Jump to content

J-Gian

CTO (Staff)
  • Posts

    50,015
  • Joined

  • Days Won

    35

J-Gian last won the day on February 13

J-Gian had the most liked content!

About J-Gian

  • Birthday June 20

Profile Information

  • Car's model
    Toyota Auris TS 1.8 Hybrid M.Y. 2015
  • City
    Treviso
  • Occupazione
    Tecnico Automotive
  • Interessi
    Auto - Tecnica - Tecnologia - Trasporti - Scienza - Debunking
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

37,788 profile views

J-Gian's Achievements

HALL OF FAME

HALL OF FAME (8/8)

11.1k

Reputation

7

Community Answers

  1. Infatti, i comandi fisici hanno sì un attacco magnetico, ma va poi fissato con 2 vitine godronate ( :-D ), che in questo video mancano.
  2. Il Motul vedo che rispetta le specifiche, perciò io andrei tranquillo. Liqui Moly è ok come marchio, basta che ne individui uno che rispetti gradazione e specifica.
  3. Shell, Ravenol, Motul, Bardhal... E che soddisfi le specifiche API SN, o ACEA A5/B5. Se hai dubbi circa l'autenticità, fai un salto da qualche ricambista che abbia un buon nome, di solito hanno dei canali un po' più sicuri.
  4. E non parliamo di Tupolev... 🤐
  5. Sarà perché t'ispira tanto divertimento... 🤪
  6. Bisogna capire che motore è e cos'è che ha fatto bloccare l'albero, anzitutto. In MINI di solito propongono sempre la sostituzione del motore, in quanto - talvolta - emergono altri danni interni non semplici da identificare e non si assumono il rischio di procedere con riparazioni parziali. Perché se poi va storto qualcosa (e succede...), viste le cifre in gioco, rischi di trovarti un rottame in officina e nessuno che paga.
  7. Sarei curioso di conoscere il numero effettivo di clienti che Telepass perderà con questa mossa... 😅
  8. Il sistema integrato MK C1, avendo un azionamento interno attivo, un emulatore di pressione pedale e sensoristica varia, misura i volumi di fluido frenante e fa anche una stima dell'eventuale volume d'aria interno. Se non viene utilizzata l'apposita procedura manutentiva, quando installi le pastiglie nuove, lo spostamento di volumi di fluido che si genera indietreggiando in pistoncini delle pinze, va a "scombinare" i valori precedenti: se sei fortunato, il sistema riapprende da solo e non cambia nulla; se sei sfortunato, ti va in allarme il sistema frenante e devi andare con il carro attrezzi da un meccanico attrezzato a dovere, il quale ti ripristina lo stato dell'impianto, talvolta anche con una lunga procedura di spurgo e qualche peripezia. L'aspetto sicurezza poi non va tralasciato, visto che il sistema di compensazione interno è sempre vigile ed in pressione, anche a quadro spento. Staccare la batteria talvolta non basta, in quanto (sulle auto con automatico) la centralina motore può comandare la compensazione anche con la carica residua. Come sempre, troverai dei meccanici che non hanno mai seguito le procedure del caso e gli va dritta 99 volte. Alla centesima però magari crei un bel disastro...
  9. Mi raccomando per quando ci sarà da cambiare le pastiglie freno, perché senza apposita procedura con l'autodiagnosi, puoi anche rischiare di lasciarci le dita, o fare qualche danno al sofisticato sistema MK C1 Per il resto complimenti: credo che Giulia rimarrà un'icona, quanto a piacere di guida e design, tra le berline di questi 2 decenni.
  10. Dal punto di vista "teorico", potenzialmente sì, ma si tratta più che altro di una misura tangibile nei cicli omologativi. In termini di protezione e durata del propulsore, si sta notando che in molti casi risulta più idoneo l'utilizzo di un olio con gradazione inferiore. Emblematico è il caso del diesel 1.5 Stellantis (PSA...), per il quale di recente è stato emesso un bollettino in cui la casa raccomandava l'adozione di un olio più viscoso (5W-30 con specifica FPW9.55535/03), in luogo del precedente 0W-30 (o in alcuni casi 0W-20), anche per far fronte a problemi d'usura precoce della catena di comando alberi a camme. Qualcosa di analogo successe anche per i Twinair di FPT, che con l'olio molto fluido inizialmente prescritto, in caso d'inutilizzo prolungato, poteva portare allo svuotamento del modulo multiair, con conseguente difficoltà o impossibilità di avviamento a freddo. Tali casistiche non devono essere un esempio trasversale da applicare a tutti i propulsori, in quanto alcuni devono necessariamente adottare oli poco viscosi, ma fortunatamente non è il caso della tua Mazda.
  11. Quello preferito sarebbe lo 0W-20 Mazda Original Oil Supra-X, ma se non sei in climi rigidi, o se non sei maniaco dei consumi, per Mazda va benissimo il 5W-30 Mazda Original Oil Ultra, o un generico con specifiche API SN, o ACEA A5/B5.
×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.