Vai al contenuto

tommyb

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    1106
  • Iscritto il

  • Ultima visita

Reputazione Forum

110 Excellent

Su tommyb

  • Rank
    Leader del campionato

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Civic
  • Città
    Firenze
  • Interessi
    Cinema
  • Professione
    Advertising
  • Genere
    Maschio

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. tommyb

    Fiat Panda Cross 2014

    sulla base di queste foto il foto è assolutamente insufficiente. Se poi altre foto smentiranno la prima impressione sarò contento, ma quando presentarono la versione precedente le reazioni mi sembra di ricordare fossero state molto positive. peccato.
  2. tommyb

    Alfa Romeo 4C 2013

  3. tommyb

    Alfa Romeo 4C 2013

    No confermo che è qualla della Uno prima serie... che possedevo.
  4. tommyb

    Jeep Cherokee 2014

    Quello che non capisco è la scelta filosofica oltre che stilistica. Perché fare una rivoluzione quando sei il marchio numero uno del fuoristrada e tutti sono arrivati dopo? Non lo comprendo. Evolvere lo stile di solito è più facile e vincente che stravolgere. I tedeschi lo insegnano da sempre e hanno grande successo, perché non deludono i loro fan e contemporaneamente puntano a farne di nuovi rosicchiandoli ai concorrenti. Con questa rivoluzione Jeep rischia di deludere i propri fan e non è detto che ne prenda di nuovi. Dunque proprio non capisco perché prendersi questo rischio. Inoltre dato che è la prima vera Jeep progettata sotto l'egida Fiat perché stravolgere l'immagine di un marchio che ha tanta tradizione? Rischi di passare per il padrone che viene da fuori e che non conosce i valori del marchio e li disperde. Prima ancora che del design, che comunque mi lascia quantomeno perplesso, mi domando perché chiedere ai designer di fare una rivoluzione quando hai tra le mani un marchio del genere.
  5. tommyb

    Jeep Cherokee 2014

    Sul forum allpar.com i giudizi sono molto negativi e sinceramente non posso dargli torto.
  6. tommyb

    Trent'anni di Uno (e non finisce qui...)

    fantastica la Uno, ho imparato a guidare con quella e ci ho passato dall'infanzia ai primi anni di guida, in salita non andava un tubo ma consumava quanto la prius dei giorni nostri col suo FIRE 45. I miei genitori che ora hanno una Yaris prima serie, sempre 1000 cc, la rimpiangono ancora e potessero tutt'oggi si riprenderebbero volentieri la Uno. E sono d'accordo con loro....
  7. tommyb

    Fiat 500L 2012

  8. c'è in questo momento della valle su la 7 che ci sta andando giù duro con il management fiat. C'è sicuramente della retorica nel suo intervento, ma lo condivido. Ribadisco che Marchionne lo apprezzo per le trattative che ha fatto prima con GM e poi su Chrysler mentre non condivido buona parte delle scelte fatte sul prodotto.
  9. ma io infatti volevo sapere questo, sapere che posso criticare Marchionne liberamente (chiaramente argomentando il mio pensiero) come giustamente tu può fare l'opposto. ps: questa non l'ho capita "Mi basterebbe evitare di leggere le critiche a un tuo collega su cose che fai anche te....a.k.a. Coerenza." ma non importa.
  10. gran bella notizia, se ce la fa a portare in fondo l'accordo è un gran colpo di Marchionne.
  11. tommyb

    Chrysler - V6 Phoenix/Pentastar

    ma quando arriverà il multiair sul V6 pentastar? che vantaggi/svantaggi darà?
  12. tommyb

    Fiat Panda 2011

    Si sa come mai non viene esteso l'uso del fire 1.4 turbo a metano che equipaggia il doblò? lo vedrei bene su punto e 500L.
  13. tommyb

    Fiat 500L 2012

    A che servono e che vantaggi/svantaggi danno le molle con le contrattive?
  14. Tutte considerazioni vere le tue, anzi lapalissiane... aggiungerei solo qualche doveroso elemento in più alla tua spiegazione: quando gli stabilimenti italiani e europei in generale soffrivano già di una grossa sovraccapacità produttiva rispetto alla domanda, Marchionne ha avallato la costruzione di un ulteriore nuovo stabilimento a pochi chilometri dal confine italiano, beneficiando di consistenti aiuti di un altro stato (un po' come accadeva in italia tempo fa). Tale impianto va a soddisfare una domanda inesistente, poiché il prodotto che ne esce poteva benissimo essere prodotto negli stabilimenti italiani già esistenti. Marchionne ricade così negli errori fatti tempo a dietro che hanno portato alla costruzione di un numero elevato di stabilimenti italiani (di cui ora lui stesso si lamenta) costruiti solo perché pagati dallo stato. Questo aggiugerà ulteriore sovraccapacità alla sovraccapacità in europa che lui denuncia e mi porta a citare una tua frase: e a pensare che anche Marchionne non stia curando nel miglior modo gli interessi dell'Italia, perché apre nuovi stabilimenti in Europa, in nazioni povere andando a togliere il poco lavoro rimasto ai sottoutilizzati impianti italiani, per poi dire nelle interviste che con suo grande dispiacere è costretto a chiudere gli impianti italiani a causa del loro scarso utilizzo. Poi si può dire che i lavoratori serbi guadagnano meno, ma se dobbiamo sostenere questo concetto, allora dobbiamo consigliare a tutti gli imprenditori che si trovano ad avere le loro fabbriche in nazioni medio ricche di chiuderle e di aprirle dove la manodopera costa pochissimo. E mi auguro che non sia questa una linea di pensiero condivisa dagli utenti di questo forum, anche perché sarebbe a dir poco masochistica. Dunque Marchionne a mio avviso ci racconta una verità a metà quando si dispiace di dover ipotizzare la chiusura degli impianti italiani, omettendo di dire che in parte è la sua strategia che porta a queste conseguenze.
×