Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Massimiliano_VR

Members
  • Content Count

    25
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About Massimiliano_VR

  • Rank
    Guidatore esperto

Profile Information

  • Car's model
    Fiat Tipo 1.3 mjt
  • City
    Verona
  • Interessi
    Auto, moto, MTB, elettronica
  • Professione
    Imprenditore

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Possessore Xiaomi (redmi note 7 4gb), nessun problema al sensore.. nessun bug.. il note 8 (senza l NFC rispetto 8T - che serve per pagamenti online) sta a ottimissimi 160 euro in versione 4gb oggi su amazon. Direi qualità prezzo ottimi, google lens (traduce da fotocamera, utile all estero), telecomanco MI (per tv anche altre marche, condizionatore ecc).. veloce e tanta batteria.
  2. Il motore non lo conosco ma.. installare un impianto GPL fa annullare la garanzia dell' autovettura (considerato il chilometraggio mi è sorto questo dubbio).
  3. Concordo sull evitare l accanimento terapeutico e tralasciando il fattore economico di eventuali rotture (più o meno costose).. ''che balle'' l auto in officina 2/3/4 volte l anno.. con l incognita dei costi finali e dovendo organizzarsi per ritirarla, portarla (o farsi portare). Se hai la disponibilità economica per acquistare un Km0 direi non è sbagliato un cambio autovettura (o almeno pensarci), in alternativa (se la tieni) terrei al minimo eventuali riparazioni, una manutenzione low cost (se ce ne sarà necessità) e si incrocia le dita finchè non ti lascia del tutto. In effetti pneumatici e distribuzione, su per giù ti saranno costati almeno 650/700 euro.. l idea di portare alla fine almeno il treno gomme?
  4. Se non ti interessa poi molto l estetica, giochi in maniera blanda e vuoi un buon pc che raffreddi bene.. le serie zbookdell HP le porti a casa ad una cippa (usato). 430 euro di media con i7 4810mq 2.8 ghz - 16 gb ram dd3 - 250gb SSD.. il tutto a ''discapito'' di una scheda video professionale che.. certo tira un po meno sui giochi, ma fa il suo sporco lavoro se di base non ti interessano gli ultimi titoli. Sono pc fatti per lavorare e sopportare carichi di stress elevati (render ecc) e per cui sopportano botte e dissipano alla grande. Così, giusto per lanciarti un consiglio fuori dal coro
  5. In risposta ''universale'' a tutti gli ultimi messaggi, be.. io di certo indipendentemente da un risparmio di 1000/2000/3000 euro.. un auto con dichiarato un problema di natura meccanica proprio non la comprerei. Già è insito in più o meno tutti noi portare a casa il massimo risultato personale (chi piu furbamente, chi un po meno nella trasparenza), se quindi viene enunciato un difetto su un bene in compravendita.. quantomeno sono a conoscenza io compratore che un difetto c'è e che magari (come nel mio caso) è pure più grande di quanto si lascia trasparire dalla parte venditrice - quindi no assoluto a beni in cui so già per certo che qualcosa non va. Discorso di vendere un bene ''difettato'', credo che appunto la legge non possa impedirlo.. vedi annunci ''vendo auto motore fuso'', il tutto perfettamente legale! Trattasi nel mio caso di un autovettura il cui utilizzo ad oggi non è compromesso in quanto bene inservibile, ma solo in parte carente (tu con l auto ci puoi andare tranquillamente anche per 200km in autostrada, andare e tornare.. ed il giorno dopo utilizzarla nuovamente - il difetto sta che: primo avendo tu alle volte una spia accesa ti preoccupi, secondo senti ad avvio a freddo il motore andare a tre cilindri per pochi secondi). In virtù di un difetto di difficile intepretazione per un privato (parlavo con vari meccanici e pure per loro le ipotesi sono multiair/iniettori/valvole una delle tre a seconda di chi parli), credo sia impossibile che un avvocato di parte o un giudice, piuttosto che un perito di parte o un CTU possano appellarmi la ''malafede'' per non aver esplicitamente dichiarato difetto a multiaur piuttosto che difetto a iniettori. Io l' auto sapevo che alle volte andava così, non sono andato a fondo del problema in quanto potevo utilizzarla in maniera consona (punto A punto B senza rimanere a piedi), ho venduto consapevole io e rendendo consapevole l acquirente di un problema meccanico (accensione a tre cilindri). Accensione a tre cilindri.. soffermandoci sul problema, si tratta ovviamente di qualcosa di grave a livello di meccanica che può compromettere nel lungo termine l affidabilità e non poco, tra l altro a causa sicuramente di un problema non indifferente!! Il furbo l avrò fatto pure un po anch io, perchè non mi sono messo a spiegare che l' auto la vendo proprio per quel motivo.. ma ho avvisato, nero su bianco che qualcosa non andasse!!! Credo comunque nella tutela di legge rispetto quanto compravenduto a mio favore, avendo già avuto un piccolo parere legale ancora meglio..
  6. Argomento meccanico, specifico che non è venuto il meccanico da me, ma io direttamente in officina da lui assieme al compratore!! L' auto è stata messa su carro ponte per verifiche meccaniche ed elettroniche.. ispezionata sul motore sopra e sotto, le gomme e l impianto frenante (si è accorto di un problema di convergenza che manco io sapevo).. notando una lieve trafilatura d' olio a suo parere normale con chilometri, tipo motore e anni del mezzo. Successivamente accesa e fatta girare al minimo, a vari range di giri.. e per concludere spenta.. al che io (che come dicevo prima, mica dovevo per forza tirarmi la zappa sui piedi) chiedo ''ma una verifica con OBD?'' e al che lui ha detto che non serviva in quanto l' auto sembrava in ordine. Al che uno pensa.. io mica ho fatto fretta a nessuno ne ho chiesto di non verificare determinate cose, anzi ho spronato a farlo.. l' acquirente mo lo sa di sta cosa del motore e si è messo d' accordo col meccanico, spetterà a lui riferire al proprio tecnico eventuali.. mica a me per forza (visto che l ho già riferito a chi effettivamente è la persona con la quale mi devo accordare). Fine, chiuso il controllo.. che come detto è stato fatto in officina e non in strada, con la possibilità di fare qualunque cosa senza miei impedimenti. Che l auto è stata messa su carro ponte per verifiche elettroniche e meccaniche presso l officina XXX è stato messo pure nero su bianco sulla carta firmata di accordo di compravendita. Il fatto è che, un po per pararmi le chiappe (visto i problemi) ed un po perchè non mi andava nemmeno di fregare la gente.. ho scritto un po tutto nel contratto e nell annuncio e sono stato io in primis a dire ''non controlliamo la macchina in strada, vengo io dal meccanico''. Appunto sta tutto li il succo, se io ho una macchina difettata, potrò pur venderla in termini legali.. ed il mio comportamento, seppur non correttissimo al 100%, non è stato nemmeno da delinquente che acchiappa i soldi e scappa.. anzi, ho cercato di essere esaustivo.. ma quanto basta per non ritrovarmi con un auto da portare al demolitore. Come detto in principio poi.. auto venduta a 5800, la gente questa macchina la mette in vendita ad una media di 7200/7300 euro esposti (diciamo per prenderne 6600/6700) e senza la certezza io che in effetti tutte quelle in vendita siano impeccabili!!!
  7. Trattasi di scrittura privata non autenticata in effetti (no notaio, no data certa) Parlo da profano (almeno in parte) per la data certa non è richiesta sempre (esempio se mi controllano un prestito infruttifero, per verifiche fiscali.. certo è obbligatoria.. per una compravendita no, in quanto indipendentemente dalla data.. antecedente o a posteriori della consegna dello stesso, chi firma legge e comprende lo stato e la natura di un bene). Per le ''verifiche'' sulla firma, be.. non credo in tal casistiche richiedano la veridicità calligrafica.. ma.. Ammettiamo di procedere in via legale, effettivamente si parla di firma autentica del compratore (con tanto di documento di riconoscimento in allegato).. di cui se si farà una verifica calligrafica è quasi certo il responso (autentica).. spese legali a carico della parte soccombente probabilmente. Effettivamente, avendo già parlato con un legale (parentela stretta, ma pur sempre un avvocato praticante in un grosso studio) .. non so se il compratore abbia tutta questa convenienza a rischiare una causa di molto dubbio risultato favorevole (si parla di spese che superano certamente le spese di riparazione). In effetti anche questo punto di vista è un buon modo di vedere la cosa, ovvio.. senza fasciarmi la testa (ce ben peggio al mondo), ma è interessante comprendere come un venditore può tutelarsi il più possibile (come anche un acquirente in effetti)
  8. Yes.. esatto esatto Il thread l' ho aperto proprio per i vizi dichiarati, a conoscenza già dei precedenti, notando che l argomento non è stato trattato bene in rete. Grazie comunque, spero potrà essere una discussione di spunto ai piu
  9. mm.. in effetti non è così al 100% (non parlo di me, in cui appunto dichiaro che l auto qualcosa di motore ha che non va). La formula visto e piaciuto ha valenza fino ad un certo punto, se il compratore dimostra un vizio (difetto) taciuto in malafede dal venditore ha diritto ad un risarcimento, non si tratta di una garanzia del bene ma.. di una conformità sommaria di quanto compravenduto realmente rispetto quanto esposto. Un esempio palese è la vendita di un autovettura tacendo un sinistro, la vendita di un autovettura tacendo che il radiatore ha un buco grande come una groviera, ecc.. quindi difetti non individuabili da privato ma constatabili subito dopo la vendita. Si tratta di Vizi occulti.. e qui non ci piove, esistono gli estremi per la via legale..
  10. Già... concordo con te, credo che alla fine dei conti la trasparenza relativamente le condizioni del veicolo.. quantomeno sulle cose piu evidenti viste da un utilizzatore/non professionista (oltre a quanto può essere di normo usura considerata l' età del mezzo), abbinata ad una visita tecnica da parte del compratore fatta da un meccanico, prova su strada.. comportino per chi vende una garanzia ulteriore in vista di eventuali guai burocratici. Per chi compra, in effetti.. già il veder scritto su un annuncio che l' auto non va bene di motore (scritto come si vuole in annuncio, puo essere tre cilindri nel mio caso, spie accese in un altro) debba far scoraggiare dall' acquisto.. ma.. ognuno fa le proprie considerazioni, personalmente io credo che siano sbagliate.. ed a parità di costo andrei a cercare un modello inferiore o un allestimento più povero, ma con meno chilometraggio alle spalle o condizioni generali migliori. Dai, francamente.. 6000 euro per una QV (1.4 170 cv) 2012 130.000 km, per curiosità guardavo.. a 5500 ti portavi a casa una MJT con 4 anni in meno, lo schermo a colori e la metà dei chilometri.. con un costo di passaggio che è la metà e costi di gestione dimezzati, credo che una persona con un po di sale in zucca non avrebbe nemmeno fatto determinate considerazioni.. io questa macchina l' ho pagata 11000 compreso passaggio a 21000 km esattamente 6 anni fa!!
  11. Concordo a pieno che i vizi, in quanto dichiarati non possono definirsi occulti (sarebbe contraddittorio lo stesso termine), ma per quanto riguarda la seconda parte del tuo messaggio.. eh, in effetti non saprei darvi una certezza ''matematica''. Ora la mia professione è nel ramo dell oleodinamica di precisione, ma ho una formazione e un inizio di vita lavorativa nell edilizia (architetto), ti posso brevemente accennare che.. vendere un immobile non conforme a livello impiantistico (facciamo finta l impianto elettrico) è impossibile anche dichiarandolo. In quel caso il venditore è obbligato a pronunciare in atto la formula del norma di legge.. ma è una cosa un po diversa, in effetti io ho venduto un auto conforme si alla descrizione ma parzialmente invendibile. Mmm.. credo vi siano spunti (al di la della mia personale situazione), interessanti da seguire per chi volesse vendere un auto con difetti.. il mio consiglio è quello di dichiararli per evitare grane poi
  12. Si, specificati i problemi sia in annuncio che in fase di compravendita per iscritto. Estrapolando circa la formula che cita ''l auto presenta ricorrenti problemi di avviamento a tre cilindri, così come segnalazione di ammortizzatori da verificare, sostituito componente baule comunque ancora difettoso in apertura''.. questo ovviamente SIA in annuncio CHE in contratto di vendita. L' auto, vista dal meccanico su carroponte e provata su strada.. quindi non mi sembra di aver nascosto nulla (già ancora prima di contattarmi l acquirente si sarà letto la descrizione), non mi voglio auto difendere e ci mancherebbe, ammetto di non aver marcato sui problemi (ne sminuendoli però ne d' altro canto definendo l auto un bidone di fronte a lui). Francamente credo che nessuno si tirerebbe la zappa sui piedi ingigantendo le cose a proprio svantaggio parlandone prima di vendere.. bidone lo è per me a livello soggettivo (per me una panda se va bene non è un bidone, per altri invece si). Presumo che al momento dell' acquisto (5800 il prezzo esatto, a fronte di una media vettura.. esposta in compravendita a 7500 euro) l' acquirente non l abbia vista proprio così (altrimenti non mi avrebbe firmato nero su bianco l' accettazione dei problemi). Credo che a stima fatta della riparazione non si aspettassero certe cifre ma magari un semplice problema di candele o guarnizioni da poche centinaia di euro, a fronte di una spesa di +1000 euro si saranno ricreduti. Io mi sento il cuore in pace, relativamente l' aver esposto quello che non andava.. certo in maniera sommaria.. ma sinceramente, io non avrei nemmeno chiamato per un auto targata 2012 con una descrizione simile.. se il mio budget fosse stato 6000 euro non andavo certo ad ''imbagolarmi'' in chissà quali cavilli meccanici per avere uno stemma R sull auto. Booo.. veramente non so come interpretare la situazione, sono nel giusto al 100%? Chi lo sa.. credo che lo step successivo al mio comportamento (e quindi dire ''guarda che forse ci sono 1500 euro di danni, forse manco si risolve'') avrebbe comportato l invendibilità reale del mezzo
  13. Vizio dichiarato, o meglio i vizi.. ammortizzatori, motore, baule (per il resto si tratta di noie varie comunque assimilabili agli anni dell auto).. firma e controfirma. Ma, nah.. l auto non la riprendo in quanto non mi va proprio di sbattermi nuovamente con annuncio, tempo da dedicarci, tempi morti ecc. Anche secondo me se i vizi sono dichiarati nessun problema.. ma.. mi sembra un argomento interessante su cui discutere e sul quale in rete (se altri avessero simili dubbi) poco o nulla si trova.
  14. Io ho avuto un epopea infinita di problemi MITO QV 1.4 + GPL AFTERMARKET - baule che non si apriva (non per i fili, l intero meccanismo) - mai riparato, andava 2 giorni no e 1 si - sensore ammortizzatori adattivi 3/4 volte al mese acceso - mai risolto, troppi soldi in preventivo - accensione a 3 cilindri (il famoso multiair forse) - mai risolto 1300 euro di preventivo chissene - supporti cuscinetti andati a 100.000 km - pomello cambio, idem il volante sgualcito a 110.000 km - seduta conducente a livelli orridi a 80'000 km - comandi al volante che funzionavano ad intermittenza - finestrino conducente che alle volte non scendeva - centralina GPL bruciata a 90'000 km - frizione praticamente da buttare a 130.000 km Adoro le AR, ma questa AR in particolare mi ha distrutto completamente la passione per le auto (e non credo di essere io, arrivavo da un ibiza cupra con 240'000 km perfettamente funzionante, con solo una frizione rifatta).
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.