Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Phormula

Members
  • Content Count

    1,685
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

Phormula last won the day on July 25 2018

Phormula had the most liked content!

Community Reputation

1,464 Excellent

About Phormula

  • Rank
    Pilota Ufficiale

Profile Information

  • Car's model
  • City
    Europa
  • Professione
    Tecnico
  • Quotes
    Nella vita non pretendo di avere tutte le risposte... a dire il vero non mi interessano nemmeno tutte le domande.
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Phormula

    Fiat Punto 2012

    Ormai credo che non sia così difficile. Dopo tutto anche la Punto nei crash tests è uscita bene, dal punto di vista della tenuta della cellula di sopravvivenza, il voto infimo viene dalla mancanza del resto.
  2. Phormula

    Fiat Punto 2012

    Beh, ormai è difficile fare grossi salti in avanti in segmenti dove si vende a prezzo. Non stiamo parlando del passaggio dalla 127 alla Uno o dalla Uno alla Punto. L'evoluzione alla fine si riduce nel trasferimento di elettronica dai segmenti superiori e miglioramento delle prestazioni nei crash test, che in realtà per come sono oggi vuol dire più elettronica, perchè ormai una scocca robusta la sanno fare tutti.
  3. Esatto, fino a qualche anno fa le vetture sopra i 1200 cc in Grecia erano fortemente penalizzate, al punto che quasi tutti i costruttori avevano versioni specifiche per quel mercato. Del resto era così anche da noi, quando c'era l'IVA pesante sui benzina oltre i 2000 cc. Ci sono ancora mercati dove la cilindrata è fortemente penalizzante. E comunque un mille tre cilindri turbo nello step più alto di potenza oggi non fa invidiare un 1.6-1.8 aspirato 16 valvole di quindici anni fa. Il problema non è tanto di prestazioni assolute (non saranno esaltanti, ma corrispondono a quelle appunto del motore benzina aspirato base di una volta, che su una vettura del genere sarebbe stato un millesei) ma la durata, visto che lo spunto con questi piccoli turbo viene ottenuto facendoli lavorare in overboost.
  4. Sinceramente questi discorsi potevano avere senso trent'anni fa, e comunque a voler cercare il caso specifico, io posso tirar fuori persone che sono fedeli ad un marchio pur avendone passate di cotte e di crude. Io stesso non faccio mistero di avere avuto una VW problematica, anche se con il passare degli anni e la sostituzione dei pezzi è diventata via via sempre più affidabile. Se non me ne sono disfato è semplicemente perchè quasi tutte queste riparazioni mi sono state passate in correntezza, potendo documentare una manutenzione rigorosa effettuata presso la rete ufficiale. Tuttavia la fedeltà al marchio non è più il dogma che era negli anni '70 o '80. Un po' perchè la rete di vendita si è frammentata, ma soprattutto perchè il prezzo di vendita, o meglio lo sconto, è diventato un argomento formidabile nel convincere la gente a cambiare idea. Infatti il motivo per cui ho sostitiuito la VW di cui sopra con un'altra VW è perchè mi costava meno di una Fiat, ma qui siamo off topic. Il punto è semplicemente che oggi nessuno, nemmeno i marchi premium, può esimersi dallo sconto E la Polo non fa eccezione. I tempi in cui i concessionari VW ti potevano proporre una Polo con uno sconto ridicolo e fare gli schizzinosi sull'usato sono finiti vent'anni fa.
  5. Mi sono capitate macchine a noleggio con la spia dell'olio fissa. Il ragazzo alla consegna che ti dice "vada tranquillo, è solo un contatto". Poi tiri su l'astina ed esce intonsa. O mi è capitato di salire su vetture aziendali, soprattutto quelle che usano tanti dipendenti per poco tempo ciascuno, che non passerebbero la revisione in un paese africano. Soprattutto nei segmenti A e B, c'è un mercato fatto di persone che manutenzione = spreco di soldi. Credo sia caduta vittima della nuova disciplina sulle omologazioni. Come si diceva, i nuovi test per l'omologazione sono più lunghi e complessi e devono essere fatti su tutte le varianti. Per cui le case sono partite dalle versioni che vendono di più (globalmente in Europa, e non sul singolo mercato). Nei listini più o meno di tutti c'è stata una moria di motorizzazioni. E' assai probabile che pian piano verranno omologate anche le altre.
  6. Se non ricordo male, a differenza del turbo, non richiede un olio particolare, si accontenta della specifica "base" degli oli VW per motori a benzina. E non mi sembra di avere letto di particolari morie, a differenza dei turbo, dove in internet è pieno di gente che ha dovuto sostituire la turbina, non solo sui TSI.
  7. Ragionamento che non fa una piega. Fintanto che la macchina viene usata da qualcuno che sa di avere sotto il cofano un motore turbo. Infatti io la up! l'ho presa con il mille da 90 cavalli e sono contentissimo per come va (e anche per quanto poco consuma). E la Polo la prenderei in considerazione solo con il turbo, ormai è grande come una Golf III, un mille aspirato è sottodimensionato, per quanto possano essere corti i rapporti del cambio. Tuttavia, non posso non notare come vengano trattate le macchine, soprattutto quando non sono le proprie (leggi: aziendali o noleggi) o quando sono le proprie ma la gente ragiona con la logica che la macchina va in officina solo quando si rompe. Un motore turbo non lo puoi accendere, uscire dal parcheggio e dopo 50 metri partire al semaforo a razzo tirando le marce a 4000 giri perchè hai fretta e devi stare davanti a tutti. O lo spegni di botto dopo avergli dato una scaldata. Due motivi per cui molte tra le prime Smart non arrivavano a 100 mila km (ma conosco chi con la Smart prima serie ha passato i 200 mila senza problemi, ma con una guida rispettosa di un motore turbo e una manutenzione scrupolosa). Oppure mi sono capitate macchine a noleggio con la manutenzione trascurata, ricordo computer di bordo con la scritta service e quello che c'era sull'astina dell'olio non era olio ma catrame. O addirittura tirare su l'astina dell'olio e trovare il livello molto sotto il minimo (a volte addirittura l'astina asciutta...). Inutile nascondere che c'è una fetta di clientela per cui un aspirato robusto è (purtroppo) ancora la soluzione migliore, perchè reggono meglio gli abusi. Ed è esattamente dove le Polo aspirate mi aspetto di trovarle: flotte aziendali e noleggi. Gli stessi che da noi si prendevano le Punto 1.2 benzina con il Fire.
  8. Secondo me non aveva senso scendere sotto i 90 cavalli con il turbo. La nuova normativa sulle emissioni sta scombussolando non poco i listini. Dal momento che i test sono diventati più lunghi e costosi e soprattutto non è più possibile testare una variante ed estendere il risultato alle altre, parecchi allestimenti e motorizzazioni sono spariti dai litstini. Secondo me per capire bisognerà attendere qualche mese.
  9. Tornando in topic, dal configuratore la motorizzazione 1.0 turbo non è prevista in abbinamento all'allestimento base (Trendline) nemmeno sul mercato tedesco. Il motore turbo è previsto solo dall'allestimento Comfortline in su. L'allestimento trendline è limitato al motore a benzina aspirato (nei due step di potenza) e al Diesel.
  10. No, non arrivavano fino a quel punto. Però vendevano le versioni base della Vectra prima serie 1.8 o 2.0, quando da noi l'allestimento base era limitato alla 1.4. In casa VW l'allestimento trendline (base) non è mai stato offerto con le motorizzazioni top. Al massimo con quella immediatamente sopra la base o sopra ancora.
  11. Si e no, nel senso che nei paesi in cui la normativa fiscale ed assicurativa non penalizzava la cilindrata ma la potenza, a parità di cavalli, aveva senso mettere sotto il cofano un motore di cilindrata più grossa ma relativamente con pochi cavalli, per godere della maggior coppia rispetto ad un motore più piccolo ma tirato. Per cui Opel sulla Corsa una volta aveva un 1.2 da 45 cavalli, VW addirittura un 1.8 da 75. C'è anche da dire che la differenza di costo di produzione tra un 1.4 aspirato e un 1.6 o 1.8 aspirato è marginale. Qui invece stiamo confrontando un aspirato con un turbo, quindi una meccanica molto più complessa. E nella logica della casa, ci sta che il numero di clienti che vogliono la vettura cruda per risparmiare ma vogliono il motore più potente, sia marginale e tale da non coprire i costi di omologazione di una versione specifica. Infatti io mi aspetto che nei prossimi anni ci sarà una generale semplificazione dei listini, con la riduzione alle 2-3 motorizzazioni (che spesso sono step di potenza di uno stesso motore turbo) più vendute, magari una versione sportiva e finita lì. I tempi in cui una segmento C andava a listino con 10 motorizzazioni diverse secondo me sono finiti. Oggi fai tutto con 2-3 motori turbo, in diversi step di potenza. Il T-ROC da quanto sento ha tempi di consegna biblici se ordinato su misura, senza comprare quello che è già disponibile in rete. Deel resto il mercato oggi chiede SUV.
  12. Ti capisco, a me successe la stessa cosa negli anni '90. Volendo prendere una macchina con i paraurti in plastica nera (ai tempi ero costretto a parcheggiare in strada), dovevo per forza prendere la versione base e rinunciare a tante cose, non disponibili nemmeno come accessori. La versione spartana serve per fare i numeri nelle flotte aziendali e nei noleggi, due tipi di clientela che non guardano alle prestazioni. Anzi, un motore semplice è meglio per loro, dal momento che risparmieranno sulla manutenzione... Probabilmente la versione GTI tornerà, ma in questo momento di cambio di omologazioni, cambio pesante perchè cambia il metodo di misura e certi giochetti non sono più fattibili (anche se ho visto una vettura con il PEMS che girava accodata ad un camion, non sarà mica per ridurre la resistenza aerodinamica....) le case secondo me si stanno concentrando sulle motorizzazioni più richieste e interverranno su quelle di nicchia in un secondo tempo.
  13. Per chi non giustifica le percorrenze del Diesel, il mille TSI da 90 cavalli va benissimo, ha abbastanza coppia da non far rimpiangere un Diesel. Non vorrei sia caduta sotto la scure delle nuove omologazioni.
  14. Con l'ultimo noleggio ho chiuso il cerchio, nel senso che della nuova Polo con il mille ho provato sia la versione aspirata che la turbo. Esteticamente non sono ancora riuscito a digerire la scaffalatura lungo la fiancata, sa molto di intervento all'ultimo minuto sul modello di plastilina. Questione di gusti. Sugli interni, io ho guidato vetture in allestimento Comfortline, che sta rispecchiando la tendenza in corso nel gruppo VW verso finiture meno d'effetto e più pratiche, soprattutto dove non si vede. Meglio così che le plastiche morbide dei primi anni 2000, fantastiche al tatto da nuove ma appiccicose come la carta moschicida dopo 10 anni o che si spelavano per l'usura, come le maniglie delle porte. Come per altre vetture concorrenti, bello il display touch ben visibile, ma non è bello quando lo guardi ed è pieno di ditate... La macchina è cresciuta molto come abitabilità, soprattutto in larghezza. Del resto dimensionalmente la Polo segue la Golf di due generazioni prima. Su strada, la versione da 65 cavalli si muove, ma è chiaro che con quella massa e quella sezione frontale il mille aspirato fa quel che può. Fortunatamente hanno tenuto le prime tre marce abbastanza corte da garantire un po' di spunto e la capacità di arrampicarsi, anche se serve tenere il motore allegro. Tutta un'altra musica la versione con il mille turbo, non fa rimpiangere un buon millesei aspirato di qualche anno fa. Non è una vettura sportiva ma si muove sempre bene e consuma anche meno (medie sui 16-17 contro i 14-15 dell'aspirata, ed è tutto un altro andare). Peccato per il cambio a sole cinque marce. Comportamento stradale sincero e prevedibile, buon assorbimento delle asperità, anche grazie alla gommatura di dimensioni umane (185/55 su cerchi da 15). Non ho provato a fondo i freni, che leggo essere nota dolente. Nell'uso normale la frenata è molto ben modulabile. Penso che la prestazione al limite risenta della gommatura, anche perchè dimensionalmente (almeno a guardare il diametro di dischi e tamburi) non mi sembra sottodimensionata. La mia conclusione è che la 65 cavalli va bene solo se si ha un neopatentato in famiglia, la TSI è una vettura tuttofare, abbastanza grande da viaggiarci comodi in quattro con qualche bagaglio. Attenzione solo alla larghezza perchè è a livelli da segmento C. Peccato che oggi abbia poco senso, visto che il mercato compra quasi solo SUV.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.