadine e extraurbane. Ovviamente una PHEV, rosso metallizzato in versione Takumi. La macchina l'avevo già vista staticamente a luglio, ottima impressione (vista anche bianca, forse ancora meglio), ben costruita e ottime rifiniture. Solo la chiave mi ha lasciato un pò perplesso, è la stessa di tutte le Mazda da 10 anni a questa parte, potevano differenziarla dal resto della gamma date le ambizioni dell'auto. Appena salito ho provato a far fare a lei le impostazioni, ma forse la funzione era disattivata e non si è mosso nulla. poco male perchè in 1 minuto ho trovato la mia posizione dato che è tutto elettrico. All'avvio nessun rumore, l'auto parte elettrica (ed era carica, dava 54 km id autonomia) in AUTO, è silenziosa e ben piantata, bello lo sterzo anche in manovra. Ovviamente è bella rapida in accelerazione, senza alcun scricchiolio. Il sedile è bello comodo, lo spazio per le gambe è leggermente risicato. ma io sono quasi 1,90m e peso quasi 120kg, non sono proprio piccolo. Ma sulla Stelvio le gambe hanno un pò più agio. Appena usciti dal traffico urbano ho messo in SPORT, la musica cambia nel senso che entra sempre il motore endotermico e la spinta è più vigorosa. Sospensioni ottime, guida in collina con varie curve direi perfetta, ho incrociato un TIR in una strada stretta e ho dovuto fare retro per circa 300 metri: telecamere a 360° perfette, anche se non l'avevo mai guidata ho accostato in uno spiazzo senza alcun problema. Ho provato un tiro in strada a 4 corsie, devo dire che è veramente possente, e in Sport anche in rilascio usa il freno motore e non cambia subito. Mi è piaciuta molto, non ho provato le varie configurazioni, navigatore o stereo, ma la macchina è davvero di livello. Molto ammortizzata ma non galleggiante come assetto, si stabilizza subito ma è più morbida di Stelvio. Al 99% la prenderò, però diesel 249cv AWD, la coppia è identica ma la erogazione sarà ovviamente diversa, ma fino a gennaio non è neppure provabile. Già ad ora le consegne della diesel sono a Marzo 2023, oltre 6 mesi, per chi dovesse essere interessato. In definitiva, per me, un gran bel mezzo, sembra proprio una stradista con cui fare una marea di km (che è poi quello che cerco io), forse un pò meno da mostrare al bar (per quello basta la Audi Q5, che dovrebbe stare solo parcheggiata) dove il marchio fa ancora il suo. Vi aggiorno se la prendo, per il momento non vedo sinceramente valide alternative a parità di prezzo e contenuti. Sperando solo che Mazda non ci usi come beta tester con le auto nuove (cosa che mi capitò con la ultima Espace, un delirio e un cesso di auto). Se avete altre curiosità chiedete, se posso rispondo volentieri.
    10 points
  36. Sono tutte signore dell'alta Aristocrazia borghese. [Cit.]
    10 points
  37. 10 points
  38. E' sfuggito in questo thread un classico esempio di carry-over "intensivo", la nostra Rayton Fissore Magnum degli anni Ottanta. Sotto la pelle c'era tanta meccanica ripresa dall'Iveco Daily, ma anche il "vestito" rimandava per tanti motivi ad altra produzione automobilistica di quel periodo. A colpire è sempre stata soprattutto la linea (di Tom Tjaarda) incredibilmente affine ai modelli FIAT-Lancia di Giugiaro di quegli anni, tanto da farla sembrare a molti una Uno supervitaminizzata... Eppure non c'era un solo elemento di carrozzeria davvero in comune con la utilitaria regina del mercato di allora. Carrozzeria che tra l'altro inizialmente non doveva essere neppure in acciaio, bensì in pannelli di fibra sintetica. Nella produzione di serie però solo cofano motore e portellone bagagli rimasero in plastica. Questo non toglie che una forte "aria di famiglia" sia dovuta all'utilizzo di vari componenti in uso nella produzione italiana del tempo. A cominciare dai fari anteriori (solo i proiettori, non le frecce), ripresi dalla Lancia Trevi: Quelli dietro invece, erano ripresi dalla Citroen BX, con l'aggiunta di una fascia catarifrangente rossa in basso: All'esterno, anche le maniglie erano di origine FIAT, in particolare quelle di Regata 1a serie: Le barre sul tetto, paiono le stesse di 131 Maratea... e gli specchi sono i classici Vitaloni degli anni Settanta-Ottanta (nella versione destinata alle forze dell'ordine usavano invece gli specchi verticali del Daily/Ducato). Anche all'interno c'è varia componentistica di modelli italiani di larga diffusione del periodo. Le bocchette centrali sembrano quelle di Alfa 90, mentre i pulsanti sono quelli della plancia di Ritmo Super (poi usati anche su Lancia Prisma e Delta): Sempre sulla portiera, ma questa volta all'interno, anche le maniglie e le sicure bloccaporta provengono da Lancia Delta: In un primo face lifting (presentato nel 1988), i fari anteriori furono sostituiti con altri più semplici (non a doppia parabola), affiancati stavolta dalle frecce di Fiat Uno 1a serie, mentre le maniglie porta esterne vennero rimpiazzate da quelle di Lancia Delta/Prisma.
    10 points
  39. E non vogliamo citare Alfa Romeo anche in questa discussione? 😝
    10 points
  40. Una Velar in salsa Jeep.
    10 points
  41. Beh tanto era già di proprietà come nome e lo hanno solo rigirato ad un altro brand del gruppo. E poi hanno già pronto il nome dell'allestimento per quando arriverà a fine carriera, Jeep Avenger Endgame.
    10 points
  42. Mmm...un utente qualche anno fa fece una scelta simile, virando dalla Mazda dei sogni ad una Corsa Turbo 140 cv. Dopo i primi mesi di entusiasmo, ricordo che l'insoddisfazione arrivò puntuale. Se Hot Hatch dev'essere, hot Hatch sia. Alla fine non sperpera, ha un'entrata regolare, se il suo sfizio è quello, giusto che se lo faccia passare. Fai come me. Acquisto fatto 5 mesi prima del matrimonio. Prima reazione della nubenda: "Sono soldi che togli un domani ai nostri figli!" Risposta: "Quando sarà, la venderò" Poi arriva il sorriso a 44 denti e la parolina magica "scappottiamo?", ogni volta che prendiamo la macchinina. Gli sfizi, quelli possibili, non vanno mai rimandati. La vita è puttana, dà e toglie. Quando si può, bisogna prendere.
    10 points
  43. Le auto moderne con finiture in legno hanno tutte solo un impiallacciatura. Nemmeno su macchine extralussuose come bentley, o Rolls Royce si usano dei pannelli in legno massello, ma anche loro montano solo delle impiallacciature: sottilissime lamine in legno pregiato, che vanno a rivestire pannelli in plastica. Per ragioni di sicurezza i pannelli in vero legno sono banditi da moltissimi anni dalle auto. Immaginate cosa succerebbe in caso di incidente con dei pannelli di vero legno. Ci sarebbero ovunque schegge che volano e che si conficcano nei passeggeri.
    10 points
  44. Ringrazio lo staff. Se guardate il mio profilo, ho pubblicato 335 contenuti in 18 anni senza mai infrazioni: non sono un troll! il mio penultimo post conteneva un'affermazione (non hanno cambiato i lamierati) sbagliata. Volevo correggerlo, ma nel frattempo molti utenti mi avevano citato; ne ho quindi creato uno nuovo (dove parlo di "parentela stilistica")
    9 points
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.