Vai al contenuto

Phormula

Utente Registrato
  • Numero contenuti pubblicati

    1650
  • Iscritto il

  • Ultima visita

  • Giorni Massima Popolarità

    4

Phormula è il vincitore del giorno Dicembre 29 2017

I contenuti pubblicati da Phormula, sono stati i più apprezzati della giornata! Complimenti e grazie per la partecipazione!

Reputazione Forum

1394 Excellent

Su Phormula

  • Rank
    Pilota Ufficiale

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
  • Città
    Europa
  • Professione
    Tecnico
  • Citazioni
    Nella vita non pretendo di avere tutte le risposte... a dire il vero non mi interessano nemmeno tutte le domande.
  • Genere
    Maschio

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Phormula

    Volkswagen Polo 2017

    Io di A1 ricordo quella che avevo provato all'aeroporto di Monaco nel 2011 al momento della presentazione. Il prezzo superava i 40 mila Euro. Potrebbe essere cambiata la logica, magari oggi i margini su una Skoda sono più alti e hanno interesse a spingere le vendite. Il costo della manodopera per produrla è sicuramente inferiore
  2. Confermo anch'io. In famiglia nei primi anni '80 comprammo una Delta 1.5 prima serie, scelta solo perchè era una delle poche auto italiane che potevano montare l'aria condizionata pur restando nei limiti di una cilindrata e di misure ragionevoli per girare a Milano. Ricordo ancora il "minimo veloce" sul carburatore. Con il compressore inserito, il minimo si attestava sui 1200 giri. Il 1.5 era la cilindrata più alta disponibile per la Delta e gli 85 cavalli ne facevano tuttto tranne che una sportiva.
  3. Beh, in quiesto forum siamo maestri nello spiegare alle case su come realizzare modelli che non compreremmo mai.
  4. Sono d'accordo. Ma ai nostri tempi (o per lo meno ai miei) avere il motorino significava guadagnare la mobilità individuale. Avere la macchina significava potersi muovere a proprio piacimento. Si veniva spesso da famiglie in cui di macchina ce n'era una sola. Era una conquista, il primo grosso acquisto che uno faceva nella vita e nel giro degli amici avere la macchina propria significava non dover chiedere passaggi quando si usciva. E se avevi la fidanzata, avere la macchina era un plus non indifferente. Non c'era internet e l'unico modo per informarsi sulle caratteristiche era parlare con gli amici o girare per concessionarie. Oggi che in una famiglia ci sono 2-3 macchine, uno ha meno necessità di acquistarne una propria, quando non sono i genitori stessi che te la regalano con la scusa della maturità per evitare di doverti scarrozzare. In questo ha contribuito non poco la norma sui neopatentati, che obbliga molte famiglie a comprare un usato perchè le altre macchine di famiglia non sono guidabili.
  5. Dipende da chi frequenti, io oggi trovo ventenni che al di fuori dei modelli più comuni, non sanno nemmeno il nome della macchina che hanno di fronte. Ai miei tempi non saper dire che marca e modello di macchina era quella che vedevi parcheggiata significava essere esposti alla gogna e vedersi togliere il saluto. Unica eccezione, una Hyundai Pony prima serie, ma era una mosca più unica che rara.
  6. Concordo. Per vedere quello spostamento verso le B sportive io ho dovuto attendere qualche anno più di te. Però è altrettanto vero che verso la metà degli anni '80 la Golf GTI aveva incominciato a lasciare spazio alla GTD. Da me è cominciato verso la fine degli anni '80. A parte la Ritmo Abarth, mai pervenuta. Credo ai tempi di non averne mai vista una dal vivo. Un altro classico di quel periodo era la A112 Abarth, molto più a portata di mano della Golf. Tralasciando la Ferrari, beh, io mi ricordo l'Alfetta 2.0 del 1981 del papà di un mio compagno di classe. Sono andato a vedere le prestazioni, 0-100 in 10 secondi, e allora la consideravamo una macchina sportiva. Vero è che la Uno 45 ne impiegava quasi il doppio... Dal momento che stiamo OT ma tutto sommato la discussione è interessante, chiedo ai moderatori se sia possibile fare un thread dedicato.
  7. La Golf quando uscì nel 1974 fu un mezzo flop, e non solo perchè le prime 1100 avevano i freni a tamburo sulle 4 ruote e marcivano come se non peggio delle Fiat... Nei primi due anni anche da me fu guardata con parecchia sufficienza, anzi conosco chi tra le due continuò a preferire il Maggiolone. La svolta arrivò due anni dopo con la versione Diesel, un 1500 che andava come un benzina ma faceva 20 con un litro, e con la GTI, che era veramente un missile. Prima di allora Diesel era sinonimo di macchina lenta e persino complicata da mettere in moto. Quindi il periodo a cui mi riferisco inizia verso il 1978 e prosegue negli anni '80, per poi appannarsi verso la fine del decennio e terminare con l'arrivo della terza generazione. Calcolando i tempi quindi direi neopatentati nati a partire dai primi anni '60 fino agli anni '70, poi basta. Lo zio di mia moglie, per fare un esempio, è del 1960. A diciotto anni ebbe in eredità la 850 Special bianca del padre, ma appena iniziò a lavorare prese una GTI prima serie bianca e a Milano si divertiva a sverniciare macchine più grosse ai semafori sui vialoni o a sorpassare le utilitarie sulle strade della brianza nelle uscite fuori porta. Io la patente l'ho presa a metà anni '80 e ricordo i tempi del liceo e dei primi anni dell'università, anche per le ragazze uscire con qualcuno che aveva una Golf era diverso da chi ti veniva a prendere con la 127. Partivi avvantaggiato anche se era una 1100 base. Ma siamo OT
  8. Phormula

    Volkswagen Polo 2017

    Il rischio è quello. Se riducono troppo la sensazione di qualità percepita della Polo, la clientela a quel punto potrebbe andare verso Seat e Skoda. La gente non è stupida e se non riceve una gratificazione, sia reale in termini di contenuti, che psicologica in termini di qualità e valore percepito, non spende di più per avere una cosa che sembra uguale. Audi è un discorso a parte, ma lì hanno l'immagine premium del marchio da difendere e il fatto che il cliente Audi raramente compra la macchina senza indulgere nelle dotazioni a richiesta. In Germania Skoda ha cannibalizzato le vendite di Volkswagen, al punto che qualche anno fa corsero ai ripati "pelando" le dotazioni delle Skoda.
  9. O viceversa. O più semplicemente veniamo da realtà geografiche diverse e quindi con gusti diversi. Le vetture che citi dalle mie parti non erano particolarmente ambite, l'Alfasud era una macchina da terrone. Mosche bianche anche nel circolante. In compenso gli importatori paralleli facevano affari importando Golf I e II usate dalla Germania, quello vicino a casa mia sulla Golf aveva la lista d'attesa. Allo zio di mia moglie, che aveva una GTI prima serie bianca, rubarono due volte la mascherina con i doppi fari e i filetti rossi e il pomello del cambio, destinati a finire su una tranquilla 1100. Poi la terza volta si sono presi tutta la macchina. Un'Alfasud al confronto potevi parcheggiarla aperta con le chiavi nel quadro (non sto scherzando, un mio professore del liceo lo faceva). Poi con la Golf III la situazione si è normalizzata, un sussulto si è avuto con la IV a fine anni '90 e con la prima A3, per via dei tempi di attesa lunghi. Un mio collega comprò la Golf IV TDI 110 cavalli usata a km zero di importazione parallela pagandola due milioni più del listino pur di averla subito e non aspettare quasi un anno. Cose improponibili, oggi.
  10. Vado OT, ma prova a parlare con qualcuno che ha preso la patente nella seconda metà degli anni '70 fino alla fine degli '80 e chiedigli che macchina avrebbe voluto avere (nuova, se avesse avuto i soldi). Dubito che ti risponderà una Ritmo 60 CL azzurrina con gli interni marroncini e i pulsanti a botticella ... Poi se andava bene ti accattavi l'utilitaria usata di famiglia perchè tuo padre si comprava la macchina nuova e ti girava quella vecchia, carica di anni e chilometri. Nel 1983 è arrivata la Uno, e per qualche anno ha messo d'accordo tutti. Credo che sia stata l'ultima generazione che ha considerato l'automobile come un traguardo da conquistare, e come per tutte le cose che ti dovevi conquistare, il desiderio creava la voglia di informarsi. Oggi per una grossa fetta della popolazione l'automobile è un elettrodomestico e per i neopatentati avere la macchina è scontato.
  11. Se penso che la mia generazione sbavava per le Golf GTI e GTD... (auto che oggi non si fila più quasi nessuno).
  12. Beh, io non faccio mistero di avere l'abbonamento da decenni. Con il tempo, è cambiato il modo in cui lo leggo. Fino all'inizio degli anni '90 lo leggevo come fosse un libro, dalla prima all'ultima pagina. Oggi lo sfoglio, mi fermo e leggo solo gli articoli che mi interessano, che sono più o meno un terzo del totale. Gli altri li guardo distrattamente. Alcune prove su strada le salto a piè pari e in genere nelle prove guardo prima le tabelle con le rilevazioni strumentali e le dotazioni, salto la pagina dedicata alla multimedialità (di cui non ho alcun interesse) e leggo il testo solo in alcuni casi, perchè ormai è più l'opinione del giornalista. Altri tempi quelli in cui ogni voce in pagella veniva ripresa nel testo e spiegata nel dettaglio (vedi prove degli anni '60 e '70). Potrei non rinnovare l'abbonamento e abbonarmi ad un'altra rivista, ma alla fine non credo cambierebbe molto.
  13. Mi è appena arrivato il numero di gennaio. Nell'inserto ci sono le novità previste per il 2018. Stelvio Quadrifoglio, 124 coupé e restyling di 500X. Unico marchio vivace Jeep. Lancia non pervenuta. Calma piatta insomma. C'è poco da accusarli di esterofilia guardando alle novità in arrivo per gli altri marchi.
  14. Phormula

    FPT - 0.9 SGE Bicilindrico Twinair

    Io quando ho chiesto una Panda con il Twinair, sono stato sconsigliato dal venditore.
  15. Phormula

    Vendite 500L

    A Monaco di Baviera girano tranquillamente le Polo base con il mille aspirato da 60-75 cavalli... con quattro persone a bordo non credo siamo tanto lontani come rapporto peso/potenza.
×