Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 02/20/2020 in all areas

  1. 21 points
    Poggiabraccio lilla su carrozza blu! No ma dico, si sono bevuti il cervello? Solita Alfiat.
  2. 21 points
    Questa macchina sta invecchiando D I V I N A M E N T E. Non fosse per la componentistica interna che per buona parte arriva direttamente dalla precedente Panda o dalla Punto 199 (cosa che peraltro 90% degli utenti ignora) non sembra minimamente un'auto presentata 13 anni fa.
  3. 19 points
    Ragazzi siete fantastici!!! Avete già decretato che è un cesso da una foto sfuocata di un auto bianca... vi voglio troppo bene
  4. 18 points
    E' l'ultima versione della Giulia prima che chiudono Grazie a Tutti Arrivederci/Addio
  5. 17 points
    O MIO DIO E' nella storia su canale ufficiale IG, c'è anche rombo del v6
  6. 16 points
    Alcuni fermoimmagine della Tonale presi da un nuovo video de La Repubblica postato su YouTube riguardante la Plant Academy di Pomigliano.
  7. 16 points
    Lei non mi è sul pezzo. 462 pollici cubici (7 litri) un compressore volumetrico da 3.0 litri e una potenza di 1000 CV. Fanculo l'elettrico
  8. 14 points
  9. 13 points
    Io aspetto con ansia il commento di Pawel72
  10. 13 points
  11. 13 points
    L'hanno nascosto troppo bene mi sa. Sono stati tutta la mattinata a cercarlo dentro al cofano motore.
  12. 12 points
    E la SW?? @lukka1982 DIMETTITI!!
  13. 12 points
    Non ci vedo niente di bello. I francesi sono convinti che il barocco estremo li consacri come re del car design. Non capiscono una sega.
  14. 12 points
    Secondo me il discorso non è tanto se la gta sarà a al solone di Ginevra, quanto se il salone di Ginevra sarà a Ginevra
  15. 12 points
    Secondo me è una soluzione non regolare ed è giusto che per questo Vettel venga punito
  16. 11 points
    Si come fotografo faccio schifo Si ci sto piuttosto comodo.. P.s foto con la mia faccia ve le risparmio
  17. 11 points
    L'unica soluzione per DS è lo spin off dal futuro gruppo e successiva fusione con DR Motors per creare il primo gruppo al mondo di auto invendibili.
  18. 11 points
    Su questa Bmw si accede dagli sportelli laterali o dal cancello principale davanti?
  19. 11 points
    In questa foto è in allestimento M
  20. 11 points
    Io sono comunque fiducioso perché, avendo inviato la PU a Maranello, è già partita l'analisi dei dati
  21. 10 points
    Che ne dite di un topic per condividere i piccoli dettagli automobilistici che ci fanno andare in sollucchero? Una discussione frivola, tanto per distrarsi dall'attesa snervante per la Giulia GTA (???) e le vicissitudini della Scuderia Solo due regole: tutto strettamente di serie, e mettiamo un'immagine della vettura se è poco conosciuta. Comincio io con due adorabili giapponesate: Nissan March Turbo (1985) Sì, sono le curve di coppia e potenza stampate sul volante foto da wheelsage.org Parte di una serie sugli adesivi tipo "aznalubma"... Mitsubishi Colt Lancer 2000 Turbo obruT 0002 (1981)
  22. 10 points
    La cosa positiva di questa seconda sessione è che siamo finalmente davanti alla williams. Se nel 1993 qualcuno mi avesse detto che un giorno la ferrari sarebbe stata davanti alla williams lo avrei preso per pazzo
  23. 10 points
    Per me parlare di "dettagli curiosi" legati all'auto mi riporta rapidamente ai miei ricordi da bambino. E dunque, non posso non partire dalle peculiarità Citroen. A partire dal monorazza, ma ciò che mi lasciò letteralmente esterrefatto fu vedere cosa succedeva ad una CX in parcheggio. Cioè questo: E poi, ovviamente, questo
  24. 10 points
    “Nel buio della sala correvano voci incontrollate e pazzesche. Si diceva che l’Italia stava vincendo per 20 a 0 e che aveva segnato anche Zoff di testa, su calcio d’angolo”....
  25. 10 points
    ma non è vero! a livello di Power unit, la Ferrari ha fatto passi da gigante ed ha avuto ottime idee, il problema è che puntaulmente vengono azzoppate dalla federazione, (olio, doppia uscita della batteria, ora l'aggiunta del secondo flussometro..) ed alcune non l'anno dopo, ma durante la stagione...
  26. 10 points
    Oserei dire meglio di Golf 8
  27. 10 points
  28. 10 points
    Per me si chiamerà: Super Track Omologata Car Advandced Zefiro Zefiro Orgasmica. Abbraviata in S.T.O.C.A.Z.Z.O. Zefiro Zefiro, perchè ogni Maserati deve avere il nome di un vento.
  29. 9 points
    Lo mette AUDI il tablet appeso --> premiumnesssssssssssssssssssssssssssssssssssss Lo mette Alfa Romeo Alfiat --> merdesssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssss
  30. 9 points
    La targa sotto vetro della Citroën SM:
  31. 9 points
    Presentata a marzo 2019, prodotta a giugno 2021, probabilmente sul mercato a settembre 2021. Ridicoli. E non venite a tirarmi su seghe, non può passare tutto questo tempo. Ci sono tempi ingegneristici? Bene, allora la dovevano presentare quest'anno. Punto.
  32. 9 points
    Voi ridete e scherzate ma questi "pazzi" stanno investendo molto e da anni in questa operazione di lusso alla francese. Altri contafagioli con prodotti eccellenti hanno tirato i remi in barca dopo 12 mesi girando progetti a marchi più prestigiosi. Resta il fatto che questa 508Lusso non abbia il fascino di 1/10 di questa Una vera ammiraglia Citroen, con tutti i suoi pregi e difetti.
  33. 9 points
    E' lo spazio per il mangianastri, lo avevano detto che questa sarà più vicina alla vecchia versione
  34. 9 points
  35. 9 points
  36. 9 points
  37. 8 points
    quanti toscani siamo nel forum??
  38. 8 points
    Quale parte di sarà più grande di Compass non è ancora chiara? Per quanto riguarda i tempi da concept e produzione, ricordo che da LRX Concept a Evoque son passati 3 anni... Parliamo dell’auto tra le più desiderate degli anni ‘10! Ragazzi, capisco che ci son stati anni di vuoto, capisco che magari il concept l’han fatto vedere troppo presto, ma se non avete competenze sull’auto motive e sui tempi di progettazione non createvi aspettative utopistiche!
  39. 8 points
  40. 8 points
    https://www.instagram.com/officialbiljana/ https://www.instagram.com/dennis_kueng/
  41. 8 points
    Allora vediamo un po'... Il portellone nero della Y10: Sempre in tema Y10, il mitico portamonete nella plancia della prima e seconda serie: Sempre sul tema, i cerchi della Beta Montecarlo: (e anche il paraurti mascherina lo trovo fantastico) E infine per il tema Thesis (un bel combo di ammiraglie in queste due parole ), i fari posteriori a LED e il pannello solare per l'alimentazione della batteria presente nel tetto (in pochi lo sanno, anche perché non era visibile).
  42. 8 points
    Scusate la prospettiva dall alto del posteriore che la schiaccia Ad ogni modo i posti davanti direi abbastanza spaziosi ,mi piace molto il fatto che siano "divisi" Molto bella a mio parere la plancia, bellissimo il dettaglio a cancelletto dep cambio,non mi hanno entusiasmato i comandi touch del volante Non tanto alto ,ma abbastanza profondo il baule Posti dietro di non facile accesso,ma non è che con Carrera sia come salire su Bentley continental Gt Ero prevenuto sul colore chiaro e sulla "mancanza " della calandra Ebbene dal vivo è stata una piacevole sorpresa, linea laterale armonica,il posteriore con i nuovi fari invecchia quello che è in gamma Solo alzato l alettone posteriore rovina la pulizia ,ma ha la sua funzione aerodinamica. Vi chiedo scusa ancora per le foto,ma quelle decenti inquadrano anche o me o mio padre...
  43. 8 points
    Maddeché! Avrà un'INvoluzione del 6 in linea 4.0 della Jeep Cherokee 1° generazione.... Perché a noi le economie de scala ce piaceno...
  44. 8 points
    Eccola con e con meno cromature
  45. 8 points
  46. 8 points
    Come ho già ricordato nell’ altro post, il mio Honda @150 dopo quasi 18 anni di vita e 122.200 km percorsi ha ceduto durante una salita e vista la illogicità della costosa riparazione (in pratica c’era da rifare il motore) , ho dovuto rottamarlo. Essendo impossibile (o quasi) vivere a Genova senza scooter ho dovuto sostituirlo con una certa urgenza. Escludendo l’acquisto di un modello nuovo per prezzo e destinazione d’uso, mi sono rivolto verso l’usato, con la principale avvertenza che fosse poco kmtrato ( l’età su uno scooter, se non è geologica, è meno importante che su un’auto, a differenza della percorrenza ). Alla fine ho trovato ed acquistato un Kawasaki J300 usato . Immatricolato a fine Ottobre 2015, ha percorso 10.425 km ( reali ). L’omologazione è euro 3. Nel prezzo ( 2.860 euro ) era compreso il passaggio, il tagliando dei 10.000 km ( è previsto un tagliando ogni 5000 km ) e la gomma anteriore nuova . La scelta, oltre al favorevole rapporto qualità prezzo, visto l’età di solo 4 anni e 3 mesi ed la percorrenza bassa, è stata dovuta all’estetica ed alla presenza dell’ABS , all’epoca non di serie. Estetica Kawasaki non è mai stato un produttore di scooter e per entrare nel segmento ha scelto di appoggiarsi a Kymco come meccanica, ma di ispirarsi alle sue moto di alta gamma (Ninja in primis) per l’estetica (linea e plastiche esterne sono dedicate) ed i risultati tutto sommato sono soddisfacenti. Il muso con il suo faro doppio è aggressivo, la linea filante e la livrea bicolore (nero più verde mela, optional) tipici della Casa sono decisamente gradevoli e lo fanno emergere dalla massa. Materiali e finitura Sebbene non ci siano particolari difetti, l’impressione che i materiali scelti siano buoni , ma non ottimi. Le plastiche esterne di scudo, tunnel centrale e fianchetti tutto sommato sono invecchiate bene, segno di una qualità elevata all’origine; non così tutta la componentistica esterna. .L’età si nota soprattutto nei due blocchetti multifunzione al manubrio ( gli interruttori colorati sono un po’ stinti ), nel blocco accensione e nelle plastiche del cockpit. Meccanica Telaio a diamante, motore, trasmissione e parte della componentistica provengono dal Kymco Downtown, mentre forcella anteriore, sospensioni posteriori e freni sono Kawasaki. Il motore è il noto G5 della casa taiwanese dotato però una centralina elettronica Kawasaki; ( è dato per 28 CV e 26 Nm di coppia ) ed anche la trasmissione ha una taratura “ad hoc”. La meccanica si presenta pulita ed ordinata , segno di un uso corretto .Serbatoio nella pedana, con tappo a chiave. Molto ben accessibili, per la piccola manutenzione, batteria e vaso di espansione radiatore . Dotazione Lo scooter è dotato di ABS, doppio disco ( anteriore e posteriore ) a margherita, sospensioni posteriori con precarico regolabile a cinque posizioni ed una presa di ricarica cellulare nello sportello portaguanti (purtroppo senza chiave ). L’impressione è che in questo “cugino ricco” sia stata scelta una componentistica di più alto livello rispetto alla media Kymco.. Le luci posteriori sono a led, i fari anteriori misti led/alogene ( posizione a led abbaglianti/anabbaglianti alogeni ). Bagagliaio Lo scooter è dotato di sottosella ampio in lunghezza ma poco profondo per circa metà della lunghezza: di conseguenza.si può mettere solo un casco integrale, anche se lo spazio rimanente ( in assoluto non piccolo ) può essere utilizzato per tute ed altri oggetti poco spessi. Le chicche “premium” sono l’asta con ammortizzatore per tenere sollevata la sella e l’illuminazione. E’ comunque presente un bauletto posteriore da 46 litri ( optional ) Posto guida e comandi La posizione è quella classica degli scooter a ruota bassa, cioè seduta a busto appoggiato al gradino della sella e piedi in su ( non troppo ). All’inizio è un po’ strana ( almeno per me ) poi ci si abitua in fretta. .La sella, nella parte del posto guida, è bassa e molto bene imbottita. Una volta seduti si apprezza che la pedana sia sciancrata all’altezza dei piedi, un aiuto nelle manovre da fermo. Strumentazione completa ( tachimetro e contagiri, più uno schermo centrale con indicatore livello benzina e termometro acqua a segmenti ) Leve dei freni regolabili (come nelle moto) . Si notano alcuni comandi tipicamente motociclistici come il pulsante di arresto ed il fatto che le luci non siano spegnibili. In strada Nelle manovre da fermo od in retromarcia, si apprezza il baricentro basso , un po’ meno il peso (191 kg a secco) e l’angolo di sterzo non eccessivo, che rendono a volte problematiche l’inserimento/estrazione nei parcheggi, soprattutto se non perfettamente piani. Anche il metterlo/toglierlo dal cavalletto non è sempre facilissimo. Appena ci si muove, però lo scooter smentisce le sue misure rivelando un’agilità sorprendente per massa e lunghezza e nel classico “slalom tra le auto” non fa rimpiangere mezzi ben più piccoli, . Solo nei tornanti più stretti e nelle inversioni ad U lunghezza , peso e angolo di sterzata tornano a ricordare che non hai più quella “bicicletta” che era l’Honda @. A differenza di quest’ultimo, però, la presenza del passeggero non influisce sulla dinamica e sulle prestazioni. Comfort L’ottimo comportamento delle sospensioni, la sella bene imbottita, la pastosità del motore e la dolcezza della trasmissione fanno sì che la guida dello scooter sia sempre molto piacevole e non stressante anche per lunghi periodi . L’assorbimento delle asperità della ciclistica è ottimo. Un unico difetto: il parabrezza, piccolo, ripara molto poco , facendo sì che l’esperienza, passati i 60/80 km/h, diventi più motociclistica che scooteristica  . Poco male, negli accessori a disposizione è comunque disponibile un parabrezza allungato . Qualche vibrazione di troppo al minimo a freddo, che poi a caldo scompare. Motore Unità double face: molto elastico e pastoso se guidato in souplesse ( anche perché coadiuvato da un’ottima trasmissione ) , tira fuori una grinta mica da ridere se gli si chiede un po’ di più. Se non ci si sta attenti è facilissimo trovarsi in zona “rimozione punti” . La “cura Kawasaki” sembra perciò aver giovato al comparto meccanico, in quanto rispetto al fratellastro taiwanese, sembra aver guadagnato parecchia guidabilità ai bassi/medi regimi. Se alimentato con benzina a 100 ottani, migliora ancora, perdendo la residua minima ruvidità ai regimi più bassi (ma i consumi crescono molto). Il minimo è a 1700 giri, a 60 km/h è a 4500 giri. Piacevole il suono , soffocato per non disturbare al minimo, ma roco al punto giusto in accelerazione ( tanto per ricordarti che sei su uno scooter sportivo  ). Prestazioni Esaltanti. Accelerazione e ripresa sono di altissimo livello in assoluto ed in relativo e si sposano con una ciclistica di qualità. In marcia, lo scooter trasmette una sensazione di assoluta controllabilità e sicurezza a qualunque andatura, tanto che occorre fare uno sforzo cosciente e costante per restare nei limiti. L’allungo si conserva ben oltre i 60/70 km/h ( dove i 150 cc cominciano ad annaspare ), e si possono tenere anche lunghi tratti a velocità da superstrada/autostrada senza particolari problemi ( aria a parte ). Anche in curva e nel misto la guidabilità e la maneggevolezza restano ottime, con qualche limite solo nei tornanti più stretti. Consumi Buoni, visto cilindrata e sportività : in uso cittadino, ad andature normali, su e giù per i colli genovesi spesso in due sta sui 23/24 km/litro. Per paragone l’Honda @ 150 a parità di condizioni faceva i 27/28 km/litro (ma l’andatura media era più lenta ). C’è chi fa di meglio, per esempio Honda SH 300, che però è decisamente più costoso come prezzo d’acquisto . Attenzione però a non farsi prendere la mano. Affidabilità A parte un problema iniziale di spegnimento a caldo e di strappi alla trasmissione ( risolta con il MY 2015 e riprogrammando la centralina ) non risultano in letteratura difetti particolari. Soprattutto lo scooter sembra esente dai problemi all’impianto elettrico che hanno afflitto il fratellastro Downtown, segno di una maggiore qualità di componentistica ed assemblaggio dovute al cambio di marchio. In conclusione Provenendo da uno scooter ben più leggero e ben meno potente, il mio approccio è stato di massimo rispetto , visto le prestazioni ed il peso. Questo almeno all’inizio, ha falsato un po’ il mio giudizio, in quanto alle basse andature emergono maggiormente i difetti ( peso , scarsa agilità alle basse velocità, ruvidità ai bassi regimi, difficoltà nelle manovre da fermo ). Una volta presa un minimo di confidenza , ed aumentando leggermente l’andatura ( pur sempre restando nei limiti di sicurezza ovviamente ), sono usciti con prepotenza i pregi, cioè la potenza, elasticità e pastosità, dolcezza trasmissione, prestazioni, tenuta di strada e stabilità ( qualità tra l’altro non modificate dalla presenza del passeggero ), comfort. Ed anche come qualità complessiva assoluta, lo sforzo per elevarsi dalla base di partenza Kymco per raggiungere i più elevati standard Kawasaki è palese e riuscito. Certo in termini assoluti, Sua Maestà Honda SH 300 è sempre davanti, ma , è indubbio che nel rapporto qualità/prezzo, sia per il nuovo sia per l’usato, il J300 si piazza ai primi posti della griglia.
  47. 8 points
    In realtà potrebbe far riferimento al ritorno della leggendaria Alfasud (anche se sui trampoli..) [emoji28] ☏ GT-I9505 ☏
  48. 8 points
    ma io contesto la federazione: vietandolo per l'anno prossimo impediscono agli altri di svilupparlo quest'anno. Se richiede tempi lunghi di sviluppo chi vorrà spendere un mare di risorse per usare un sistema per mezza stagione e poi buttare nel cesso tutto? In pratica hanno garantito a Mercedes l'"esclusiva" per la stagione 2020. va bè vorrà dire che rimuoverò il pacchetto sport di sky e risparmierò...
  49. 8 points
    https://it.motorsport.com/f1/news/il-das-non-sara-piu-consentito-in-f1-dal-2021/4690205/?utm_source=RSS&utm_medium=referral&utm_campaign=RSS-ALL&utm_term=News&utm_content=it sia mai che poi gli altri lo migliorino e ne traggano vantaggio pure loro... as usual, praticamente è legale solo per Mercedes.
  50. 8 points
    Non so se sia già stato detto ma FCA Italy ha "rinnovato" il marchio GTA
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00
  • Newsletter

    Want to keep up to date with all our latest news and information?
    Sign Up
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.