Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Wilhem275

Moderators
  • Posts

    18,948
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    31

Wilhem275 last won the day on July 20 2019

Wilhem275 had the most liked content!

About Wilhem275

  • Birthday 05/25/1986

Profile Information

  • Car's model
    1997 Lancia Y
  • City
    Genova & Venezia/Padova
  • Interessi
    Treni, auto, viaggi e fermodellismo

Contact Methods

Recent Profile Visitors

18,053 profile views

Wilhem275's Achievements

HALL OF FAME

HALL OF FAME (8/8)

7.6k

Reputation

1

Community Answers

  1. Senz'altro dovrebbe essere uno schema europeo, anche per evitare squilibri nell'acquisto del carburante 100 km più in qua o più in là. Oltretutto come EU abbiamo anche il peso per imporre lo stesso conto anche sulla mobilità con l'esterno, colpendo il trasporto di carabattole a prezzo infimo che arrivano dall'altra parte del mondo.
  2. In realtà la soluzione "banale" è ripartire i costi sui clienti, che è effettivamente ciò che ispira un sistema di tassazione a consumo. L'obiettivo non è mazzolare il camionista perché ci sta antipatico, è fare in modo che l'acquirente di mozzarelle da 2000 km di distanza paghi il conto della mobilità delle sue mozzarelle. Ognuno resta libero di fare le sue scelte, ma deve diventargli esplicito che ci sono delle conseguenze. A quel punto si innescano due fenomeni interessanti: a) la gente evita di mandare a spasso mozzarelle foreste a meno che non gradisca specificamente un modello, per cui è disposta a pagare quel qualcosa in più; ma è una scelta motivata e non un "Ma sì, tanto cosa cambia". b) alcuni mestieri vanno fuori mercato perché nessuno è disposto a pagarne la mobilità. E' ingiusto? A mio avviso è ingiusto che questo non succeda, perché se un mestiere si sostiene solo occultando i propri costi di mobilità vuol dire che di fatto la società sta pagando i profitti di un singolo...
  3. Io sono molto d'accordo sul principio, e oltretutto mi pare che ultimamente stiano aumentando quelli che sono dei draghi a buttarsi in strada per poi dimenticarsi di accelerare, tanto ormai il problema è degli altri. Mi chiedo se siano comportamenti figli di macchine che danno senso di sicurezza + motori impiccati. Però, a costo di dire l'ovvio, aggiungo che tutto questo va calibrato su velocità consone al contesto: più è veloce un veicolo e molta più capacità della strada dovrà essere sacrificata per dargli precedenze complete. Passata una certa soglia, specie in ambiente urbano, la responsabilità diventa propria. Ciononostante, io mi trovo praticamente ad ogni guidata situazioni in cui, pur viaggiando nei limiti, se non sono io a frenare finisco contro qualcuno che si è mangiato una precedenza, e a me pare una follia che tutto questo sia ampiamente tollerato come se fosse la normalità delle cose.
  4. Però il valore di CO2 è calcolato a priori a prescindere dall'uso. Il carburante invece va a pescare in funzione sia delle percorrenze reali, sia di quanto l'utente è attento nell'uso (e sappiamo che il piede può fare una grossa differenza pratica). Saltano automaticamente tutti i barbatrucchi di omologazione, mild-mezzo-full, sistemi buoni solo sulla carta, distorsioni tra auto più o meno costose, overengineering fatto solo per passare la prova iniziale... quello che passa per il serbatoio (ergo per lo scarico) è la verità di quanto si sta impattando. E a quel punto diventa una pura tassa a consumo, che è la cosa più equa.
  5. Fermo: questo è un trip che stai facendo tutto da solo. Ti ci stai inalberando ma nessuno nella discussione ha parlato di questo. Quello su cui insisto io non è che si debba restare fermi ad aspettare Godot su una corsia vuota; è che si fosse anche in mezzo al deserto ci si deve fermare a prescindere, guardare tutte le direzioni e solo a quel punto si ha la sicurezza di poter procedere. Cosa che invece molti non fanno, guarandando solo in una direzione (con l'obiettivo di non fermarsi affatto se possibile).
  6. Ho letto interpretazioni molto fantasiose... Segnale di Stop impone di (a) arrestare completamente il veicolo e soprattutto (b) dare precedenza a qualunque cosa. Questa cosa di guadare solo a sinistra perché tanto ci si immette verso destra è da stracciamento immediato della patente. Potrebbe arrivare qualunque cosa da destra, incluso un veicolo in emergenza che ha tutto il diritto di sorpassare lì. Ma soprattutto possono arrivare pedoni (a prescindere) e ciclisti (se c'è pista bidirezionale) e hanno PIENA precedenza rispetto alle immissioni. Fosse anche la vecchia che arranca a 0,4 passi/ora col deambulatore, ha comunque precedenza. Io stesso ho avuto incidenti con questi assi del volante che guardano solo un lato per evitare di fermarsi allo stop, è una cosa che mi fa imbestialire perché è il solito modo prepotente di prendersi la strada come se fosse riservata alle auto.
  7. Bella questa Raschiaghiaccio Retromarcia Ah, no. Fendinebbia Precedenza? Tergicristallo Parcheggio a S? Uhm...
  8. Io a libretto ho 72 kW Mi viene anche da ridere, secoli di sotterfugi e zozzerie pseudotecniche per guadagnare quattro cavalli marci, e adesso ti ritrovi le utilitarie con la coppia raddoppiata di serie
  9. Aggiungo, tra le tecniche per prendere più confidenza, fare delle prove per capire cosa può o non può fare l'auto: tipo mettersi in uno spazio vuoto e valutare (anche scendendo e osservando) quanto l'auto stringe la manovra sterzando tutto a fondo, dove va il posteriore se si fa retromarcia in una direzione o nell'altra... insomma prendere le misure cercando i limiti tecnici dell'auto, sapendo che in quello spazio non si fanno danni.
  10. Per me in generale sono prodotti ancora troppo immaturi. Non riesco ad accettare l'immagine di una C tutta spalmata verso l'alto e con delle ruote giganti. 90 su 100 significa che poi dentro è un buco. Per me questi volumi sono una distorsione, se devi farmi un ovetto fallo coerente, non tentare di stiracchiarlo disperatamente qua e là. Ci caccio le ruote dell'autobus e poi mi dimentico i finestrini perché avevo finito i centimetri...
  11. E' il discorso che facevamo sulla Jazz: non è solo l'accendere poco il motore, è dove lo accende. Spesso e volentieri è spento in città e acceso appena si esce fuori (e infatti più è in mezzo al casino e meno consuma). Di fatto è un ribaltamento completo delle situazioni in cui si consuma di più e male, con queste si viaggia in elettrico puro e si va a recuperare efficienza proprio in quelle fasi in cui l'ICE è intrinsecamente sprecone.
  12. Ce la facciamo a fare un commento tecnico senza giudizi sociali acidi?
  13. Un interno classico e pulito, finalmente. Sono commosso, è dai tempi della Rover 75 che non vedo l'interno verde scuro/beige/radica 😭
  14. Dovremmo essere a tiro con il collegamento al Passante, no? L'ultima che avevo letto era fine '22. No buono per una sistemazione temporanea, ma in prospettiva diventa molto interessante.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.