Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

gabbiano64

Members
  • Content Count

    17
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

4 Neutral

About gabbiano64

  • Rank
    Neopatentato

Profile Information

  • Car's model
    Fiat Palio weeken 1.6 16 v
  • City
    Fano
  • Interessi
    Meccanica, scienza e tecnologia in generale
  • Professione
    Educatore socio assistenziale
  • Biografia
    Ho un passato da tecnico aeronautico e navale (anche se non motorista) oggi da "nuovo povero" cerco ove possibile di riparami da solo la mia vecchia fiat palio e aiuto quando posso , quelli nelle mie stesse condizioni. per due anni sono stato presidente di una associazione di disoccupati . Attualmente lavoro con una cooperativa sociale e mi occupo di minori non accompagnati. un mio curriculum "raccontato" al seguente indirizzo: http://www.nuovorientamentoculturale.it/curriculum-del-responsabile-dellassociazione-ermanno-cavallini/
  • Quotes
    Nessun vento è propizio al marinaio che non sa dove vuol andare.
  • Gender
    Maschio

Contact Methods

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Comunque la prova che ho fatto: messo un pentolino a bollire (100 gradi) e poi collegati dei fili elettrici ho provato con il tester per verificare se c'era contatto elettrico. siccome è un bulbo a due velocità mi aspettavo a freddo di avere tre cavi isolato e al crescere della temperatura sopra 95 gradi una prima apertura di contatto tra due cavi , a 100 gradi mi aspettavo di avere contatto elettrico su tutti i cavi, cosi non è... leggo un solo contatto , che ovviamente sparisce se metto il bulbo in acqua fredda. (i contatti li ho fatti come in foto:
  2. Sono ad aggiornarvi sul prosieguo del guasto che è diventata un odissea! ho riportato l'auto al meccanico che aveva installato il motore 20 giorni prima. lui mi ha detto di lasciarla perchè aveva molte auto da fare e che mi avrebbe richiamato lui. finalmente mi richiama e dice che è la ventola del radiatore che non parte, ma lui non riesce a trovarla dal suo ricambista perché fuori produzione, intanto le vacanze con tanto di traghetti e appartamenti fissati in anticipo si avvicina. Lo prego per favore e in ginocchio di non farmi aspettare perche altrimenti avrei avuto un danno enorme. comunque ordino il il pezzo online (li si trova ) ma sarebbe arrivato dopo 15 giorni. nel frattempo su suo consiglio vado da diversi sfasciacarrozze e trovo la ventola dell'alfa 146 che è estremamente simile anche se non identica. gliela porto lui al solito dice di lasciarla, dopo 1 giorno mi dice che non riesce a montarla perchè toccherebbe togliere un tubo dell'impianto di condizionamento ed è un lavoro troppo lungo; quindi aspetto il pezzo ordinato, ma quando arriva lui è in ferie e il titolare mi dice di ripassare dopo una settimana anche se ci sarà un ragazzo giovane non molto esperto e non il capo officina che ha fatto il lavoro. Finalmente arriva martedì 20 agosto quando riapre, vado li con il pezzo nuovo che provato con una batteria funziona benissimo ma poi montato sull'auto non va. Allora il meccanico mi dice che forse è il bulbo ma lui non lo trova, allora mi muovo io e lo trovo nuovo presso un ricambista a fano. portato il bulbo lo monta e ancora la ventola non parte. dopo mie varie rimostranze mi lasciano la macchina con un ponticello al posto del bulbo che mi tiene la ventola sempre accesa! (dicono che hanno perso già troppo tempo con la mia auto) Io ora sono a casa , ho lavorato tutta la notte in garage per capire dove è il problema. effettivamente la ventola se alimentata direttamente va, cosi come se si ponticella (escludendolo ) il bulbo. ho provato a smontare il bulbo e lo ho provato in un pentolino di acqua bollente , su tre contatti (motore ventola a due velocità) solo due sopra 95° mi danno conduzione elettrica. a questo punto vi chiedo il mio bulbo nuovo è buono o devo riportarlo al ricambista come difettoso? in foto il mio bulbo a tre contatti. Grazie in anticipo a chiunque mi darà delle risposte.
  3. Sono ad aggiornarvi sul prosieguoi del guasto che è diventata un odissea! ho riportato l'auto al meccanico che aveva installato il motore 20 giorni prima. lui mi ha detto di lasciarla perche aveva molte auto da fare e che mi avrebbe richiamato lui. finalmente mi richiama e dice che è la ventola che non parte, ma lui non riesce a trovarla dal suo ricambista perche fuori produzione, intanto le vacanze con tanto di traghetti e appartamenti fissati in anticipo si avvicina. Lo prego per favore e in ginocchio di non farmi aspettare perche altrimenti avrei avuto un danno enorme. comunque ordino il il pezzo online (li si trova ) ma sarebbe arrivato dopo 15 giorni. nel frattempo su suo consiglio vado da diversi sfasciacarrozze e trovo la ventola dell'alfa 146 che è estremamente simile anche se non identica. gliela porto lui al solito dice di lasciarla, dopo 1 giorno mi dice che non riesce a montarla perche toccherebbe togliere un tubo dell'impianto di condizionamento , quindi aspetto il pezzo ordinato, ma quando arriva lui è in ferie e il titolare mi dice di ripassare dopo una settimana anche se ci sarà un ragazzo giovane non molto esperto e non il capo officina che ha fatto il lavoro. Finalmente arriva martedi 20 agosto quando riapre, vado li con il pezzo nuovo che provato con una batteria funziona benissimo ma poi montato sull'auto non va. Allora il meccanico mi dice che forse è il bulbo ma lui non lo trova, allora mi muovo io e lo trovo nuovo presso un ricambista a fano, portato il bulbo lo monta e ancora la ventola non parte. dopo mie varie rimostranze mi lasciano la macchina con un ponticello al posto del bulbo che mi tiene la ventola sempre accesa! (dicono che hanno perso già troppo tempo con la mia auto) Io ora sono a casa , ho lavorato tutta la notte in garage per capire dove è il problema. effettivamente la ventola se alimentata direttamente va, cosi come se si ponticella (escludendolo ) il bulbo. ho provato a smontare il bulbo e lo ho provato in un pentolino di acqua bollente , su tre contatti (motore ventola a due velocità) solo due sopra 95° mi danno conduzione elettrica. a questo punto vi chiedo il mio bulbo nuovo è buono o devo riportarlo al ricambista come difettoso? in foto il mio bulbo a tre contatti. Grazie in anticipo a chiunque mi darà delle risposte.
  4. Su tua richiesta ho cancellato i nomi (visto anche che sono l'ultimo arrivato e un minimo devo pur portare rispetto al forum) , ma se permetti v13 ti informo che il fornitore in questione mi ha appena telefonato offrendomi nel caso , alla fine della diagnosi, si rivelasse un problema pre-esistente ,una non troppo chiara forma di indennizzo, mentre prima era molto deciso del contrario. Credo che sia avvenuto esattamente il contrario di quello che tu temevi. e cioè che avere pubblicato qui nomi e cognomi (e poi avere linkato a lui il tutto) sia servito da deterrente. a volte prevenire è meglio che curare...... quini permettimi amichevolmente di invitarti alla riflessione; pubblicare i dati personali è molto rilevante; è rilevante proprio in questa fase di incertezza per non far degenerare la situazione; se giocato bene non solo non è controproducente ma utile per la negoziazione. per ultimo nel caso di causa, essendo la verità appurabile anche scientificamente, non può che stare dalla parte di chi ha ragione e quindi aiuta la giustizia. perdona la mia sincerità ma credo che forse la cosa si può vedere anche da altri punti di vista arricchendoci tutti un poco. con amicizia Ermanno
  5. Perdonami v13 ma l'esposizione onesta di tutte le comunicazioni permette da un lato a chi ci legge di farsi una sua idea , (al limite anche verifiche!) e dall'altro di esercitare una sorta di deterrenza per i danneggiati nei confronti di chi non sempre potrebbe comportarsi bene. Ovviamente la cosa deve valere anche al contrario. Se una azienda si comporta male tutti devono saperlo cosi non si serviranno più da lei e lei dovrà cambiare il suo modo di operare. Ma se questa azienda invece si comporta bene acquisterà nuovi clienti ben impressionati dalla correttezza e dalla professionalità di questa. in fondo e come su tanti servizi come booking o trip avvisor dove le recensioni determinano in buona parte la fortuna o la sfortuna di una azienda. mi sembra che questa dinamica sia profondamente giusta, tu non trovi?
  6. In effetti Nico87 , ho ricevuto adesso risposta alla mail dall'azienda che mi ha fornito il motore , te la posto qui sotto senza commenti...... Gent.mo Sig. Cavallini, innanzitutto mi dispiace per i problemi che lei ha avuto con il motore acquistato da noi in data 06/06/2019, come da fattura n° 61/2019 del 06/06/2019. Come le abbiamo raccomandato, e come raccomandiamo a tutti i clienti, quando vendiamo un motore, di controllare l’impianto di raffreddamento e cioè il radiatore e la valvola termostatica per non avere problemi di surriscaldamento, già che eravamo nel periodo estivo e quindi a temperature alte, raccomandazioni comunque di routine e scontate, perché alla sostituzione di ogni motore viene sempre controllato il funzionamento dell’impianto di raffreddamento. NON si può andare in strada se questo non viene fatto. Dalla mail che mi scrive e dalle foto inviate si evince chiaramente che il radiatore era molto sporco e la valvola termostatica non lavorava. Quante volte Le ho detto di CONTROLLARE IL RADIATORE E LA VALVOLA TERMOSTATICA prima che acquistasse il motore e ribadito alla consegna del motore stesso? Io credo anche che questi parametri vadano controllati e provati dal meccanico che esegue il lavoro e prima di consegnare l’auto al Cliente (a Lei). Sono molto dispiaciuto del fatto che Lei dica “insieme abbiamo verificato una anomala espansione del liquido refrigerante” quando sa benissimo che non è vero perché se così fosse, immagino che Lei sarebbe andato immediatamente a parlare con l’officina che ha fatto il lavoro. Lei mi sta parlando di un radiatore totalmente sporco con il turafalle, ciò vuol dire che questo radiatore perdeva acqua !!!!!!!!! (se c’era il turafalle). Inoltre mi invia delle foto di una valvola termostatica bloccata non totalmente aperta e comunque non pulita. Secondo Lei, si può circolare con un circuito di raffreddamento in quelle condizioni ? Chi doveva controllare il circuito di raffreddamento di quest’auto, visto che stava sostituendo un motore … ? Lei ha usato l’auto per diverse settimane e se ci fosse stato un problema me lo avrebbe detto subito o sarebbe venuto di persona, come ha fatto quando è venuto nel mio magazzino, con l’auto per farmela sentire “in moto” che andava bene ed era rimasto soddisfatto del motore. Io le vorrei dare qualche consiglio ma da quello che leggo lei ha fatto le domande e si è dato le risposte. Faccia controllare il circuito di raffreddamento da chi le ha fatto il lavoro di sostituzione. Cordiali saluti Pancrazio Cecconi Garage1 s.n.c. Garage 1 di Cecconi Pancrazio & C. snc Via Metauro, 35 61033 Fermignano - Pesaro - Urbino (PU) Italy C.F. e P.IVA 01265800415 Web: www.garage1.com E-mail: garage1@garage1.com io gli ho risposto con la mail che vi posto qui sotto, ditemi voi se sono stato equilibrato e costruttivo o meno...... A:Pancrazio - Garage1,Donatella - Garage1,auto-super@libero.it 31 lug alle ore 13:28 Gentile Pancrazio Cecconi , nel risonderle giro la sua mail all'officina che ha installato il motore e con cui subito dopo che con lei mi sono confrontato parlando con il capo meccanico che fisicamente ha fatto il lavoro. Per prima cosa le ricordo che quando venni ascaricare da lei il vecchio motore fu proprio lei , contollando l'installazione del motore da lei fornito che il liquido era salito troppo, io invece piu inesperto non gli detti importanza e anche lei sembrò non dare importanza alla cosa. non perche questo cambi qualcosa ma giusto per onestà. Come secondo punto la informo che il meccanico che ha installato il motore mi ha detto che lui non ha inserito alcun turafalle nel circuito di raffreddamento che ha visto per altro installare un radiatore nuovo. L'ipotesi del meccanico installatore è che il motore avvesse già sofferto prima dell'installazione, prova ne è le tracce di turafalle, probabilmente liberatesi progressivamente dal motore durante queste due settimane di funzionamento. se perdita di guarnizione di testa c'è, questa è probabilmente pre esistente e visto che è in uno stato iniziale era probabilmente stata tamponata da chi lo ha precedentemente usato appunto con il turafalle di cui abbiamo trovato traccia. Per prudenza ho conservato un campione del liquido con tracce di turafalle presente prima del lavaggio che posso fornirle per ogni analisi lei volesse fare. Resta però a mio modesto avviso, un punto chiave: se lei intende offrire soluzioni ai suoi clienti e non solo pezzi "visti e piaciuti" che non essendo profondamente testati possono nascondere numerosissime insidie. le consiglio soprattutto nel suo interesse aziendale di contribuire alla soluzione di ogni problema nascesse anche a distanza di 1-2 mesi , per ogni motore da lei venduto. questo si le farebbe una formidabile e positiva pubblicità. Le consiglio vivamente in futuro di fare una convenzione con un meccanico di sua fiducia e offrire il servizio "intallato chiavi in mano" con almeno tre mesi di garanzia totale sul motore installato e funzionante. Se lei si limita a vendere motori che hanno come garanzia solo la sua parola, temo che vada a sovrapporsi ai normali sfasciacarrozze di basso livello, che ti danno un identico motore a 300 euro ma al massimo poi in caso di funzionamento te lo sostituiscono con il montaggio a tue spese. Credo che sia nel suo interesse dare un servizio un po migliore , per 600 euro onestamente mi aspetto unaqualche forma di garanzia. Ovviamente è suo pieno diritto, e mia intenzione coinvolgerlo nella diagnosi del guasto insieme al meccanico installatore. sempre nella speranza che non sia bruciata la guarnizione di testa o ci siano micro fratture nella testata o nel monoblocco. Sinceramente spero che una volta arrivata e installata la valvola termostatica nuova (a mio carico) l'auto funzioni bene . in quel caso nulla avro piu da chiederle. Ma se invece si evidenziasse che il problema esiste ed era pre esistente alla vendita sul motore le chiedero come intende contribuire alla soluzione del problema. Credo che la mia posizione sia molto onesta, giusta ed equilibrata e tutto sommato se non guarda solo all'immediato anche nel suo interesse. A proposito non mi ha ancora richiamato per farmi sapere se ha o no ancora i pezzi dei due vecchi motori che le ho fornito, a questo punto ogni pezzo potrebbe essere utile per la soluzione del problema che le ricordo è ancora in divenire. In ogni caso non mancherò di condividere pubblicamente l'evolversi della situazione e delle scelte di ognuno. un cordiale augurio di buon lavoro. Ermanno Cavallini cell.3392006705
  7. siccome ho contattato chi mi ha fornito e chi mi ha installato il motore, pubblico il seguente aggiornamento: Buongiorno , la presente per relazionarvi circa gli ulteriori sviluppi in merito al problema verificatosi con il motore Fornito dal' azienda Garage 1, di Cecconi Pancrazio & C. in via metauro n.35 a Fermignano (PU) e installato da ll'officina Superauto Ottaviani in via della stazione 72/74 a Urbino (PU) Dopo la copiosa perdita di liquido refrigerante con vistose tracce di turafalle verificatosi durate ad una sosta in autoglill, sono riuscito a giungere a casa (200 km circa di percorrenza) attendendo che l'auto si freddasse e aggiungendo acqua di rubinetto fino a livello segnalato in vaschetta con numerose soste intermedie. Essendo sabato e quindi chiuse le aziende fornitrici e installatrici, ho pubblicato l'inconveniente chiedendo aiuto su diversi forum internet di autoriparazioni e sui miei profili facebook che a causa delle mie altre attività sono molto seguiti (nel complesso circa 12000 lettori ) . Ho subito raccolto molti consigli e valutazioni. Anche sulla spinta di questi ho compiuto una piccola diagnosi. Prima ho effettuato un lavaggio dell'intero circuito con motore al minimo regine motore e continuo rifornimento di acqua, raccogliendo il liquido espulso dallo scarico in un apposito secchio per valutare quanto e come fosse sporco il liquido. ho insistito fino a che l'acqua non fosse totalmente limpida. Come seconda operazione di diagnosi ho fatto girare il motore per circa 25 minuti a vari regimi con il circuito di nuovo sigillato e in pressione. Appena spento il motore ho stappato la vaschetta di espansione e ho provato il ph dell'acqua , che è risultato immutato sul valore 7 testato sulla stessa acqua prima del test. ciò mi ha permesso valutare che almeno in quelle condizioni, non ci fossero gas incombusti (altrimenti il ph sarebbe divenuto acido) . Come terza operazione (visto il risultato del test della CO2) ho smontato la valvola termostatica , trovandola molto incrostata e probabilmente bloccata chiusa. Dopo tutto questo ho contattato sia "Garage1" di Fermignano che Superauto di Urbino , informandoli della cosa (anche per iscritto con una mail) e chiedendogli come mi dovevo comportare. entrambi hanno preso tempo. Nel frattempo ho comunque ordinato su http://www.auto-doc.it le un termostato completo delle due termocoppie nuovo (al ricambista fiat me ne fornivano uno con solo un attacco dicendomi di forare e filettare da solo il secondo). comunque il materiale non mi arriverà prima di circa 10 giorni. il motore della mia fiat palio fornitomi da "Garage1" ha codice 178b3000 n. serie 46425767 (letto sulla testata) o n. 46518587 (letto sul basamento). A questo punto però molti utenti esperti sui vari forum a cui mi sono iscritto e moltissimi sui social network, mi dicono che probabilmente la prova della CO2 che ho fatto è poco provante perché con auto ferma e in folle e non sotto carico come nel reale utilizzo. Anche Cecconi di "Garage1" sembra di questo parere , mi chiedo in questo caso (che spero non si dimostri vero) se abbia diritto o comunque possa aspettarmi una qualche forma di garanzia per un motore acquistato per buono è garantito per soli 86000 km, e per questo pagato ben 600 euro solo 15 giorni fà. Non vorrei che le due aziende si rimpallassero la responsabilità e mi lasciassero in grande difficoltà. Da parte mia pubblicherò tutti gli sviluppi su internet in modo che i numerosi che mi seguono sui diversi media, possano giudicare da soli l'operato delle due aziende. e Questo sia nel bene che mi aspetto, sia nel male che spero non si verifichi. ovviamente manderò i link anche alle due aziende interessate, in modo che verifichino da soli la correttezza della mia narrazione. Mi auguro che questa mia assoluta trasparenza sarà apprezzata da tutte le persone oneste. Ermanno Cavallini in effetti nel manuale ci sono due capitoli uno per la palio europea e uno per le altre che immagino brasiliane. Grazie!
  8. Molti mi hanno detto che la posizione del 50% della lancetta della temperatura refrigerante che leggo in abitacolo non corrisponde a 50-60 gradi ma a circa 80 gradi centigradi. ho provato a consultare anche il manuale di officina che ho trovato (in spagnolo) , ma non trova dan nessuna parte la corrispondenza della scala in valori. Qualcuno sa darmi una indicazione piu dettagliata?
  9. Grazie , spero che i tuoi auguri si avverino del resto ogni esperienza concorre a formare quello che siamo , spero di riuscire a dare un valido contributo anche in questo forum. ho questa foto dal punto di vista da te indicato: ma non vedo alcun numero.
  10. Grazie gate, ma tra i tanti lavori che ho fatto in vita mia non c'è quello di autoriparatore. Devo ammettere che però sono stato un tecnico aeronautico e navale , anche se per la parte del motore avevo sempre i miei specialisti a cui affidarmi. Mi sono occupato anche di prototipi e loro collaudi (ho ancora oggi l'attestato di istruttore di volo VDS ) e sono stato un costruttore amatore di aerei.
  11. Grazie moltissimo della ottima risposta Nico87 , a questo punto ti chiedo esattamente dove posso leggere il numero del motore perchè sulla testata leggo 46425767 , mentre sul monoblocco leggo 46518587 , allego foto che ho fatto al l motore prima di installarlo oppure questo :
  12. Si in effetti Nico87 è climatizzata, anche se comincio a sospettare che la valvola termostatica non fosse quella originale, infatti nello smontaggio ho trovato distanziali e rondelle in quantità. sembra che i prigionieri nel motore fossero molto lunghi.
  13. Dopo la verifica della mancanza di CO2 nel refrigerante sono passato a smontare la valvola termostatica, che vi allego in foto . Ho cercato presso un ricambista ufficiale Fiat il pezzo di ricambio , ma perfino sul sistema ufficiale fiat risultava una diversa termostatica con uno ivece che due alloggi per termocoppie. il ricambista costernato mi ha proposto di forare io e filettare il secondo alloggiamento, ma io ho rifiutato. Mi sono rivolto online dove ho trovato una grande varietà tutte indicate teoricamente per la mia auto ma in realtà diverse, allora ho cercato sul pezzo orifinale marca e modello e ho trovato BEHR 48523733 , da questo ho capito che si trattava di un codice OEM e con questo ho ordinato la parte che nella mia percezione aveva il miglio rapporto qualità/prezzo che è il seguente : https://www.auto-doc.it/magneti-marelli/7485555 . Rimane il mistero di come mai sulla documentazione ufficiale fiat odierna non risulti , mentre invece risulta in un manuale di officina Fiat in spagnolo del 1997 che ho reperito on line. Qualcuno sa darmi maggiori chiarimenti? A proposito allego la foto della parte appena smontata. considerando che avevo appena fatto un lavaggio interno non mi sembra in buone condizioni e in effetti la ho trovata in posizione chiusa , anche se in effetti questo a freddo è normale.
  14. i test che ho fatto hanno solo valore preliminare, poi ripeterò il test appena mi arriva il kit apposito che ho ordinato che tiene conto anche della pressione. Pressione che raggiunge un punto di equilibrio , che varia leggermente a secondo anche del regime di funzionamento del motore ( piu giri piu calore, piu espansione del liquido) e anche del vento relativo che attaversa il radiatore asportando calore. Da un punto di vista piu pratico e immediato però, ho raggiunto il mio obbiettivo immediato, e cioè decidere se passare o meno a concentrarmi sulla valvola termostatica. Il mio intento è di risolvere col miglior rapporto soldi spesi/risultati ottenuti, ragionando e imparando, ovviamente dedicando tempo . condizione ormai comune per una classe media che aimè, si sta sempre più impoverendo, ed è costretta come me a utilizzare ancora vecchie auto esposte a un continuo numero di inconvenienti, appunto perche datate. in foto le tre prove del ph da sinistra a destra prima, durante e dopo il testt di 25 minuti di funzionamento a vari regimi simulante circa una percorrena mista di 25 km (aggravata dalla mancanza di vento sul radiatore). Spero cher la mia esperienza possa essere utile anche ad altri nella mia stessa condizione.
  15. qui in foto la prova del ph dopo 25 minuti di funzionamento a vari regimi motore e con tappo chiuso (circuito in pressione)
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.