Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
  • Autopareri era presente al Salone di Ginevra 2019 nelle giornate stampa del 5-6 marzo
  • Guarda le numerose immagini e video sulla nostra pagina Facebook!

sbonifaz

Utente Registrato
  • Numero contenuti pubblicati

    1
  • Iscritto il

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Audi A4 Cabrilet 1.8 T del 2005

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Salve a tutti, sto cercando qualcuno che sia incappato nello strano difetto della mia A4 cabriolet 1.8 T. Qualche settimana fa, l'impianto di climatizzazione automatico è andato completamente fuori controllo, con l'opzione 'auto' inserita usciva aria rovente dalle bocchette superiori anche impostando 'LO' come temperatura. L'ho dovuto mettere in 'off' e dopo una ventina di minuti, quando ho riprovato a rimetterlo in automatico, funzionava correttamente. Per qualche giorno (nel frattempo ho fatto qualche centinaio di km in autostrada) tutto ha funzionato regolarmente. Dopo una settimana circa dal primo evento, mi è successo l'opposto, cioè non usciva più aria calda, e anche questo problema si è risolto da solo dopo qualche decina di minuti. A breve però si è accesa la spia del livello refrigerante, quando ho aperto il cofano ho visto che si era 'aperto' un raccordo tra un tubicino di gomma e uno metallico stretto con una fascetta metallica, su un collegamento tra la vaschetta del refrigerante e il motore (non so se sia un ricircolo o qualcosa che ha a che fare con il raffreddamento del turbo, visto che si innesta al motore da quelle parti). Pensavo che il problema fosse solo una fascetta allentata così l'ho stretta, ho rabboccato il liquido e sono andato in officina per sicurezza per fargli dare una controllata da un occhio esperto. E qui è iniziato il calvario. Secondo la prima officina è sicuramente la guarnizione della testata o, se sono 'fortunato', la testata stessa. Io però ho voluto chiedere altri pareri ad altri professionisti, che, dopo alcuni esami e prove, non sono concordi sul fatto che sia la testata perchè: - le candele sono perfette - l'auto è sempre partita e tuttora parte benissimo sia a motore freddo che caldo - non fa fumo bianco allo scarico - l'indicatore di temperatura non è mai salito oltre il valore di funzionamento normale - nel tappo della vaschetta refrigerante non ci sono tracce biancastre, tipicamente presenti in caso di rottura della guarnizione della testata L'unica certezza per ora è che quando il motore raggiunge la temperatura (mi pare che ci arrivi più velocemente del solito ma non posso dirlo con certezza in quanto non ci ho mai fatto caso più di tanto) il circuito del refrigerante va in pressione (e questo credo sia stato il motivo per cui si è inizialmente 'aperto' il raccordo stretto con la fascetta) e il liquido cala, presumo perchè viene sfiatato dalla valvola di sicurezza del tappo vaschetta. L'ultima prova fatta da un meccanico ha verificato il fatto che dal tubicino che è collegato nella parte alta della vaschetta refrigerante (da quanto ne ho capito dovrebbe essere un ricircolo) non rientra nulla dentro la vaschetta e questo mi dicono che non è normale e potrebbe essere causato dalla rottura della girante della pompa acqua. Mi domando: è possibile che una parte del circuito (una elettrovalvola che non funziona, un tubo nella parte inferiore che si è schiacciato, un tubo occluso) causi una anomalia di pressione nel circuito come succede a me? Ringrazio di cuore tutti quanti vorranno aiutarmi a risolvere il problema.
×
×
  • Crea Nuovo...

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.