Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

xtom

Members
  • Posts

    3,922
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

xtom last won the day on April 9

xtom had the most liked content!

About xtom

  • Birthday 05/31/1971

Profile Information

  • Car's model
    Roadster
  • City
    Torino
  • Interessi
    Auto
  • Quotes
    Il componente dell'auto che si usura per primo è il design.
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

xtom's Achievements

World Championship Winner

World Championship Winner (7/8)

4.6k

Reputation

1

Community Answers

  1. Mi consolo la nostra Pandina necessità di rifare la frizione, ma ha 8 anni e 140 k km. Se veramente tra qualche anno le batterie arriveranno a costare 50 € a kWh, la sostituzione della batteria di una elettrica fuori garanzia potrebbe effettivamente costare meno di 3.000 €, che sono comparabili con i costi sostenuti per cambiare tutti i pezzi che si usurano nello stesso utilizzo su un’ICE. Giusto per tornare in topic.
  2. Oltre alle costose Porsche adesso anche auto più abbordabili hanno già questa opportunità, ad esempio per la Ioniq 5 Hyundai dichiara: Il sistema di ricarica da 800V supporta una potenza fino a 220 kW in stazioni fast-charge a corrente continua (CC) per passare dal 10% all‘80% di ricarica in soli 18 minuti. E per ricaricare 100 km di autonomia bastano solo 5 minuti.
  3. Sembra una Panda due posti con dei fari molto simpatici che fanno QQ 😃
  4. E comunque puoi tenere bene l’auto e fare corretta manutenzione, ma l’usura c’è sempre, tra gomme, freni, olio, filtri, candele, lampadine, cinghie, frizione, etc ... di cose da sostituire c’è n’è sempre, anche se non si rompe niente. Ovvio che più pezzi ci sono, più è alta la probabilità che si rompa qualcosa.
  5. Penso che per le case sia un grosso problema far quadrare i conti in questo periodo, così come chi ha bisogno di un’auto oggi senza troppi problemi si affida a soluzioni collaudate. Però è innegabile che l’evoluzione tecnologica delle batterie sta correndo veloce, ad esempio Quantumscape che ha un accordo per fornire batterie a stato solido a VW è già pronta ad avviare la produzione su larga scala, nei piani di VW i primi modelli ad utilizzarle sarebbero dovuti uscire nel 2025, ma le batterie potrebbero essere già disponibili in quantità sufficienti nel 2023. https://insideevs.it/news/520350/volkswagen-batterie-stato-solido-2021/
  6. A proposito di dati approssimativi, ma significativi, Philippe Brunet, Direttore Alleanza Motorizzazioni e Ingegneria Veicoli Elettrici di Renault, ha affermato: “oggi le batterie rappresentano il 50% del costo di un’auto elettrica, mentre un motore a combustione non va oltre il 20-25%” “A partire dal 2026 anche la gamma Dacia potrà passare all'elettrico puro, bisogna solo aspettare la prossima generazione di batterie per consentire di switchare alle zero emissioni” https://it.motor1.com/news/521846/dacia-ibride-sandero-elettrica/
  7. L’articolo parlava di colonnina da 9000 euro più iva per ricaricare l’auto in una giornata, l’adeguamento di cui parli non dovrebbe costare più di 100 euro, c’è una bella differenza. Il contatori elettronici 1G e 2G monofase arrivano fino a 10 kW di potenza, oltre è necessario un contatore trifase. L’ARERA ha emanato una delibera proprio per facilitare la ricarica, che prevede di innalzare automaticamente la potenza nella fascia F3, ad esempio se si ha un contratto da 3 kW si può ricaricare di notte a 6 kW senza che scatti il contatore. Mi piacerebbe che sul forum si facesse informazione tecnica-economica e non disinformazione socio-politica.
  8. Una colonnina domestica che ricarica l'auto in una giornata costa 10 euro, il costo di una presa schuko da 10A a 2,4 kWh. Una colonnina domestica da 7,4 kWh che ricarica l'auto in un mezza giornata costa circa 500 euro. Le colonnine pubbliche sono ripagate con i costi di ricarica. È informazione o altro ...
  9. La saga si arricchisce di una nuova puntata. Autoevolution ha avuto la conferma che il prossimo anno anche in Europa arriverà la MX-30 con range extender Wankel. Inoltre il Wankel sarà usato anche su altri modelli per soluzioni PHEV, quindi con batterie più piccole, ed addirittura HEV con ibrido serie come nel sistema Nissan E-power. Immagino che questi modelli siano CX-30 e 3 hatch e sedan che condividono il pianale con la MX-30. https://www.autoevolution.com/news/mazda-contradicts-spokesman-rotary-engine-will-also-be-in-hevs-and-phevs-165660.html
  10. Questa affermazione poteva essere vera un paio d’anni fa, oggi tra incentivi e modelli disponibili, un’elettrica di qualsiasi segmento ha un prezzo finale comparabile se non inferiore a quello della versione termica. Se uno è disposto a fare sacrifici in termini di autonomia e tempi di ricarica, risparmia su tutte le spese di gestione con un’elettrica, per cui paradossalmente chi ha un reddito superiore alla media se ne frega dei risparmi, mentre chi conta ogni euro si fa due calcoli e vede che con l’elettrica risparmia, a fronte di alcune limitazioni, come chi acquista un’auto a gas, considerata notoriamente barbon. L’offerta di auto a gas però è in continua discesa, mentre l’offerta di modelli elettrici è in continuo aumento. Rimetto il solito specchietto con i consumi di varie alimentazioni su segmento C, ma si potrebbe fare lo stesso sul segmento A o B. Electric is the new barbon 😃
  11. A suo tempo avevo chiesto anch’io, visto che i cinesi sono notoriamente piccoli e non ne avrebbero bisogno. Se non ricordo male è una questione di status, per cui il proprietario sta dietro con le gambe belle distese, mentre l’autista guida. Praticamente cercano in qualsiasi auto, anche nei SUV piccoli, una versione Limousine, per far vedere che c’hanno la grana.
  12. A livello di sensazione fisica che differenza c’è tra g laterali, g positivi e g negativi?
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.