Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Search the Community

Showing results for tags 'bev'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Off Topic on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

  1. Messaggio Aggiornato al 28/06/2021 SPY PHOTOS ➡️ CLICCA QUI! Come sappiamo dall’ultimo product plan Maserati (CLICCA QUI!), nel 2021 verrà presentata l’erede della GranTurismo e successivamente della GranCabrio. La piattaforma è una evoluzione della Giorgio, con la parte frontale modificata per applicazioni ancor più sportive. I powertrain previsti sono di tipo EV, il primo ad essere presentato e che porterà all’esordio questa tecnologia nella gamma Maserati, ICE e PHEV, dotati del nuovo V6 a 90 di circa 3.0 litri derivato dall’attuale motore AR Quadrifoglio. Sia la coupé che la cabriolet avranno 4 posti veri, caratteristica tra le più amate dei modelli appena usciti di scena. L’assemblaggio delle nuove sportive sarà nelle linee produttive di Torino-Mirafiori. Qualche mese fa, il marketing Maserati aveva rilasciato un video promozionale per il programma elettrico previsto per il 2021, chiamato appunto MMXXI.
  2. j

    MG Marvel R Electric 2022

    Debutta ufficialmente in Europa la Marvel R con il marchio MG (che in Cina viene già venduta con quello Roewe) A Maggio sul mercato Italiano https://mgmotor.eu/it-IT/model/marvel-r MG MARVEL R Electric Potenza 212 kW / 665 Nm Accelerazione 1,8 s/ 0-50 km/h Accelerazione 4,9 s/ 0-100 km/h Trazione Integrale a motore triplo Autonomia (WLTP) >400 km Velocità massima 200km/h Carica rapida AC 11 kW trifase Carica rapida DC 30 min fino all’80% Alimentatore per dispositivi esterni fino a 2.500 W Peso rimorchiabile 750kg Display touchscreen da 19,4" MG Pilot Assistenza alla guida Climatizzatore SlimAir e pompa di calore *Le specifiche saranno confermate in base ai dati di omologazione.
  3. Proviamo a parlare di cose concrete che saranno alla base della R&D europea e che dovranno salvarci da potenziali problemi geopolitici... Negli ultimi tempi abbiamo potuto apprezzare alcune soluzioni per ridurre l'uso di elementi rari nei motori e nelle batterie: Mahle: è stata la capostipite dei motori elettrici sincroni con avvolgimento (quindi senza magneti) ed un interessante sistema di alimentazione dell'avvolgimento di rotore privo di spazzole Renault: motore sincrono, ma privo di magneti permanenti ed alimentazione indotta; batterie con minor contenuto di cobalto rispetto al passato BMW: procede su una strada analoga (sincroni privi di magneti permanenti), ma con spazzole di alimentazione dell'avvolgimento rotore Siete a conoscenza di altre soluzioni del genere adottate dai costruttori?
  4. La completa elettrificazione della gamma BMW sta subendo una forte accelerazione. In queste prime foto spia ecco apparire la futura BMW i7, la declinazione elettrica dell’ammiraglia BMW Serie 7. La gamma BMW i sarà, a differenza di quelli precedenti, ricavata completamente da piattaforme esistenti equipaggiate con la tecnologia BMW eDrive di quinta generazione. La futura BMW i7 si scontrerà, quindi, con la futura Mercedes-Benz EQS. La vettura immortalata è appunto una normalissima BMW Serie 7 con un minimo di camouflage presente in zone strategiche. Questo perché ci saranno pochi dettagli distintivi. Nonostante ciò, mostrerà vari elementi che gli permetteranno di chiarire che si tratta di un veicolo elettrico a zero emissioni. È un primo avvistamento. Lo sviluppo è in una fase iniziale. I design futuristici e molto differenziati che possiamo trovare nell’attuale gamma BMW i saranno abbandonati. Entrambi i gruppi ottici verranno aggiornati e, come possiamo vedere, la presa di ricarica si troverà nel quarto anteriore sinistro. Quindi il cliente “green” avrà la possibilità di scegliere tra una gamma MHEV (a breve), una PHEV (la BMW 745e) ed una futura BEV con questa i7, che molto probabilmente sarà proposta in due declinazioni di potenza ed autonomia. Il suo lancio è previsto per il prossimo decennio, quindi molto probabile che sarà disponibile nel 2021.
  5. A distanza di 6 mesi dalla presentazione del pre-serie, Toyota rilascia le prime informazioni circa il suo primissimo crossover full-electric basato sulla piattaforma nuova e dedicata E-TNGA. La versione a trazione anteriore è dotata di un motore elettrico da 150 kW e 204 cv e 265 Nm; la variante a trazione integrale (curata da Subaru) ha invece due motori capaci di 217 cv totali e 336 Nm di coppia. Ambedue le varianti mantengono un uguale pacco batterie da 71.4 kWh. Non dilungandosi troppo nei dati, affermano che la batteria garantisce una percorrenza di 450 km WLTP a piena carica, peraltro effettuabile all'80% con una carica rapida da 150 kW in circa 30 minuti. La trazione integrale ha due modalità XMODE, attivo sino a 20 km/h ed efficace su strade innevate o fangose, e Grip Control fino a 10 km/h per strade con condizioni più impervie. Confermato anche il volante a cloche steer-by-wire, chiamato One Motion Grip Control. Avremo maggiori dati il 2 Dicembre quando verrà presentata la variante destinata al mercato europeo con specifiche ad hoc. Press Release Versione Europea: Toyota Europe Press Release Lancio Mondiale: Toyota Europe bZ4x Concept Press Release Concept: Toyota Italia Non mi trasmette davvero, davvero nulla. Certamente lo trovo meglio di CH-R, che mai ho potuto soffrire.
  6. Cole_90

    MG ZS e ZS EV 2022

    Il piccolo di MG viene aggiornato al nuovo linguaggio stilistico del brand cinosassone e ottiene anche la strumentazione digitale da 7’’ e schermo infotainment (con nuovo sistema) fino a 10’’; si aggiungono nuovi ADAS e due varianti potenza per l’elettrica. - Batteria da 51 kWh con 179 cv e autonomia di 320 km WLTP - Batteria da 69,9 kWh con 156 cv e 440 km in WLTP. Press Release: MG Europe
  7. Debutta la XPeng P5 con sistema di guida autonoma XPilot 3.5 sviluppata interamente da XPeng con 32 radar di cui LiDAR (uno nel muso, l’altro nel tetto) forniti da Livox. Per ora le funzioni saranno disponibili solo nel corso del 2022 acquistando un pacchetto aggiornabile nel corso del tempo via OTA. Dovrebbe corrispondere alla guida autonoma Livello 3.5/4. Internamente oltre al sistema multimediale touchscreen da 15,6 pollici e strumentazione da 12 pollici dispone di sedili anteriori reclinabili per formare una sorta di letto, tendina da 47 pollici estraibile dal tunnel che si collega alle alette parasole con proiettore nei poggiatesta posteriori e modalità cinema, bracciolo refrigerato. Il pacchetto XPilot comprende anche un drone di serie Carrozzeria realizzata per il 46% in acciai alto resistenziali, il 10% usa acciai da 1500 MPa. Lunghezza: 4.808 m Larghezza: 1.840 m Altezza: 1.530 m Passo: 2.768 m Ulteriori dettagli a fine mese. Vendite in Cina da settembre, sbarco in Nord Europa dal 2022.
  8. Prime foto ufficiali per la nuova elettrica derivata dalla Serie 4 Gran Coupé di prossimo debutto. Al lancio saranno disponibili due varianti, la i4 eDrive40 da 340 cv e 590 km di autonomia in elettrico (WLTP) e la prima elettrica di BMW firmata dal dipartimento sportivo M, cioé la i4 M50 capace di 544 cv e 510 km di autonomia a carica completa. Esteticamente riprende qualche dettagli del concept, soprattutto davanti e presenta le nuove maniglie a filo con la carrozzeria. All'interno troviamo il nuovo infotainment BMW iDrive, con display unico, curvo, ripreso da quello visto su iX. i4 M50 Press Release: BMW Italia Topic Spy: ➡️ BMW i4 2021 - Prj. G26 BEV (Spy) / ➡️ BMW i4 M 2021 - Prj. G26 BEV (Spy) Terribile, davvero di cattivo gusto secondo me, paraurti posteriore incluso.
  9. Presentata ufficialmente la nuova Mercedes-Benz EQB. La gamma motori per l'Europa non è ancora stata comunicata; si sa però che vi saranno versione a trazione anteriore ed anche integrale 4Matic, inoltre la top di gamma supererà i 200 kW di potenza ed è previsto anche il debutto di una versione long-range. Per quanto riguarda l'autonomia, Mercedes dichiara un valore di 419 km per la EQB 350, secondo il ciclo WLTP. Le misure di Mercedes-Benz EQB Lunghezza 4,68 metri Larghezza 1,83 metri Altezza 1,66 metri Passo 2,82 metricon Volume di carico da un minimo di 495 (465 sulla 7 posti) a un massimo di 1.710 litri (1.620 per la versione 7 posti), 90 in meno rispetto alla "sorella" con motori endotermici. Foto Ufficiali: Sketch: Video: Press Release: Mercedes-Benz Topic Spy: ➡️ Mercedes-Benz EQB 2021 (Spy)
  10. Debutta la seconda generazione della Niro al Salone di Seoul per ora nelle versioni full hybrid (la verdina) ed elettrica (bianca), più avanti sarà disponibile la PHEV. Foto Press Foto live da Seoul Sketch ufficiali Topic Spy ➡️Clicca qui!
  11. La prima elettrica di Subaru è la Solterra, veicolo gemello della bZ4X di Toyota da cui si differenzia per un frontale leggermente diverso. La variante propulsore è però unica: quella a trazione integrale (curata da Subaru) con due motori capaci di 217 cv totali e 336 Nm di coppia e pacco batterie da 71.4 kWh capace di 450 km WLTP a piena carica, peraltro effettuabile all'80% con una carica rapida da 150 kW in circa 30 minuti. La trazione integrale ha due modalità XMODE, attivo sino a 20 km/h ed efficace su strade innevate o fangose, e Grip Control fino a 10 km/h per strade con condizioni più impervie. Press Release: Subaru Italia
  12. La nuova generazione di Porsche Macan, prevista non prima del 2021, avrà una motorizzazione elettrica, che secondo Quattroruote sarà anche l'unica. Il comunicato stampa ufficiale Porsche dice "fully electric", ma onestamente non saprei dire se ciò implica che sarà l'unica e che non ci saranno versioni con motore termico o ibrido plug-in. In ogni caso la piattaforma della versione elettrica sarà la PPE della Taycan, sviluppata con Audi, e lo stabilimento di produzione sarà quello di Lipsia, che sarà rinnovato appositamente. P.S. mods se la sezione non è adatta mi scuso
  13. Il primo modello della sub famiglia Hyundai di vetture elettriche basate sulla piattaforma dedicata e-GMP è la IONIQ 5, derivata dal Concept 45. L’auto, il cui stile pesca a piene mani dal concept, ha diversi primati e spunti interessanti, uno su tutti il sistema di ricarica a 800 V con ricarica dal 10% all’ 80% in soli 18 minuti e la possibilità di equipaggiare l’auto con pannelli solari posti sul tetto per una massima cura dell’ambiente. Altra novità, il trattamento dei LED a mo’ di Pixels: sono ben 256 e fanno tanto concept e tanta scena. IONIQ 5 è enorme: ha un passo di 3 metri, più di quanto offerto dalla gigante Palisade, una lunghezza totale di 4,63 mt, è larga 1,89m e alta 1,60m. Gli interni, che godono del pavimento piatto, sono realizzati per buona parte in materiali riciclati e i sedili sono ampiamente reclinabili e scorrevoli al fine di sfruttare al meglio lo spazio disponibile. In plancia due schermi da 12’’ con effetto vetro. Si può scegliere tra batterie da 58 kWh, 72.6 kWh e se abitate in America anche da 77.4 kWh. A secondo del pack si avrà motore singolo a trazione posteriore o doppio motore e integrale. Specifiche Tecniche Press Release: Next IONIQ: More to come Hyundai’s new IONIQ brand represents the company’s strong commitment to sustainability and innovation. Under the mission of IONIQ brand, ‘Progress electrified for connected living’, Hyundai will offer electric vehicle experiences with a focus on customized, eco-friendly solutions that can fit any lifestyle, delivering the company’s vision ‘Progress for Humanity’. The introduction of IONIQ 5, is the first step in the company's journey of dedicated electric vehicles, moving another step closer towards achieving its clean mobility goals. Following the launch of IONIQ 5, Hyundai will expand its BEV lineup with IONIQ 6, an electric sedan, and IONIQ 7, a large electric SUV. Heralding a new era for EV design IONIQ 5’s progressive design represents a departure from past norms, exploring a new design freedom offered by a dedicated BEV platform. By evoking the daring attitude of Hyundai Pony, the company’s first production car IONIQ 5 highlights Hyundai’s 45-year journey to become a part of customer’s lifestyles, creating a common thread from past to present and future. This is the redefinition of timeless design, a theme that will expand as the IONIQ lineup grows. IONIQ 5’s unique exterior design is characterised by the Pony-inspired profile over a 3,000-mm wheelbase. This extended wheelbase requires a more sophisticated approach to translate this new proportion into a contemporary EV typology. The front of the car is equipped with Hyundai’s first clamshell hood that minimizes panel gaps for optimal aerodynamics. The front bumper is defined by an eye-catching V-shape incorporating distinctive daytime running lights (DRLs) that provide an unmistakable light signature unique to IONIQ 5. These small pixel-like clusters also appear at the rear of the vehicle. On the sides, auto flush door handles provide clean surface styling and enhanced aerodynamic efficiency. The front and rear forms of the vehicle merge together at its doors, offering another example of Hyundai’s ‘Parametric Dynamics’ design first seen on the all-new Tucson. The strong C-pillar shape, inspired by Hyundai’s ‘45’ EV concept, gives IONIQ 5 a commanding presence clearly identifiable from a distance. Aero-optimized wheels further echo the Parametric Pixel design theme and are offered in a super-sized 20-inch diameter, the largest rims ever fitted to a Hyundai EV. These complete IONIQ 5’s perfected proportions, optimized for Hyundai’s E-GMP. The ‘Living Space’ theme runs throughout the interior, most notably embodied by the Universal Island, a moveable center console that can slide back as much as 140 mm. Universal Island, along with the flat floor where the batteries are stored, allows more freedom of movement inside the vehicle. IONIQ 5 is also equipped with electronically adjustable front seats. The seats recline to the optimum angle, offering a weightless feeling for the occupant. Hyundai reduced the thickness of the front seats by 30 percent, providing more space for those seated in the second row. Many of its interior touchpoints - seats, headliner, door trim, floor and armrest - use eco-friendly, sustainably sourced materials, such as recycled PET bottles, plant-based (bio PET) yarns and natural wool yarns, eco-processed leather with plant-based extracts, and bio paint with plant extracts. Customers can choose from nine exterior colors, including five nature-inspired hues exclusive to IONIQ 5. The interior has three color options. A range of power electric systems to suit every customer IONIQ 5 is available with a range of power electric (PE) configurations to fit the mobility needs of every customer, with no compromises on performance. Customers can select from two battery pack options, either 58 kWh or 72.6 kWh, and two electric motor layouts, either with a rear motor only or with both front and rear motors. All PE variations provide outstanding range and deliver a top speed of 185 km/h. At the top of the electric motor lineup is an all-wheel drive (AWD) option paired with the 72.6-kWh battery, producing a combined power output of 225-kWh and 605 Nm of torque. This PE configuration can go from 0 km/h to 100 km/h in 5.2 seconds. When equipped with two-wheel drive (2WD) and 72.6-kWh battery, IONIQ 5’s maximum driving range on a single charge will be around 470~480 km1, according to the Worldwide Harmonized Light Vehicle Test Procedure (WLTP) standard. Ultra-fast battery charging along with innovative Vehicle-to-Load (V2L) function IONIQ 5’s E-GMP can support both 400-V and 800-V charging infrastructures. The platform offers 800-V charging capability as standard, along with 400-V charging, without the need for additional components or adapters. The multi-charging system is a world’s first patented technology that operates the motor and inverter to boost 400- V to 800- V for stable charging compatibility. With a 350-kW charger, IONIQ 5 can charge from 10 percent to 80 percent in just 18 minutes. IONIQ 5 users only need to charge the vehicle for five minutes to get 100 km of range, according to WLTP. IONIQ 5 also provides an innovative V2L function, which allows customers to freely use or charge any electric devices, such as electric bicycles, scooters or camping equipment, serving as a charger on wheels. The V2L function can supply up to 3.6 kW of power. The V2L port is located under the second-row seats, and it can be activated when a vehicle is on. Another V2L port is located at the charging port on the vehicle exterior. Using a converter, customers can charge high-power electric equipment. The outside port provides power even when the vehicle is turned off. Innovative connectivity and driver assistance for safety and convenience IONIQ 5 seamlessly integrates advanced technologies for an enhanced digital user experience. The wide, configurable, dual cockpit features a 12-inch, full-touch infotainment screen and hoodless 12- inch digital gauge cluster that can be customized to meet customers’ needs. For the first time in Hyundai, IONIQ 5 features an Augmented Reality Head-Up Display (AR HUD), essentially turning the windshield into a display screen. IONIQ 5 is also equipped with the next level of Hyundai SmartSense, advanced driver assistance system, ensuring the highest levels of safety and convenience on the road. IONIQ 5 is the first Hyundai model to offer Highway Driving Assist 2 (HDA 2). Other driving assistance systems include Forward Collision-Avoidance Assist (FCA), Blind-Spot Collision-Avoidance Assist (BCA), Intelligent Speed Limit Assist (ISLA), Driver Attention Warning (DAW), High Beam Assist (HBA), and more. IONIQ 5 will be available in selected regions starting in the first half of 2021. IONIQ 5 Specifications: ※ Editor’s note: The vehicle specifications and features in this press release may vary depending on country/region. Share Share IONIQ 5 Additional Details: Design & Sustainability IONIQ 5’s progressive design language drew inspiration from Hyundai’s ‘45’ EV concept, which debuted at 2019 International Motor Show Germany. Guided by Hyundai’s ‘Sensuous Sportiness’ design identity, ‘45’ featured a monocoque-style body and a futuristic interior designed for electrification and autonomous technologies. IONIQ 5 follows suit but goes one step further, offering a bridge to the future of electric mobility that is technologically advanced, eco-friendly and plugged into today’s customers’ needs. Exterior featuring unique proportions and the longest wheelbase in the segment IONIQ 5’s unique exterior design is characterised by clean and sharp lines, creating a sleek and sophisticated look. The BEV’s precisely modelled surfaces and shapes give it an angular, almost geometric appearance. In addition, Hyundai’s designers integrated cutting-edge Parametric Pixel lights on the front and rear. This unique design element signifies Hyundai’s intent to fundamentally reinvent electric mobility with an EV-specific design that will carry over to future IONIQ models. IONIQ 5’s crossover body type achieves unique proportions and short overhangs due to its elongated wheelbase. Measuring 4,635-mm long, 1,890-mm wide and 1,605-mm tall on a 3,000-mm wheelbase, IONIQ 5 offers D-segment-like space in a midsize CUV. Customers can choose from nine exterior colors, including five nature-inspired, new hues exclusive to the model. These include two options with a Matte finish: the hero color Gravity Gold Matte and Shooting-Star Gray Matte, along with Digital Teal-Green Pearl, Mystic Olive-Green Pearl and Lucid Blue Pearl. Other available exterior colors include Atlas White, Galactic Gray Metallic, Cyber Gray Metallic and Phantom Black Pearl Spacious, customizable interior is a home away from home IONIQ 5 sets itself apart from other midsize CUVs, especially those with internal combustion engines and conventional steer-by-wire systems, because the E-GMP enables a flat floor where the model’s batteries are stored, allowing for innovative interior design and extra legroom. IONIQ 5’s 3,000-mm wheelbase, which is 100-mm longer than Hyundai’s flagship SUV Palisade, offers spaciousness of a large passenger car in a midsize CUV. The long wheelbase allowed Hyundai designers to apply a ‘Living Space’ theme to the interior, rather than a conventional car design theme. The Universal Island moveable console complements the simple center fascia with gear selector located behind the steering wheel. The sliding console allows passengers to not only enjoy more flexibility, but also freely enter and exit the cabin on either side when parked in a narrow spot. Second-row passengers also can enjoy center console features, such as cup holders, a 15 W fast wireless phone charger and USB ports. Universal Island truly redefines the center console, offering greater functionality than a static storage box. The vision roof of IONIQ 5 provides the interior with a greater sense of openness as IONIQ 5’s ceiling consists of one large glass panel without any support materials. IONIQ 5 provides 531 liters of trunk space, which increases up to almost 1,600 liters when the second-row seats are fully folded. For added versatility, the second-row seats can slide forward up to 135 mm and also be folded in a 6:4 ratio. Meanwhile, customers can enjoy additional storage space with a front trunk that offers as much as 57 liters of capacity2, which is particularly useful for longer journeys, when extra luggage is carried. Adjacent to the digital gauge cluster is a metal insert that can accommodate a multi-purpose tray holder. IONIQ 5’s infotainment system is the first to integrate a new design theme called Jong-e Graphic User Interface (GUI) that offers various interior ambience settings, such as soft, delicate and exuberant. Customers can stay warm during the winter months by taking advantage of the heated steering wheel and heated front seat functions. Customers can choose from three interior color options. The base pack includes Obsidian Black and Dark Pebble Gray/Dove Gray, while the optional color pack offers Dark Teal/Dove Gray. Sustainable, eco-friendly EV features accommodate lifestyles without limits IONIQ 5’s demonstration of environmental responsibility doesn’t stop with electrification. Sustainability is at the center of IONIQ’s brand vision, which can be found throughout IONIQ 5 in eco-friendly materials and nature-inspired colors. Many of its interior touchpoints - seats, headliner, door trim, floor and armrest - use eco-friendly, sustainably sourced materials, such as recycled PET bottles, plant-based (bio PET) yarns and natural wool yarns, eco-processed leather with plant-based extracts, and bio paint with plant extracts. IONIQ 5 can also be equipped with an eco-friendly solar roof, which supports the vehicle’s electric power source by collecting energy and transferring it to the battery pack, improving efficiency. The solar roof can prevent battery discharge while providing an additional driving range Performance IONIQ 5 is available with a range of power electric (PE) configurations to fit the mobility needs of every customer, with no compromises on performance. At the top of the electric motor lineup is an all-wheel drive (AWD) option paired with the 72.6-kWh battery, producing a combined power output of 225-kWh and 605 Nm of torque. This PE configuration can go from 0 km/h to 100 km/h in 5.2 seconds. When AWD option is paired with the 58-kWh battery, this dual-motor layout can go from 0 km/h to 100 km/h in 6.1 seconds. The single-motor layout with 160-kW rear motor (125-kW in combination with the 58-kWh battery) offers 350 Nm of torque and two-wheel drive (2WD). When paired with the 72.6-kWh battery, this PE can accelerate from 0 km/h to 100 km/h in 7.4 seconds. When paired with the 58-kWh battery, it can accelerate from 0 km/h to 100 km/h in 8.5 seconds. In addition, IONIQ 5 can tow a trailer with a capacity up to 1,600 kg. Connectivity for the ultimate in-car experience Hyundai is offering the latest version of its upgraded Bluelink® connected car services that deliver a range of new features and allows customers to control their car with their smartphone or voice to make their drive more convenient and enjoyable. New Bluelink features include Connected Routing, Last Mile Navigation and a new User Profile feature. The Bluelink app displays the vehicle’s range, battery state and charging times when plugged into public or private charging points. Customers can access an advanced battery management system in order to select charging times that best fit their schedule or their budget by making the most of off-peak electricity rates. With the new cloud-based Connected Routing feature, driving routes are calculated on a powerful server inside the Bluelink cloud environment. This ensures more accurate traffic forecasting, more precise times of arrival, and more reliable route recalculation. With the all-new IONIQ 5, the database has been increased to show more charging stations on the map, showing availability and estimated charging time. By clicking on the station icon on the map, users can see whether AC, DC or high-powered charging, such as IONITY, is available. Other Bluelink-enabled features include: Remote Profile Management stores selected vehicle settings in the Bluelink cloud, with the ability to remotely update and push back to the vehicle, personalized to driver preferences such as individual driver settings for seating position Vehicle Status Notifications inform customers if the vehicle is left with doors unlocked or windows open With Remote Charging, IONIQ 5 drivers can start and stop charging with the push of a button on their smartphone app. During colder months, Remote Climate Control allows users to schedule pre-heating of IONIQ 5. Not only does this ensure comfort for occupants during the drive, but it also saves battery power that would otherwise be needed to heat the vehicle on the road. IONIQ 5’s Dynamic Voice Recognition system accepts simple voice commands to conveniently control cabin A/C, radio, hatch opening/closing, heated steering wheel, heated/cooled seats and other functions. The system can also assist with various points of interest (POI) and weather status updates. IONIQ 5 also features a premium Bose sound system. Its eight speakers, including a subwoofer, are strategically placed throughout the vehicle for a high-quality listening experience. Head-Up Display with AR technology For the first time in Hyundai, IONIQ 5 features an Augmented Reality Head-Up Display (AR HUD), essentially turning the windshield into a display screen. Drivers can choose to use AR technology to project relevant information, such as navigation, advanced safety and the car’s surroundings, to their line of sight across the windshield. This allows drivers to process information quickly while keeping their attention on the road ahead. Driver assistance system ensures highest levels of safety and convenience IONIQ 5’s Highway Driving Assist 2 (HDA 2) makes highway driving more convenient. Using front view camera, radar sensors and navigation data, HDA 2 works to control the vehicle speed and following distance, while keeping the vehicle centered in its lane. It can also assist the driver when changing a lane. Forward Collision-Avoidance Assist (FCA) can detect a vehicle, pedestrian or cyclist and can help avoid a collision with any one of them. It includes Junction Turning, Junction Crossing and/or Lane-Changing Oncoming. FCA with Junction Turning activates the brakes if it detects oncoming traffic when the driver is turning left at an intersection. FCA with Junction Crossing senses vehicles approaching from the side when the driver is going straight through an intersection. FCA with Lane-Change Oncoming makes switching lanes safer. If FCA senses an approaching car that has crossed the center line when the driver is changing lines, it automatically assists with avoidance steering, if there is no danger of secondary accidents. If a potential secondary accident is detected, FCA will only produce a warning. Other semi-autonomous driving features include Intelligent Speed Limit Assist (ISLA), which adjusts vehicle speed to match the speed limit, and High Beam Assist (HBA), which automatically turns high beams on and off to avoid blinding oncoming drivers. IONIQ 5 has several driver attention-related functions to ensure safety at all times by detecting if the driver is drowsy or distracted. Driver Attention Warning (DAW) displays the driver’s attention level and provides a warning when signs of driver inattentiveness are detected. DAW sounds a warning if the vehicle remains stopped for a long period of time (such as at a traffic signal) and the driver doesn’t react quickly enough when the vehicle ahead starts moving. Several functions work in tandem to help avoid collisions in a variety of driving situations. Blind-Spot Collision-Avoidance Assist (BCA) helps avoid collisions at the rear side of the vehicle by using radar to detect other vehicles and applies differential braking, when necessary. BCA is particularly useful in situations such as changing lanes or exiting from parallel parking. Another function, Blind-Spot View Monitor (BVM), uses a camera to show the driver views to the left and the right of the vehicle on the cluster screen if the driver indicates to change lanes. IONIQ 5 also assures the safety of backseat passengers with Safe Exit Assist (SEA), which helps keep the rear doors closed by maintaining the electronic child lock when there is oncoming traffic. A variety of parking assistance features make parking in a variety of circumstances easier than before. Remote Smart Parking Assist (RSPA) allows the driver to remotely park or exit a parking spot from outside the vehicle. This feature works for both parallel and perpendicular parking and can be activated via a button on the vehicle’s smart key. Surround View Monitor (SVM) uses an array of strategically located cameras to give the driver a 360-degree view of the area surrounding the vehicle, making it easier to park in tight spaces. Reverse Parking Collision-Avoidance Assist (PCA) works to help avoid collisions while backing up. If an obstacle is detected via the rear-view camera or rear ultrasonic sensors, PCA will display a warning and, if necessary, apply the brakes. Similarly, Rear Cross-Traffic Collision-Avoidance Assist (RCCA) can display and sound a warning, or apply the brakes, when a car approaches from the left or right side and the driver does not stop. Charging network Hyundai Motor Group recently became the latest shareholder to join IONITY, a joint venture that builds and operates a high-power charging (HPC) network across Europe using advanced technology with a charging of up to 350 kW. Through its participation in this joint venture, Hyundai will drive the expansion of IONITY along Europe’s highways, promoting the further adoption of zero-emission mobility. In selected countries IONIQ 5 customers can enjoy a free one-year subscription to IONITY, which forms part of Hyundai’s new pan-European integrated public charging service, Charge myHyundai. Charge myHyundai offers access to over 200,000 charging points across Europe. Users can enjoy a streamlined one-payment solution via a single card or an app for additional peace of mind. Customers can easily find available charging stations using the AVN system. Charge myHyundai is initially available in four European markets: France, Italy, Norway, and Switzerland. The service will be activated for UK customers in the first quarter of 2021. Hyundai plans to extend the service to customers in more countries such as Germany, Spain, the Czech Republic, Denmark, and Sweden within the first half of 2021 Next IONIQ: More to come Hyundai’s new IONIQ brand represents the company’s strong commitment to sustainability and innovation. Under the mission of IONIQ brand, ‘Progress electrified for connected living’, Hyundai will offer electric vehicle experiences with a focus on customized, eco-friendly solutions that can fit any lifestyle, delivering the company’s vision ‘Progress for Humanity’. The introduction of IONIQ 5, is the first step in the company's journey of dedicated electric vehicles, moving another step closer towards achieving its clean mobility goals. Following the launch of IONIQ 5, Hyundai will expand its BEV lineup with IONIQ 6, an electric sedan, and IONIQ 7, a large electric SUV. Hyundai Europe Topic Concept: ➡️ Hyundai 45 Concept 2020 Topic Spy: ➡️ Hyundai IONIQ 5 2021 - Prj. NE EV (Spy)
  14. Mercedes-Benz EQS l'ammiraglia elettrica della casa di Stoccarda, lunga 5,21 metri e con un cx da record di 0,20. Al lancio, la EQS è disponibile in due versioni che si distinguono per potenza e trazione, ma con la stessa batteria da 107,8 kWh. EQS 450+ trazione posteriore, potenza di 333 CV (245 kW) e 568 Nm di coppia. EQS 580 4MATIC trazione integrale ottenuta con due motori elettrici aggiunge una potenza massima di 523 CV (385 kW) e un picco di coppia di 855 Nm. Annunciata anche una EQS AMG da 761 CV (560 kW). La ricarica è possibile sia in corrente alternata, da 11 a 22 kW sia in corrente continua a una potenza massima di 200 kW che permette una ricarica dal 10% all'80% della batteria in 31 minuti. Sketch: Infografiche: Video: Cartella Stampa: Mercedes-Benz Topic Spy: ➡️ Mercedes-Benz EQS 2021 - Prj. V297 (Spy)
  15. Presentata per la prima volta al Salone Internazionale dell'Automobile di Ginevra 2018 con quella che allora sembrava un'impossibile potenza di 1.914 CV e 2360 Nm di coppia, l'hypercar elettrica C_Two di Rimac è stata finalmente svelata in veste di produzione. C_Two è sempre stato un nome in codice per il progetto e martedì Rimac ha rivelato il nome definitivo dell'auto come Nevera. Secondo Rimac, il nome deriva da una tempesta mediterranea che può apparire improvvisamente al largo della costa della Croazia, il paese in cui ha sede Rimac e sta costruendo una nuova sede e un campus tecnologico. La Nevera avrà una modalità di derapata e una tecnologia avanzata di assistenza alla guida che fungerà da allenatore di guida sui circuiti e offrirà alcune capacità di guida autonoma. Il driver coach, che sarà disponibile come aggiornamento via etere nel 2022, si basa su 12 sensori a ultrasuoni, 13 telecamere e sei radar e fornisce una sovrapposizione visiva dello schermo di infotainment di brani popolari insieme a una guida audio per aiutarti a perfezionare l'accelerazione, la frenata e la sterzata. Il risultato è un'auto che sprinterà a 96 km/h da fermo in 1,85 secondi, supererà il quarto di miglio in 8,6 secondi e alla fine raggiungerà il massimo a 415 km/h. Anche i miglioramenti aerodinamici sono stati una delle principali aree di interesse, con un miglioramento del 34% dell'efficienza aerodinamica rispetto al concetto originale. Anche l'efficienza di raffreddamento è stata migliorata. Il cambiamento chiave è stato l'installazione di elementi attivi, tra cui il cofano anteriore, le alette sottoscocca, l'ala posteriore e il diffusore. Ciò consente all'auto di avere modalità a bassa resistenza e ad alto carico aerodinamico, con algoritmi utilizzati per ottimizzare gli elementi aerodinamici in base alla situazione di guida. Al centro della Nevera c'è una struttura monoscocca in fibra di carbonio che Rimac vanta è il singolo componente in fibra di carbonio più grande che si trova in un'auto di produzione. Comprende la struttura per la batteria, in questo caso un'unità a forma di H da 120 kWh, nonché il controtelaio posteriore e gli inserti di supporto in alluminio. Il peso della monoscocca è di circa 200 kg, e Rimac vanta inoltre l'intera struttura è la più rigida di qualsiasi auto mai realizzata. La distribuzione del peso per la Nevera è quasi ideale 48/52. Le consegne dovrebbero ora iniziare entro la fine dell'anno, con il CEO di Rimac che prevede di testare personalmente ciascuna delle auto prima che vengano approvate. Solo 150 sono destinati a essere costruiti, con gli slot di costruzione ancora disponibili. Il prezzo per uno è di 2 milioni di euro.
  16. SUV 100 % Elettrico di Mitsubishi che presenta l'Airtrek che sarà prodotto in Cina assieme alla sua JV con GAC. In effetti, il nome AIRTREK non è la prima volta che compare nella linea di prodotti Mitsubishi: il primo nome locale per l'auto giapponese Outlander di prima generazione fu AIRTREK. Resta quindi da vedere se il ritorno del nome AIRTREK significhi che questa nuova auto elettrica è legata a Outlander. Mitsubishi ha sottolineato che AIRTREK sarà costruito utilizzando il concetto di "SUV Crusing Electric", che include tre centri di gravità, "Electric", "Expanding" ed "Expressive". "Electric" rappresenta veicoli elettrici e "Expanding" rappresenta veicoli a guida estesa."Expressive" rappresenta l'unicità dei veicoli Mitsubishi. Dal punto di vista estetico, oltre ai fari separati e ad altri importanti elementi del Dynamic Shield in passato, la carrozzeria ha anche delle forti linee di rigonfiamento, lo scudo Dynamic Shield è leggermente squadrato, e le luci posteriori sono realizzate con tecnologia LED a forma di L rovesciata su entrambi i lati. John Signoriello, responsabile del marketing e delle vendite globali di MMC, ha sottolineato che "Mitsubishi ha creato AIRTREK, un veicolo ricreativo esclusivamente elettrico, principalmente per consentire ai consumatori di essere più immersi in avventure illimitate". Ha anche sottolineato che "AIRTREK sarà esclusiva appartenente al mercato cinese. ", e sarà la quarta linea di prodotti in Cina dopo i marchi Outlander, ASX ed Eclipse Cross. La nuova vettura sarà ufficialmente rilasciata sul mercato cinese alla fine del 2021. A breve nuove foto e cartella stampa Press Release: Mitsubishi Global
  17. Genesis Electrified GV70 viene presentata al Salone di Guangzhou con due motori elettrici per 482 hp totali e 700 Nm in modalità Boost. Utilizza la medesima tecnologia di carica rapida da 400V/800V di GV60 che permette di caricare la batgeria dal 10 all’80% in soli 18 minuti se collegato ad un rapid charger di 350 kW. Tra le chicche troviamo il Disconnector Actuatorn System (DAS) che collega o scollega motore e albero di trasmissione a seconda delle condizioni di guida, una modalità di guida e-Terrain dedicata, l’Active Noise Control-Road e il Vehicle to Load che permette di collegare apparecchi elettronici per 3.6 kW. Press Release: Genesis Topic Spy: ➡️ Genesis Electrified GV70 2022 (Spy)
  18. Surprise, surprise, Cadillac Lyriq è quasi pronta al tanto atteso debutto sul mercato americano, con ordini a partire da Settembre '21 e consegne nella prima metà del 2022 (MY '23). Esteticamente si mantiene fedelissima al concept mostrato nel 2020, con modifiche necessarie (anche all'omologazione su strada) limitate a paraurti, calandra, grafiche fari e specchietti retrovisori. Il nuovo crossover elettrico misura 4.996m di lunghezza e ha un passo di 3094mm! Dentro vale lo stesso discorso fatto sugli esterni poiché l'impostazione rimane generalmente uguale al concept, con modifiche dovute alla messa in produzione. Secondo me ennesima conferma del notevole passo avanti compiuto da Cadilac nella modernizzazione delle proprie plance. Lo schermo è da 33'' e a differenza di Esclade qui non viene "interrotto", gli inserti in legno e metallo sono tagliati a laser, mentre l'impianto audio AKG Studio ha ben 19 altoparlanti. Lo spazio riservato alle gambe posteriori è di 1006mm, quello al bagagliaio varia tra i 723l e i 1723l con i sedili posteriori giù. Al lancio, Lyriq verrà offerta con pack batterie a ioni di litio da 100 kWh e motore singolo, posto sull'asse posteriore, da 345 cv e 440 Nm (ancora non note le percorrenze) ad un prezzo di partenza di 59.990$. Successivamente arriveranno altre varianti, presumibilmente AWD. Press Release: Cadillac Topic Spy: ➡️ Cadillac LYRIQ 2023 (Spy) Tra tutti i vari roboni elettrici, questo mi garba parecchio.
  19. Porsche introduce due nuove varianti per Taycan: la prima è la Sport Turismo, attesa “wagon” ribassata; la seconda é la Taycan GTS da 598 cv e 440 kW con batterie Performance Battery Plus da 93.4 kW di serie. CARTELLA STAMPA INGLESE CARTELLA STAMPA ITALIANO via Porsche
  20. FONTE: https://www.carscoops.com/2021/05/2022-ford-f-150-lightning-strikes-ev-market-with-39k-price-tag-consider-us-thunderstruck-too/ Topic Spy ➡️Clicca qui!
  21. Finalmente Subaru ha rivelato qualcosa circa il suo prossimo e primo crossover elettrico creato in JV con Toyota e probabilmente cugino di bZ4X. Il nome sarà Solterra e verrà venduto dal prossimo anno. Press Release: Subaru
  22. __P

    Opel Mokka-e 2020

    via Opel ———————————————————————————————————— SPY TOPIC ➡️ Clicca qui!————————————————————————————————————
  23. La tanto annunciata Renaulution inizia da Mégane E-TECH Electric, un nome storico per il brand francese rivisitato su un veicolo totalmente elettrico, nonché il primo della Régie sulla base CMF-EV. Lunga 4,21m (passo 2,7m) e alta 1,50m, sarà disponibile con motore elettrico singolo da 130 cv o 218 cv aventi rispettivamente batterie LG da 30 kWh e 60 kWh ed autonomie di 300 e 470 km in ciclo WLTP. L'interno rappresenta una vera novità per il brand francese, allontanandosi da quanto prodotto sin'ora, con il debutto della plancia OpenR, costituita da uno schermo strumentazione da 12.3'' unito all'infotainment verticale da 12'' con sistema basato su Android, luci ambiente chiamate Living Lights e possibilità di dotarla con inserti in Nuo, legno lavorato a laser. Sarà prodotta interamente in Francia, nello stabilimento di Douai, con ordini aperti a Febbraio 2022 e consegne dal mese successivo. Tre i livelli di allestimento, Equilibre, Techno e Iconic e sei tinte carrozzeria (due grigi, nero, rosso, blu, bianco) con possibilità di tetto a contrasto o dettagli specifici colorati. Spaccati tecnici: Press Pack Completo: ▶️ Specifiche Renault Mégane E-TECH Electric Press Release: Nuovo inizio, per Renault, con la scelta strategica di produrre Nuova Mégane E-TECH Electric in Francia, nello stabilimento di Douai, nel cuore di ElectriCity, il nuovo centro industriale elettrico di riferimento in Europa. Renault ElectriCity, che si prefigge l’obiettivo ambizioso di realizzare 400.000 veicoli all’anno, sarà presto il centro di produzione di veicoli elettrici più importante e competitivo d’Europa. Si trova nel dipartimento dell’Alta Francia, una posizione ideale, vicino a dove si concentra la domanda. Mégane, una scelta ovvia Per Renault, berlina compatta è sinonimo di Mégane, un modello proposto in gamma da ben ventisei anni attraverso quattro generazioni. Con il suo design e la sua versatilità, Nuova Mégane E-TECH Electric rende omaggio a questo patrimonio, mantiene ed ottimizza il DNA che ha fatto di ogni generazione di Mégane un punto di riferimento nel segmento: piacere di guida, comfort e tranquillità, abitabilità e volume del bagagliaio. Ma aggiunge anche nuovi vantaggi, come il design da “colpo di fulmine”, l’inedito rapporto dimensioni/abitabilità e tutti i benefici associati alla motorizzazione elettrica. Con Nuova Mégane E-TECH Electric, Renault rivendica la continuità della sua storia e i successi insiti nel nome Mégane, portandolo anche nel presente e nel futuro. Dare questo nome al nuovo veicolo è stata una scelta ovvia. Ed è con questo veicolo che il nome continuerà a vivere. Nuovo linguaggio “sensual-tech” Proprio come la Marca, anche il design Renault evolve e diventa più “tech”. Pur mantenendo la sensualità dei modelli che hanno decretato i recenti successi, comprende elementi molto tecnologici (fari posteriori LED micro-ottici, display OpenR) e componenti i cui codici traggono ispirazione dagli oggetti high-tech e dal mondo dell’hi-fi (griglie di ventilazione, incisioni laser delle finiture sulle protezioni della parte bassa delle porte). Proporzioni inedite e dinamiche Con il passo allungato (2,70 m per una lunghezza totale di 4,21 m) e gli sbalzi ridotti della nuova piattaforma modulare CMF-EV, Nuova Mégane E-TECH Electric presenta proporzioni inedite, che danno ai designer la possibilità di progettare una berlina dinamica con un ingombro ben architettato. La batteria estremamente piatta (soli 110 mm!) ha permesso di assottigliare le proporzioni esterne, ma anche di spingere oltre i limiti del rapporto dimensioni esterne/ abitabilità interna, abbassando il centro di gravità per una guida più piacevole e dinamica. Infine, Nuova Mégane E-TECH Electric associa la sua compattezza ed altezza contenuta (1,50 m) con la capacità di far percepire dall’esterno la sua grande abitabilità interna. Aerodinamica ed efficienza La presenza di caratteristiche che evocano il mondo dei crossover trasmette un’idea di robustezza: grandi ruote da 20”, protezioni nella parte bassa delle porte e passaruota, linea di cintura della scocca rialzata. Il tetto spiovente, la carreggiata ampliata e le maniglie delle porte a filo carrozzeria di serie, invece, evocano il mondo dei coupé. L’altezza contenuta, l’abitabilità e il volume del bagagliaio fanno, infine, riferimento al mondo delle tradizionali berline del segmento C. La ricerca dell’aerodinamica tramite l’efficienza del design è stato un elemento strutturante dello stile di Nuova Mégane E-TECH Electric. L’altezza contenuta, il tetto spiovente, i pneumatici dai fianchi stretti, i paraurti scolpiti con le prese d’aria all’anteriore e linee distintive al posteriore integrate alle parti laterali contribuiscono a trasmettere visivamente tutta l’aerodinamicità del veicolo ma anche, concretamente, ad ottimizzare la sua efficienza. Tinte eleganti e distintive Nuova Mégane E-TECH Electric sarà disponibile in sei tinte di carrozzeria eleganti e distintive: Grigio Aviation, Grigio Scisto, Blu Notturno, Rosso Passion, Nero Etoilé e Bianco Ghiaccio. Per una maggiore personalizzazione, è possibile optare per tinte bi-tono differenziando il colore del tetto, dei montanti e, in funzione degli allestimenti, delle scocche dei retrovisori esterni con le tinte Grigio Scisto, Nero Etolié e Bianco Ghiaccio, con 13 combinazioni possibili. Altro elemento distintivo: la tinta dorata Warm Titanium, per il rivestimento della lama aerodinamica integrata ai paraurti anteriori e posteriori nonché delle prese d’aria laterali del paraurti anteriore, nelle versioni premium. Un dettaglio che conferisce vigore e sportività a Nuova Mégane E-TECH Electric. La robustezza del veicolo è evidenziata anche dai pneumatici da 20” (18” per le versioni entry-level). Vengono proposte due versioni di cerchi da 20” e altre due da 18”. Su tutte compare al centro il nuovo logo Renault. Firma elettrica I fari Full LED anteriori e posteriori di Nuova Mégane E-TECH Electric sono finemente cesellati e molto moderni. Il veicolo inaugura nuove firme luminose, assolutamente “elettrizzanti”, che si estendono fino al logo centrale, per accentuare il design dinamico. All’anteriore, le luci diurne sembrano fuoriuscire dai fari e correre fino alle prese d’aria laterali del paraurti. Al posteriore, tanti filamenti micro-ottici tagliati al laser costituiscono due intrecci striati che creano un effetto 3D filigranato: le linee che si incrociano sembrano vibrare, come se fossero vive. Oltre agli indicatori di direzione dinamici molto eleganti, le luci di stop si presentano come due linee sovrapposte, come un segno di “pausa”. I fari, composti da sei riflettori, sono adattivi. Il passaggio dagli abbaglianti agli anabbaglianti è automatico. Inoltre, il fascio luminoso è più largo in città per una migliore visibilità intorno al veicolo e più profondo su strade e autostrade, per una migliore visibilità in lontananza, senza abbagliare i veicoli che si trovano davanti o provengono dal lato opposto. Le luci si adattano anche alle condizioni climatiche (pioggia, nebbia) tramite un pulsante sul cruscotto per fungere da fendinebbia. La gamma di queste funzioni ultramoderne e molto estetiche è completata dagli indicatori di direzione dinamici. Maniglie delle porte automatiche Tutte le versioni di Nuova Mégane E-TECH Electric sono dotate di maniglie a filo carrozzeria. Quando il conducente o il passeggero del sedile anteriore si avvicina per aprire la porta e quando il veicolo non è chiuso a chiave, le maniglie, dissimulate nella carrozzeria, escono automaticamente grazie a un sistema elettrico. Tornano nella posizione di chiusura due minuti dopo aver parcheggiato, quando l’auto comincia a muoversi oppure quando si bloccano le porte. Benvenuti a bordo La sequenza di benvenuto proposta da Nuova Mégane E-TECH Electric si conclude quando il conducente prende posto sul sedile. La dashboard OpenR, che comprende il driver display del cruscotto e il display multimediale in posizione centrale, si accende mostrando il logo e il nome della Marca. Si attiva l’ambient lighting che mette in risalto il posto guida, mentre gli altoparlanti emettono il nuovo suono che identifica l’identità Renault per dare il benvenuto a bordo. OpenR, il “maxi schermo” È il pezzo forte dell’abitacolo di Nuova Mégane E-TECH Electric, un vero e proprio gioiellino che incarna tutta la tecnologia integrata in questo modello di ultima generazione! Preannunciato dai concept TreZor (2016), SYMBIOZ (2017) e MORPHOZ (2019), la nuova dashboard OpenR, a forma di L rovesciata, mette insieme il driver display digitale del cruscotto e il display multimediale della console centrale. È la prima volta che questo equipaggiamento viene proposto come dotazione di serie. Unico sul mercato e frutto di tanti anni di sviluppi dei dipartimenti Design, Prodotto ed Ingegneria di Renault, incorpora nativamente anche le bocchette dell’aria centrali per restare fedele allo stile “a filo carrozzeria” del design del veicolo. Il display OpenR è rivestito da una superficie di vetro rinforzato che lo rende più resistente, piacevole al tatto e alla vista. La luminosità e il coefficiente di riflessione luminosa dei display sono stati ottimizzati per una migliore visibilità al sole, insieme ad uno specifico trattamento antiriflesso. In tal modo, è possibile eliminare la classica “visiera” del cruscotto guadagnando spazio e conferendo al tutto un effetto flottante molto moderno. La dashboard OpenR offre un’inedita superficie totale di visualizzazione: 321 cm² per il driver display da 12,3” (1920 x 720 pixel, formato orizzontale) e 453 cm² per il display multimediale da 12” (1250 x 1562 pixel, formato verticale). Insomma, un totale di 774 cm² per uno spazio digitale a bordo unico per la categoria, degno delle migliori berline premium! Nelle versioni entry-level, il display multimediale misura 9” (1250 x 834 pixel, formato orizzontale). La dashboard OpenR fa il pieno delle migliori tecnologie per un’esperienza fluida e ricca. Comprende la terza generazione della piattaforma Snapdragon Automotive Cockpit di Qualcomm, che supporta più display, una connettività all’avanguardia, tra cui l’USB di tipo C, e tutte le tecnologie necessarie per la sicurezza a bordo e i dispositivi di assistenza alla guida (Around View Monitor 3D, ad esempio). A livello di software, propone il nuovo sistema multimediale OpenR Link con Google integrato, per un’esperienza connessa intuitiva ed ottimizzata. Massima intuitività Il sistema multimediale OpenR Link è basato su Android OS, il sistema operativo di oltre il 75% degli smartphone del mondo*, nella versione dedicata al settore automobilistico (Android Automotive). Sviluppato da Google, è un software aperto ed open source, sempre aggiornato. Semplice ed intuitivo, OpenR Link presenta tutte le funzioni proposte da smartphone e tablet, integrando perfettamente Nuova Mégane E-TECH Electric nell’ecosistema digitale dell’utente. D’altronde, si usa come un tablet, utilizzando un solo dito (pressione breve, pressione lunga, scorrimento), più dita (pinch to zoom, etc.) o la voce, grazie al riconoscimento vocale. Riceve e visualizza le notifiche e consente di navigare facilmente tra le varie videate (Home/ Navigazione, Musica, Telefono, App, Veicolo), grazie alla barra dei menu situata nella parte superiore del display. Infine, proprio come il sistema operativo di smartphone e tablet, OpenR Link si aggiorna automaticamente, grazie alla tecnologia FOTA (Firmware Over-The-Air). Lo stesso suono premium per tutti gli occupanti Oltre ai due sistemi audio Arkamys sulle versioni entry-level e cuore di gamma, Nuova Mégane E-TECH Electric include un inedito sistema audio premium firmato Harman Kardon nell’allestimento alto di gamma (in opzione nella versione cuore di gamma). Lo studio di questo sistema è stato parte integrante dello sviluppo di Nuova Mégane E-TECH Electric, per offrire un’inedita esperienza musicale agli occupanti del veicolo. Con una potenza totale di 410 W, ha ben 9 canali: 2 tweeter ai lati del cruscotto, due woofer nei pannelli delle porte anteriori, due tweeter e due woofer nei pannelli delle porte posteriori e un subwoofer nel bagagliaio. Massima abitabilità Appena si sale è bordo l’effetto è sorprendente: quanto spazio! Nonostante l’ingombro minimo, Nuova Mégane E-TECH Electric vanta dimensioni interne simili a quelle della versione termica di Mégane (spazio longitudinale, distanza tra i passeggeri), se non addirittura superiori (raggio alle ginocchia al posteriore di 21 cm). Tuttavia, sono soprattutto l’abitabilità e la praticità ad essere state spinte al massimo, grazie alla piattaforma CMF-EV: passo allungato, vano motore ridotto che comprende alcuni elementi della climatizzazione, plancia più sottile, etc. I passeggeri dei sedili anteriori possono, così, disporre di più spazio in corrispondenza della console centrale e sotto la plancia. Inoltre, lo spazio a bordo e il comfort sono migliorati dalla mancanza del tunnel di trasmissione (pianale piatto), ma anche della leva del cambio e del quadro comandi di solito integrati nella console centrale. Materiali “come a casa” e riciclati A bordo di Nuova Mégane E-TECH Electric, l’ispirazione tratta dal mondo dell’arredamento è evidente e diversi materiali inediti o riciclati si abbinano per creare un’atmosfera accogliente per sentirsi “come a casa”. La volontà dei designer era anche quella di spingersi oltre i materiali tradizionali, come la plastica, e i soliti colori, come il nero. Pertanto, la plancia è rivestita di tessuto nelle versioni entry-level e cuore di gamma. Il tessuto è sostituito dal TEP (effetto pelle) nelle versioni alto di gamma. Il profilo superiore della plancia e la fascia superiore dei pannelli interni delle porte si arricchiscono di un rivestimento in Alcantara nelle versioni cuore di gamma e di legno decorativo Nuo nelle versioni alto di gamma. Il Nuo è un nuovo materiale innovativo in vero legno, composto da sottili strati di tiglio tagliati al laser e incollati su un tessuto con un adesivo a basso impatto ambientale. Il Nuo viene qui applicato in anteprima mondiale su un modello di serie. Abbinato al rivestimento in TEP della plancia, alle impunture dorate Warm Titanium dell’abitacolo e ai sedili in vera pelle (si veda sotto), contribuisce a rendere l’allestimento alto di gamma di Nuova Mégane E-TECH Electric raffinato ed elegante. In tutte le versioni, la plancia è arricchita anche da una modanatura decorativa orizzontale che dà un senso di maggiore spaziosità all’abitacolo e richiama le modanature dei pannelli interni delle porte. La plancia riflette la luce ed integra una striscia luminosa nelle versioni alto di gamma (in opzione nelle versioni cuore di gamma). Le sellerie delle versioni entry-level sono composte da tessuto derivato al 100% da materiali riciclati. Nel livello di equipaggiamento intermedio, anche le sellerie miste TEP/ tessuto utilizzano tessuto 100% riciclato. Infine, nell’alto di gamma, lo schienale e la seduta dei sedili anteriori e posteriori sono in pelle. Due sono i colori disponibili: nero titanio con profilo Warm Titanium o grigio chiaro con profilo moka. Infine, in tutti gli allestimenti, le tasche dei pannelli delle porte sono rivestite di moquette, per un maggior comfort acustico e visivo. LIVING LIGHTS, una vivace atmosfera luminosa L’illuminazione a bordo di Nuova Mégane E-TECH Electric è Full LED e basata sul ciclo circadiano, ossia il ritmo biologico del corpo umano nelle 24 ore, per ottimizzare il benessere degli occupanti. Pertanto, l’illuminazione dell’abitacolo, che comprende le strisce luminose della plancia, dei pannelli interni delle porte e del supporto per lo smartphone, è diversa di giorno e di notte e cambia automaticamente colore ogni 30 minuti. Quest’esperienza unica è stata battezzata LIVING LIGHTS. Con transizioni fluide tra i colori, effetti dinamici e naturali e cambi di colore automatici, l’ambient lighting sembra prendere vita. Di giorno, i colori freddi valorizzano il design interno e trasmettono una sensazione di alta tecnologia. Di notte, l’atmosfera accattivante dei colori caldi immerge il conducente e i passeggeri in un clima rilassante che rivela una nuova personalità di Nuova Mégane E-TECH Electric. L’ambient lighting è naturalmente personalizzabile tramite i settaggi MULTI-SENSE, il cui pulsante di accesso diretto è ora sul volante. In particolare, è possibile regolare l’intensità dell’illuminazione ed adattare il colore al proprio umore o preferenze. Nella dashboard OpenR, un cursore di regolazione manuale permette di scegliere su una tavolozza di 48 tinte il colore della plancia, delle fasce dei pannelli delle porte e della luce del cruscotto. I colori cambiano anche in funzione della modalità di guida selezionata. Sterzo e agilità ottimizzati Sulla piattaforma CMF-EV, è stato effettuato un lavoro specifico per consentire ai veicoli prodotti di associare la vivacità della motorizzazione elettrica ad un telaio dinamico, senza compromettere il comfort. Si ha per la prima volta un nuovo servosterzo elettrico, mentre il rapporto di riduzione è sceso a 12, il valore più basso del mercato, per proporre uno sterzo più agile e diretto. Ciò offre ai conducenti di Nuova Mégane E-TECH Electric una risposta veloce e chiara agli input del volante e facilita le manovre. Questo vantaggio è completato dalla presenza di un retrotreno multilink denominato Parallel Link. Insieme alla nuova colonna dello sterzo, garantisce una miglior tenuta di strada per una guida più sicura apportando, al tempo stesso, una maggiore precisione dello sterzo. Infine, la batteria è talmente sottile (110 mm) che permette di abbassare il centro di gravità del veicolo (-90 mm rispetto alla Mégane termica), favorendo l’agilità. La distribuzione del peso è equilibrata grazie all’integrazione della batteria sotto tutto il pianale. Protezione acustica brevettata L’innovativa “Cocoon Effect Technology”, sviluppata e brevettata dagli ingegneri Renault, crea un’inedita sensazione di comfort acustico durante la guida, anche su un veicolo elettrico che è di per sé silenzioso. Uno strato di morbida schiuma ammortizzante specifica è stato interposto tra il pianale del veicolo e tutta la superficie della batteria. Il beneficio si inizia ad avvertire dai 30 km/h, creando nell’abitacolo un effetto “cocoon” degno delle berline premium ed approfittando al massimo della silenziosità dell’abitacolo, della musica o delle conversazioni tra gli occupanti, anche in autostrada. Inoltre, la “Cocoon Effect Technology” ha il vantaggio di essere leggera, permettendo di risparmiare 3 kg rispetto alle soluzioni tradizionali di isolamento acustico. È completata dalla doppia tenuta stagna delle porte, un “privilegio” di solito riservato ai veicoli del segmento superiore. Sensazioni “su misura” I settaggi MULTI-SENSE di nuova generazione, inaugurati con Nuova Mégane E-TECH Electric, e il sistema multimediale OpenR Link, consentono di adattare le sensazioni di guida e la vita a bordo dell’abitacolo alla personalità e all’umore del conducente. Sono accessibili dal display OpenR e dal nuovo apposito pulsante sul volante. I settaggi proposti riguardano sia le sensazioni di guida (rigidità dello sterzo, calibrazione del motore e risposta dell’acceleratore) che l’atmosfera a bordo (ambient lighting, comfort del sedile del conducente, comfort termico, visualizzazione sul cruscotto, colore del cruscotto). Le tre modalità di guida pre-programmate (Eco, Comfort e Sport) mettono insieme il meglio di questi settaggi con i rispettivi obiettivi di efficienza, adattamento alle situazioni e incremento delle sensazioni dinamiche. C’è una quarta modalità (My Sense) che permette di scegliere completamente la personalizzazione dei settaggi. Il conducente può passare in qualsiasi momento da una modalità all’altra, anche tramite comando vocale. Motore di nuova generazione Il gruppo motopropulsore di cui è dotata Nuova Mégane E-TECH Electric è completamente nuovo. È stato sviluppato nell’ambito dell’Alleanza e ripreso dai vari partner. È prodotto in due siti: in Giappone per Nissan e in Francia, nello stabilimento di Cléon, per Renault. Si tratta di un motore sincrono a rotore avvolto, la tecnologia su cui Renault punta da un decennio e che sarà quella del futuro per il Gruppo Renault e l’Alleanza. Offre un rendimento migliore rispetto alla tecnologia del motore a magneti permanenti e l’assenza di terre rare riduce il suo impatto ambientale e i costi di produzione su larga scala. Grazie al design ottimizzato, è un motore compatto che pesa solo 145 kg (trasmissione inclusa), ossia il 10% in meno rispetto a quello ora utilizzato da ZOE, nonostante il significativo aumento di potenza e coppia. Sotto il cofano di Nuova Mégane E-TECH Electric, sarà proposto in due versioni: da 96 kW (130 cv) e 250 Nm da 160 kW (218 cv) e 300 Nm Offre tutto il piacere della guida elettrica, in particolare un’accelerazione istantanea, dinamica e lineare (fluida e senza scatti), e consente a Nuova Mégane E-TECH Electric di passare da 0 a 100 km/h in soli 7,4 secondi. Frenata rigenerativa “su misura” Ogni volta che si frena si permette alla batteria di recuperare energia, ma per consentire di ottimizzare l’autonomia indipendentemente dallo stile di guida, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata di un sistema di frenata rigenerativa ottimizzato. Sempre attiva quando la leva del cambio è posizionata su D, la frenata rigenerativa permette di recuperare l’energia cinetica della decelerazione (sollevando il piede dal pedale dell’acceleratore) per trasformarla in energia elettrica e stoccarla nella batteria. Ciò consente di migliorare l’efficienza e l’autonomia del veicolo preservando, al tempo stesso, i freni. Nuova Mégane E-TECH Electric ottimizza questa funzione proponendo quattro livelli di frenata rigenerativa, che si possono selezionare tramite gli appositi comandi situati dietro al volante: dal livello 0 (nessuna frenata rigenerativa) al livello 3 (massimo recupero energetico e freno motore ottimizzato, per una guida urbana molto intuitiva). Batterie sottilissime Come il gruppo motopropulsore, Nuova Mégane E-TECH Electric vanta anche una batteria completamente nuova da 395 kg, progettata per integrarsi perfettamente nella piattaforma CMF-EV. Si tratta della batteria più sottile del mercato in quanto è spessa solo 110 mm (lunga 1.960 mm e larga 1.450 mm), ovvero il 40% in meno rispetto alla batteria di ZOE. Contribuisce direttamente a ridurre l’altezza del veicolo a 1,50 m migliorandone così l’aerodinamica e l’efficienza. Per ottenere una tale compattezza, gli ingegneri si sono avvalsi di una nuova versione della chimica delle batterie agli ioni di litio con tecnologia NMC (dove NMC sta per “Nickel, Manganese, Cobalto”) di LG, che comprende più nickel e meno cobalto, per una maggiore densità energetica. Questa, con 600 Wh/l, è del 20% superiore a quella della batteria di ZOE. Gli ingegneri hanno anche sfruttato l’installazione nell’alloggio inferiore della batteria di un nuovo sistema di raffreddamento a liquido – una novità assoluta per il Gruppo Renault – che abbina efficienza e compattezza, grazie ai tubi in alluminio estruso. Alto solo 18 mm, questo sistema contribuisce alla migliore integrazione della batteria nella piattaforma, migliorando il design e l’abitabilità. Performance equilibrate Nuova Mégane E-TECH Electric propone due capacità di batteria: 40 kWh per un’autonomia di 300 km (norma WLTP) 60 kWh per un’autonomia fino a 470 km (norma WLTP, in funzione delle versioni). La batteria da 40 kWh è composta da 8 moduli da 24 celle ognuno, disposte su un solo strato. La batteria da 60 kWh è composta da 12 moduli da 24 celle ognuno, disposte su due strati. In entrambi i casi, le dimensioni della batteria restano invariate, soprattutto l’altezza record di soli 110 mm. Le batterie hanno una garanzia di 8 anni. Nel periodo di garanzia, vengono sostituite gratuitamente se si deteriorano ad un livello inferiore al 70% della loro capacità nominale. L’obiettivo di Nuova Mégane E-TECH Electric è offrire ai clienti performance equilibrate ed ottimizzate, ad un costo ragionevole. Le varie versioni della gamma coprono la maggior parte delle esigenze, sia quotidiane che straordinarie (weekend e vacanze). Versatilità di ricarica Oltre ai due livelli di potenza del motore e alla capacità della batteria, Nuova Mégane E-TECH Electric deve la sua versatilità di utilizzo alla molteplicità delle sue soluzioni di ricarica, potendo ricaricare nelle infrastrutture di ricarica AC, solitamente diffuse in città, fino a 22 kW, e, in quelle DC, più frequenti in autostrada, fino a 130 kW. Tutte le soluzioni sono ottimizzate per la massima efficienza. Nuova Mégane E-TECH Electric è, pertanto, compatibile con tutte le infrastrutture di ricarica che erogano corrente alternata (AC): dalla presa domestica (10A/2,3 kW monofase) alla colonnina pubblica (32A/22 kW trifase). Quest’ultima consente di recuperare fino a 160 km in un’ora. In funzione delle versioni, può essere compatibile anche con le infrastrutture di ricarica che erogano corrente continua (DC) fino a 130 kW (prese combo), come le stazioni di ricarica rapida che si trovano in autostrada. Può così recuperare fino a 300 km WLTP in 30 minuti. I ventisei dispositivi di assistenza alla guida di Nuova Mégane E-TECH Electric sono suddivisi in tre categorie: guida, parcheggio e sicurezza. Grazie a questi, Nuova Mégane E-TECH Electric si posiziona al top della categoria per il comfort del conducente e la sicurezza degli occupanti e degli altri utenti della strada. Active Driver Assist, la guida autonoma contestuale Con Nuova Mégane E-TECH Electric, l’Highway and Traffic Jam Companion, già noto nella gamma Renault, migliora ulteriormente. Diventa “contestuale” per ampliare il suo campo di applicazione al di là delle strade a scorrimento veloce e consentire al conducente di interpretare, nelle migliori condizioni, gli elementi che incontra per strada. Questa prestazione di guida autonoma di livello 2 ora si chiama Active Driver Assist. L’Active Driver Assist abbina il Cruise Control Adattivo contestuale con Stop & Go alla funzione di assistenza al mantenimento del centro corsia. Se le tecnologie del Cruise Control Adattivo sono invariate, il sistema è configurato per default in modalità Auto, per adattarsi automaticamente alla velocità rilevata dalla telecamera e dal sistema di navigazione. Inoltre, l’Active Driver Assist utilizza i dati di geolocalizzazione e le mappe specifiche che comprendono, in particolare, le rotatorie spesso presenti nelle strade interurbane, ma anche i limiti di velocità e le curve pericolose. Oltre a segnalare sul cruscotto questi eventi, Nuova Mégane E-TECH Electric è in grado di decelerare automaticamente, quando si avvicina ad una rotatoria per poi accelerare fino alla massima velocità consentita, dopo averla superata. Il veicolo si adatta automaticamente ai limiti di velocità vigenti, ad esempio, quando è necessario passare da 130 a 110 km/h. Il Lane Keep Assist (assistenza al mantenimento della corsia), invece, è ora in grado di funzionare anche in assenza di segnaletica orizzontale laterale (ad esempio, sul bordo di una strada provinciale). Se si rimane bloccati nel traffico e l’Active Driver Assist è attivato, il veicolo riparte automaticamente fino a 30 secondi dopo l’arresto, invece dei precedenti 3. Oltre i 30 secondi, è necessario l’intervento del conducente (ad esempio, premendo il pedale dell’acceleratore). L’Active Driver Assist fa parte del “Safety Coach” di Renault, l’insieme di tutte le misure che permettono di garantire una sicurezza ottimale agli utenti dei veicoli della Marca. Evitare gli urti e le uscite di strada Per ridurre i rischi di urto, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata di tre equipaggiamenti già noti: il Lane Departure Warning (LDW, allerta superamento della linea di corsia), il Blind Spot Warning (BSW, sensore di angolo morto) e il Lane Keep Assist (LKA, assistenza al mantenimento della corsia). Quest’ultima diventa più efficace che mai con la nuova versione Emergency Lane Keeping Assist (ELKA, assistenza di emergenza a mantenimento della corsia). Questo sistema associa i dati della telecamera frontale e dei radar laterali per rimettere il veicolo automaticamente in carreggiata quando, durante un tentativo di sorpasso, rileva un rischio di collisione frontale o laterale oppure il veicolo sta per uscire di strada. L’assistenza di emergenza di mantenimento della corsia funziona da 65 a 160 km/h (velocità massima del veicolo) per i sorpassi in cui sussiste un rischio di urto laterale o di uscita di strada e da 65 a 110 km/h per i sorpassi dove si rischia lo scontro frontale. Proteggere gli altri utenti della strada Si aggiungono due nuovi dispositivi di assistenza alla guida, inaugurati nella gamma Renault da Nuova Mégane E-TECH Electric, per la protezione degli altri utenti della strada, in particolare pedoni e ciclisti. Il sistema Rear Automatic Emergency Breaking (Rear AEB, frenata automatica di emergenza posteriore) è, come dice il nome stesso, la controparte della frenata automatica di emergenza, quando il conducente effettua la retromarcia. Se i sensori ad ultrasuoni posteriori rilevano un potenziale ostacolo (pedone, ciclista, palo), il sistema emette un segnale visivo ed acustico per avvertire il conducente. Se quest’ultimo non reagisce, il sistema ricorre alla frenata di emergenza per due secondi per evitare l’urto. Il sistema è attivo in caso di retromarcia tra i 3 e i 10 km/h. L’Occupant Safety Exit (OSE, allerta ostacolo in uscita dal veicolo) avvisa l’occupante del veicolo se, quando apre la porta per uscire, si sta avvicinando un altro veicolo, una moto o un ciclista, per evitare di investirlo o farsi investire. Questo sistema di alert visivo ed acustico permette di evitare gli “incidenti con le porte” che spesso interessano i ciclisti in città. Parcheggiare e circolare senza difficoltà Nella categoria Parcheggio, due nuovi dispositivi di assistenza alla guida pongono Nuova Mégane E-TECH Electric all’avanguardia della categoria. Il Multiview Camera 360° 3D è un sistema che utilizza quattro telecamere per effettuare una modellizzazione 3D del veicolo ed ottenere una visione a 360° delle sue immediate vicinanze. Il conducente può allora visualizzare l’esterno girando intorno al veicolo con il touchscreen ed ottenere una visione panoramica della parte anteriore e posteriore per effettuare tranquillamente le manovre di parcheggio. La funzione Full Auto Park (parcheggio interamente automatico) è, invece, un’evoluzione del sistema di parcheggio semi-automatico Easy Park Assist. Questa volta, l’automazione è quasi completa, in quanto non è più richiesto al conducente di azionare la marcia avanti e la retromarcia né di agire su acceleratore e freno nelle manovre di parcheggio assistito. Il ruolo del conducente si limita a sorvegliare l’ambiente e premere sul pedale dell’acceleratore per segnalare al sistema di continuare o concludere la manovra. Inoltre, il comfort e la tranquillità sono migliorati dallo Smart Rear View Mirror (visibilità posteriore tramite telecamera). Questo sistema funziona grazie ad una telecamera posizionata nella parte superiore del lunotto posteriore. Fornisce una visione in tempo reale della parte posteriore della strada dal retrovisore interno del veicolo, per una visione completa e senza ostacoli, complementare rispetto a quella dei retrovisori esterni. Sicurezza senza compromessi I tubi di alluminio estruso del sistema di raffreddamento liquido della batteria contribuiscono anche alla sicurezza della batteria stessa, grazie all’ottima resistenza strutturale. La rigidità della batteria è ottimizzata dalla struttura delle traverse e dei crash box, integrati nativamente nella piattaforma CMF-EV. Per offrire una sicurezza senza compromessi, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata anche del Fireman Access, un dispositivo innovativo nato dall’esclusiva partnership che lega da oltre un decennio il Gruppo Renault al Corpo dei Vigili del Fuoco. Si tratta di un accesso speciale che consente alle squadre di soccorso che devono affrontare una batteria in fiamme di spegnerla velocemente, riuscendo a circoscrivere l’incendio in soli 5 minuti contro il tempo di 1 - 3 ore necessario per i veicoli elettrici che ne sono sprovvisti. Oltre a questa innovazione, è previsto un interruttore situato sotto i sedili posteriori che consente alle squadre di soccorso di scollegare la batteria dal circuito ad alta tensione del veicolo. Sui finestrini di Nuova Mégane E-TECH Electric è apposto anche un QR Code per i soccorritori. In caso di incidente, basta scannerizzarlo per riconoscere che si tratta di un veicolo elettrico ed accedere celermente alle informazioni sulla sua architettura (in particolare, il posizionamento della batteria e degli airbag, i punti in cui è possibile intervenire tagliando rapidamente e senza rischi, etc.), un aiuto prezioso che consente di guadagnare fino a 15 minuti sul tempo necessario per estrarre un occupante dal veicolo! Il Fireman Access e il QR Code fanno parte del “Safety Coach” di Renault, l’insieme di tutte le misure che permettono di garantire una sicurezza ottimale agli utenti dei veicoli della Marca. In generale, la sicurezza dei clienti per strada – ma anche dei dipendenti sul posto di lavoro – è una delle tre colonne portanti (con la transizione ecologica e l’inclusione) della politica di responsabilità sociale e ambientale di impresa (RSI) adottata dal Gruppo Renault nell’ambito del piano strategico Renaulution. GAMMA E SCHEDA TECNICA LIVELLI DI EQUIPAGGIAMENTO Equilibre Techno Iconic VERSIONI A PRIVATI EV40 130cv Standard charge AC7 (non commercializzata in Italia) EV40 130cv Boost charge AC22 EV60 220cv Super charge AC7 + DC130 (non commercializzata in Italia) EV60 220cv Optimum charge AC22 + DC130 VersionI business EV60 130cv Super charge AC7 + DC130 (non commercializzata in Italia) EV60 130cv Optimum charge AC22 + DC130 DimensionI E PESO Lunghezza: 4,21 m Larghezza: 1,77 m (Business) / 1,78 m (Privati) Altezza: 1,50 m Passo: 2,70 m Sbalzo anteriore: 800 mm Sbalzo posteriore: 715 mm Peso: 1.624 kg VELOCITÀ Da 0 a 100 km/ in 7,4 secondi Velocità massima 160 km/h Renault Italia Topic Spy: ▶️ Renault Mégane E-TECH Electric 2022 - Prj. BCB (Spy)
  24. A sorpresa Opel presenta la Rocks-e, nient'altro che la sua versione della Citreon AMI, e primo quadriciclo leggero facente parte della SUM (Sustainable Urban Mobility) di Opel. Pesa 425kg, ha batteria a ioni di litio da 5.5 kWh ed una percorrenza WLTP di 75k a piena carica grazie anche al motore da 8 cv che permette di raggiungere i 45 km/h. Qualche modifica estetica rispetto alla base di partenza. Press Release: Opel Ammetto di detestare cordialmente queste scatole di cotton-fioc/bricchi in tetrapak; è più forte di me. In realtà, però rispetto alla AMI trovo che questa sia più carina.
  25. Debutta la seconda berlina elettrica basata sulla nuova piattaforma EVA di Mercedes-Benz: la EQE ha stile e dettagli davvero simili alla più grande EQS, ma riproposti con un'enfasi più aggressiva e su proporzioni differenti. EQE misura 4,95m di lunghezza (27 in meno della sorella maggiore), 1,95 m di larghezza e 1,51 m di altezza e ben 3,12 m di passo. L'Hyperscreen a tutta larghezza qui è optional e si compone di tre elementi strumentazione, infotainment OLED e passeggero OLED. Al debutto (metà 2022) la EQE 350 da 292 cv e 530 Nm di coppia a motore singolo posteriore capace di 660 km di autonomia WLTP. Press Release: Mercedes-Benz Topic Spy: ▶️ Mercedes-Benz EQE 2022 - Prj. V295 (Spy)
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.