Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 01/10/2022 in all areas

  1. a destra solo promesse, a sinistra L'IMMORTALE
    21 points
  2. La mia Giulia Ti Q2, uscita dallo stabilimento a marzo 2021, combinazione colori e interni pieno fiore non più ordinabili😑, peccato davvero... Sembra siano arrivati a fine serie..
    17 points
  3. Il periodo sono sempre gli anni Novanta, ma adesso volgiamo lo sguardo verso l'alto di gamma. Che allora si chiamava Scorpio. Ricordiamo tutti il controverso restyling apparso nel 1995... Dicono che l'allora responsabile del design di Ford Europa, Dave Turner, avesse posto come obiettivo quello di uscire con qualcosa di sorprendente. Forse nella consapevolezza - aggiungo io - che senza un tale effetto, l'ennesimo restyling di un modello nato dieci anni prima e su basi ormai superate, non avrebbe avuto alcuna speranza di considerazione. Come è ovvio, lo sviluppo non ebbe un percorso univoco, e qui sotto ecco una proposta che può sembrare "conservatrice" alla luce di ciò che abbiamo poi visto uscire, ma in effetti era un frontale già piuttosto azzardato pensando al modello da cui proveniva e comunque per un segmento come quello delle ammiraglie. Le BMW di Bangle erano ancora da venire... Ma ecco qua sotto un curioso modello di studio che ci aiuta a capire le possibili evoluzioni/connessioni estetiche che possono essere esistite tra la proposta in alto e quella definitiva che abbiamo conosciuto: Infine, anche per il tema scelto ormai come definitivo, sui dettagli dei fari e della calandra vi furono varie idee... Sappiamo che quella Scorpio dagli "occhi di rana" fu l'ultima ammiraglia dell'Ovale blu in Europa, ma volendo essere onesti sappiamo che non fu per "colpa sua". Voglio dire che la decisione di Ford abbandonare il segmento E delle classiche ammiraglie fu una mossa dettata dal cambiamento del mercato, che aveva visto affermarsi lo strapotere dei cosiddetti marchi premium. Non molti sanno però, che un tentativo per affermarsi ancora in quel segmento anche negli anni Duemila, Ford lo aveva fatto. E il risultato non sarebbe stato neanche così disprezzabile... Questa maquette asimmetrica riassume un mix di linee e caratteri che volutamente dovevano ispirarsi allo stile teutonico più in voga in quel momento, in particolare Audi e in misura assai minore Mercedes. Allo stesso tempo, però, a me riporta anche a qualcosa di giapponese. Quel frontale, equilibrato e corretto, ma un po' anonimo tipo Lexus prima maniera, o la fiancata della foto in alto che mi ricorda da vicino certi modelli Nissan anni Novanta, in particolare Primera e Maxima. Risulta dovesse basarsi sul pianale allungato e allargato di Mondeo, e che proprio la valutazione degli eventuali costi legati a queste modifiche del pianale siano stati la ragione principale della decisione di non dare un futuro a questo progetto. E tutto sommato, per come ormai si era evoluto quel segmento di mercato, non credo che una simile Ford avrebbe potuto avere una qualche chance di successo.
    15 points
  4. Mi riaggancio al pippone SW con.... beh:
    15 points
  5. Nuove foto sulla neve! Come dice il famoso proverbio, Tonale si guarda ma non si commenta 😈 autoweek
    13 points
  6. non è così semplice come la fai tu. non parliamo di concessionari, primo perchè incidono relativamente poco sul fatturato totale di un marchio e secondo perchè anche quelli passeranno a miglior vita a breve. Ho parlato di plessi produttivi. Ricordiamoci che per un bel periodo di tempo le 3 sono state costruite in queste condizioni in mezzo al deserto e ci sono anche foto peggiori. Lavorando nel campo ti assicuro che una fabbrica del genere non apre in nessun paese della comunità europea, perchè ci sono delle regole, spesso cervellotiche, che servono a garantire la sicurezza e le condizioni minime di salubrità degli ambienti lavorativi. Abbi pazienza, ma io quando ho visto i servizi relativi a questi impianti ho deciso che la tesla non me la compro. Poi può essere tecnicamente la miglior macchina del mondo, ma in un paese sviluppato è offensivo far lavorare la gente in queste condizioni. Non sono questioni ideologiche ma di semplice buon senso. Così come cerco di evitare di fare acquisti strani su amazono o pretendere che il prodotto che posso comprare in città mi debba arrivare a casa con amazon in giornata schiavizzando i corrieri
    12 points
  7. Debutta in esclusiva per il mercato cinese la nuova Ford Mondeo, con stilemi ripresi da EVOS. Press Release: Ford China Topic Spy: ▶️[CHN] Ford Mondeo 2022 (Spy) CERTO, NO, TENETELA PURE IN CINA, tanto qui in Europa va tutto bene: abbiamo quei meravigliosi esempi di design quali il Pesce Ebete e quell’altro accrocchio al 25esimo facelift, sosia dei funghi di Super Mario.
    10 points
  8. Sarò di parte ma preferisco questi cerchi Comunque che macchina che hanno fatto, da dipendenza. ☏ iPhone ☏
    10 points
  9. Nuove foto in cui inizia a spogliarsi. Gabetz La tentazione di lasciare chiuso è altissima, fa un po’ Onlyfans 😈 @__P che dici? 😂
    10 points
  10. In effetti avrebbero potuto fare un collage con i loghi su fondo nero, avrebbero avuto più coerenza. In tutto questo mi domando, incide così tanto nei costi fare una modifica di logo? (Parlo di sostituzione senza modifica delle lamiere) alla fine vendono le 3 macchine che hanno a listino ( tra le altre cose vecchie di almeno 10 anni per ruota) a prezzi abbastanza elevati. Non ci rientrano proprio? Ripropongo un mio shop fatto in 1 minuto (il tempo che ci avrebbero messo in Fiat a modificare anche la 500 ICE)
    10 points
  11. https://www.instagram.com/p/CYjSMa5I164/?utm_medium=copy_link
    10 points
  12. Presentano la pagina della presentazione per presentare il giorno della presentazione. Oramai sono anni che va avanti così 😅 Uscitela* *Qualsiasi cosa sia
    10 points
  13. Ravvivo il tema curiosità per una cosa che mi è tornata in mente di recente. Avete presenti quei modelli che per un motivo o un altro presentano plance differenti a seconda degli allestimenti? E quando dico così, intendo proprio che la forma della plancia è diversa, cioè la struttura o il preformato della porzione principale/superiore della plancia stessa. Escludo cioè tutti quei dettagli che vengono tipicamente diversificati, ma che non determinano l'uso di plance differenti; vale a dire che per questa differenziazione non considero: - estensione inferiore della console centrale - mobiletto tunnel - pannelli porta - coperchio cassetto portaguanti - bocchette aerazione - pulsanti/comandi - schermi infotainment - volante - airbag passeggero (anche quando determinava una forma diversa della plancia) - modanature/inserti vari (legno, etc) Dei modelli attuali mi viene in mente soltanto la FIAT Tipo (356), che nei modelli più economici utilizza questa plancia, con la palbebra superiore che ingloba la sezione autoradio: mentre nei modelli più lussuosi adotta questa versione con schermo infotainment a sbalzo: E curiosamente, un'altra rappresentante di questo gruppo è anche la sua antenata ormai storica, la FIAT Tipo (160), che tutti ricordiamo per la sua plancia che poteva essere così: oppure cosà: Fu così anche per la sorella maggiore, la FIAT Tempra, che in modo del tutto analogo proponeva le due differenti plance per la strumentazione analogica: o quella digitale: Visto che ci siamo, insisto con FIAT, che evidentemente deve aver avuto i suoi buoni motivi per ritenere che sulle sue vetture di classe media questa soluzione dovesse avere un valido perché... Prima di Tipo, infatti, ci fu anche la Ritmo, che dal momento in cui presentò l'allestimento Super nel 1981, si portò avanti poi per tutta la carriera due plance: - quella della Super, appunto: - e quella standard (in ordine, prima e seconda serie) Da Tempra, invece, si deve saltare la Regata per arrivare all'antenata ancora precedente, la mitica FIAT 131, che nel periodo della seconda serie (dal 1978 al 1981) ebbe anche lei due plance: - per la sola versione di base "Mirafiori L" venne mantenuta quella della prima serie: - per tutte la altre versioni (Mirafiori CL e Supermirafiori, etc) fu introdotta quella nuova: La terza serie unificherà gli interni eliminando la versione iniziale di base. In tempi molto più recenti, un'altra FIAT ha avuto un trattamento simile. La Punto 2012, che sostituendo sia la Grande Punto che la Punto EVO, per le versioni di base utilizzava la plancia originale della prima, mentre per le versioni superiori montava la nuova plancia introdotta dalla EVO. Non posso poi tralasciare un altro caso storico in casa FIAT, la nostra amata 500 ! Nel periodo dal 1968 al 1972, le due versioni disponibili della serie F, la base e la L, si distinguevano notoriamente anche per la plancia: - standard - Lusso Non di sola FIAT si parla comunque... Negli anni Ottanta ricordo la Peugeot 205, che differenziava il cruscotto portastrumenti tra le versioni standard (beh, qui proprio base-basissima!), con le spie in alto separate dagli strumenti: - e versioni GTI (inclusa l'equivalente cabrio CTI), col cruscotto di tipo classico, a palbebra unica: Differenziazione mantenuta in modo del tutto analogo anche con gli interni ridisegnati nel 1987. E del tutto simile era il caso della coeva Peugeot 305, che con la II serie del 1982 anticipò lo stile interno proprio della 205, adottando questa plancia per le versioni standard: E con l'arrivo della versione di punta GTX, ecco anche il relativo cruscotto specifico: Rimaniamo in Francia, perché tra le piccole abbiamo anche quelle dalla Régie. Partiamo dalla Renault 5, anzi la Supercinque. La plancia standard era ovviamente questa: Quando nel 1990 arriva a sostituirla la nuova Clio, la Supercinque continua a rimanere in gamma come "primo prezzo" e le versioni base (tipo Campus) adottano la spartana plancia del derivato commerciale Express: Dicevamo della Renault Clio comunque... beh, anche lei è della partita! La plancia normale era così (oddio, così era un qualche allestimento iper-spartano senza bocchette centrali né sportello del portaoggetti, forse mai visto da noi...) Ma da quando arrivò la sportiva 16v, curiosamente portò anche una plancia con palbera estesa per alcuni strumenti supplementari: Plancia in seguito adottata anche da altre versioni di pregio, dalla elegantissima Baccara alla mitica Williams, fino alle più normali RTi. Sempre i soliti italiani e francesi quindi... ...be', stavolta no! In questa carrellata possiamo annoverare infatti anche una anglo-tedesca, di marchio statunitense peraltro. Trattasi della Ford Fiesta, che con la gamma restyling del 1983 introdusse non una, bensì due plance completamente nuove! - la versione di base, con gli originali comandi clima a rotella laterale: E quella destinata agli allestimenti superiori (Ghia, XR2), con la console centrale più ampia, il vano radio in alto, le bocchette centrali e i comandi clima con le classiche manopole: Ma anche ricordo una giapponesina anni Settanta, la Mazda 323: Chissà quante altre ce ne saranno state, ma queste sono quelle che ricordo e volevo condividere qui con voi. P.S. Non valgono gli allestimenti speciali di preparatori o carrozzieri, né gli interni delle "stradali da corsa", cioè le varie R5 Turbo, Delta S4, 205 Turbo16 e simili, che praticamente nulla avevano a che fare con il modello di cui portavano il nome...
    9 points
  14. 500 esemplari tutti destinati al Giappone, questa è la nuova GRMN Yaris in vendita con due diversi pacchetti (Rally e Circuit). Quale sia il pachetto selezionato, presenta standard due posti, cambio manuale a sei marce con rapporti più corti rispetto a GR Yaris, nuovi sedili Recaro, tetto e cofano in fibra di carbonio e 545 punti di saldatura che rendono la struttura più rigida. Il motore è sempre lo stesso con 268 cv e coppia portata a 390 Nm più differenziali meccanici a slittamento limitato al posto dei Torsen. - Il pacchetto Rally include barre stabilizzatrici, protezioni sottoscocca, rollbar e 30 kg in meno rispetto alla GR Yaris; - Il pacchetto Circuit offre cerchi da 18'' BBS, ammortizzatori Bilstein, alettone in fibra di carbonio, freni maggiorati, vernice Matte Steel (solo per 50 unità) e pesa 20kg in meno della GR Yaris standard. Il prezzi sono di 7.317.000 Yen per la GRMN Yaris, 8.467.000 Yen per la Circuit Pack e 8.378.764 Yen per la Rally Pack e verranno vendute tramite sistema di lotteria che decreterà gli acquirenti una volta chiuse le prenotazioni. In grigio la Circuit, in rosso la Rally Specifiche Tecniche: Press Release: Toyota Global
    9 points
  15. non so a voi....ma le auto con le chiappe belle larghe, ops....con l'effetto coca cola pronunciato intendevo, piacciono tanto a prescindere dal marchio.
    9 points
  16. Commento sui generis, però viene da pensare.. Fino a pochi anni fa, quando c'era l'ubriacatura da premiumness, se avessi scritto "CINQUANTA MILA EURO PREVENTIVATI VIA WAZZAP" ti avrebbero bannato dal forum Ai bei tempi chi metteva sul piatto quelle cifre PRETENDEVA la carta intestata, il salottino, etc. Raccontavano che il salottino faceva parte dell' "esperienza d'acquisto". Come cambia il tempo
    9 points
  17. Perchè aprire questo thread....
    9 points
  18. Sullo sviluppo di Opel Signum accennato da @Beckervdo nel post sotto... ...seguendo la medesima fonte, possiamo aggiungere altre immagini interessanti. Dai modellini in scala come questo: ...alle maquettes (più grandi certo, ma anche queste mi paiono in scala) con varie idee, dove il cuore della questione mi pare sia stata la soluzione della coda nel suo complesso: - dalla classica terza luce allungata più in stile station wagon, e non lontano da quello che poi fu nella "cugina" Fiat Croma - ad una terza luce ridotta, per un montante C più massiccio e una originale idea di vetratura estesa del portellone: - fino ad un'ulteriore evoluzione verso l'idea definitiva, priva di terza luce: Salto le immagini dei due concept da salone del 1997 e poi 2001, che nei quattro anni che li separano si differenziano per la vicinanza stilistica ai modelli di riferimento del periodo: il primo concept parla il linguaggio di Astra G, il secondo mostra la definitiva parentela con la coeva Vectra C. Mi piace invece mostrare questo prototipo, relativo alle fasi finali dello sviluppo dello stile. L'aspetto ci è decisamente familiare, ormai siamo al modello definitivo. ...o no? Non credo meriti una sfida da "trova le 7 piccole differenze", ma se il frontale è sostanzialmente quello definitivo (a meno del paraurti, che fu poi quello della GTS), qui la coda differisce per vari dettagli. E vi dirò che a me piace anche di più. Del resto, non si tratta di una Signum, bensì di una ...VECTRUM !
    8 points
  19. Credo che nella regnante e permanente confusione non lo abbiano capito nemmeno in Stellantis
    8 points
  20. Salve a tutti. Eccomi come di consueto a dare i numeri di fine anno. KM TOTALI: 335.545 KM KM ANNO 2021: 32.253 MEDIA: 2687,75 KM Mese maggior chilometraggio: novembre 3.885km seguito da luglio 3.868 km e giugno 3.501 km Mese minor chilometraggio: agosto 842 km seguito da settembre 1615km e marzo 2059 km. Nessuna manutenzione straordinaria Nell'ultima manutenzione ordinaria dei 330.00 km oltre ad olio e filtro è stato sostituito anche il filtro aria e le candele. Ci tengo a precisare che il mio meccanico monta tutto materiale originale e l'olio prescritto. Inutile ribadire la comodità, i consumi ecc., questa volta vi faccio vedere qualche foto in cui si possono notare meglio l'usura del tempo e dei chilometri. Cominciamo con i fregi, il blu era molto scolorito e si notavano tracce si scollamento. Ho così deciso di sostituire i fregi con altri personalizzati da una ditta conosciuta su un gruppo fb che li realizza di ottima qualità e rivestiti in resina. Ho scelto di mantenere lo stemma originale ma su fondo nero (ce n'erano di tanti tipi fondo carbonio, D stilizzata in vari colori ecc). Anche i fari anteriori mostravano i classici segni del tempo: (prima e dopo la lucidatura/trattamento dal carrozziere) I fendinebbia sono un "classico" (anche su bravo...) Passiamo agli interni, classico segno del tempo sono i pannelli posteriori che in molti esemplari si sono scollati sul bracciolo e che la "cromatura" delle maniglie tende a scollarsi per fortuna all'interno (non visibile). Il volante ha perso lucidità soprattutto in alto (sole?) mentre tutto il resto ha retto bene a cominciare dalla pelle dei sedili, al cruscotto, pannelli porta anteriori ecc. Ciaoooo
    7 points
  21. Riguardo alla Puma, la piccola coupé anni Novanta intendo, penso sia interessante ricordare anche il ruolo di primo piano svolto da Ian Callum, il designer noto soprattutto per i suoi lavori con Aston Martin e Jaguar. Se AM DB7 fu il primo lavoro che si può interamente attribuire a lui, ecco che Ford Puma fu il secondo. Questa maquette gialla postata da @Beckervdo fu sviluppata da Callum quando lavorava presso TWR Design, azienda che ricevette questo ordine su commissione da Ford. Ed eccone anche un'altra vista che mostra meglio la coda, in questa versione cassata dal profilo spiovente anziché dotata del caratteristico spoiler della versione finale.
    7 points
  22. Francamente penso che viaggiare su di una roadster elettrica d'estate in montagna, o nelle dolci colline, nel quasi silenzio tra boschi e prati, annusando i profumi, con quintalate di coppia per arrampicarsi come caprioli sui tornanti, possa essere esercizio di sanissimo edonismo...
    7 points
  23. Ci sarebbe tanto tanto da raccontare su quel periodo di Alfa Romeo e delle cause che hanno portato ad avere 2 modelli piuttosto che una gamma intera. Di sicuro Giulia e Stelvio hanno avuto un'attenzione su alcuni particolari fuori dal comune. Quel periodo a Modena tanti lo ricordano come un periodo di grandi sacrifici ma di grandi soddisfazioni lavorative e personali.
    7 points
  24. Sarebbe interessante mettere un sondaggio sulle motorizzazioni delle Giulia/Stelvio degli autopareristi. Tornando in topic vi posto la foto dell’interno della Giulia del babbo che, per la cronaca è una TB 200cv 2021 Sprint blu anodizzato con cerchi da 19, freni maggiorati, impianto audio, pack inverno e pack Veloce interno e altre piccole cose che non ricordo. a breve avrà ACC e HBA, con calma diverrà Q2 ☏ iPhone ☏
    6 points
  25. Non sono d’accordo. Tutti i modelli di Fiat hanno avuto prezzi allineati alla concorrenza. Tra l’altro, tutte le auto dopo entrate in listino dopo Grande Punto non mi pare avessero chissà quali défaillance o avesse qualcosa in meno delle concorrenti, anzi tutt’altro. Le Punto le pagavi 9.500 nella versione benzina e 11.500 Diesel a km0 nel 2017, non di certo all’esordio. Nel 2006 (o anche nel 2009), a parte le pochissime versioni base civetta, la maggior parte erano le varie 1.3 Multijet Dynamic, e con meno di 15k non uscivi dal concessionario. Senza dimenticare le più costose Emotion, che comunque ad occhiometro, erano ben più presenti di una GPunto base. La stessa Panda Mk3, preventivata più volte in versione, ha sempre avuto prezzi tranquillamente paragonabili ad un seg. B, a parte quelle di attacco, che di fatto non esistevano nei concessionari, se non nei mercati esteri.
    6 points
  26. È perché dopo siamo diventati Beirut pure come paese. Redditi fissi al palo o in contrazione ( chi entrava nel mondo del lavoro) contro auto sempre più costose. mi ricordo che 4R fece all’epoca un servizio su quanti stipendi del Cipputi ci volevano per comprare la Seg B Fiat nelle varie epoche. Oggi ci farebbe venire un travaso di bile
    6 points
  27. Che bello il mondo dell'auto del futuro. 90% suv e il 10% non suv ha la forma di una banana
    6 points
  28. Mancano le foto più importanti: il buffet com'era?
    6 points
  29. Oppure lasciali virtuali/impossibili da ordinare, come da qualcuno della triade teutonica.
    6 points
  30. 6 points
  31. L'unica macchina (non supercar) che mi viene in mente ad avere una linea talmente pulita, equilibrata e seducente da poter andare avanti per decenni. Alla fine gli unici appunti riguardano sempre e solo full led e qualche aggiornamento tecnologico interno che il tempo non perdona a nessuno. Ma il vestito di Giulia secondo me sfiora la massima espressione del termine bellezza. ... ho esagerato? 😅
    6 points
  32. Sì è vero, sono stupendi ma... ...anche i Lario Gun Metallic Mirror non scherzano!
    6 points
  33. Con la differenza che la golf è un'auto che si è evoluta per 50 anni. Mentre la strategia fiat degli ultimi 20 anni sembra sia stata: facciamo un modello lo teniamo sul mercato senza aggiornamenti sostanziali, lo impoveriamo ad ogni my,e poi al termine del suo ciclo vitale diciamo che è un segmento che non vende e lo abbandoniamo.
    6 points
  34. Quando due immagini valgono più di mille parole... In effetti DS è un marchio senza senso, creato da Psa per avere un logo "premium" che non aveva. Adesso, sotto il cappello Stellantis che comprende marchi dal passato veramente premium -e con un potenziale pazzesco- come Alfa e Lancia, penso che DS possa tornare ad essere un semplice allestimento di Citroen.
    6 points
  35. Capisci di essere ossessionato da qualcosa, quando la sogni durante la notte Non ricordo i dettagli, ma in linea generale la macchina del sogno posso ricostruirla così: Rinnovo l'invito a Zagato: dài, escila !!!!!
    6 points
  36. - Sei capace a cambiare il tipo di linea? - Si Continuous Hidden2 Continuous Hidden2 Continuous 10+ 👍
    6 points
  37. Io sono molto contento della mia con cruscotto in pelle+carbonio (avrei voluto le cuciture colorate ma non era possibile tre anni fa (MY19) ma devo dire che di Giulia veloce usate con cruscotto in pelle ce ne sono comunque poche. avranno visto che nelle versioni base è ancora meno richiesto forse hanno iniziato a consegnare le MY 22 questo è il nuovo rosso metallizzato immagino
    6 points
  38. Le prime GTS sono state le 275/330/365, che erano longitudinali e spider. Poi con la Dino 246 (e successive 308/208/328) divennero a motore trasversale e targa. Peraltro va notato che la T di Trasversale nella nomenclatura Ferrari è sempre stata riferita all'orientamento del cambio, non del motore. ☏ BAH-L09 ☏
    6 points
  39. Comunque a 8 anni dal lancio la Renegade si conferma un giocattolo bello e originale che non è invecchiato per niente a differenza di Compass! L'unica nota stonata sono gli interni ma si perdonano. In un mondo di suvvetti fatti di cartone questo cubetto mi piace sempre più.
    6 points
  40. Nel frattempo Motor1 Italia pubblica un proprio render in verde. 😄 Grazie @crisho per la segnalazione.
    5 points
  41. No, si riferisce ad un altro pilota Al primo anno prende le misure, al secondo anno centro. Non c'è due senza tre
    5 points
  42. L'attuale AD non vede l'ora, sta conservando apposta un bel posto come manichino per le esercitazioni sulle punizioni
    5 points
  43. Allora è una foto tratta da un sito giapponese.
    5 points
  44. Solita fuffa di Regione Lombardia e sorelle, (come nella sanità), togliere a tutti per dare ai ricchi. Incentivano per 10 k auto da 60k, che andranno i mano a gente senza problemi di soldi. Il fondo per incentivi che serve per acquistare queste scatole elettriche, andrebbe girato a bus, metro, treni e car sharing. L'incentivo per l'elettrica serva a comprare un'elettrica a 10k e autonomia decente. Così è spreco di soldi e lobbysmo (in cui Tesla, questo si, è leader, e questo thread "disinteressato" lo dimostra)
    5 points
  45. Maserati in Formula E dal 2023 https://www.media.maserati.com/it-ww/releases/1670
    5 points
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.