Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

V6 Busso

Members
  • Posts

    2,037
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

V6 Busso last won the day on October 11

V6 Busso had the most liked content!

4 Followers

About V6 Busso

  • Birthday 10/18/1981

Profile Information

  • Car's model
    Fiat Tipo SW 1.6 multijet Lounge 2017
  • City
    Provincia di Treviso
  • Professione
    Progettista HVAC
  • Interessi
    Auto moderne e storiche, cinema, paesaggi e antichi borghi italiani
  • Quotes
    "Certe onorificenze non basta rifiutarle: bisogna non meritarle" (Leo Longanesi)
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

V6 Busso's Achievements

World Championship Winner

World Championship Winner (7/8)

474

Reputation

  1. Dal muso al montante B mi pare identica alla Giulia attuale. Nessuno indossa la mascherina, quindi la foto è difficilmente databile oltre marzo 2020. A naso ipotizzerei una maquette di GTV o di Giulia coupé 4 porte, mai entrate in produzione.
  2. Questi ritardi li può comprendere solo il cliente italiano Fiat, ché anche il cliente Dacia è abituato molto meglio, per non parlare di tutti gli altri. Inutile stare a disquisire se Maserati è premium o luxury: certe figure di merda sono roba da low cost di quart'ordine. Il cliente premium/luxury ci mette un attimo a portare altrove i suoi tanti soldi.
  3. Maserati è stato presentato da Tavares come brand luxury, e anche Grecale lo è. Così come sono premium le Mercedes classe A, le BMW serie 1 e le Audi A1. Certo, se Maserati va avanti così scivolerà verso il premium e poi giù giù fino al mainstream e riuscirà a vendere solo utilitarie fighette come Lancia.
  4. Il punto è che l'odierna FCA Italy è ridotta peggio della vecchia Fiat Auto di 20 anni fa, che perlomeno una gamma decente l'aveva con quasi tutti i marchi. La crisi di FCA Italy nell'impero FCA è molto più marginale rispetto a 10/20 anni fa, e da anni FCA aveva le risorse per rimettere in piedi FCA Italy ma non ha voluto farlo. A qualsiasi cliente le vicissitudini societarie non fregano niente, men che meno al cliente Luxury che è ben disposto a pagare caro ed aspettare tempi di consegna lunghi, ma l'immagine del brand e un prodotto top lo pretende e senza scuse.
  5. E un brand come Maserati preferisce coprirsi di ridicolo con l'ennesimo ritardo invece di confidare nella pazienza che un cliente luxury è costretto a portare con tutti i concorrenti. Mentalità da bottegai.
  6. Come no, lo vedo al lavoro tutti i giorni. Ma davvero credi che rinviino la presentazione - non la produzione, la presentazione - per questo?? Possibile che una società sia ridotta così male da non avere accantonato un po' di scorte di chip perlomeno per gli esemplari della presentazione?? Complottaro una sega: è FCA Italy che fa pena e non sa nemmeno che scuse inventarsi per giustificare l'ennesimo ritardo. E vedrai se non tocca pure alla Tonale...
  7. La storia dei chip è credibile come una banconota da 30 euro. La verità è che FCA Italy è stata ridotta nella bad company di FCA da Elkann, Marchionne e Manley: dal 2017 ad oggi ha lanciato solo 1 modello e cancellato o rinviato in maniera invereconda tutti gli altri, perfino i restyling di Giulia e Stelvio in gravissima sofferenza commerciale. Modelli previsti entro il 2018 cancellati o slittati più volte, convinti che il mercato mondiale stia ad aspettare e comprendere le vicissitudini societarie di un gruppo decotto che da baricentro del settore auto è diventato una bad company periferica. Onestamente non mi interessa neppure approfondire i motivi di questo 75esimo rinvio: sta di fatto che FCA Italy non ha più nemmeno il senso del ridicolo. Tavares ha di fronte il Nanga Parbat da scalare sotto le valanghe, altro che rilancio in pochi anni.
  8. Il vuoto dura dal 2016 (lancio di Giulia e Stelvio) e durerà fino al 2022. 6 anni senza nuovi modelli, senza restyling e con 2 modelli (più 4C) tolti di produzione. I numeri delle GTAm sono risibili e non trainano niente. Il bastone tra le ruote è una costante di Fiat Auto e di FCA Italy: ogni 5 anni un nuovo rilancio, e ogni volta è quella buona, ma ogni volta si blocca tutto. Prima di ricredermi voglio vedere i nuovi modelli in concessionaria.
  9. Il presente è frutto di un ambiziosissimo rilancio abortito quasi subito e a cui sono seguiti 6 anni di vuoto. Il futuro è anch'esso ambizioso, ma non vorrei che ancora una volta si insinuasse un bastone tra le ruote.
  10. Sono dati comunque molto ma molto magri e destinati a peggiorare per un anno e mezzo almeno. Non ne ne voglia _P se scrivo del passato: a furia di rinviare al futuro non è rimasto quasi niente del presente e del passato.
  11. La concorrenza i restyling li fa entro 4 anni. Giulia e Stelvio hanno ricevuto solo un'evoluzione degli ADAS e dell'infotainment e tante serie speciali per allungare il brodo. Versioni ibride non pervenute, full led neppure. Il mercato le sta comprensibilmente snobbando e il prezzo più alto lo paga l'occupazione di Cassino. Nel frattempo hanno tolto Mito e Giulietta senza sostituirle e ritardato la Tonale oltre ogni vergogna. Non male per un brand che doveva diventare premium e avere una gamma completa di 8 modelli entro il 2018...
  12. Messa così non sarebbe niente male. Peccato che Giulia e Stelvio siano state pressoché abbandonate da FCA: il restyling dopo 7 anni è un'indecenza.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.