Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

Wilhem275

Moderators
  • Content Count

    18,902
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    31

Wilhem275 last won the day on July 20 2019

Wilhem275 had the most liked content!

Community Reputation

7,621 Excellent

About Wilhem275

  • Rank
    HALL OF FAME
  • Birthday 05/25/1986

Profile Information

  • Car's model
    1997 Lancia Y
  • City
    Genova & Venezia/Padova
  • Interessi
    Treni, auto, viaggi e fermodellismo

Contact Methods

Recent Profile Visitors

16,504 profile views
  1. Sulla XC90 hanno infilato la batteria nel vano della ruota di scorta ma senza sacrificare la ruota, che ha un diametro talmente grande da poter contenere tutto lo scatolozzo. Certo a vederlo "a nudo" è evidentemente posticcio, ma almeno hanno sfruttato uno spazio disponibile senza sacrificare la funzionalità. Bella robusta la gabbia, che oltretutto è diventata il supporto della ruota stessa.
  2. Considerando che uso poco o niente il ricircolo... e che in auto per lo più ci sono io... e che la probabilità di raccogliere virus dall'aria viaggiando per strada penso non sia nemmeno misurabile... mi terrò i 60 soldi tranquillo Neanche mi pongo il dubbio se lo strato filtrante sia efficace o no: non saprei nemmeno come ci possa arrivare sopra il materiale che dovrebbe filtrare.
  3. Ah, fosse per me, ci metterei la firma, ma non solo per l'ICE, intendo per l'intero concetto di automobile. In zone remote comunque rimarrà uno strumento insostituibile per un arco di tempo molto più lungo. Comunque, oltre alla capillarità della rete, mi preoccupa anche il costo: oggi la catena di approvvigionamento e raffinazione del petrolio sfrutta molto le economie di scala sostenute da una domanda enorme. Con una domanda di nicchia non so quanto sarà sostenibile un prezzo che non si allontani troppo da quello attuale (se la benzina costasse 10x, un weekend con la storica coste
  4. In effetti la mia vera preoccupazione non è se muore l'ICE di qui a vent'anni (per me nelle condizioni di oggi è già in accanimento terapeutico), è cosa ne sarà della rete di produzione e distribuzione della benzina in un mercato a domanda molto bassa. Le storiche come le manderemo avanti?
  5. Cito anche che poi quella fascia ha avuto diverse evoluzioni. Idem per questa:
  6. L'idea è quella. Non è sostenibile un sistema in cui al consumatore non è richiesta nessuna differenza tra il comprare una mozzarella fatta dietro casa o una che ha viaggiato per 1500 km. Possiamo anche elettrificare tutti i veicoli coinvolti, ma la fisica sempre quella è. Per me una corsa all'elettrico fatta così, senza una ratio, fa più danno che bene, perché fa credere che quel bilancio di sostenibilità sia bello che sistemato e non serva cambiare altre abitudini.
  7. Perché impedire? Ognuno paga per l'impatto che ha il suo spostamento. Va da sé che, pro capite, uno spostamento con TPL è molto meno impattante e quindi deve essere meno costoso rispetto al farlo da soli in auto, e viceversa più costoso che farlo a piedi o in bici (anche perché quello costa 0 ). Che poi non capisco perché questo discorso venga sempre affrontato come un estremo e debba essere più giustificato rispetto all'attuale, che è pieno di distorsioni accumulate nel tempo... Se lo vedessimo da fuori, probabilmente il sistema attuale sembrerebbe MOLTO più estremo; ma siccome è
  8. I danni sono sempre i soliti: emissioni di inquinanti vari e di rumore, pericolo per chi sta intorno, spazio dedicato (sia in marcia che in parcheggio), più i costi di costruzione e manutenzione dell'infrastruttura. Ad oggi tutta questa roba finisce in un generico calderone di problemi, che viene giustificato da un altrettanto generico calderone di vantaggi che la società trae dall'uso della gomma. Il problema è che, essendo il calderone anonimo, dentro ci sguazzano situazioni di iniquità (gente che paga poco e ottiene tanto e vv.) e quindi il sistema permette tante scelte ine
  9. Ho notato che i fianchetti interni dei due sedili sono asimmetrici: quello del guidatore è più largo perché contiene l'airbag centrale.
  10. L'equilibrio di mercato ha sempre ragione se si arriva fino a quel punto vuol dire che la collettività ha già messo in conto pro e contro e ha già deciso. Però occhio che il passaggio tra limitazioni e prezzi non è automatico, a causa del meccanismo perverso che sta dietro la diffusione del trasporto privato su gomma. Il successo dell'auto sta nel fatto che offre molti vantaggi a chi la usa (direttamente o indirettamente, tipo i clienti) mentre scarica buona parte dei suoi difetti su chi sta intorno. Potendo tutti accedere al vantaggio, si è accettata la generale liber
  11. Può anche essere che effettivamente non si possa più fare quel tipo di mestiere, non è un caso irreale Lasciamo perdere per un momento le limitazioni specifiche che si stanno decidendo oggi, perché non sono ancora chiari i motivi e i parametri che guidano "Questo sì/questo no/questo fino al 20xx"... Ma se un giorno la società decide che un certo tipo di motore non è più accettato, e pone dei costi troppo alti per continuare ad usarlo... certi mestieri basati su quella tecnologia devono adattarsi ad una tecnica diversa (tipo, agente di commercio con motore a benzina). Se
  12. Da che esistono C, E e S, la prima e la terza sono sempre state molto affini stilisticamente, non è una novità. Semmai l'elemento anomalo introdotto negli ultimi anni è proprio l'eccessiva somiglianza della E, che invece storicamente aveva una personalità distinta. Comunque per me questa C è ancora troppo cascante e sciolta, non mi è mai andato giù questo ciclo di Mercedes squagliate e tamarre per giovani 50enni ma almeno mi pare stiano venendone fuori un po' alla volta, questa è già meglio della precedente. Aggiungo: sigh sob
  13. E' divertente quando: - quelli che conoscono le strutture hanno dubbi - quelli che conoscono i trasporti hanno dubbi - quelli che conoscono le valvole hanno dubbi - quelli che conoscono le pompe hanno dubbi ma quelli che non conoscono un cazzo sono pieni di certezze Comunque, da qualche secolo a questa parte si tenta di reinventare il treno e ogni volta ci si schianta nel fatto che, per avere successo, il vettore deve arrivare nel centro di città sviluppate da un pezzo, e se il nuovo veicolo è incompatibile con l'infrastruttura esistente ci si tr
  14. E' bellissimo come un tratto standard di ogni gadgetbahn che si rispetti è che senza dubbio sarà non solo velocissima ma capillarissima, raggiungendo ogni buco possibile, chiaramente tutti collegamenti diretti senza soste in mezzo perché tutti avranno il loro tubo dedicato 🤣🤣🤣🤣🤣 E costando meno di qualunque cosa esistente, chiaro 🤣🤣🤣
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.